Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#701 31-05-2023 23:43:11

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:

Dato il livello molto alto dei 400 in questa stagione non credo che a Guilherme Costa riuscirà il colpo gobbo della medaglia mondiale, come a Budapest, però è un atleta che sa finalizzare molto bene. Dai brasiliani ci si aspetta sempre qualcosa di interessante nei 100 sl maschili, in ottica staffetta. In nuoto brasiliano femminile è sempre stato molto debole se paragonato a quello maschile e non sono mai riuscito a capire perché. Comunque due quattrocentiste a 4'06" è interessante.

Sono d'accordo sia su Costa (che sembra si sia presentato a questi Campionati nazionali reduce da qualche piccolo problema di salute e, anche se riuscisse a nuotare ancora sul 3.43.3 di Budapest 2022, troverà una concorrenza di altissimo livello a Fukuoka e quindi è assai improbabile rivederlo sul podio) che sulle attese per la staffetta brasiliana 4x100 sl.

Devo correggere, nel mio post precedente, il riferimento alla qualificazione diretta per Guido nei 50 dorso, perché nei 50 non olimpici (farfalla, dorso e rana) i criteri di selezione prevedono crono molto più impegnativi del limite Fina A, che nei 50 dorso è 25.16 mentre il limite imposto dalla Federazione brasiliana è un complicatissimo 24.36, per cui niente qualificazione diretta per Basseto e Guido nei 50 dorso.

Bel crono di Katie Grimes negli 800 sl, ancora in fase di preparazione prima dei trials di Indianapolis di fine giugno: 8.21.87 per lei, che spera almeno di ridurre le distanze dalla Ledecky (per avere gara vera bisognerà aspettare ancora un po').

Non in linea

#702 01-06-2023 11:39:02

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Seconda giornata dei Campionati brasiliani a Recife e due altri atleti sicuri della qualificazione ai Mondiali di Fukuoka: Leonardo de Deus, che ha vinto i 200 farfalla in 1.55.47 (più di un secondo meglio del limite Fina A di 1.56.71) e la sorprendente Bruna Leme che ha vinto i 200 misti in 2.12.71 (limite Fina A di 2.12.98).

La 2001 Bruna Leme aveva un PB di 2.18.49 risalente al meeting di Barcellona del 2019, quindi progresso davvero clamoroso per lei ed inaspettata qualificazione al Mondiale.

La 2002 Maria Fernanda Costa, dopo i 400 sl, ha progredito parecchio anche nei 200 farfalla, vinti in 2.12.55 (limite Fina A di 2.09.21, quindi non si è qualificata direttamente in questa gara, che però potrà nuotare a Fukuoka essendosi già qualificata nei 400 sl), mentre i 200 misti maschili sono stati vinti da Leonardo Coelho Santos in 1.59.77 (limite Fina A di 1.59.53 mancato di poco) ed i 1500 sl da Guilherme Costa in 15.17.87 (limite Fina A di 15.04.64, ma Costa potrà nuotare i 1500 sl a Fukuoka essendosi già qualificato nei 400 sl)

Non in linea

#703 02-06-2023 11:33:05

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Ennesima topica di Swimswam https://swimswam.com/guilhereme-santo-m … n-100free/, direi piuttosto clamorosa perché non si è reso conto che Guilherme Santos e Gui Caribe sono la stessa persona, per cui ha inserito Guilherme Santos, con il 48.11 nuotato nella finale dei 100 sl dei Campionati nazionali, al 14° posto nel ranking dell'attuale stagione 2022-23, quando Gui Caribe è già al 6° posto in virtù del 47.82 realizzato nel Dicembre 2022, ai Campionati brasiliani estivi.
Quindi, anche il riferimento al PB di Guilherme Santos è sbagliato, come è sbagliato non avere tenuto conto che Chierighini ha nuotato 47.86 nella batteria di ieri e quindi va inserito più in alto nel ranking..
Insomma, articolo da riscrivere in toto e trovo veramente clamoroso non avere avuto almeno il dubbio che ci sia un unico Guilherme Santos Caribe, nato nel 2003 e che nuota all'Università del Tennessee (e quindi fare un agevole controllo, con gli agganci di cui Swimswam dispone, presso la squadra di nuoto della Tennessee University).

