Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#1451 05-12-2023 17:12:18

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Johnny Utah ha scritto:

Grazie Nuoto per i tuoi splendidi report. Vorrei tornare su ciò che hai detto di Estatina. Non ho capito se questa "poca gioia nel nuotare" sia trapelata da qualche sua dichiarazione...

Ammetto che non ho seguito molto le sue apparazioni sportive da dopo il mondiale, dunque magari mi era sfuggita qualche sua dichiarazione...

Nessuna dichiarazione esplicita, solo l'espressione che la McIntosh ha prima della partenza e dopo l'arrivo, e le sue parole (tipo disco preinciso) che fondamentalmente denotano poco entusiasmo, quando è intervistata nel post-gara.
Vedo qualche somiglianza con Phelps, di cui ben presto si scoprirono i problemi motivazionali e l'ansia di battere record di vittorie (primo Dui nell'autunno del 2004, dopo un'Olimpiade di Atene comunque piena di successi).
E' molto probabile che la McIntosh non si lasci andare agli eccessi extra-natatori di Michelone (contano educazione e disciplina che ciascuno ha in quantità diverse), ma, se non si ha quella gioia di gareggiare che mostrano altri nuotatori ed altre nuotatrici, resta un'insoddisfazione di fondo che, comunque, è come un tarlo che agisce nel tempo.

Ultima modifica di nuotofan (05-12-2023 17:25:36)

Non in linea

#1452 05-12-2023 17:24:24

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:
nuotofan ha scritto:

Commentando la finale dei 100 farfalla in cui Condorelli è passato primo ai 50m, lo speaker ha detto che ora gareggia per gli Usa a livello internazionale, dopo avere disputato le Olimpiadi per l'Italia.
Non so se questo sia già vero o sia solo la volontà del team Condorelli di farlo appena possibile.

Mi pare quasi ovvio che Condorelli abbia troncato i rapporti con la FIN. Proprio ieri il CIO ha autorizzato il passaggio di Kayla Sanchez dal Canada alle Filippine, sul dossier Condorelli invece non ci sono notizie, bisogna eventualmente spettare i prossimi mesi. Escludo che Condorelli possa qualificarsi nei 100 farfalla, la sua unica possibilità sono i 100 crawl, per magari poi fare solo le batterie come con l'Italia a Tokyo.

Anche Kayla Sanchez, peraltro, appare in una fase non brillante di carriera ed è probabile che uno dei motivi del suo cambio di cittadinanza sia stato quello di avere la certezza di competere nei grandi eventi.

Che Condorelli non abbia chance nei 100 farfalla gareggiando per gli Usa è più che certo, e ritengo che sarà molto complicato per lui pure entrare negli staffettisti della 4x100 sl, perché il livello medio dei 100 stileliberisti Usa è veramente alto, considerando anche come nella stagione olimpica siano soliti dare il massimo.
Come sempre, le carte si scopriranno solo ai trials perché prima tutti affronteranno i meeting sotto i carichi di lavoro, chi più chi meno, e quindi i risultati avranno valore relativo.

Ok, torno a riposo perché, come detto, ho deciso di scrivere molti meno commenti.
Questo per tante ragioni, tra cui ovviamente i problemi del forum (anche oggi per accedere ci sono voluti diversi tentativi) ma anche il bisogno di voltare pagina, sennò mi sembra di essere l'ultimo dei mohicani, che non si accorge del tempo che scorre e della sostanziale inutilità delle centinaia di post che sforna ogni mese.

Ultima modifica di nuotofan (05-12-2023 23:04:26)

Non in linea

#1453 11-12-2023 19:25:18

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Dopo due giornate di gara, le selezioni cinesi per i Mondiali di Doha già hanno fornito un quadro chiaro: la Cina sarà (presumibilmente con L'Italia) l'unica nazione rilevante del panorama natatorio a presentare a Doha un team rappresentativo della sua forza natatoria.

Tutti i principali atleti cinesi stanno partecipando anche se, come è più che comprensibile, i crono sono ad una certa distanza dai loro PBs.

