Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#1 22-11-2022 20:25:08

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'431

Risultati internazionali

Da un punto di vista tecnico vanno segnalate le ottime prestazioni di Kliment Kolesnikov ai Solidarity Games (manifestazione per gli atleti russi e bielorussi esclusi dalle grandi manifestazioni Fina) in svolgimento a Kazan in vasca da 25 metri.
Nella semifinale dei 50 dorso, nonostante una partenza abbastanza rilassata come tempo di reazione, ha ottenuto 22.31, a soli 9 centesimi dal famoso WR di Manaudou. WR fattibile nella finale di domani, sessione in cui Kolesnikov disputerà anche la finale dei 50 stile libero (20.94 per lui in semifinale).

Non in linea

#2 23-11-2022 19:38:25

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'431

Re: Risultati internazionali

E l'annunciato WR (ipotizzandone la ratifica..) nei 50 dorso c'è stato.
Kolesnikov, dopo avere nuotato 20.88 in prima frazione della 4x50 sl, ha rinunciato alla finale dei 50 sl e si è presentato alla finale dei 50 dorso consapevole di poter migliorare lo storico 22.22 di Manaudou.
E' partito in modo decisamente più reattivo rispettivo alla semifinale e ha ottenuto un 22.11 che appaga il mio senso estetico per i numeri (prima c'erano tutti 2, ora ad un 22 segue la sua metà), ma soprattutto - parlando di nuoto - restituisce il WR dei 50 dorso ad un vero dorsista come lui, dopo la parentesi del Manaudou 2014 all'apice della potenza, e quindi capace di nuotare un crono stellare anche in uno stile decisamente non suo.

Breve notazione finale: ho seguito in fretta e con il cuore lacerato questi Campionati russi open, che pure stanno offrendo molti spunti natatori, perché è impossibile dimenticare quello che continua ad avvenire in Ucraina.

Ultima modifica di nuotofan (26-11-2022 13:49:07)

Non in linea

#3 25-11-2022 18:17:32

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'431

Re: Risultati internazionali

Sfiorato un secondo WR a Kazan, con Evgeniia Chikunova autrice di un 2.14.70 nei 200 rana che dista soli 13 centesimi dal WR di Rebecca Soni, realizzato negli ultimi giorni del 2009.
Per i motivi citati sopra, non mi dilungo ulteriormente su questo evento che pure, da un punto di vista natatorio, ha offerto molti spunti rilevanti.

Non in linea

#4 02-12-2022 13:10:52

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'431

Re: Risultati internazionali

La saga natatoria più interessante di questa fine 2022 sono i confronti tra Katie Ledecky e Summer McIntosh nei 400 stile libero.
Dopo quello in vasca corta a Toronto per la World Cup, vinto dalla McIntosh per 8 centesimi, c'è stato quello in vasca lunga allo Us Open, vinto dalla Ledecky per 8 centesimi.
In entrambi i casi il confronto così serrato, e quindi avvincente da un punto di vista agonistico, è stato suffragato da crono di grande livello tecnico (a maggior ragione considerato il periodo), e quindi, se tutto dovesse andare liscio, si prefigura un 400 stile libero altamente spettacolare per i Mondiali di Fukuoka nel luglio 2023, quando a Ledecky e McIntosh si aggiungerà la primatista mondiale e campionessa olimpica Titmus.
Non mi allargo ad ipotizzare addirittura un confronto a quattro, perché Li Bingjie dovrebbe consolidare pienamente in vasca lunga il grande WR nuotato recentemente in vasca da 25m, ma basterebbe un confronto a tre per fare del 400 sl femminile di Fukuoka uno spettacolo con pochi precedenti nella storia dei 400 stile libero.

Per chi ha pazienza, ricordo un po' di crono di Ledecky e McIntosh.

La Ledecky (nata nel 1997) ha un PB di 3.56.46 (Olimpiade 2016) e poi un 3.57.36 realizzato agli ultimi Mondiali 2021.
Lo scorso anno a Greensboro, agli inizi di dicembre, nuotò (in solitaria) 4.00.51 e quindi il 3.59.71 di stanotte costituisce un progresso (ma bisogna anche tenere conto del grande confronto ravvicinato che ha avuto stavolta con la McIntosh), mentre il miglior crono nuotato in-season dalla Ledecky è stato il 3.59.54 del gennaio 2016 (quando poi ottenne 3.56.46 nell'estate a Rio), quindi per Fukuoka può essere ipotizzabile una Ledecky da 3.56 alto (come valore mediano).

La McIntosh (nata nel 2006) aveva come PB 4.02.42 (nuotato all'Olimpiade di Tokyo) a fine 2021 e poi ha realizzato due crono molto simili (3.59.32 e 3.59.39) ai Commonwealth Games e ai Mondiali nell'estate 2022.
Quindi il suo PB a fine 2022 è 3.59.32, che ha già avvicinato moltissimo con il 3.59.79 di stanotte.
E' ipotizzabile che anche la McIntosh possa valere tra il 3.56 e il 3.57 per i Mondiali di Fukuoka di luglio 2023.