Non in linea

#704 02-06-2023 11:42:37

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Decisamente opinabile anche il giudizio espresso in quest'articolo di nuoto.com https://www.nuoto.com/2023/06/02/assolu … ero-48-11/ secondo cui la 4x100 sl brasiliana è meno competitiva del passato, tenendo conto del fatto che Guilherme Santos Caribe ha nuotato 47.82 in Dicembre, che Chierighini in batteria ha realizzato 47.86 e che comunque ci sia un buon gruppo di velocisti in ascesa (tutti i finalisti di ieri sotto i 49").
Banalmente, guardando i crono, sono decisamente migliori di quelli della nostra finale degli Assoluti di Riccione (non che, per questo, ritenga la 4x100 sl brasiliana più forte di quella italiana, sia chiaro).
Risultati dei primi sei della finale dei 100 sl di ieri, ritardata per vari problemi tecnici che si aggiungono a quelli ambientali (temperatura troppo elevata della piscina).
Santos (Caribe) 48.11, Chierighini 48.14 (47.86 in batteria), Alcara 48.56, Souza 48.70, Spajari 48.80, Correia 48.84.

Ultima modifica di nuotofan (02-06-2023 11:45:03)

Non in linea

#705 02-06-2023 12:27:34

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

I risultati della terza giornata ai Campionati brasiliani

I 100 stile libero femminili sono stati vinti dalla 2004 Stephanie Balduccini in 54.61, quindi non è stato conseguito il limite Fina A (54.25) dalla promettente stileliberista brasiliana.

Qualificazione diretta, invece, per la 24enne Gabrielle Silva nei 200 rana femminili con 2.25.31 (limite Fina A 2.25.91) che migliora il suo 2.26.38 nuotato al recente meeting di Westmont (dove nella pagina Omega dei risultati figura come Gabrielle Assis de Silva) e per la mezzofondista Viviane Jungblut: 8.32.73 negli 800 sl, nonostante le condizioni sfavorevoli a cui ho fatto cenno.

Bel progresso nei 200 rana maschili per il 2003 Raphael Windmuller: 2.13.23 per lui, anche se il limite Fina A (2.10.32) è ancora un po' lontano.

Infine, i 100 dorso maschili sono stati vinti da Guilherme Basseto in 54.31 (niente limite Fina A, posto a 54.03) e quelli femminili dall'argentina Andrea Berrino (1.01.97).

Non in linea

#706 02-06-2023 17:42:46

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

pot ha scritto:

Tra i candidati a partecipare agli EYOF dovrebbe aggiungersi anche il 2008 (di Agosto) Salvati.
Ragazzo che sta fronteggiando la stagione in maniera atipica, tante gare (impegnato quasi tutte le settimane) con un livello medio prestazionale molto elevato...cosa che raramente abbiamo visto nel contesto italiano e personalmente non saprei nemmeno come interpretare il tutto.
Pochi minuti fa ha fatto uno step importante nuotando 2'03"87 nella doppia distanza a delfino.
Paradossalmente, le prestazioni più sottotono le ha realizzate proprio ai Criteria, ma magari ha avuto anche qualche problema fisico che non conosciamo.
Anche nei 100, nella giornata di ieri, ha migliorato il suo PB realizzato ai primaverili.
Nei 200 si è  avvicinato, intanto, ai migliori tempi realizzati in Italia in questa fascia di età di Mugnaini,Burdisso e Sassi ( tutti ottenuti ai campionati nazionali ragazzi ad Agosto).

Al Trofeo Nicoletti, in svolgimento a Riccione, nuovo PB per Lorenzo Salvati nei 200 delfino con 2.03.27.

Ottime prove della 2010 Carlotta Giannini (di cui si era parlato ai Criteria) che ha vinto entrambe le finali ragazze a cui ha partecipato: 1.04.55 nei 100 dorso e 26.97 nei 50 stile libero dove ha preceduto Giorgia Barozzi (27.28).
Si conferma, quindi, anche in vasca lunga la futuribilità della Giannini.

Nella categoria senior buon 25.29 nei 50 stile libero per Costanza Cocconcelli, mentre a Roma Silvia Di Pietro ha nuotato 26.26 nei 50 delfino.

Andando un po' a nord, nel Veneto, dove si disputa il Trofeo giovanile in ricordo di Alberto Castagnetti, PB nei 100 rana per il 2006 Andrea Miron (1.03.80), buon 50.84 nei 100 sl per Carlos D'Ambrosio con parziali molto ravvicinati (25.02-25.82), notevole progresso nei 100 delfino per il 2008 Francesco Ceolin (57.31).

Non si è migliorato, invece, David Popovici nei 100 delfino alla Coppa di Romania: 52.45 per lui (24.68 a metà gara).

Non in linea

#707 02-06-2023 18:47:27

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Due risultati della prima giornata della Coppa di Romania da segnalare: il 3.47.17 di Vlad Stancu nei 400 stile libero (nuovo PB e crono che gli avrebbe permesso di vincere l'oro ai Mondiali Juniores di Lima del settembre scorso) e il 2.02.36 nei 200 misti del 2007 Robert Badea (forte anche nei 200 dorso).