Qin Haiyang ha vinto i 100 rana in 58.40, Zhang Yufei i 100 farfalla in 56.85 e i 50 stile in 24.58, Xu Jiayu i 100 dorso in 52.61 (bel crono, questo, che dimostra come Xu sia davvero ritornato ai suoi migliori livelli del 2017-19, quando vinse due titoli mondiali), Li Bingjie i 400 stile in 4.03.39 e i 1500 in 15.56.04, mentre Pan Zhanle è giunto solo secondo nei 200 stile (1.46.72 il suo crono) vinti da Ji Xinjie (1.46.49).

Tra i giovani in ascesa ho già citato il 3.45.11 con cui il 16enne Zhang Zhanshuo ha vinto i 400 stile libero, mentre il primatista mondiale juniores dei 200 rana Dong Zhihao è giunto terzo nei 100 rana in 59.73, ottimo crono in prospettiva della doppia distanza.

Non in linea

#1454 12-12-2023 13:09:21

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Uno dei tanti aspetti affascinanti del nuoto è che noi appassionati consultiamo scrupolosamente i risultati ed i record giovanili alla ricerca di nuovi fenomeni, e poi le cose possono cambiare radicalmente, anche in breve tempo, ed i fenomeni annunciati incontrare notevoli difficoltà, mentre si assiste (stupiti) all'esplosione di altri atleti che nessuno aveva considerato.

Esempi significativi da quella che è una delle distanze più classiche del nuoto, cioè i 200 stile libero.

Popovici nel 2021-22 sembrava il "messia annunciato", colui che avrebbe finalmente battuto il WR gommato di Biedermann, ed invece il 2023 ha cambiato radicalmente le cose e Richards, che ai Mondiali 2022 era giunto 30° nelle batterie con un crono più lento di 5 secondi e mezzo rispetto a quello con cui Popovici aveva dominato la finale, si è laureato Campione mondiale nella finale di Fukuoka in cui Popovici é stato escluso dal podio.

Maximillian  Giuliani è un ventenne nuotatore australiano passato sostanzialmente inosservato nelle categorie giovanili (non è nella top ten in nessuna delle classi di età) ed ora, superati i 20 anni, sta avendo una progressione notevolissima.
Si è presentato alla prima tappa di Berlino della Coppa del Mondo con un PB di 1.48.05 risalente a giugno 2023 e ha nuotato 1.46.18 per poi arrivare a 1.45.42 per vincere la tappa conclusiva di Budapest.
Oggi è sceso sotto l'1'45" nei 200 sl in prima frazione della 4x200 sl: 1.44.79 per lui!
Quindi un progresso sensazionale di oltre tre secondi in sei mesi.

Richards si era messo in grande evidenza già da junior (campione europeo juniores a nemmeno 17 anni nei 100 sl e secondo nei 200 sl con un ottimo 1.47.23), prima di conoscere un periodo di crisi, ma Giuliani è veramente uno di quei casi di esplosione tardiva che rendono ancora più affascinante il nuoto.

Ultima modifica di nuotofan (12-12-2023 18:03:56)

Non in linea

#1455 12-12-2023 19:16:03

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Due esempi di consistenza ad altissimi livelli in vari momenti della stagione provengono da Australia e Cina.

Ai Campionati del Queensland di cui si è già parlato a proposito del "conte Max" (Giuliani), Kaylee McKeown ha nuotato il solito sub58" nei 100 dorso, un 2.07.54 nei 200 misti e il PB nei 200 stile libero a 1.56.14 che la candida per un posto nella formidabile 4x200 sl australiana. Molto buono anche l'1.56.31 della Pallister in funzione delle distanze dai 400 in su e, come visto nelle tappe della Coppa del Mondo, direi che la Pallister abbia cominciato questa stagione olimpica con il piede, anzi la gambata giusta.
Poi, certo, c'è chi predilige l'allenamento come la O'Callaghan, che si è sciroppata 100 farfalla, 400 stile e 100 stile in un'unica giornata, dopo avere vinto, il primo giorno, i 200 stile sull'1.54 basso.
Jack sempre brillante con 24.09 nei 50 sl e 52.71 nei 100 stile libero, bene la Dekkers nei 200 farfalla (2.06.42), progressi delle giovani Anderson e Barclay nel dorso e di Thomas Neill nei 200 misti (PB di 1.57.41).

