Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#1 2022-06-23 01:44:41

xman2
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 14

Budapest Day 6 - 23 giugno

Il forfeit di Dressel per il resto del Mondiale autorizza l'Italia a coltivare l'inconfessabile progetto di vincere la mista maschile. Prima però bisogna vedere come sono messi i nostri farfallisti. Codia è sembrato abbastanza in palla nei 50, Burdisso ha avuto una stagione problematica, ha rinunciato ai 200, la batteria di oggi ci dirà quali sono le sue reali condizioni. Miressi è andato fuori giri nei primi 50 della finale di staffetta, annaspando poi nella vasca di ritorno e questo fatto sembra averlo mandato in confusione. Nel torneo individuale non era lui. E' lecito sperare che possa riscattarsi con la squadra. Se fossi in Ceccon salterei i 50 dorso individuali, o al limite disputare solo le batterie. Meglio non avere altri impegni sabato pomeriggio. Gli Usa hanno due punti fermi: Fink a rana e Andrew a farfalla. Immagino che sarà Ryan e non Armstrong a fare il lancio a dorso e forse è meglio per noi, mentre Held e Curry si giocano il posto all'anchor leg. Held sembra più performante, ma dovrà fornire un'ulteriore prova di efficienza nella mista a stile libero.

Non in linea

#2 2022-06-23 17:25:59

marioflavio
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 6

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

se non ho interpretato male le parole di stamattina di Burdisso
1) lui avrebbe fatto volentieri anche i 200, semplicemente non si è qualificato
2) ha iniziato a lavorare ad aprile, ha fatto solo un leggero scarico per i mondiali perchè punta agli Europei (come aveva già detto durante le selezioni), non dovrebbe essere al massimo, insomma.

Su Ceccon, ritieni che non abbia probabilità di vincere i 50? Ancora un po' vinceva i 50 delfino.... Non dovrebbe essere una gara tanto consumante.

Non in linea

#3 2022-06-23 18:06:13

xman2
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 14

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

Nei 200 farfalla non si era qualificato nessuno, sono stati ripescati sia Razzetti che Carini. Se Burdisso voleva fare anche i 200 un posto lo avrebbero dato a lui. Comunque è positivo che Burdisso stia bene ed abbia deciso di puntare solo sugli Europei. Nei 50 dorso vedo gli americani decisamente favoriti. Nel frattempo la nostra 4x200 è stata eliminata in batteria. Una volta finire dietro di centesimi all'Australia era garanzia di qualificazione...ci ha sorpreso la Corea ed anche la Francia: così avremo l'occasione di vedere Marchand sui 200 sl. Nella stagione Ncaa ha fatto faville nella staffetta lunga. E' in grossa condizione, vediamo che combina.

Non in linea

#4 2022-06-23 19:03:21

sportsnuoto
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 5

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

Ok che Thomas si trova nella condizione della vita ma tirar giù 1 secondo netto dal personale per entrare in ottica vittoria dei 50 dorso mi pare eccessivamente troppo. Lieto d'esser smentito ovviamente.

Non in linea

#5 2022-06-23 20:34:25

sportsnuoto
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 5

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

Se l'Andrew che abbiamo visto oggi in semifinale è quanto di meglio può offrire, allora forse possiamo giocarcela seriamente con loro nelle prime 3 frazioni (Burdisso oggi ha detto che se la mista non la vinciamo adesso che Dressel è assente allora non la vinciamo più). Il problema sarebbe il nostro stile libero non a livelli ottimali e soprattutto la capacità unica che hanno gli statunitensi di performare al meglio nelle staffette.

