Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#1426 28-11-2023 22:36:54

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 410

Re: Il 2023 tra le corsie

Giornata che sarebbe stata abbastanza opaca, fin troppo anche, tra il 200 stile nuotato senza nessuna convinzione da Ceccon, la nuova assenza di Galossi (che non menzionerò più su questo forum fino a quando, e se, riprenderà effettivamente a gareggiare con costanza), il non progresso di sostanzialmente tutti i giovani osservati speciali...da salvare giusto un paio di prestazioni isolate come il 2.27.65 della Zucca sui 200 rana, l'1.49.87 sui 200 stile di D'Ambrosio e poche altre, in ogni caso troppo poco per un assoluto così carico di partecipazioni di tutte le categorie... tutto ciò viene ovviamente risollevato dal grande, grandissimo per Novembre, 14.41 di Greg sui 1500, che però era comunque relativamente prevedibile, ma soprattutto per il nuovo Record Italiano dei 200 misti di Razzetti, il quale si sarà stancato di sentirci sospirare pensando alle possibilità di Ceccon in questa specialità e avrà pertanto deciso di prendere il tutto nelle sue mani stampando un clamoroso 1.56.21 che lo porta sostanzialmente a pochissimi decimi dalla lotta per il bronzo olimpico, specialmente considerata la chiusura da 28.15 di buon livello ma sicuramente limabile per uno come Razzetti a cui lo stile libero é sempre venuto abbastanza semplice (assumendo che Wang shun e Marchand facciano gara a se)

Ultima modifica di EdmondDantes (28-11-2023 22:40:23)

Non in linea

#1427 29-11-2023 12:50:37

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

EdmondDantes ha scritto:

Giornata che sarebbe stata abbastanza opaca, fin troppo anche, tra il 200 stile nuotato senza nessuna convinzione da Ceccon, la nuova assenza di Galossi (che non menzionerò più su questo forum fino a quando, e se, riprenderà effettivamente a gareggiare con costanza), il non progresso di sostanzialmente tutti i giovani osservati speciali...da salvare giusto un paio di prestazioni isolate come il 2.27.65 della Zucca sui 200 rana, l'1.49.87 sui 200 stile di D'Ambrosio e poche altre, in ogni caso troppo poco per un assoluto così carico di partecipazioni di tutte le categorie... tutto ciò viene ovviamente risollevato dal grande, grandissimo per Novembre, 14.41 di Greg sui 1500, che però era comunque relativamente prevedibile, ma soprattutto per il nuovo Record Italiano dei 200 misti di Razzetti, il quale si sarà stancato di sentirci sospirare pensando alle possibilità di Ceccon in questa specialità e avrà pertanto deciso di prendere il tutto nelle sue mani stampando un clamoroso 1.56.21 che lo porta sostanzialmente a pochissimi decimi dalla lotta per il bronzo olimpico, specialmente considerata la chiusura da 28.15 di buon livello ma sicuramente limabile per uno come Razzetti a cui lo stile libero é sempre venuto abbastanza semplice (assumendo che Wang shun e Marchand facciano gara a se)

Si prospetta una bella sfida nei 200 misti in vasca corta tra Ceccon e Razzetti ai prossimi Europei di Otopeni.
D'accordo sulla tua sintesi: avevo notato subito l'assenza di Galossi dalle starting list ma ho pensato che fosse inutile sottolinearla.
E' ormai fin troppo evidente che ci sono ancora serie difficoltà per quello che era - da tutti - considerato un prospetto fenomenale, tanto che perfino nei commenti su Swimswam vengono richieste informazioni che noi stessi, che seguiamo da vicino il nuoto italiano, non siamo in grado di dare compiutamente.

Non in linea

#1428 30-11-2023 02:32:16

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Iniziato lo UsOpen con gli 800 sl maschili e femminili, e la vera notizia è che la Ledecky, dopo la sua gara d'esordio nella stagione 2023/24, non è in testa al ranking, visto che l'8.15.91 con cui ha vinto a Greensboro si piazza dietro l'8.15.11 della Pallister alla Coppa del Mondo di Budapest.
Lungi dal credere che sia il primo vero segnale di cedimento della Ledecky, ma resta comunque una notizia che - chissà - potrebbe dare un po' di stimoli alle altre.