Alle selezioni cinesi Qin Haiyang ha nuotato un 26.25 nei 100 rana che dista 5 centesimi dal suo record asiatico e tre decimi dal WR di Peaty. Tre decimi in un 50 non sono pochi, certo, ma se si pensa ai tantissimi impegni di Qin in questo 2023 dove (con Zhang Yufei) è passato dalla Coppa d'Asia di fine settembre alla Coppa del Mondo di ottobre, dopo la quale dovrebbe avere avuto (finalmente) qualche settimana di riposo, per poi riprendere da poco la preparazione, possiamo dire che sono un piccolo diaframma che Qin potrà abbattere in futuro.

Oggi c'è stata anche una buona gara dei 200 sl femminili con la rientrante Yang Junxuan vincitrice in 1.55.67 su Li Bingjie (1.55.73), mentre gli attesi 400 misti maschili sono stati vinti dal 16enne Zhang Zhanshuo in un 4.15.71 che sfigura assai accanto al 3.45.11 nei 400 sl.
In ogni caso, lo dovremmo vedere ai Mondiali di Doha per capirne di più sulle sue potenzialità.

Non in linea

#1456 13-12-2023 18:13:04

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Crono molto significativo il 47.60 con cui Pan Zhanle ha vinto i 100 stile libero alle selezioni che la Cina sta svolgendo per i Mondiali di Doha, dopo l'1.46.7 nei 200 stile libero che ne aveva denotato la condizione imperfetta.

Pan mi sembra estremamente sicuro dei suoi mezzi nei 100 stile libero e ho la sensazione che questo 47.6 sia per lui una sorta di "crono minimale" da cui poi migliorare decisamente già a Doha e poi (soprattutto) a Parigi.

Si conferma la buona forma del 26enne Ji Xinjie (già vincitore dei 200 sl), secondo in 48.26, mentre terzo è il 18enne Wang Haoyu (48.31). Quarto Chen Juner in 48.52.

Il 16enne Zhang Zhanshuo si è migliorato nei 1500 sl giungendo secondo in 15.03.07 nella gara vinta da Fei Liwei (14.57.47).
Quindi PBs nei 400 e 1500 per Zhang Zhanshuo e crono un po' deludente nei 400 misti; in ogni caso lo si dovrebbe vedere nuotare queste tre gare individuali ai Mondiali di Doha.

Ultima modifica di nuotofan (13-12-2023 20:44:29)

Non in linea

#1457 14-12-2023 01:21:45

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Alle selezioni cinesi Qin Haiyang ha nuotato un 26.25 nei 100 rana che dista 5 centesimi dal suo record asiatico e tre decimi dal WR di Peaty. Tre decimi in un 50 non sono pochi, certo, ma se si pensa ai tantissimi impegni di Qin in questo 2023 dove (con Zhang Yufei) è passato dalla Coppa d'Asia di fine settembre alla Coppa del Mondo di ottobre, dopo la quale dovrebbe avere avuto (finalmente) qualche settimana di riposo, per poi riprendere da poco la preparazione, possiamo dire che sono un piccolo diaframma che Qin potrà abbattere in futuro.

Prova di continuità impressionante da parte di Qin. Ricapitoliamo:

- trials mondiali
- mondiali 2023
- Giochi Asiatici
- Coppa del Mondo
- trials mondiali
- mondiali 2024
- trials olimpici
- Olimpiadi

Otto picchi di rendimento in lunga programmati in poco più di un anno. Serve anche una notevole forza mentale, ma sarebbe interessante sapere come si svolge la preparazione nel dettaglio.

Non in linea

#1458 14-12-2023 11:16:52

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:
nuotofan ha scritto:

Alle selezioni cinesi Qin Haiyang ha nuotato un 26.25 nei 100 rana che dista 5 centesimi dal suo record asiatico e tre decimi dal WR di Peaty. Tre decimi in un 50 non sono pochi, certo, ma se si pensa ai tantissimi impegni di Qin in questo 2023 dove (con Zhang Yufei) è passato dalla Coppa d'Asia di fine settembre alla Coppa del Mondo di ottobre, dopo la quale dovrebbe avere avuto (finalmente) qualche settimana di riposo, per poi riprendere da poco la preparazione, possiamo dire che sono un piccolo diaframma che Qin potrà abbattere in futuro.

