Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#676 24-05-2023 19:14:58

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 437

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Ogni tanto un "autoelogio" ci vuole, e quindi mi dico bravo per avere resistito alla tentazione (avevo un forte formicolio alle dita..) di commentare alcune dichiarazioni di Federica Pellegrini, durante il tour di presentazione del suo libro.
E per dare un senso a questo post, cito il 15.25.79 di Filippo Bertoni nei 1500 sl durante lo scorso weekeend, mentre continuano a mancare notizie di Galossi ad un mese dal Sette Colli (che chiarirà molte cose, per Galossi e per tanti altri).

Ti elogio pure io, dico solo che la Pellegrini farebbe un bel favore a noi e a se stessa se tenesse privata la "vita privata" appunto.

Su Galossi la preoccupazione è abbastanza forte ormai, non sono un medico ma penso sia abbastanza evidente che una semplice mononucleosi (con annesso citamegalovirus che sia) non possa davvero condizionare un 16enne atleta per 8 mesi, spero vivamente che sia stata una scelta tecnica affrontare in questo modo la stagione puntando tutto su un unico maxi taper estivo per poter fare un bel ciclo di lavoro primaverile senza interruzioni, e che non ci siano problemi fisici o psicologici più profondi, come dici anche tu il sette colli chiarirà molte cose, pure per Bertoni che sicuramente non ha fatto quel che ci si aspettava agli assoluti, salvo poi tirare fuori un tempo lievemente migliore di quello nuotato ad Aprile in un momento teoricamente di massimo carico come quello attuale.

Non in linea

#677 25-05-2023 10:52:34

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Il 14enne Tajus Juska, un altro protagonista di questo topic (chissà se lo sapessero in Lituania..), ha migliorato quattro PBs nel meeting di Vilnius disputato nello scorso fine settimana.
Juska ha nuotato 23.79 nei 50 stile libero e 24.98 nei 50 farfalla, gare su cui si era già messo in evidenza in passato, e poi ha mostrato notevoli progressi nei 50 dorso (27.57 il suo crono) e nei 100 dorso (59.96), dimostrando di essere competitivo in tre stili.

Come riferimento, riporto i RI14 nelle quattro gare, tutti appartenenti ad un fuoriclasse come Thomas Ceccon (tra l'altro, anche lui nato a gennaio come Juska): 24.14 nei 50 stile libero, 25.71 nei 50 farfalla, 27.18 nei 50 dorso e 58.28 nei 100 dorso.

Juska consolida il "vantaggio virtuale" che già aveva nei 50 stile libero e 50 farfalla, si avvicina molto nei 50 dorso, mentre nei 100 dorso la distanza resta ancora vicina ai due secondi, ma è comunque notevole che Juska sia sceso sotto il minuto, a 14 anni, in quello che è il suo terzo stile, come competitività.

Non in linea

#678 25-05-2023 15:58:06

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Resa nota la squadra cinese per i Mondiali di Fukuoka: 41 atleti con prevalenza femminile (22 nuotatrici vs 19 nuotatori)

Wan Letian, Ma Yonghui, Wang Yichun, Ai Yanhan, Ye Shiwen, Zhu Menghui, Li Bingjie, Li Jiaping, Yang Chang,  Yang Peiqi,  Yang Junxuan, Wu Qingfeng, Yu Yiting,  Wang Xueer,  Zhang Yufei,  Liu Yaxin,  Yu Liyan, Gao Weizhong, Tang Qianting, Peng Xuwei, Ge Chutong, Cheng Yujie

Wang Changhao, Wang Gukailai, Wang Haoyu, Niu Guangsheng, Yan Zibei, Sun Jiajun, Ji Yicun, Yang Jintong, Wang Shun, Zhang Ziyang, Chen Juner, Ji Xinjie, Hong Jinquan, Fei Liwei, Xu Jiayu, Tao Guannan, Dong Zhihao, Qin Haiyang, Pan Zhanle

Non in linea

#679 25-05-2023 17:47:45

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Visto che mi piacciono gli enigmi, qualche considerazione sulle squadre cinesi (femminile e maschile) che gareggeranno ai Mondiali di Fukuoka.
Comincio da quella femminile riportando tra parentesi l'anno di nascita (per dare un'idea dell'età media) e poi la/le specialità:

Wan Letian (2004, 50 e 100 dorso), Ma Yonghui (2006, 400 sl), Wang Yichun (2005, 100 farfalla), Ai Yanhan (2002, 4x100 e 4x200 sl), Ye Shiwen (1994, 200 rana e 200 misti), Zhu Menghui (1999, 4x100 sl), Li Bingjie (2002, dai 200 ai 1500 sl), Li Jiaping (2004, 4x200 sl) , Yang Chang (2001, 50 e 100 rana),  Yang Peiqi (2007, 800 sl),  Yang Junxuan (2002, 100 sl, 4x200 sl), Wu Qingfeng (2003, 4x200 sl), Yu Yiting (2005, 200 e 400 misti),  Wang Xueer (1998, 50 e 100 dorso), Zhang Yufei (1998, 50, 100 e 200 farfalla, 50 sl, 4x100 sl) Liu Yaxin (1999, 200 sl e 200 dorso),  Yu Liyan (2000, 200 farfalla), Gao Weizhong (2008, 1500 sl), Tang Qianting (2004, 50 rana, 4x100 mista), Peng Xuwei (2003, 200 dorso), Ge Chutong (2003, 400 misti, 4x200 sl), Cheng Yujie (2005, 50 e 100 sl).

Quindi, solita età media estremamente bassa e focus sulle staffette, con molte opzioni tra cui scegliere, avendo cercato di recuperare anche quelle atlete che, per vari motivi (Yang Junxuan nella 4x200 sl, la ranista Tang Qianting per la 4x100 mista, Zhu Menghui convocata solo per la 4x100 sl), non erano al meglio durante i Primaverili di marzo e i Campionati nazionali di inizio maggio.

Ultima modifica di nuotofan (25-05-2023 17:49:09)

Non in linea

#680 25-05-2023 19:08:09

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 437

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Visto che mi piacciono gli enigmi, qualche considerazione sulle squadre cinesi (femminile e maschile) che gareggeranno ai Mondiali di Fukuoka.
Comincio da quella femminile riportando tra parentesi l'anno di nascita (per dare un'idea dell'età media) e poi la/le specialità:

Wan Letian (2004, 50 e 100 dorso), Ma Yonghui (2006, 400 sl), Wang Yichun (2005, 100 farfalla), Ai Yanhan (2002, 4x100 e 4x200 sl), Ye Shiwen (1994, 200 rana e 200 misti), Zhu Menghui (1999, 4x100 sl), Li Bingjie (2002, dai 200 ai 1500 sl), Li Jiaping (2004, 4x200 sl) , Yang Chang (2001, 50 e 100 rana),  Yang Peiqi (2007, 800 sl),  Yang Junxuan (2002, 100 sl, 4x200 sl), Wu Qingfeng (2003, 4x200 sl), Yu Yiting (2005, 200 e 400 misti),  Wang Xueer (1998, 50 e 100 dorso), Zhang Yufei (1998, 50, 100 e 200 farfalla, 50 sl, 4x100 sl) Liu Yaxin (1999, 200 sl e 200 dorso),  Yu Liyan (2000, 200 farfalla), Gao Weizhong (2008, 1500 sl), Tang Qianting (2004, 50 rana, 4x100 mista), Peng Xuwei (2003, 200 dorso), Ge Chutong (2003, 400 misti, 4x200 sl), Cheng Yujie (2005, 50 e 100 sl).

Quindi, solita età media estremamente bassa e focus sulle staffette, con molte opzioni tra cui scegliere, avendo cercato di recuperare anche quelle atlete che, per vari motivi (Yang Junxuan nella 4x200 sl, la ranista Tang Qianting per la 4x100 mista, Zhu Menghui convocata solo per la 4x100 sl), non erano al meglio durante i Primaverili di marzo e i Campionati nazionali di inizio maggio.

Questa improvvisa rinascita del nuoto cinese, praticamente dal nulla, non può non ricordarmi un po' l'episodio di Roma '94 con tutto ciò che era annesso a quella situazione...