Non in linea

#6 2022-06-23 21:32:25

Vale75
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 5

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

report
100 sl f oro o'callaghan 52.67 su sjostrom 52.80 e huske 52.92
100 farfalla m s fuori burdisso decimo 51.45 vicino al personale e codia quattordicesimo 51.73 peggiorando di poco il 51.65 della mattina miglior tempo milak 50.14
200 dorso f s si qualifica la panziera quarta 2.08.28 miglior tempo bacon 2.05.93
50 sl m s zazzeri si prende la rivincita dei 100 e si qualifica con un altrop personal 21.70 secondo tempo dietro proud 21.42
200 rana f la king dopo l'opaco 100 si prende l'oro 2.22.41 su strauch 2.23.04 e douglass 2.23.20 settima la fangio 2.25.08
200 dorso m duello usa gran bretagna con murphy 1.54.52 su greenbank 1.55.16  casas 1.55.35 e williams 1.56.16
50 farfalla f s fuori di pietro dodicesima 26.08 e di liddo sedicesima 26.59 miglior tempo sjostrom 25.13
200 rana m vince il primatista stubblety cook 2.07.07 davanti a pari merito a hanaguruma e persson 2.08.38
4*200 sl m vincono gli usa 7.00.24 su australia 7.03.50 e gran bretagna 7.04.00
da segnalare dean 1.43.53 lanciato e hwang 1.45.30 in prima

Non in linea

#7 2022-06-23 22:05:28

xman2
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 14

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

sportsnuoto ha scritto:

Se l'Andrew che abbiamo visto oggi in semifinale è quanto di meglio può offrire, allora forse possiamo giocarcela seriamente con loro nelle prime 3 frazioni (Burdisso oggi ha detto che se la mista non la vinciamo adesso che Dressel è assente allora non la vinciamo più). Il problema sarebbe il nostro stile libero non a livelli ottimali e soprattutto la capacità unica che hanno gli statunitensi di performare al meglio nelle staffette.

Lo dicono i numeri, l'Italia è favorita nella mista maschile. La somma tempi degli azzurri è più bassa di quella degli americani. Oggi Andrew aveva una concatenazione di eventi, mettiamo che domani nuoti 50"8: restiamo davanti. Mattiamo che Held valga un paio di decimi meglio di Curry: restiamo davanti. Immagino non saranno schierate riserve in batteria (Lamberti o Codia). Non serve risparmiare un titolare (come oggi de Tullio) se in finale non ci si arriva.
Hai ragione quando sostieni che gli Usa si esaltano nelle staffette, fa parte del loro dna e deriva in massima parte dall'agonismo delle competizioni universitarie. Ma questa per noi è un'occasione storica.

Non in linea

#8 2022-06-24 10:44:28

nuotofan
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 15

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

xman2 ha scritto:
sportsnuoto ha scritto:

Se l'Andrew che abbiamo visto oggi in semifinale è quanto di meglio può offrire, allora forse possiamo giocarcela seriamente con loro nelle prime 3 frazioni (Burdisso oggi ha detto che se la mista non la vinciamo adesso che Dressel è assente allora non la vinciamo più). Il problema sarebbe il nostro stile libero non a livelli ottimali e soprattutto la capacità unica che hanno gli statunitensi di performare al meglio nelle staffette.

Lo dicono i numeri, l'Italia è favorita nella mista maschile. La somma tempi degli azzurri è più bassa di quella degli americani. Oggi Andrew aveva una concatenazione di eventi, mettiamo che domani nuoti 50"8: restiamo davanti. Mattiamo che Held valga un paio di decimi meglio di Curry: restiamo davanti. Immagino non saranno schierate riserve in batteria (Lamberti o Codia). Non serve risparmiare un titolare (come oggi de Tullio) se in finale non ci si arriva.
Hai ragione quando sostieni che gli Usa si esaltano nelle staffette, fa parte del loro dna e deriva in massima parte dall'agonismo delle competizioni universitarie. Ma questa per noi è un'occasione storica.

Ovviamente concordo sull'occasione favorevolissima (Burdisso l'ha detto apertamente, con il suo abituale pragmatismo); ma sul fatto che siamo i favoriti sarei più prudente, e non solo perché nella mista finale contano le condizioni di freschezza dei vari atleti nell'ultimo giorno di gare e a poco serve fare la somma dei crono nuotati in gara individuale.