Sorpresa anche in campo maschile dove, vista l'assenza di Hafnaoui (che deve avere un certo caratterino, visti i suoi problemi di assestamento negli Usa), ha vinto nettamente Clark con il PB di 7.50.49, e solo quarto è giunto Finke (7.54.90).

C'era grande attesa per la prova del 14enne Luka Mijatovic, che stavolta però non si è migliorato nuotando un 8.05, a circa 6 secondi dal suo PB e Nag record.

Ultima modifica di nuotofan (30-11-2023 02:36:37)

Non in linea

#1429 30-11-2023 03:00:36

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 410

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Iniziato lo UsOpen con gli 800 sl maschili e femminili, e la vera notizia è che la Ledecky, dopo la sua gara d'esordio nella stagione 2023/24, non è in testa al ranking, visto che l'8.15.91 con cui ha vinto a Greensboro si piazza dietro l'8.15.11 della Pallister alla Coppa del Mondo di Budapest.
Lungi dal credere che sia il primo vero segnale di cedimento della Ledecky, ma resta comunque una notizia che - chissà - potrebbe dare un po' di stimoli alle altre.

Sorpresa anche in campo maschile dove, vista l'assenza di Hafnaoui (che deve avere un certo caratterino, visti i suoi problemi di assestamento negli Usa), ha vinto nettamente Clark con il PB di 7.50.49, e solo quarto è giunto Finke (7.54.90).

C'era grande attesa per la prova del 14enne Luka Mijatovic, che stavolta però non si è migliorato nuotando un 8.05, a circa 6 secondi dal suo PB e Nag record.

Personalmente credo che la Ledecky, salvo l'esplosione di talenti giovanissimi sulle lunghe distanze (penso alla Blocksidge, alla giovane russa 2009 che si è messa in mostra pochi giorni fa o anche alla cinese, sempre del 2009, dei mondiali junior) possa continuare a dominare l'attuale parco partenti fino alle olimpiadi...di L.A. 2028.

Fisiologico il temporaneo stop di Mijatovic, anzi direi persino positivo, se i suoi allenatori avessero deciso di ricercare il primato personale anche in un occasione come questa ci sarebbe stato da preoccuparsi.

Sul fronte assoluti direi giornata tra il mediocre e il discreto, innalzata dal buon 1.05.80 della Pilato, che sono sicuro abbia ancora bei margini di crescita...però il parco raniste alle sue spalle non si è comportato granché bene, tolte Castiglioni e Carraro che ormai hanno una dimensione ben precisa e sono chiaramente nella seconda metà/fine della loro carriera, le giovani promesse da me attese non hanno figurato granché bene (per carità, tolta la Bottazzo che effettivamente ha deluso non è che ci fossero grandi speranze di qualifica per le altre, e quindi mancavano i motivi per un taper completo).

Come al solito solido Ceccon, che però ha lamentato vari problemi anche extra nuoto e che domani non gareggerà. Buono Lamberti a 53.76, chiaramente non al suo meglio Bacico che anche giustamente penso stia pagando aver concluso la stagione a metà settembre (54.65), si aggiungono alla schiera dei 54 anche 2 giovani di belle speranze come il Dicembre 2004 Lazzari a 54.93 e il nostro beniamino DDS s 54.99 (ottimo auspicio aver limato un decimo al personale pur pagando dazio per le stesse ragioni di Bacico)


400 stile dimenticabili vinti da De Tullio, discreto Bertoni, molto male Ragaini che pare evidente non abbia finalizzato la preparazione/abbia avuto qualche problemino fisico in fase di avvicinamento a questi assoluti.

Ottimi i 100 rana di Ludovico Viberti Blu Art che strappa il pass mondiale in 59.38 (nome clamoroso), seguito da Poggio e da Martinenghi il quale inizia a preoccuparmi, spero di sbagliarmi ma il suo atteggiamento a seguito di prestazioni non illuminanti mi sembra un po' compiacente, come se non avesse più la grinta e la voglia di arrivare del Martinenghi pre 2022...
Cerasuolo bravissimo la mattina a 59.54, male il pomeriggio.