Stancu (che si allena alla Steaua Bucarest, mentre Popovici è alla Dinamo Bucarest) ha un'attitudine nell'affrontare le sue gare, in qualsiasi momento della stagione, che apprezzo moltissimo: anche oggi è partito molto forte per le sue caratteristiche di mezzofondista puro (54.33 ai 100 m, 1.51.66 ai 200 m) senza paura di soffrire verso la fine della prova.
Ha tenuto ed ha realizzato il suo nuovo PB ad inizio giugno; ottimo viatico per i successivi impegni (Europei e Mondiali Juniores, Mondiali assoluti).

Ultima modifica di nuotofan (02-06-2023 18:49:11)

Non in linea

#708 02-06-2023 20:33:13

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 336

Re: Il 2023 tra le corsie

Stancu mi aveva fatto un'ottima impressione negli impegni giovanili dell'anno scorso...la Romania conferma di avere buoni prospetti giovanili, escludendo Popovici che è  un caso a parte smile
Buono il comportamento di tanti giovani italiani nei vari meeting...oltre a quelli citati da Nuotofan, oggi  si è  messo in luce, in particolare,  il 2008 Garzia con un considerevole 2'20"8 a rana....sempre nel Lazio non distanti dai propri personali Ballarati e Valente  nei 200 stile ( il ragazzo pugliese decisamente meglio dei primaverili con anche un discreto 100 delfino) e Del Signore nei 100 dorso e Momoni a farfalla.
A Riccione netto PB di Ragaini nei 200 delfino che scende ( vado a memoria) a 1'59"7 confermato dall'1"53"0 sui 400, dove si rivede l'altro pugliese Potenza a 3'56" (miglioratosi di 3 secondi) con calo finale nell'ultima vasca.
Ah dimenticavo, ottimo anche il sub 54" Del 2009 Gagiola nei 100 stile accompagnato da un buon 1'00"4 (anche qui vado a memoria) nel dorso.
Non so quanto gli juniores punteranno al sette colli dato che per loro, l'obiettivo primario dovrebbe essere l'eurojunior previsto dopo 2 settimane...insomma a un mese dall'evento, la squadra sembra essere in buona forma.
Mi scuso se quando parlo di nuoto giovanile lo faccio solo al maschile, ma per le ragazze è  davvero complicato giudicare i risultati giovanili, vedo troppo spesso buoni tempi a 13/14 anni che non vengono confermati già  l'anno successivo.
La maggior linearità dei maschietti rende più  semplice fare qualche valutazione.

Ultima modifica di pot (02-06-2023 22:57:50)

Non in linea

#709 02-06-2023 21:15:22

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 336

Re: Il 2023 tra le corsie

Ho letto che Galossi è tornato ad allenarsi con Minotti.

Non in linea

#710 02-06-2023 22:16:59

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 437

Re: Il 2023 tra le corsie

pot ha scritto:

Ho letto che Galossi è tornato ad allenarsi con Minotti.

Dopo la sua non partecipazione ai 200 del meeting dell'antico tiro a volo, mi dai davvero speranza per quanto riguarda le possibilità del Galossi di provare a salvare questa stagione, nonostante mi renda conto, essendo l'articolo cui fai riferimento datato 9 maggio (almeno quello che ho trovato io), non sarà facile con meno di 2 mesi di lavoro a pieno regime pre Sette Colli.

Non in linea

#711 02-06-2023 22:18:36

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

pot ha scritto:

Ho letto che Galossi è tornato ad allenarsi con Minotti.

Questo spiega i mesi di mancanza di notizie, dopo l'annuncio di Nozzolillo come nuovo coach.
Ci sarà stata, da parte di Galossi, incertezza su come procedere; se cioè insistere con la scelta fatta o ritornare "sul sentiero conosciuto".
Può anche darsi che ci sia stato l'intervento della Fin, o magari hanno solo parlato tra di loro Galossi e Minotti.
In ogni caso, visto che nulla conosciamo di queste dinamiche, mi concentro sui risultati e sulle competizioni che abbiamo l'opportunità di vedere in streaming, sperando di potere vedere presto in gara anche Galossi.

A margine dei tanti risultati ottimamente dati da Pot, aggiungo il PB nei 50 stile libero (23.02) del 2005 Gianluca Messina e, a livello assoluto, il 59.79 nei 100 rana di Federico Poggio.

Non in linea

#712 03-06-2023 00:01:08

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 255

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Risultati dei primi sei della finale dei 100 sl di ieri, ritardata per vari problemi tecnici che si aggiungono a quelli ambientali (temperatura troppo elevata della piscina).
Santos (Caribe) 48.11, Chierighini 48.14 (47.86 in batteria), Alcara 48.56, Souza 48.70, Spajari 48.80, Correia 48.84.