D'altra parte, lo si è già visto nella mista-mista, dove gli Usa, con Armstrong e Fink, sono stati lievemente più veloci a metà gara rispetto a Ceccon e Martinenghi. Questo potrà essere ribaltato sabato pomeriggio, oppure no: siamo insomma in quella tipica fascia di incertezza/tolleranza citata più volte a proposito delle staffette che, quando i valori sono vicini, vengono decise dalle performance reali.

Allo stesso modo, molto conteranno le scelte degli Usa. Penso che schiereranno Murphy a dorso (e anche qui è un prenderci, rispetto ad Armstrong, che mi sembra peraltro più costante di Murphy su prestazioni da 52" bassissimo, che saranno poi quelle che, al meglio, mi aspetto di vedere sabato pomeriggio), Fink a rana e, probabilmente, Andrew a delfino e Held a stile libero.
Su Andrew ho forti perplessità e personalmente farei un pensierino su Trenton Julian. A stile libero, invece, anch'io propenderei sul più esperto Held (46.99 lanciato per lui nella 4x100 stile libero) rispetto ad un Curry che non ha spiccato il volo in questi Mondiali.

In definitiva: sarei d'accordo con Xman, cioè sul fatto che l'Italia è lievemente favorita, se ci fosse il solito Miressi che assicura una frazione lanciata da sub 47".
E invece questo è un ulteriore fattore che aggiunge incertezza alla già citata incertezza insita nella staffetta mista finale, peraltro accrescendone il fascino.

Non in linea

#9 2022-06-24 10:57:26

nuotofan
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 15

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

Continuo a trovare notevole il Mondiale del 2004 cinese Pan Zhanie, a maggior ragione considerate le tante prestazioni deludenti nella formazione cinese, il cui avvicinamento al Mondiale è stato senz'altro condizionato dalla situazione Covid in Cina, che ha impedito lo svolgimento delle gare di selezione e, probabilmente, influenzato anche gli allenamenti.

Il non ancora 18enne Pan Zhanie si è presentato con un crono di 48.59 nei 100 stile libero e ha nuotato 47.65 in semifinale, per poi confermarsi - in quella finale molto tesa - con 47.79.
Ha poi nuotato due ottime frazioni nella 4x200 stile libero, in cui speravo di vederlo schierato in prima frazione al pomeriggio. Invece la Cina l'ha mantenuto in quarta e, ampiamente fuori da ogni gioco, ha nuotato un notevole 1.45.71 lanciato.

Non in linea

#10 2022-06-24 21:30:37

pot
Utente
Registrato: 2022-06-21
Messaggi: 5

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

Bella prova di orgoglio della coriacea Quadrella... la porrà Panziera Roma invece ancora giù del podio.
CECCON domani vola a 24"2... la butto lì

Non in linea

#11 2022-06-24 22:43:06

nuotofan
Utente
Registrato: 2022-06-20
Messaggi: 15

Re: Budapest Day 6 - 23 giugno

pot ha scritto:

Bella prova di orgoglio della coriacea Quadarella....

Sì, c'è da dire che la notizia del forfeit - per Covid - della Pallister (la maggior papabile all'argento) le ha restituito parecchio morale nella rincorsa al podio.

Ovviamente di questo non c'è traccia nell'articolo di Arcobelli sulla Gazzetta che parla di super-Simo alle spalle dell'inafferrabile Ledecky (anche la Melverton è citata solo di passaggio).

Devo riconoscere che Sacchi e Mecarozzi, invece, hanno parlato dell'assenza della Pallister in fase di presentazione della gara.

Poi, chiaro, era impossibile attendersi che - ad esempio - notassero che la Cina, nella 4x100 stile libero mixed, avesse rinunciato alle due sue 100iste migliori (la 2005, molto promettente, Cheng Yujie, finalista nella gara individuale e Yang Junxuan, vincitrice dei 200 stile libero) oltre a  Pan Zhanie tra i maschi (misteri cinesi.., comunque non male il 48.88 in prima frazione del 2003 Hong Jinquan) e, infatti, non mi sono minimamente stupito che non l'abbiano fatto..

Ultima modifica di nuotofan (2022-06-24 22:46:08)

Non in linea

Piè di pagina