Prova di continuità impressionante da parte di Qin. Ricapitoliamo:

- trials mondiali
- mondiali 2023
- Giochi Asiatici
- Coppa del Mondo
- trials mondiali
- mondiali 2024
- trials olimpici
- Olimpiadi

Otto picchi di rendimento in lunga programmati in poco più di un anno. Serve anche una notevole forza mentale, ma sarebbe interessante sapere come si svolge la preparazione nel dettaglio.

In questo 2023 che si sta per concludere, Qin ha preso parte ai seguenti eventi (tutti riportati in questo topic con i relativi crono, per chi abbia la pazienza di cercarli):

- Campionati primaverili cinesi a fine marzo
- Campionati nazionali cinesi ad inizio maggio
- Campionati Mondiali a fine luglio
- Universiadi ad inizio agosto
- Giochi Asiatici a fine settembre
- Tappe di Coppa del Mondo ad ottobre
- Selezioni Mondiali a dicembre

mantenendosi sempre a grandissimi livelli cronometrici.

Qin Haiyang si sta rivelando una sintesi tra Peaty e Kamminga: come livello assoluto si sta avvicinando a Peaty nei 50 e 100 rana (è ancora un po' distante nel 100 dal Peaty sconvolgente di Gwangju, ma sono convinto che il gap si ridurrà moltissimo) ed ha la continuità di rendimento del miglior Kamminga, quello che, prima di Tokyo, nuotava forte in ogni periodo della stagione (mentre Peaty è un nuotatore che trae grandi benefici dal taper) ed era estremamente competitivo anche nei 200, come dimostrato poi dall'argento a Tokyo.

Qin addirittura è il numero uno dai 50 ai 200 rana; combinazione davvero rara di potenza e lunghezza di nuotata che serve per il 200.

Ultima modifica di nuotofan (14-12-2023 13:00:16)

Non in linea

#1459 14-12-2023 23:02:45

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Si sono concluse in Cina le selezioni di fine anno per i Mondiali di Doha e non sono mancate le sorprese, in termini di assenze ma anche di presenze, a giudicare dai risultati che ci arrivano (col contagocce) dai siti usuali.

Tra le prime, Wang Shun che non ha partecipato ai 200 misti, sembra perché influenzato.
Non ha partecipato ai 400 misti femminili Yu Yiting, mentre vi ha preso parte, vincendoli, Ye Shiwen che - ad oltre 11 anni dallo storico (e superdiscusso) oro olimpico di Londra - ha nuotato un discreto 4.38.58.
Non ha partecipato ai 200 rana il primatista mondiale junior Dong Zhihao che si era messo in evidenza nei 100 rana arrivando terzo con un ottimo 59.73, mentre vi ha partecipato (meno male) quel Qin Haiyang di cui ho tessuto gli elogi, vincendoli in un 2.09.45 che lo "umanizza" un po'.
Del resto, a Fukuoka Qin ha stabilito il WR dei 200 perché lì era al top della condizione psico-fisica e voleva la tripletta storica sconfiggendo il campione olimpico ZSC; altrove non ha più avvicinato quel super-crono, come è giusto che sia perché i 200 richiedono davvero il pieno delle energie fisiche e nervose per esprimersi al meglio.
Discreto 100 sl femminili vinto da Cheng Yujie in 53.57 su Yang Junxuan (53.64) e Zhang Yufei (54.01, anche per lei serbatoio un po' in riserva dopo avere gareggiato tantissimo in questo 2023).

Suppongo che a breve saranno resi noti i convocati della Cina per i Mondiali di Doha, per cui verificheremo la consistenza qualitativa e quantitativa della formazione cinese, che promette di essere grande protagonista.

Non in linea

#1460 15-12-2023 10:26:05

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Iniziato l'Ontario Junior International, meeting in vasca da 25m sempre molto interessante, che riunisce i migliori junior di Canada e Gran Bretagna.
Subito risultati notevoli https://swimontario.com/liveresults/2023/2023OJI/
Non sono riportati quelli dei 1500 femminili e degli 800 maschili, ma (ovviamente) ho visto le gare e quindi vi posso dire che Amelie Blocksidge continua a progredire ed ha vinto i 1500 sl in 15.48.49.
Frazioni di rilievo assoluto nella 4x50 sl mixed, come il 21.78 in prima del 17enne Ali Sayed e le due lanciate delle ragazze britanniche: 23.42 in ultima per la 17enne Eva Okaro e 23.98 in terza per la 16enne Skye Carter che sarebbero state assai utili alla Gran Bretagna ai recenti Europei di Otopeni (davvero poche hanno fatto meglio del 23.42 della Okaro, direi solo la Coleman e la Nocentini).
Bene anche Nic Finch (21.61 in seconda frazione).