Concludendo con la Titmus (nata nel 2000), continuo a vederla lievemente favorita per Fukuoka 2023, in virtù dei suoi ripetuti crono da 3.56 (WR 3.56.40 nuotato questa primavera) e magari in grado di attaccare la barriera del 3.56, ma i progressi della McIntosh (oltre alla perdurante presenza della Ledecky) ne mettono in pericolo la leadership per Parigi 2024.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2022 13:18:18)

Non in linea

#5 04-12-2022 11:12:35

Miro
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 78

Re: Risultati internazionali

Grandi crono, come al solito, agli US Open.

Guardando i passaggi del 4.28.61 della McIntosh nei 400 misti, fa impressione l'apertura a 59.40 (coi primi 50 in 27.69). Non mi risulta che qualcuna sia mai scesa sotto il minuto. Ai mondiali di giugno nei 200 farfalla (2.05.20) era passata di poco sopra il minuto. Qui i 200far non li ha fatti e forse sta preparando una sorpresina estiva, magari un tempo da 2.02.

Altra cosa che non ricordo di aver mai visto: nelle batterie dei 100sl donne Lily King e Douthwright nuotano lo stesso tempo, il 16°. Spareggio per entrare in finale B e nuotano lo stesso tempo. Un'eventuale scommessa sullo spareggio fra Sacchi e Mecarozzi chi l'avrebbe pagata, la Caporale?

Non in linea

#6 04-12-2022 13:14:42

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'431

Re: Risultati internazionali

Miro ha scritto:

Grandi crono, come al solito, agli US Open.

Guardando i passaggi del 4.28.61 della McIntosh nei 400 misti, fa impressione l'apertura a 59.40 (coi primi 50 in 27.69). Non mi risulta che qualcuna sia mai scesa sotto il minuto. Ai mondiali di giugno nei 200 farfalla (2.05.20) era passata di poco sopra il minuto. Qui i 200far non li ha fatti e forse sta preparando una sorpresina estiva, magari un tempo da 2.02.


Summer McIntosh sempre più impressionante e che si candida - dopo i tentativi non riusciti di Laure Manaudou 2007 e Katie Hoff 2008 - a diventare una sorta di "Phelps al femminile" nel quadriennio 2025-2028, con - fin da ora - due elevate chance di oro (nei 400 misti, 200 delfino) a Parigi 2024, e altre due (nei 400 stile libero e nei 200 misti) che, nonostante la formidabile concorrenza di Titmus e Ledecky nei 400 sl, si potrebbero profilare con ulteriori progressi nei prossimi 18 mesi.

Il calendario teorico di gare per la McIntosh a Los Angeles 2028 potrebbe contemplare, come per Michelone, 5 gare individuali (200 e 400 stile libero, 200 e 400 misti, 200 delfino) con i 200 dorso come "gara-bonus": Phelps non l'ha mai nuotata avendo anche 3 staffette, mentre la McIntosh per ora ha come unica staffetta certa la 4x200 sl, ma è quasi scontato, con il passare degli anni, un suo notevole miglioramento sulle distanze dei 100 m (penso in particolare ai 100 delfino e 100 dorso) e quindi il suo inserimento anche nella 4x100 mista e 4x100 sl canadese.

E' ormai certo che ci troviamo di fronte ad uno di quei fenomeni epocali dove tutto collima: classe, fisico (estremamente leggero), ferrea determinazione (la McIntosh non sembra avere i conflitti interiori che minarono, in diversi periodi, la regolarità negli allenamenti di Phelps); un formidabile boost per il Canada che al femminile ha già molte altre frecce nella sua faretra e che al maschile sta vedendo crescere un interessante prospetto come il 14enne Laon Kim, ma soprattutto ha un 17enne come Ilya Kharun che sta progredendo a vista d'occhio su tempi già rilevanti a livello assoluto (soprattutto nel delfino, ma anche nei misti).

Venendo al suo straordinario (siamo ad inizio Dicembre!!) 4.28.61 nei 400 misti, hai già sottolineato il passaggio di 59.40 ai 100 m che dimostra la volontà della McIntosh di esplorare i suoi limiti senza temere la sofferenza, ad esempio in quella che resta la sua frazione debole, la rana.
A rana ha perso circa 3" dalla Hosszu del WR, ma non è certo crollata (prima di riguadagnare sulla Hosszu negli ultimi 50m a stile libero) e va segnalato il suo 2.30.85 nella finale B dei 200 rana di stanotte: la McIntosh sta migliorando in ogni stile.
Penso a come si debba sentire Emma Weyant, vice-campionessa olimpica dei 400 misti, che si è ritrovata questa specie di Ufo anche negli allenamenti quotidiani ai Sarasota Sharks, in Florida...

Ultima modifica di nuotofan (05-12-2022 17:50:41)

Non in linea

Piè di pagina