Molto poveri i 100 farfalla...Burdisso sinceramente non so se riuscirà a tornare competitivo o anche solo valido per la causa staffetta...e la cosa è preoccupante perché eventuali giovani come Momoni, D'Ambrosio, Salvati, Ceolin sono ancora ben lontani dal poter contribuire

Mediocri in valore assoluto, ma piuttosto buoni relativamente al recente passato i 200 stile femminili con D'innocenzo e Morini a 1.58, Ramatelli a 1.59 e tutto il resto della finale A a 2 minuti spaccati (Mascolo a parte), brava anche la 2008 Domina a 2.01.22 e leggero miglioramento per la Santambrogio a 2.02.72

Ultima modifica di EdmondDantes (30-11-2023 03:03:45)

Non in linea

#1430 30-11-2023 17:31:47

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Interessante prima giornata del Japan Open, meeting in vasca lunga che vede presente anche una discreta delegazione australiana.

Ottimi i 400 misti maschili con Honda a 4.09.98 (primo sub 4.10 in carriera) davanti al campione mondiale juniores in carica, il 18enne Matsushita (4.10.98 ad un solo centesimo dal crono di Netanya). Molto bene anche l'altro 18enne Yamaguchi che con 4.12.73 ha migliorato di 45 centesimi il crono di Netanya. Quarto il 2006 Nishikawa in 4.13.20.

L'Australia sta lavorando sulla rana sia in campo maschile che femminile ed i risultati già paiono vedersi. Notevole, in particolare, il 59.26 con cui Sam Williamson (quarto nei 50 rana di Fukuoka) ha vinto la finale B dei 100 rana, migliorando di netto il proprio PB e candidandosi al ruolo di titolare nella 4x100 mista. Molto bene anche l'1.00.09 del 19enne Haig Buckingham e l'1.00.11 di Joshua Yong. Finale A dei 100 rana vinta dal giapponese Hanaguruma in 59.77.

Kyle Chalmers ha vinto i 100 stile libero in 48.28 dopo avere nuotato 48.15 in batteria. Gli è arrivato molto vicino in finale il tedesco Salchow che con 48.39 ha realizzato il suo nuovo PB.

Infine, si confermano i progressi della 20enne Letitia Sim (che gareggia per Singapore) arrivata seconda nei 100 rana con 1.06.36, a soli 12 centesimi dall'1.06.24 di Reona Aoki (abituata ad ottimi crono in stagione che poi raramente conferma nei grandi eventi).

Ultima modifica di nuotofan (30-11-2023 17:39:56)

Non in linea

#1431 30-11-2023 20:23:58

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

Visto chi è tornato?
Controllate le batterie di Greensboro, 50 sl uomini, terza piazza.

Non in linea

#1432 30-11-2023 20:58:06

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 410

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:

Visto chi è tornato?
Controllate le batterie di Greensboro, 50 sl uomini, terza piazza.

Il re del trasformismo ahah

Non in linea

#1433 30-11-2023 21:06:16

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

EdmondDantes ha scritto:
xman ha scritto:

Visto chi è tornato?
Controllate le batterie di Greensboro, 50 sl uomini, terza piazza.

Il re del trasformismo ahah

Se torna ad andar forte scommettiamo che da Roma parte una telefonata? E' ancora selezionabile per la nazionale italiana.

Non in linea

#1434 30-11-2023 21:34:33

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 410

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:
EdmondDantes ha scritto:
xman ha scritto:

Visto chi è tornato?
Controllate le batterie di Greensboro, 50 sl uomini, terza piazza.

Il re del trasformismo ahah

Se torna ad andar forte scommettiamo che da Roma parte una telefonata? E' ancora selezionabile per la nazionale italiana.

Spero proprio non ci si riduca a questo...tra Frigo, Zazzeri, Deplano, Conte Bonin, Carraro e Ballarati per Marzo almeno 2 48 e mezzo o anche 48 basso dovrebbero uscire

Non in linea

#1435 01-12-2023 02:27:45

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

In finale Condorelli e Dressel stesso tempo: 21"99. Se non altro sono tornati nel novero degli atleti di alto livello. Un buon punto di partenza, considerate le loro passate vicissitudini. Vince Andrew in 21"80. Cento e 50 sl uomini saranno una tonnara ai Trials USA, con molti atleti nello spazio di pochi decimi/centesimi.