Ultima modifica di nuotofan (15-12-2023 10:26:52)

Non in linea

#1461 15-12-2023 12:17:11

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Resa nota la squadra australiana per i Mondiali di Doha https://www.nuoto.com/2023/12/15/austra … ayna-jack/

Titolo realistico, quello di nuoto.com, a sottolineare le (previste) tante grandi assenze anche in Casa Australia, che confermano come il Mondiale di Doha, come qualità dei partecipanti, sarà una sorta di tappa di Coppa del Mondo, e nemmeno delle più prestigiose.

Poi, certo, i titoli e le medaglie resteranno nel curriculum di chi li vincerà, così come negli albi d'oro, ma le tantissime assenze sono la dimostrazione di come quasi la totalità degli atleti più forti non voglia sacrificare nessuna settimana di allenamento in vista delle Olimpiadi.

Non in linea

#1462 15-12-2023 13:49:56

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Iniziati anche i Campionati invernali inglesi in vasca corta https://results.swimming.org/swimming/r … 2023/sesc/

A confermare il progresso globale negli 800 sl, il 18enne Melbourne-Smith ha portato il PB a 7.40.53 (crono molto simile a quello di Filippo Bertoni di un mese fa), i 50 sl sono stati vinti dal 19enne Fry in un buon 21.45, mentre nella finale junior si è segnalato il 15enne Adama con 22.20, ed i 100 farfalla hanno visto il primo sub50" in carriera del 20enne Gammon (49.87 il crono con cui li ha vinti).

Non in linea

#1463 15-12-2023 14:42:05

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 410

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Iniziati anche i Campionati invernali inglesi in vasca corta https://results.swimming.org/swimming/r … 2023/sesc/

A confermare il progresso globale negli 800 sl, il 18enne Melbourne-Smith ha portato il PB a 7.40.53 (crono molto simile a quello di Filippo Bertoni di un mese fa), i 50 sl sono stati vinti dal 19enne Fry in un buon 21.45, mentre nella finale junior si è segnalato il 15enne Adama con 22.20, ed i 100 farfalla hanno visto il primo sub50" in carriera del 20enne Gammon (49.87 il crono con cui li ha vinti).

Tra l'altro Melbourne-Smith ha detenuto vari record mondiali di precocità da giovanissimo (tra i 7 e i 13 anni), sembrava poi essersi perso per strada, fa piacere vedere si stia rimettendo in carreggiata sperando possa essere seguito in questo percorso da noi sappiamo chi

In linea

#1464 15-12-2023 16:49:30

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

EdmondDantes ha scritto:

Tra l'altro Melbourne-Smith ha detenuto vari record mondiali di precocità da giovanissimo (tra i 7 e i 13 anni), sembrava poi essersi perso per strada, fa piacere vedere si stia rimettendo in carreggiata sperando possa essere seguito in questo percorso da noi sappiamo chi

Speriamo davvero che Lorenzo Galossi ritrovi quella voglia ed energia di nuotare che sembrava caratterizzarlo.

A proposito di amarcord, mi sembra doveroso congratularmi con Federico Colbertaldo https://www.nuoto.com/2023/12/15/federi … una-nuoto/

Quando mi sono iscritto al forum nel lontano 2008, lui era uno dei moderatori, oltre che un atleta di grandissimo livello (era all'apice della sua carriera).
Il suo nick era scienzy, che vedo essere ancora oggi usato.

Ultima modifica di nuotofan (15-12-2023 16:49:51)

Non in linea

#1465 15-12-2023 17:21:00

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Ufficializzata sede e collocazione temporale dei Campionati Europei in vasca lunga https://swimswam.com/i-campionati-europ … 23-giugno/

Le gare in piscina si svolgeranno dal 17 al 23 giugno 2024, sovrapponendosi al Settecolli.