Ultima modifica di EdmondDantes (25-05-2023 19:12:56)

Non in linea

#681 25-05-2023 19:14:01

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Parlavo di enigmi, ed in effetti tra i nomi riportati in campo maschile c'è un certo Ji Yicun di cui non trovo traccia.
Il resto è chiaro..:

Wang Changhao (2002, 50 sl, 50 e 100 farfalla, 4x100 sl), Wang Gukailai (2003, 50 dorso), Wang Haoyu (2005, 100 sl, 4x200 sl), Niu Guangsheng (2004, 200 farfalla), Yan Zibei (1995, 100 rana), Sun Jiajun (2000, 50 rana, 100 farfalla), Yang Jintong (1998, 4x100 sl), Wang Shun (1994, 200 e 400 misti, 200 sl), Zhang Ziyang (2001, 4x200 sl), Chen Juner (2004, 50 e 200 farfalla, 4x100 sl), Ji Xinjie (1997, 4x100 sl), Hong Jinquan (2003, 4x200 sl), Fei Liwei (2003, 800 e 1500 sl, 4x200 sl), Xu Jiayu (1995, 50, 100 e 200 dorso), Tao Guannan (2004, 200 dorso), Dong Zhihao (2006, 200 rana), Qin Haiyang (1999, 50, 100 e 200 rana, 200 misti), Pan Zhanle (2004, 50, 100, 200 e 400 sl).

E' la migliore formazione mai schierata dalla Cina in campo maschile, con ampie prospettive di crescita e con tre staffette deluxe.
Resta il solito interrogativo su come si presenterà a Fukuoka, considerati anche i successivi Asian Games a cui viene data grande importanza.

Ultima modifica di nuotofan (25-05-2023 19:30:40)

Non in linea

#682 25-05-2023 19:21:08

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

EdmondDantes ha scritto:
nuotofan ha scritto:

Visto che mi piacciono gli enigmi, qualche considerazione sulle squadre cinesi (femminile e maschile) che gareggeranno ai Mondiali di Fukuoka.
Comincio da quella femminile riportando tra parentesi l'anno di nascita (per dare un'idea dell'età media) e poi la/le specialità:

Wan Letian (2004, 50 e 100 dorso), Ma Yonghui (2006, 400 sl), Wang Yichun (2005, 100 farfalla), Ai Yanhan (2002, 4x100 e 4x200 sl), Ye Shiwen (1994, 200 rana e 200 misti), Zhu Menghui (1999, 4x100 sl), Li Bingjie (2002, dai 200 ai 1500 sl), Li Jiaping (2004, 4x200 sl) , Yang Chang (2001, 50 e 100 rana),  Yang Peiqi (2007, 800 sl),  Yang Junxuan (2002, 100 sl, 4x200 sl), Wu Qingfeng (2003, 4x200 sl), Yu Yiting (2005, 200 e 400 misti),  Wang Xueer (1998, 50 e 100 dorso), Zhang Yufei (1998, 50, 100 e 200 farfalla, 50 sl, 4x100 sl) Liu Yaxin (1999, 200 sl e 200 dorso),  Yu Liyan (2000, 200 farfalla), Gao Weizhong (2008, 1500 sl), Tang Qianting (2004, 50 rana, 4x100 mista), Peng Xuwei (2003, 200 dorso), Ge Chutong (2003, 400 misti, 4x200 sl), Cheng Yujie (2005, 50 e 100 sl).

Quindi, solita età media estremamente bassa e focus sulle staffette, con molte opzioni tra cui scegliere, avendo cercato di recuperare anche quelle atlete che, per vari motivi (Yang Junxuan nella 4x200 sl, la ranista Tang Qianting per la 4x100 mista, Zhu Menghui convocata solo per la 4x100 sl), non erano al meglio durante i Primaverili di marzo e i Campionati nazionali di inizio maggio.

Questa improvvisa rinascita del nuoto cinese, praticamente dal nulla, non può non ricordarmi un po' l'episodio di Roma '94 con tutto ciò che era annesso a quella situazione...