Non in linea

#1436 01-12-2023 02:46:03

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Eh sì, 21.99 è il numero che conta oggi nella velocità, perché è il crono ottenuto da Dressel, vincitore della finale B, e da Santo Condorelli, quarto nella finale A vinta da Andrew in 21.80 (irrilevante lol).
A parte gli scherzi, chiari segnali di progresso per Dressel, di cui è stata mostrata una interessante vista frontale dei suoi 50 sl, nuotati senza respirare e con quelle bracciate che stanno riacquistando potenza.

Tante altre cose da dire, ovviamente.

Mai vista una Ledecky così abbacchiata come dopo la finale dei 400 sl in cui non c'è stata partita: vittoria per la McIntosh in 3.59.42 (estremamente convincente per metà gara, con passaggio in 1.57.5, e comunque a mio parere è più avanti rispetto a 12 mesi fa, con progressi tecnici in vari settori) e Ledecky staccata di circa 3 secondi. Buon 4.06.32 per la Haughey.

Anche Drew Kibler pare rigenerato dagli allenamenti ad ASU: bella vittoria nei 400 sl maschili in 3.47.58, mentre Luka Mijatovic ha nuotato un 3.53 niente male nella finale B. Su Mijatovic fatico ancora ad esprimermi, perché ha indubbiamente alcune grandi qualità, a partire dal fisico (davvero notevole per un 14enne) e da una determinazione feroce che lo porta a dei veri e propri sussulti d'orgoglio nello svolgimento della gara (peraltro controproducenti in ottica complessiva) ma trovo difficile prevederne i progressi dopo i 16 anni, quando è presumibile che la sua crescita fisica si arresti.

200 misti femminili romanzeschi nell'alternanza degli stili. D'altra parte, se Regan Smith nuota un pazzesco 30.75 a dorso, seguito poi da un 40.86 a rana, fa prima sembrare ferme le altre e poi è lei a venire risucchiata e staccata. Comunque grande gara con la Douglass prima in 2.08.46, poi Alex Walsh (2.08.96), una ottima Huske (2.09.10), la Gorbenko (2.09.38) e la Smith (2.09.50).

Non c'è tempo per rifiatare perché Casas, nella finale B dei 200 misti maschili, parte alla Andrew 2021: 23.95 dopo il delfino, 53.07 a metà gara (ancora in netto vantaggio sul WR) e poi ancora bene ai 150m: 1.26.81. Il calo arriva solo alla fine dello stile libero, ma non gli impedisce di realizzare un 1.56.06 che supera l'1.56.21 di Razzetti nel ranking. Come scritto in uno dei rari commenti su Swimswam, viene da pensare che se si acCasas ad ASU, possa addirittura puntare al WR di Lochte, di sicuro a mettere in seria difficoltà Marchand, perché Casas nei 200 misti ha davvero enormi potenzialità.
La finale A, non male, ha però meno sapore, con la vittoria di Kalisz in 1.57.43 su Kos (1.57.88, entrambi ASU).

Si finisce con i 50 in cui la Douglass acciuffa la seconda vittoria in un arrivo ravvicinatissimo: 24.38 su Weitzel ed Huske (24.41) e G. Walsh appena fuori dal podio (24.42), prima dei 50 maschili con cui ho cominciato.

Ultima modifica di nuotofan (01-12-2023 02:48:31)

Non in linea

#1437 01-12-2023 13:54:45

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Seconda giornata del Japan Open che conferma i progressi generali del nuoto australiano, trionfatore agli ultimi Mondiali di Fukuoka.
Come detto, gli australiani hanno portato a questo meeting nipponico una squadra non certo rappresentativa della loro forza, ma che è piuttosto numerosa nel settore della rana, soprattutto maschile, nonostante manchi l'uomo di punta ZSC.