La sorpresa è il 47"8 di Chierigini, che sembrava un po' over the hill. Senza dubbio un bel gruppo per attaccare il podio mondiale della 4x100 sl. Tempi ottenuti in vasca scoperta, oltretutto. Anche se bisogna ammettere che i brasiliani hanno deluso negli ultimi anni in questa prova.

Non in linea

#713 03-06-2023 09:22:43

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 437

Re: Il 2023 tra le corsie

Il neo 15enne Laon Kim ha limato ancora un paio di decimi dal proprio personale sui 200 stile libero,
portandolo a 1.52.18

Ultima modifica di EdmondDantes (03-06-2023 09:23:09)

Non in linea

#714 03-06-2023 12:23:49

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:
nuotofan ha scritto:

Risultati dei primi sei della finale dei 100 sl di ieri, ritardata per vari problemi tecnici che si aggiungono a quelli ambientali (temperatura troppo elevata della piscina).
Santos (Caribe) 48.11, Chierighini 48.14 (47.86 in batteria), Alcara 48.56, Souza 48.70, Spajari 48.80, Correia 48.84.

La sorpresa è il 47"8 di Chierigini, che sembrava un po' over the hill. Senza dubbio un bel gruppo per attaccare il podio mondiale della 4x100 sl. Tempi ottenuti in vasca scoperta, oltretutto. Anche se bisogna ammettere che i brasiliani hanno deluso negli ultimi anni in questa prova.

Vero.
Va detto che alcuni report che arrivano (non so fino a che punto esagerati) parlano di condizioni molto complicate, con temperatura dell'acqua della piscina di Recife davvero troppo alta (sembra che Costa si sia tolto la cuffia durante i suoi 1500 sl).

Resta il problema evidente del nuoto brasiliano di dare continuità a risultati spesso molto promettenti ma che poi fatica a consolidare.
Nella quarta giornata di gare si sono disputati i 200 sl e, anche considerando la situazione lontano dall'ideale, solo il bronzo olimpico Scheffer è sceso sotto il limite Fina A (1.47.06) vincendo la prova in 1.46.28. Murilo Sartori è giunto secondo in 1.47.07, Luiz Melo terzo in 1.47.59 e quarto è arrivato il mezzofondista Guilherme Costa in 1.48.18 a definire la 4x200 sl di Fukuoka.

Nella prova femminile, invece, conferma dei grandi progressi di Maria Fernanda Costa che, come preannunciato dopo il suo grande risultato nei 400 sl nel primo giorno di gara, anche nei 200 sl ha migliorato di parecchio il suo PB arrivando a 1.57.76, meglio del limite Fina A (1.58.66), e quindi ha ottenuto la qualificazione, come Scheffer, per i Mondiali di Fukuoka.
Si è qualificata anche la 4x200 sl femminile: seconda nei 200 sl è stata la Balduccini (1.59.05), poi la Almeida (1.59.84) e quindi la Roncatto (2.00.33).

Il terzo qualificato diretto dalle gare individuali è arrivato dai 400 misti maschili, vinti da Steverink in 4.17.26 (limite Fina A 4.17.48) davanti a Brandonn Almeida (4.19.51).  Brandonn Almeida è uno di quei nuotatori assai promettenti da giovani, che poi non sono riusciti a dare continuità ai loro risultati, a cui facevo cenno all'inizio.
I 400 misti femminili sono stati vinti da Gabrielle Roncatto in 4.44.40, di poco superiore al limite Fina A di 4.43.06.

Il miglior risultato dal punto di vista tecnico è stato il 26.75 nei 50 rana di Joao Gomes Junior, che però manca di 9 centesimi il limite più stringente (per i 50 rana maschili 26.66) imposto dalla Federazione brasiliana per i 50 non olimpici.

Insomma, tra acqua torrida, qualche alterco dopo le premiazioni e limiti autolesionistici (i 50 rana tradizionalmente possono dare soddisfazioni al Brasile, come in precedenza i 50 delfino di Nicholas Santos), ci sarebbero vari aspetti da migliorare in Brasile..