Il dt Butini ha detto che non parteciperanno agli Europei gli atleti italiani convocati per le Olimpiadi; vedremo cosa accadrà per le altre nazioni, ma è fin troppo facile prevedere che questo Europeo, posto davvero a ridosso delle Olimpiadi, venga disertato da parecchi dei migliori atleti europei (accadeva già per quello che tradizionalmente si svolgeva a maggio nell'anno olimpico).
Magari verrà preso come ultimo test di allenamento da coloro che sono qualificati da tempo per Parigi (quindi non gli atleti francesi che hanno i trials a metà giugno) ma il Settecolli mi sembra più adatto in questo senso.

Speriamo almeno che non si verifichino i problemi di cronometraggio riscontrati per gli Europei Juniores che si sono svolti a Belgrado ad inizio luglio 2023.

Ultima modifica di nuotofan (15-12-2023 17:28:01)

Non in linea

#1466 15-12-2023 22:48:20

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Nella seconda giornata dei Campionati inglesi in vasca corta che si stanno svolgendo a Sheffield, bel crono nei 200 dorso femminili da parte di Honey Osrin: 2.03.20 per la ventenne che fu sconfitta al tocco da Erika Gaetani agli Eurojuniors 2019.
Ancora meglio il 2.05.18 con cui la Wood ha vinto i 200 misti, migliorandosi rispetto al crono che le ha dato l'oro ai recenti Europei.
Si confermano i progressi di Gammon, vincitore dei 200 farfalla in 1.51.88, mentre i 100 stile libero sono stati vinti dall'eclettico Joe Litchfield in 46.72 su Fry (47.11).

Non in linea

#1467 15-12-2023 23:21:31

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

i Campionati francesi juniores che si sono svolti nello scorso weekend hanno dato luoghi a diversi risultati di rilievo https://www.swimrankings.net/index.php? … &styleId=6

Doveroso partire dal già citato 18enne tunisino Ahmed Jaouadi che ha realizzato un grande 7.36.73 negli 800 stile libero, per poi vincere anche i 1500 in 14.41.07.

Un nome nuovo in campo femminile che - a leggere i risultati - pare assai promettente, la 14enne Jeanne LeChevalier, che ha vinto i 50 dorso (27.65), i 100 dorso (59.75), i 200 dorso (2.09.56) e i 200 misti (2.13.66), mentre nei 200 stile libero è stata terza in 1.59.06.

I 200 stile libero sono stati vinti dalla 16enne Cachot in 1.56.73, che ha vinto anche i 50 (24.41) e i 100 stile libero (53.28).

Ritornando al settore maschile, buoni risultati nella velocità, con il 17enne Chalendar vincitore dei 200 stile in 1.44.74 e dei 100 stile in 48.19, mentre nei 50 (22.09) è stato preceduto dal coetaneo Lopez (21.89).

E' francese, anche se si allena e gareggia in Spagna, quel Fente Damers (sempre del 2006) che nello scorso weekend, a Madrid, ha ottenuto 47.77 nei 100, 22.13 nei 50 e 1.46.37 nei 200 stile libero.

C'è la prospettiva, quindi, di un rinnovato confronto Italia-Francia nelle staffette veloci agli Europei Juniores di Vilnius 2024, e poi nei prossimi anni a livello assoluto.

Ultima modifica di nuotofan (15-12-2023 23:22:48)

Non in linea

#1468 16-12-2023 01:52:12

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Ufficializzata sede e collocazione temporale dei Campionati Europei in vasca lunga https://swimswam.com/i-campionati-europ … 23-giugno/

Le gare in piscina si svolgeranno dal 17 al 23 giugno 2024, sovrapponendosi al Settecolli.

Tra le ipotesi ventilate è stata scelta la peggiore. Sarà un Europeo secondario, non verrà nessuno. Grottesca la sovrapposizione con il 7 Colli, sgarbo alla FIN, che come è noto è in polemica con la nuova governance della Federazione continentale. Anche se non c'erano molte altre date disponibili. Spieghiamo una cosa: la LEN (o EA, come si chiama adesso) ha il suo momento di maggior visibilità nell'Europeo in lunga. Se salta deve risarcire sponsor e reti televisive allungando i contratti in essere. Dunque la manifestazione deve svolgersi a qualunque costo, per non dare luogo a problemi di bilancio. Il prestigio del libro d'oro? Chisseneimporta.