Quasi tutti questi ranisti (l'eccezione è proprio quel Matthew Wilson che rivaleggiava con Martinenghi nelle categorie juniores ed è stato a lungo l'uomo di punta della rana australiana e grande protagonista dei 200 a livello internazionale, prima di entrare in una crisi da cui fatica ancora ad uscire) hanno migliorato o sfiorato i loro PBs nei 50 e 100 rana disputati nelle prime due giornata: oggi Sam Williamson ha nuotato un grande 26.51 nelle batterie dei 50 rana (poi 26.77 in finale), mentre il promettente 19enne Haig Buckingham ha migliorato il suo PB realizzando 27.39 nella finale dei 50 rana.

Anche nel settore della rana femminile buoni riscontri con il 30.31 della rientrante Chelsea Hodges nelle batterie dei 50 rana (poi 30.57 in finale), mentre il dorsista Bradley Woodward ha vinto i 100 dorso in un buon 53.72.

Spiace parlare così tanto degli australiani anche in occasione di un importante meeting giapponese, ma i padroni di casa, nonostante alcuni buoni risultati di ieri che ho evidenziato, non sembrano uscire dalle note difficoltà "di sistema".

Così, anche nei 400 misti femminili vinti da Mio Narita in 4.37.93, viene naturale dare quasi più peso al 4.39.51 (nuovo PB) della 19enne aussie Ella Ramsay (passata prima ai 300m e poi penalizzata da un quasi 1.06 a stile), perché Mio Narita fatica a migliorare quei crono che l'avevano portata all'attenzione di tutti, già da prima dei Panpacs 2022 e poi dei Mondiali juniores di Lima.

Oggi la finale B dei 400 misti femminili è stata vinta dalla 2009 Sasaki in 4.43.12, ma il problema è il solito: riuscirà la 14enne Sasaki a progredire sensibilmente nei prossimi anni o anche lei conoscerà quel rapido appiattimento prestativo che abbiamo visto in tanti casi?

Non in linea

#1438 01-12-2023 17:41:44

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Condorelli e Dressel assai vicini come crono anche nelle batterie dei 100 farfalla.

Cominciamo da Condorelli che è sceso sotto i 52": 51.90 (miglior crono di un "italiano" in questo periodo, nonostante i Campionati Invernali appena svolti), per poi passare a Dressel che nell'ultima batteria ha finito in crescendo (sub27" la sua vasca di ritorno) in 51.83.

C&D non vogliono stare a guardare in questa stagione olimpica.

Non in linea

#1439 01-12-2023 17:58:42

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:
EdmondDantes ha scritto:
xman ha scritto:

Visto chi è tornato?
Controllate le batterie di Greensboro, 50 sl uomini, terza piazza.

Il re del trasformismo ahah

Se torna ad andar forte scommettiamo che da Roma parte una telefonata? E' ancora selezionabile per la nazionale italiana.

A parte gli scherzi a cui anch'io ho partecipato (anche se a delfino per la staffetta mista, ma forse pure per la 4x100 sl, potrebbe essere utile davvero, guardando solo alle sue potenzialità, con tutti i dubbi del caso sulla sua affidabilità), dopo la sospensione per doping (poi revocata) e le varie "incomprensioni" con la Fin, mi sembra di avere letto che la Fin abbia deciso di rinunciare definitivamente a Condorelli.

Questo articolo di Swimswam https://swimswam.com/olympic-silver-med … mpic-team/
suggerisce un suo (improbabilissimo) tentativo di conquistare un posto per Parigi nel team Usa.

A luglio 2024 dovrebbe avere la possibilità di gareggiare per un altro Paese, dopo l'esperienza con l'Italia; è questione di giorni per poter quindi competere ai trials Usa e cercare una qualificazione nel team Usa che sarebbe clamorosa: vedremo come andrà a finire questa puntata della "saga Condorelli".

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 01:25:30)

Non in linea

#1440 01-12-2023 19:52:57

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Attenzione ad Hubert Kos.
Il suo dorso è un autentico capolavoro natatorio e sta progredendo sensibilmente anche nei 100.
In batteria ha nuotato 53.50 con un'eleganza clamorosa: gli altri sembravano martellare l'acqua e disperdere energie, mentre lui filava dritto come un fuso, sollevando pochi schizzi.
Se non avesse i 100 farfalla prima, già nella finale di stanotte lo vedrei almeno a 52" alto (cioè il crono di Ceccon agli Invernali).
Pare che Ceccon abbia scelto di non sfidare Kos nei 200; può darsi che sia Kos a cercare di avvicinarlo nei 100 (per ora i PBs sono molto diversi, ma l'ungherese potrebbe progredire molto in fretta, come ha fatto lo scorso anno nei 200 dorso).