Ultima modifica di nuotofan (03-06-2023 12:28:37)

Non in linea

#715 03-06-2023 16:24:44

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Doveroso riportare anche il 2.08.48 di Regan Smith al Sun Devil Open, meeting in svolgimento a Tempe, Arizona, dove si allenano i Sun Devils di coach Bowman.
Tre considerazioni

1) Anche Regan Smith irrompe nello scenario dei 200 misti femminili, in vertiginosa evoluzione da inizio stagione, come riportato in questo topic. I suoi parziali: 27.45-31.29 (58.74 ai 100m, meglio del passaggio della Hosszu in occasione del WR)-39.67-30.07 testimoniano quello che sapevamo, e cioè che Regan Smith ha tre frazioni di altissimo livello, ma anche dei suoi notevolissimi progressi nella rana, che pareva il suo limite incolmabile per avere un 200 misti da podio mondiale. E' evidente che 39.67 resta un parziale molto distante dagli altri tre, ma la Smith è migliorata di circa due secondi a rana rispetto a quanto mostrato anche solo alcuni mesi fa

2) E' la conferma del completo recupero di Regan Smith a ciò che doveva essere dopo Gwangju 2019.
In vista dei trials di fine mese, la Smith è attesa a grandi crono soprattutto nei 100 e 200 dorso, ma anche a delfino. Potrebbe anche cercare la qualificazione nella 4x200 sl Usa; sono i soliti problemi di scelta quando si sta molto bene e si è competitivi in tante gare.

3) Bob Bowman è davvero diventato il coach di riferimento per i misti: tutti stanno migliorando a vista d'occhio e mi colpisce un fatto, e cioè che deve avere calibrato i suoi metodi di allenamento in modo da consentire ai suoi atleti di essere brillanti anche in-stagione. In passato questo non capitava e si assisteva ad alcuni "fallimenti" (ad esempio la Hoff che dopo Pechino 2008 si affidò a Bowman, ma ci sono altri nomi) e lo stesso Phelps, passata la fase giovanile di crescita tumultuosa, faticava a nuotare crono veloci durante la preparazione (a marzo 2008, nell'avvicinamento verso Pechino, disse di sentirsi "a brick in the water"). Come sostenuto da alcuni (che ci avevano visto giusto) Bowman ha affinato e migliorato i suoi metodi di allenamento da quando si è spostato dal NBAC (North Baltimore Aquatic Club) alla solatia Tempe in Arizona.

Non in linea

#716 03-06-2023 17:19:55

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Tra tre settimane, sarà da non perdere il 100 sl di David Popovici al Sette Colli di Roma.
Dopo avere nuotato un "irritante" 51" in slippino in batteria, ha piazzato un probante 47.85 (23.24 a metà gara) in costume normale nella finale da poco conclusa.
Se - come detto dallo stesso Popovici - è in una fase di intenso lavoro, è un crono che testimonia, una volta di più, l'attitudine speciale per la cosiddetta gara regina del super-talento romeno. Ed è quindi probabile che nell'ultimo test prima del Mondiale di Fukuoka, in quell'impianto del Foro Italico a lui estremamente gradito fin da quel 47.30 agli Europei Juniores 2021, e che lo ha poi visto battere il WR di Cielo l'anno successivo, venga fuori una prestazione rilevante.

Non in linea

#717 03-06-2023 20:38:58

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Altri risultati dalla seconda giornata della Coppa di Romania che dimostrano i progressi di diversi giovani.

Vlad Stancu ha grinta da vendere: oggi si è sorbito prima i 200 delfino - affrontati, come sempre, all'arrembaggio per un 2.00.16 finale che costituisce comunque il suo PB e nuovo record romeno giovanile - e poi, dopo 22 minuti (si sono disputati solo i 1500 sl femminili in mezzo), i 1500 sl, per uno dei più brutali double a cui abbia assistito. E ha portato a termine i 1500 sl in 15.32.87, niente male davvero.
Buon 2.01.77 nei 200 delfino per il 2006 Mihalache.

La 2009 Silisteanu ha migliorato, nuotando 2.13.36, il record giovanile dei 200 dorso appartenente all'altro grande talento Prisecariu (che è del 2008), il 2007 Robert Badea ha vinto i 200 dorso in 2.01.52 ed il 2004 Emil Dancanet i 100 rana in 1.02.75.

Non in linea

#718 03-06-2023 20:58:47

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 336

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Tra tre settimane, sarà da non perdere il 100 sl di David Popovici al Sette Colli di Roma.
Dopo avere nuotato un "irritante" 51" in slippino in batteria, ha piazzato un probante 47.85 (23.24 a metà gara) in costume normale nella finale da poco conclusa.
Se - come detto dallo stesso Popovici - è in una fase di intenso lavoro, è un crono che testimonia, una volta di più, l'attitudine speciale per la cosiddetta gara regina del super-talento romeno. Ed è quindi probabile che nell'ultimo test prima del Mondiale di Fukuoka, in quell'impianto del Foro Italico a lui estremamente gradito fin da quel 47.30 agli Europei Juniores 2021, e che lo ha poi visto battere il WR di Cielo l'anno successivo, venga fuori una prestazione rilevante.