Non in linea

#1469 16-12-2023 16:02:12

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 256

Re: Il 2023 tra le corsie

Interessante 1'54"5 alla Brema di Del Signore.
Probabilmente partito eccessivamente forte, gli ultimi 50 metri in 30"2 fanno propendere per una distribuzione non proprio perfetta della gara.

Non in linea

#1470 16-12-2023 19:39:14

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

pot ha scritto:

Interessante 1'54"5 alla Brema di Del Signore.
Probabilmente partito eccessivamente forte, gli ultimi 50 metri in 30"2 fanno propendere per una distribuzione non proprio perfetta della gara.

Tempo più che discreto.

Verificheremo stanotte nella finale dei 100 dorso e domani in quella dei 200 dorso, gli eventuali progressi di uno dei "rivali" di Del Signore, cioè il 2006 canadese Aiden Norman e, parlando in generale della Ontario Junior International, sono ormai abituato a vedere degli ottimi crono, ma pensavo che quest'anno ci sarebbero stati meno spunti, mancando certi personaggi di rilievo come, ad esempio, il Richards 2019 che diede vita a grandi gare superando nettamente Liendo.
Invece la Gran Bretagna, pur non presentando talenti clamorosi, mi sta impressionando per come sono progrediti i suoi atleti.

Stanotte ci saranno le finali dei 50 sl e farfalla femminili, con la Okaro (soprattutto) e la Carter già messesi in grande evidenza con il WRJ nella 4x50 sl mixed del primo giorno.

Doveroso citare la Blocksidge, molto migliorata dal punto di vista tecnico rispetto allo scorso anno; se riuscisse a mettere un po' a posto tecnicamente il delfino, potrebbe essere considerata un ottimo prospetto anche nei 400 misti, oltre che nel mezzofondo, dove comunque si sta velocizzando considerevolmente, riuscendo ad inserire un bel kick nel finale delle gare, per non parlare dei progressi in virata e nella pulizia della nuotata.

Ultima modifica di nuotofan (16-12-2023 19:40:14)

Non in linea

#1471 17-12-2023 02:42:24

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 410

Re: Il 2023 tra le corsie

pot ha scritto:

Interessante 1'54"5 alla Brema di Del Signore.
Probabilmente partito eccessivamente forte, gli ultimi 50 metri in 30"2 fanno propendere per una distribuzione non proprio perfetta della gara.

Come sempre le gare natalizie portano vari risultati interessanti, segnalo anche il bel 1.57.70 della 2008 Domina sui 200 stile

In linea

#1472 17-12-2023 10:43:56

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Giusto per far rilevare come non si dovrebbero scrivere articoli, questo su nuoto.com https://www.nuoto.com/2023/12/17/svolta … -09-45-69/

Il titolo fa sobbalzare (si pensa ai 100 sl individuali), ma il problema è l'interno dell'articolo, in cui si parla di tre prestazioni al di sopra dei 920 punti confondendo il crono della gara individuale (46.08), con quelli lanciati nella staffetta 4x100 sl (45.69 in seconda frazione) e nella 4x100 mista (46.09 in ultima frazione).

Bisognava invece sottolineare le varie prestazioni di alto livello di Miressi che ha vinto i 50 sl in 21.11, i 100 sl in 46.08, i 200 sl in 1.44.09 (che dovrebbe essere anche il suo PB) ed i 100 farfalla in 51.80, a testimonianza di come abbia davvero cominciato benissimo questa stagione olimpica.

Non in linea

#1473 18-12-2023 19:41:24

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

Dopo circa 20 tentativi (negli ultimi due giorni, sia chiaro, non sono così ossessionato dallo scrivere sul forum come i troppi post che ho scritto potrebbero far credere..) sono riuscito ad accedere, e quindi scrivo qualcosa sulla Salnikov Cup che si è svolta in questi giorni a San Pietroburgo.

Hanno partecipato i migliori atleti russi e uno Shymanovich in grande spolvero, come testimoniato dal suo 55.63 nei 100 rana (per lui pure 22.59 nei 50 rana).

Anche Kolesnikov è stato autore di crono di rilievo, in particolare il 48.63 nei 100 dorso, a 3 decimi dal WR e a soli 5 centesimi dal suo PB.
Solita gara di notevole livello tecnico i 100 dorso in Russia, con Rylov secondo in 49.38, poi il 16enne Lifincev (49.62). Lifincev ha nuotato 22.75 nei 50 dorso (possibile EJR) vinti da Kolesnikov in 22.43.