Non in linea

#1441 01-12-2023 23:13:30

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

A luglio 2024 dovrebbe avere la possibilità gareggiare per un altro Paese, dopo l'esperienza con l'Italia; è questione di giorni per poter quindi competere ai trials Usa e cercare una qualificazione nel team Usa che sarebbe clamorosa: vedremo come andrà a finire questa puntata della "saga Condorelli".

Condorelli ha gareggiato con l'Italia ai Giochi per l'ultima volta il 29 luglio 2021, batterie dei 100 farfalla. Può dunque rappresentare un'altra Nazione alle Olimpiadi a partire dal 30 luglio 2024. Troppo tardi per Parigi con gli Stati Uniti, visto che per prendere parte ai Trials (giugno 2024) bisogna essere eleggibili per gli Usa e al momento Condorelli non lo è. La vacanza di tre anni può però essere ridotta in seguito ad un accordo tra i due comitati olimpici interessati, quello Usa e il nostro. Non ho motivo di credere che l'Italia, qualora fosse sollecitata, negherebbe il nulla osta e non c'è bisogno di tirare in ballo i noti dissapori di lunga data tra Barelli e Malagò. L'Italia non si opporrebbe, anche perché un domani potrebbe essere il Coni ad "aver bisogno" di un americano. Ma mi chiedo, veramente gli Usa vogliono mettere in moto tale procedura per Condorelli ? In ogni caso il tempo stringe, visto che questi passaggi di nazionalità non avvengono in automatico, è necessario il via libera dell'Esecutivo del Cio. Rimangono due sessioni, a gennaio e marzo prossimi, perché quella di metà giugno rischia di essere troppo tardi. E l'Italia, per come si stanno mettendo le cose, ha bisogno di un farfallista per la 4x100 mista...

Non in linea

#1442 02-12-2023 03:07:45

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:

Condorelli ha gareggiato con l'Italia ai Giochi per l'ultima volta il 29 luglio 2021, batterie dei 100 farfalla. Può dunque rappresentare un'altra Nazione alle Olimpiadi a partire dal 30 luglio 2024. Troppo tardi per Parigi con gli Stati Uniti, visto che per prendere parte ai Trials (giugno 2024) bisogna essere eleggibili per gli Usa e al momento Condorelli non lo è. La vacanza di tre anni può però essere ridotta in seguito ad un accordo tra i due comitati olimpici interessati, quello Usa e il nostro. Non ho motivo di credere che l'Italia, qualora fosse sollecitata, negherebbe il nulla osta e non c'è bisogno di tirare in ballo i noti dissapori di lunga data tra Barelli e Malagò. L'Italia non si opporrebbe, anche perché un domani potrebbe essere il Coni ad "aver bisogno" di un americano. Ma mi chiedo, veramente gli Usa vogliono mettere in moto tale procedura per Condorelli ? In ogni caso il tempo stringe, visto che questi passaggi di nazionalità non avvengono in automatico, è necessario il via libera dell'Esecutivo del Cio. Rimangono due sessioni, a gennaio e marzo prossimi, perché quella di metà giugno rischia di essere troppo tardi. E l'Italia, per come si stanno mettendo le cose, ha bisogno di un farfallista per la 4x100 mista...

Commentando la finale dei 100 farfalla in cui Condorelli è passato primo ai 50m, lo speaker ha detto che ora gareggia per gli Usa a livello internazionale, dopo avere disputato le Olimpiadi per l'Italia.
Non so se questo sia già vero o sia solo la volontà del team Condorelli di farlo appena possibile.

Non in linea

#1443 02-12-2023 03:15:29

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Il forum ha ripreso a funzionare e quindi le mie ore di sonno (al solito) si riducono ulteriormente, perché ci sono troppe cose da dire.