Popovici scriverà la storia di questo sport...ha ancora tanto margine, tutto quel che fa lo fa con estrema naturalezza e semplicità, un talento fuori portata per tutti. Solo  per pigrizia potrebbe circoscrivere la sue vittorie nei 100 e 200, ma è  anche vero che "allungarsi" fino ai 400 o puntare forte al delfino  potrebbe essere rischioso. Sono discorsi e programmi che però, al massimo, si potranno sviluppare dopo l'olimpiade...al momento, fossi in lui, cercherei di assicurarmi i 2 ori olimpici e poi a "pancia piena" pensere a nuove sfide che il suo smisurato talento gli consentono di affrontare. Potenzialmente non è  umano, è  nato per nuotare!

Buone notizie anche dai giovani Italiani nei 100 stile. Interessanti miglioramenti per Ballarati (50"11) , Messina (50"17) e menzionerei anche il netto miglioramento del 2007 Valente (51"39).
C'è una profondità notevolissima nello stile libero, vediamo se qualcuna saprà  diventare un nuotatore di caratura internazionale.

Non in linea

#719 04-06-2023 02:56:40

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 437

Re: Il 2023 tra le corsie

Ovviamente concordo sulle prospettive del buon Popovici che salvo per Phelps, al maschile non teme davvero confronti con nessuno relativamente a precocità e potenziale.
Oltre ai risultati di Ballarati, Messina e Valente, riporto anche:

• Il buon 100 delfino della coppia di 2008 Ciuffreda e
  Salvati, che nuotano rispettivamente 56.42 e 56.34, con
  Ragaini a 54.91.

• L'1.04.91 sui 100 rana del 2008 Garzia che sembra
  diventare un prospetto più interessante ogni
  volta che si butta in acqua, tra l'altro guardandolo ho
  notato che ha gli avambracci particolarmente lunghi
  rispetto alle braccia, non sono un esperto di bio-
  meccanica, ma a occhio mi pare una buona
  combinazione per la rana.

• Buon miglioramento sui 200 misti della Barozzi che   
  porta il personale a 2.24.41, sempre lei nuota pure 58.75
  sui 100 stile perdendo con la Giannini che le tocca   
  davanti in 58.67
 
• Sofia Morini va vicina al personale sui 100 stile con un
  buon 54.78, ovviamente siamo ancora lontani dall'avere
  una 4x100 stile femminile competitiva, ma se sui 200
  sembra di essere in alto mare, sui 100 un percorso pare
  sia stato intrapreso con Tarantino, Morini, Curtis e Di
  Pietro ( che potrà essere sostituita da una fra Biagiotti,
  Cacciapuoti, Cocconcelli, D'Innocenzo o Menicucci)

Ultima modifica di EdmondDantes (04-06-2023 06:11:33)

Non in linea

#720 04-06-2023 18:11:09

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Annunciati i convocati del Brasile per i Mondiali di Fukuoka: 26 in tutto con perfetta parità di genere, 13 nuotatori e 13 nuotatrici.

Gabrielle Roncatto, Viviane Jungblut, Beatriz Dizotti, Maria Fernanda Costa, Gabrielle Assis e Bruna Leme hanno ottenuto il pass per le prove individuali femminili,
mentre Leonardo de Deus, Guilherme Costa, Stephan Steverink, Fernando Scheffer, Guilherme Caribé (il "famoso Guilherme Santos"), Marcelo Chierighini, Kayky Mota si sono qualificati per le prove individuali maschili.
La Federazione brasiliana ha, infine, deciso di portare tutte le staffette, convocando i seguenti atleti
4×100 stile libero maschile: Victor Alcara, Felipe Souza
4×200 stile libero maschile: Luiz Melo, Murilo Sartori
4×100 mista maschile: Guilherme Basseto, Joao Gomes
4×100 stile libero femminile: Ana Carolina Vieira, Celine Bishop, Giovanna Diamante
4×200 stile libero femminile: Stephanie Balduccini, Nathália Almeida
4×100 mista femminile: Júlia Goes, Jhennifer Conceição

PS Ovviamente gli atleti convocati per le staffette potranno anche disputare le prove individuali, dove vi siano posti disponibili; quindi Joao Gomes Junior potrà nuotare i 50 rana (dove è competitivo anche per il podio) e i 100 rana, Guilherme Basseto i 50 e 100 dorso etc etc

PPS non vi ho postato l'articolo di Swimswam (scritto da Braden Keith) in cui si mette Stephan Steverink tra le nuotatrici e si parla di storica prevalenza femminile nei convocati.
Non so più cosa pensare di errori così macroscopici e ricorrenti: che siano fatti apposta per indurre commenti? O sono davvero (solo) clamorosi scivoloni?
Stephan Steverink è campione mondiale juniores in carica dei 400 sl, se ne parla da alcuni anni ormai come di un nuotatore assai promettente, come è possibile che il direttore di un sito natatorio di rilevanza mondiale ne sbagli addirittura il genere?