Sì, la differenza è che allora la Cina dominò in campo femminile (come la DDR), mentre stavolta la squadra maschile pare più competitiva di quella femminile, con diversi prospetti interessanti in tante specialità; ad esempio, oltre a quelli tante volte citati, un altro è il ranista del 2006 Dong Zhihao che ha nuotato 2.08.86 ai Primaverili (che sarebbe WJR), per poi peggiorarsi di poco ai Campionati nazionali.
Fukuoka e Parigi chiariranno i nostri dubbi (e gli enigmi del Dragone..)

Non in linea

#683 25-05-2023 20:09:41

EdmondDantes
Utente
Registrato: 19-07-2022
Messaggi: 437

Re: Il 2023 tra le corsie

Comunque per fare chiarezza, visto che ripensandoci mi sono reso conto di aver già espresso dubbi sia sulla correttezza del sistema cinese che di quello russo, aggiungo anche che sono pienamente consapevole di tutte le esenzioni mediche per ottenere vari farmaci di cui fanno uso gli atleti americani e non solo, direi che in generale la World Aquatics dovrebbe prendere una decisione riguardo la direzione che si vuole dare a questo sport (ovviamente non accadrà).

Mi dispiacerebbe veder il nuoto diventare simile al ciclismo, nel quale il talento più importante è la risposta del fisico ai farmaci. Non ne faccio neanche una questione etica, il problema è che appunto come per i costumi in poliuretano, i vantaggi dati ai vari atleti differiscono di caso in caso.

Ultima modifica di EdmondDantes (25-05-2023 20:10:00)

Non in linea

#684 26-05-2023 09:29:39

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

EdmondDantes ha scritto:

Comunque per fare chiarezza, visto che ripensandoci mi sono reso conto di aver già espresso dubbi sia sulla correttezza del sistema cinese che di quello russo, aggiungo anche che sono pienamente consapevole di tutte le esenzioni mediche per ottenere vari farmaci di cui fanno uso gli atleti americani e non solo, direi che in generale la World Aquatics dovrebbe prendere una decisione riguardo la direzione che si vuole dare a questo sport (ovviamente non accadrà).

Mi dispiacerebbe veder il nuoto diventare simile al ciclismo, nel quale il talento più importante è la risposta del fisico ai farmaci. Non ne faccio neanche una questione etica, il problema è che appunto come per i costumi in poliuretano, i vantaggi dati ai vari atleti differiscono di caso in caso.

I tuoi timori (lo sanno chi mi legge da tanti anni, se qualcuno esiste ancora..) li ho espressi diversi anni fa, direi almeno dal 2015, quando furono rese note, anche attraverso l'azione degli hackers russi, le tante esenzioni da TUEs (Therapeutic Use Exemptions, cioè la possibilità, per curare patologie specifiche di cui soffre l'atleta, di assumere farmaci che sarebbero proibiti) circolanti nel mondo del nuoto.
Se, nonostante questo, continuo a dimostrare una passione "sopra le righe", è perché, pur consapevole delle ombre che circondano qualsiasi sport agonistico (in cui la sfida è con le possibilità umane, oltre che con i migliori avversari di ogni nazione mondiale), il nuoto ha alcune prerogative specifiche (racchiuse in quella nozione di talento definita benissimo da Nuotatore) che lo rendono immune dalla semplice caccia al farmaco più efficace.

Inoltre Xman, a ragione, mi fece notare come i controlli positivi nel nuoto nelle statistiche della Wada (su cui ci sono legittime perplessità, ma che valgono per ogni sport esaminato dalla Wada) sono pochi rispetto a quasi tutti gli altri sport.

Insomma, come scritto più volte, non metto la mano sul fuoco su nessuno (anche se certi supertalenti alla Popovici mi indurrebbero a farlo), però credo che il nuoto non diventerà mai uno sport come il ciclismo (che ho praticato ed amato nelle mie escursioni appenniniche) o gli sport di resistenza in genere, in cui purtroppo il ricorso a certe pratiche "border-line" è quasi obbligato, per i vantaggi che garantiscono.