400 misti f. : Bene Summer, ma non benissimo (4.29.96 il suo crono), nel senso che è migliorata in qualche "small thing" come ha detto nel post-gara (essenzialmente le sub in fase di partenza e virata) ma non nella rana che resta lo stile dove ha più possibilità di incremento cronometrico. E poi c'è quell'espressione davvero troppo seria e le frasi sempre uguali che non trasmettono quella gioia di gareggiare che hanno tanti altri. In ogni caso, grandissima nuotatrice.
PBs sia per la Gorbenko (seconda in 4.37.90) che per Regan Smith (terza in 4.38.77).

400 misti m. : Carson Foster non fa la differenza nella prima metà gara (2.00.67 ai 200m, passaggio molto simile a quello di Razzetti di due giorni fa) e Kalisz si invola a rana andando a vincere nettamente in un buon 4.10.42.
Kalisz ci sarà in questa stagione olimpica in cui ha l'improbo compito di difendere il titolo di Tokyo.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 03:52:05)

Non in linea

#1444 02-12-2023 03:23:35

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

100 farfalla f. : Torri Huske aveva dimostrato di essere in condizione con gli ottimi crono nei 200 misti e nei 50 sl, e lo conferma vincendo nettamente i 100 farfalla in 56.21 con il solito passaggio molto veloce (25.81). Sotto i 57" anche Curzan (56.76) e G. Walsh (56.85)

100 farfalla m. : come per i 200 misti di ieri, Casas riscalda l'atmosfera vincendo la finale B in 51.03 che resterà il miglior crono assoluto.
La finale A è dominata dall'incertezza, ma un'ottima seconda vasca premia Caeleb Dressel che tocca primo in 51.31 nonostante arrivi corto mentre Kharun per il suo 51.32 tocchi con la giusta ampiezza dell'ultima bracciata. Terzo Liendo in 51.42, poi Kos in 51.59 mentre Condorelli chiude in 51.90.
Nell'intervista post-gara Dressel è pieno di sorrisi e pare avere ritrovato la piena voglia di gareggiare. Lo spero per lui e per noi che potremo assistere a grandi gare.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 03:53:39)

Non in linea

#1445 02-12-2023 03:37:02

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

200 stile libero f. : inizia l'Haughey-show con una grandissima dimostrazione nei 200 stile libero in cui, come nei 400 di ieri, per la Ledecky non c'è mai speranza di competere per la vittoria. La Haughey passa a metà gara in 55.87 e termina in 1.54.20, la Ledecky è seconda in 1.56.29 mentre la Manuel, terza in 1.57.37, lancia un inequivocabile segnale di recupero: è questa una grande notizia di giornata dopo le sue tante vicissitudini e vedremo nei 100 di domani cosa nuoterà. L'ungherese Abraham ha esordito benissimo in vasca da 25 yds ed anche in vasca lunga si disimpegna bene con un 1.57.96.
Nel post-gara la Haughey si dice estremamente soddisfatta del suo crono perché questo per lei è un semplice training meet.

200 stile libero m. : il tedesco Rafael Miroslaw si invola dalla corsia laterale e resiste al ritorno di Kibler vincendo in un ottimo 1.45.92, secondo Kibler a due decimi e terzo McFadden in 1.46.80. Buon quarto posto di Luca Urlando in 1.46.99, altro recupero importante in questa stagione olimpica.
Miroslaw per celebrare la vittoria fa il gesto di zittire il pubblico che lo prende sul serio e si zittisce davvero..; poi nel post-gara spiega che voleva solo esprimere la sua gioia e la sua sorpresa per la vittoria (esempio di come spesso le reazioni degli atleti vengano interpretate in modo sbagliato).
Atleta che si basa molto sulla potenza fisica e quindi non prevedibile nei suoi risultati, ma si confermano le crescenti possibilità della Germania nella 4x200 sl, considerando anche la crescita di Malchow, oltre al punto di forza Martens.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 11:09:29)

Non in linea

#1446 02-12-2023 03:47:59

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

100 rana f. : è il risultato più clamoroso della giornata, il bis della Haughey (un quarto d'ora dopo i 200 stile libero!)  in un grande 1.06.05, con cui precede la campionessa olimpica Jacoby (1.06.20). La King era stata squalificata in batteria (al video review ci deve essere stato un fan della Efimova lol; a parte gli scherzi trovo opportuno questo ampio utilizzo delle riprese nella rana).