Non in linea

#721 04-06-2023 19:16:10

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Risultati sparsi.

Poco da segnalare nell'ultima giornata dei Campionati brasiliani, al termine dei quali sono stati resi noti i convocati sopra riportati: i 50 stile libero maschili sono stati vinti da Chierighini in 22.00 per un centesimo su Gui Caribé (entrambi meglio del limite Fina A di 22.12). Terzo Spajari in 22.13 che quindi manca anche in questa gara la qualificazione al Mondiale.
Le altre due qualificate di giornata vengono dai 1500 stile libero femminili, vinti dalla Jungblut in 16.14.76 davanti alla Dizotti (16.16.96). Entrambe meglio del limite Fina A (16.29.57) e quindi pass per Fukuoka conseguito.

Regan Smith sempre sugli scudi al Sun Devil Open: prima ha nuotato 57.05 nei 100 farfalla e poi 57.83 nei 100 dorso, che le restituisce la testa del ranking stagionale dei 100 dorso femminili, in un'anticipazione del duello con Kaylee McKeown che arroventerà la finale di Fukuoka.
Tra gli altri risultati, segnalo il 52.15 nei 100 farfalla e 54.00 nei 100 dorso di Hubert Kos, che sta progredendo a vista d'occhio nella sua prima stagione in Arizona ed assicurerà una prima frazione di livello assoluto (sono convinto che presto attaccherà la barriera dei 53") alla mista ungherese per parecchi anni, oltre a diventare un atleta di rilievo internazionale nei misti.

Infine, al Mel Zajac Open in Canada, altro progresso nei 50 stile libero per Laon Kim: 23.18 a 15 anni appena compiuti è un bel crono.

Ultima modifica di nuotofan (04-06-2023 19:17:10)

Non in linea

#722 04-06-2023 21:08:58

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

Ultima giornata della Romanian Cup ad Otopeni.

Popovici ha nuotato solo la batteria dei 200 stile libero (1.47.39) in un modo che mi è parso molto controllato (passaggio ai 100m in 52.22 e battuta di gambe lontana dalla massima intensità) per poi decidere, su consiglio di coach Radulescu (molto attento a non stressarlo quando non serve, ricordiamo il forfeit dalla finale dei 400 sl agli Europei di Roma), di non disputare la finale.
Appuntamento al Sette Colli, immagino sempre su 100 e 200 sl, per un test probante verso Fukuoka.

Chi non si risparmia mai è Vlad Stancu, che prima ha vinto i 400 misti in 4.18.70, precedendo il 2007 Badea (4.20.41 il suo nuovo PB e record giovanile romeno), e poi ha disputato gli 800 sl, accogliendo il 7.59.80 finale con un moto di stizza (beh, dopo un 400 misti..; Stancu ha obiettivi personali impegnativi, non c'è che dire).

La 2008 Prisecariu ha vinto i 100 dorso femminili (privi della Silisteanu) in 1.01.69 con l'ormai consueto "quasi negative-split" (30.67-31.02 i suoi parziali), mentre Popescu, a differenza di Stancu dopo i suoi 800 sl, ha molto festeggiato il 54.87 con cui ha vinto i 100 dorso maschili.

Infine, dal Giappone arriva la notizia del 2.07.55 di Ippei Watanabe nei 200 rana.

Non in linea

#723 05-06-2023 09:50:21

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

La prestazione più impressionante di Regan Smith al Sun Devil Open è arrivata nei 200 farfalla, dove ha stabilito il nuovo record Usa in 2.03.87, superando il precedente limite di Mary Descenza del 2009.

Il 2.03.87 della Smith è anche, e nettamente, il miglior crono stagionale, superando il 2.04.70 della McIntosh ai trials canadesi, e richiama da vicino il 2.03.86 con cui Zhang Yufei vinse l'oro olimpico a Tokyo, nuotando un crono che non si vedeva da parecchio nei 200 farfalla femminili.

Parziali di Regan Smith per realizzare il 2.03.87: 27.75-31.83 (59.58 ai 100m)-32.24-32.05
Distribuzione di gara piuttosto equilibrata, quindi, con soli 4 decimi di differenza tra gli splits nel secondo, terzo e quarto 50.
Ricordo, invece, che Zhang Yufei a Tokyo partì fortissimo (58.29 ai 100m) per poi alzare i parziali nella seconda metà gara.