Si è detto di Rylov, che ha poi vinto i 200 dorso in 1.49.26, mentre Minakov ha prevalso nei 100 sl (46.17) e 100 farfalla (49.37).

Borodin primo nei 400 misti in 3.58.21, Stepanov negli 800 sl (7.36.32, con un altro 2005, Lusin a 7.40.24) e Martynychev nei 1500 sl (14.31).

Nel settore femminile, Evgenia Chikunova ha prevalso nei 100 rana (1.03.76, seconda la Efimova in 1.04.90) e 200 rana (2.16.89), la Surkova ancora nettamente sotto  i 25" nei 50 farfalla (24.75) e la 2009 Misharina negli 800 sl (vinti in 8.15.85) è riuscita a far meglio della coetanea Blocksidge all'Ontario Junior International.

Detto che il crono della Misharina è, ovviamente, tutto da verificare nel futuro, la Blocksidge ha invece già dato buone prove di consistenza confermandosi in solido progresso in questo weekend di gare in Canada (è probabile che le Olimpiadi arrivino troppo presto per considerarla una competitor per il podio nei 1500; bene per la Quadarella).

Ultima modifica di nuotofan (18-12-2023 19:47:03)

Non in linea

#1474 19-12-2023 01:13:58

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

Russi pimpanti, dunque. Ma non è una sorpresa. Piuttosto cresce la curiosità per sapere quali di questi atleti saranno ai Mondiali di Doha e poi anche ai Giochi olimpici. Come è noto il CIO ha ammesso russi e bielorussi a Parigi, però con severe restrizioni. Quali? Rimando ad un mio post di qualche settimana fa, (14 settembre) giacché le condizioni sono rimaste le stesse. Kolesnikov però ha già escluso la propria presenza. Adesso la palla è nel campo della FINA (o WA che dir si voglia) che ha anche il problema di come innalzare il livello tecnico delle gare mondiali. Ad esempio il "dado" Borodin potrebbe servire per insaporire il brodo dei 400 misti privo dell'ingrediente principale, ossia Marchand.

Non in linea

#1475 19-12-2023 13:06:40

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'923

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:

Russi pimpanti, dunque. Ma non è una sorpresa. Piuttosto cresce la curiosità per sapere quali di questi atleti saranno ai Mondiali di Doha e poi anche ai Giochi olimpici. Come è noto il CIO ha ammesso russi e bielorussi a Parigi, però con severe restrizioni. Quali? Rimando ad un mio post di qualche settimana fa, (14 settembre) giacché le condizioni sono rimaste le stesse. Kolesnikov però ha già escluso la propria presenza. Adesso la palla è nel campo della FINA (o WA che dir si voglia) che ha anche il problema di come innalzare il livello tecnico delle gare mondiali. Ad esempio il "dado" Borodin potrebbe servire per insaporire il brodo dei 400 misti privo dell'ingrediente principale, ossia Marchand.


La situazione è di stallo, anche se mi sembra evidente come - aldilà delle dichiarazioni patriottiche (obbligate?) -  tutti gli atleti russi abbiano una grandissima voglia di cimentarsi nelle competizioni mondiali, Olimpiadi in primis.
In questo senso le dichiarazioni di Kolesnikov sono state significative perché quando diceva: "alla fine ti rendi conto che le Olimpiadi non sono tutto e ci sono altre cose nella vita", si capiva come - da atleta - pensasse esattamente il contrario, e cioè che il traguardo olimpico fosse veramente l'obiettivo massimo di ogni agonista, lui compreso.

A proposito di insaporire il brodo, mi hai ricordato quando, in un ristorante di Fiumalbo (appennino tosco emiliano al confine con la Toscana, dove si usano molti termini toscani), mi hanno chiesto se il primo piatto che mi avevano portato fosse sciocco, cioè senza sapore.

In italiano sciocco significa stolto, e l'ovvia conseguenze di decisioni (mettere il Mondiale a febbraio di un anno olimpico) che ai più paiono sciocche, è di avere Mondiali senza sapore.

Non in linea

Piè di pagina