100 rana m. : continua questo Campionato Usa (molto) Open con la vittoria del kirghizo Denis Petrashov in 59.46 su Michael Andrew (59.52) e Nic Fink.

100 dorso f. : qui la forza delle statunitensi emerge netta con la sofferta vittoria di Regan Smith (reduce dai 400 misti) in un buon 58.16 su un'ottima Curzan (58.35, nuovo PB) e la Berkoff, anch'essa sotto i 59".

100 dorso m. : Kos si invola negli ultimi 20 metri dopo avere fatto qualche errorino nella prima vasca (specie in ingresso di virata dove è arrivato troppo sotto) e vince in un 53.19 che non lo soddisfa del tutto (come già detto, la prima espressione degli atleti quando leggono il crono dice tutto), ma vanno considerati i 100 farfalla disputati in precedenza e qualche errore commesso durante la finale.
Resta l'enorme impressione di forza data con quel 53.50 della batteria che è sembrato essere stato nuotato in estrema scioltezza, e comunque Kos ha staccato di oltre mezzo secondo Armstrong e Murphy: niente male davvero.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 03:50:41)

Non in linea

#1447 02-12-2023 11:17:13

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Non è una novità, ma continuo a stupirmi di come la redazione di nuoto.com, che dovrebbe avere diversi elementi, incorra ancora in errori banali https://www.nuoto.com/2023/12/02/japan- … -26-77-rn/,
come ad esempio quello di non controllare anche i risultati delle batterie, dove - come segnalato su questo forum pieno di problemi tecnici - Williamson e Chalmers hanno ottenuto risultati migliori di quelli della finale, per cui il RN di Williamson non è quello riportato nel titolo.

Anche nel report di oggi sugli US Open ci sono errori che a mio parere dovrebbero essere evitati.

Tra un po' lascerò perdere anch'io (chi me lo fa fare di perdere così tanto tempo ed ore di sonno?) e finalmente nessuno rileverà imperfezioni varie di Swimswam e nuoto.com.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 11:18:56)

Non in linea

#1448 02-12-2023 18:25:03

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 1'924

Re: Il 2023 tra le corsie

Incredibile...https://www.nuoto.com/2023/12/02/japan-open-3%e6%97%a5%e7%9b%ae-honda-tomoru-200-farfalla-1-53-33-tutti-i-vincitori/
Il crono di Honda è 1.53.99, e sinceramente non capisco come si possano fare tanti errori nel trascrivere dei tempi..

In ogni caso la finisco qui e mi prendo un bel periodo di riposo da questo forum, dove invece si fanno molti meno errori ma è quasi impossibile accedere.

Un saluto a tutti.

Ultima modifica di nuotofan (02-12-2023 18:26:10)

Non in linea

#1449 02-12-2023 22:55:28

Johnny Utah
Utente
Registrato: 26-06-2022
Messaggi: 127

Re: Il 2023 tra le corsie

Grazie Nuoto per i tuoi splendidi report. Vorrei tornare su ciò che hai detto di Estatina. Non ho capito se questa "poca gioia nel nuotare" sia trapelata da qualche sua dichiarazione...

Ammetto che non ho seguito molto le sue apparazioni sportive da dopo il mondiale, dunque magari mi era sfuggita qualche sua dichiarazione...

Non in linea

#1450 03-12-2023 00:11:53

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 205

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Commentando la finale dei 100 farfalla in cui Condorelli è passato primo ai 50m, lo speaker ha detto che ora gareggia per gli Usa a livello internazionale, dopo avere disputato le Olimpiadi per l'Italia.
Non so se questo sia già vero o sia solo la volontà del team Condorelli di farlo appena possibile.

Mi pare quasi ovvio che Condorelli abbia troncato i rapporti con la FIN. Proprio ieri il CIO ha autorizzato il passaggio di Kayla Sanchez dal Canada alle Filippine, sul dossier Condorelli invece non ci sono notizie, bisogna eventualmente spettare i prossimi mesi. Escludo che Condorelli possa qualificarsi nei 100 farfalla, la sua unica possibilità sono i 100 crawl, per magari poi fare solo le batterie come con l'Italia a Tokyo.

Non in linea

Piè di pagina