La considerazione fondamentale è che in una gara, i 200 farfalla, in cui la McIntosh sembrava la vincitrice annunciata, ora ha una avversaria molto forte, ancor prima dei trials di Indianapolis in cui, in teoria, la Smith dovrebbe arrivare in condizioni di forma ancora migliore rispetto a questo Sun Devil Open.

Non in linea

#724 05-06-2023 15:57:15

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'403

Re: Il 2023 tra le corsie

E' veramente curiosa la situazione dei 100 sl maschili in Usa alla vigilia dei trials di Indianapolis.

Per la 4x100 sl statunitense, campione olimpica e del mondo in carica, molte certezze si sono sgretolate, a partire dal suo uomo di riferimento, Caeleb Dressel.
Nell'ultimo weekend Dressel si è misurato ancora con i 100 stile libero (segno che ha intenzione di gareggiare su questa distanza ai trials di Indy) nuotando un interlocutorio 49.80 (24.24-25.56). Passare a metà gara sopra i 24" è indice di lavori in corso, perché - anche supponendo di non rivedere più il miglior Dressel - è evidente che si tratti di un passaggio troppo lento per le sue caratteristiche.

Se per Dressel le carte si scopriranno solo ad Indy, nel weekend appena concluso si è messo in evidenza un nome nuovo, il 18enne (nato nel 2004) Jonny Kulow, che ha realizzato il suo nuovo PB, 48.70, arrivando ad un solo centesimo dal NAG record per la categoria 17-18 anni di Jack Alexy.

Il fatto che il 48.70 di Kulow sia il miglior crono nuotato in questa stagione dai 100isti Usa, avvalora quella sensazione di incertezza verso i trials di Indy ed il Mondiale di Fukuoka di cui parlavo all'inizio.

Nel ranking stagionale Usa, dopo il 48.70 di Kulow abbiamo il 48.72 di Matt King, il 48.74 di Ryan Held, il 48.79 di Hunter Armstrong, il 48.81 di Kaii Winkler, il 48.85 di Jack Alexy e il 48.89 di Drew Kibler.

Molti altri nomi possono essere aggiunti alla lista dei papabili ad un posto in staffetta (o addirittura alla gara individuale), a partire da Brooks Curry e Justin Ress che facevano parte della 4x100 sl che ha vinto l'oro ai Mondiali dello scorso anno, mentre la staffetta che vinse l'oro olimpico a Tokyo, oltre a Dressel, presentava Apple, Becker e Pieroni, con i primi due ritirati ed il terzo appena rientrato dal ritiro post-olimpico.

Insomma, già a partire dalle batterie dei trials di Indy ci sarà da divertirsi, vista la combinazione, davvero rara, di densità ed incertezza che avvolge i 100 stile libero Usa in questo 2023.

Mi sbilancio: io penso che a breve, se non già a partire da questi trials 2023, il nuovo uomo di riferimento diverrà Kaii Winkler, ma sulla forza della 4x100 sl Usa campione olimpica nel 2021 e mondiale nel 2022, è davvero difficile fare previsioni.

Molto dipenderà da come si risolverà "l'enigma Dressel", il principale motivo di incertezza in una situazione incerta in generale.

Ultima modifica di nuotofan (05-06-2023 15:58:16)

Non in linea

#725 05-06-2023 19:25:23

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 336

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

La prestazione più impressionante di Regan Smith al Sun Devil Open è arrivata nei 200 farfalla, dove ha stabilito il nuovo record Usa in 2.03.87, superando il precedente limite di Mary Descenza del 2009.

Il 2.03.87 della Smith è anche, e nettamente, il miglior crono stagionale, superando il 2.04.70 della McIntosh ai trials canadesi, e richiama da vicino il 2.03.86 con cui Zhang Yufei vinse l'oro olimpico a Tokyo, nuotando un crono che non si vedeva da parecchio nei 200 farfalla femminili.

Parziali di Regan Smith per realizzare il 2.03.87: 27.75-31.83 (59.58 ai 100m)-32.24-32.05
Distribuzione di gara piuttosto equilibrata, quindi, con soli 4 decimi di differenza tra gli splits nel secondo, terzo e quarto 50.
Ricordo, invece, che Zhang Yufei a Tokyo partì fortissimo (58.29 ai 100m) per poi alzare i parziali nella seconda metà gara.

La considerazione fondamentale è che in una gara, i 200 farfalla, in cui la McIntosh sembrava la vincitrice annunciata, ora ha una avversaria molto forte, ancor prima dei trials di Indianapolis in cui, in teoria, la Smith dovrebbe arrivare in condizioni di forma ancora migliore rispetto a questo Sun Devil Open.

Prestazione notevole della Smith. A Fukuaka ci attendono mondiali molto scoppiettanti in campo femminile.

Non in linea

Piè di pagina