Ultima modifica di nuotofan (26-05-2023 09:36:21)

Non in linea

#685 26-05-2023 18:49:41

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Rese note anche le convocazioni del Sudafrica per i Mondiali di Fukuoka: 19 atleti, con 10 nuotatrici e 9 nuotatori, e quindi partecipazione decisamente più consistente rispetto alle ultime edizioni mondiali.
Specifico, al solito, la data di nascita per dare un'idea della futuribilità, mentre la scelta delle gare dipenderà dalle decisioni di ogni atleta (esempio tipico Sates, che potrà scegliere tra 200 e 400 misti, 200 sl, 100 e 200 delfino).

Inizio dal settore femminile:

Aimee Canny (2003), Emma Chelius (1996), Dune Coetzee (2002), Kaylene Corbett (1999), Erin Gallagher (1998), Rebecca Meder (2002), Olivia Nel (2002), Hanna Pearse (2003), Tatjana Schoemaker (1997), Lara van Niekerk (2003)

Squadra femminile a forte trazione "ranista", con la campionessa olimpica Schoenmaker fortissima nei 200, ma anche 100 rana, la Van Niekerk grande specialista dei 50 rana e da possibile finale nei 100 rana e la Corbett da finale nei 200 rana.
Da notare come anche la mistista Meder sia una buona ranista, a sottolineare la propensione sudafricana per questo stile (almeno al femminile).
Per le staffette, riporto i risultati delle prime quattro arrivate nei 200 sl ai Campionati nazionali di aprile: Canny (1.57.82), Coetzee (1.59.05), Gallagher (1.59.50), Meder (1.59.66); quindi la finale può essere un obiettivo raggiungibile.

Squadra maschile:

Pieter Coetze (2004), Michael Houlie (2000), Jimmie Clayton (1995), Chad Le Clos (1992), Righardt Muller (2002), Kobe Ndebele (2003), Matthew Randle (2003), Matthew Sates (2003), Roland Schoeman (1980).

Molti giovani, accanto al superveterano Schoeman (che torna a Fukuoka 22 anni dopo la sua prima medaglia iridata) e al veterano Le Clos (mentre Clayton è convocato per la 4x100 sl).
Ho già più volte lodato i continui progressi di Pieter Coetze, destinato secondo me a scendere sotto i 52" nei 100 dorso, forse già a Fukuoka, e potenzialmente fortissimo per Parigi 2024.
Con Sates che potrebbe assicurare una grande frazione a delfino e Le Clos un'ottima chiusura a stile libero, al Sudafrica manca un ranista di livello mondiale per completare un quartetto assai ambizioso nella 4x100 mista maschile.
Alle selezioni nazionali il 2003 Randle (1.01.35) ha preceduto Houlie (1.01.49) che, dopo una prima vasca molto veloce, fatica negli ultimi 20 metri del 100 rana.
Da notare come il PB di Houlie (59.64) risalga alle Universiadi di Napoli del 2019, quando aveva 19 anni. Un Houlie che ritrovasse un buon percorso di crescita, o un Randle che per Parigi fosse in grado di nuotare i 100 rana sotto i 60", farebbero lievitare le chance della mista sudafricana.

Non in linea

#686 26-05-2023 22:48:44

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Prime convocazioni del nuovo responsabile del settore giovanile della Federnuoto, Marco Menchinelli, per la Mediterranean Cup in programma dal 16 al 18 giugno in Grecia https://www.federnuoto.it/home/nuoto/fl … rissa.html

Rigoroso rispetto della parità di genere (13 ragazzi ed altrettante ragazze); le classi di età sono 2007-2008 per i ragazzi (unico 2008 Ceolin) e 2008-2009 per le ragazze (Caporaletti e Fiumara come uniche 2009).

Mancano molti protagonisti. Per citare alcuni nomi: Santambrogio, Procaccini, Savoldi, Boscaro, Bonini, Mancini, Domina, Mosca, Guarnieri, Bolometti, Ongaro.. tra le ragazze e D'Ambrosio, Del Signore, De Gregorio, Venini, Fuschini, Scampicchio, Ferrazza.. tra i ragazzi.

E' probabile che alcuni di questi siano già concentrati sugli Eyof, che si svolgeranno a Maribor dal 23 al 29 luglio.
In generale, sarà interessante vedere le prossime convocazioni di Menchinelli: oltre che per i citati Eyof, per gli Eurojuniors di inizio luglio e i Mondiali Juniores di inizio settembre.

Non in linea

#687 27-05-2023 12:38:01

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Nella prima mattinata di gare del Grand Prix di Caserta, bel PB di Simone Stefanì nei 100 dorso: 54.52 per lui, che ha preceduto il 2004 Raffaele De Simone (56.56).
Nei 100 dorso femminili vittoria in 1.01.67 di Carlotta Zofkova, seconda Marina Cacciapuoti in 1.03.63.

Non in linea

#688 27-05-2023 22:02:51

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 255

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Molti giovani, accanto al superveterano Schoeman (che torna a Fukuoka 22 anni dopo la sua prima medaglia iridata) e al veterano Le Clos (mentre Clayton è convocato per la 4x100 sl).

Una volta il Sudafrica era piuttosto selettivo nelle convocazioni. Schoeman non sarebbe entrato, per quanto vale oggi. Diventerà l'atleta più anziano dei Mondiali, superando il coetaneo Santos che probabilmente sarebbe ancora se non da podio, almeno da finale. Schoeman farà da chioccia per i più giovani, immagino che lo hanno portato anche per questo, oltre ad omaggiare il suo prestigioso passato.

Non in linea

#689 27-05-2023 23:50:26

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

xman ha scritto:
nuotofan ha scritto:

Molti giovani, accanto al superveterano Schoeman (che torna a Fukuoka 22 anni dopo la sua prima medaglia iridata) e al veterano Le Clos (mentre Clayton è convocato per la 4x100 sl).

Una volta il Sudafrica era piuttosto selettivo nelle convocazioni. Schoeman non sarebbe entrato, per quanto vale oggi. Diventerà l'atleta più anziano dei Mondiali, superando il coetaneo Santos che probabilmente sarebbe ancora se non da podio, almeno da finale. Schoeman farà da chioccia per i più giovani, immagino che lo hanno portato anche per questo, oltre ad omaggiare il suo prestigioso passato.

Sì, Schoeman aveva conseguito solo il limite B nei 50 farfalla e probabilmente è stato portato per i motivi che hai citato.

Qualche risultato di giornata, tra Caserta, Londra e Glasgow.

A Caserta la Scotto Di Carlo ha vinto i 50 farfalla (26.62) e i 100 sl (56.68). PB nei 50 farfalla per il 2005 Alfonso Della Morte (24.58), mentre buoni crono nei 200 delfino femminili con Crispino a 2.10.30 e Polieri a 2.10.51.
Crono, gli ultimi due, molto simili a quelli nuotati dalla Stephens a Glasgow (Glasgow International) e dalla Large a Londra (prima edizione dell'AP Race London International, originariamente imperniata su Peaty).
Ottimi 100 rana femminili a Glasgow, con Mona Mc Sharry vincitrice in 1.06.15 su una Kara Hanlon (1.06.36) al nuovo record scozzese ed ormai a pochissimo dal record britannico.
La gara maschile è stata vinta da Wilby in 1.00.43 e, a Londra, hanno fatto meglio Kamminga e Matzerath che non si sono risparmiati fin dalle batterie.
Nel primo turno 59.09 per Matzerath e 59.31 per Kamminga, in finale vittoria per Kamminga in 59.04 su Matzerath (59.12).
Sempre a Londra conferma della Schouten: 2.23.49 nella batteria dei 200 rana e poi 2.24.25 in finale a precedere la Pickrem (2.25.67) e vittoria per Daniel Wiffen nei 1500 sl in 14.57.30, mentre a Glasgow buon 4.39.38 della Shanahan (reduce da un intenso periodo di allenamento in altura) nei 400 misti.

Non in linea

#690 28-05-2023 16:04:37

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 336

Re: Il 2023 tra le corsie

Anche oggi, a fianco del nome GALOSSI troviamo la dicitura ASS nei 400.
Prossima settimana è iscritto al meeting Tiro a Volo nei 200, 400 e 800, meeting in cui risulta iscritta un po' tutta la meglio gioventù dei circoli laziali, a eccezione di Bertoni. Dovesse saltare anche questo meeting, la situazione si amplierebbe di mistero.

Non in linea

#691 28-05-2023 19:18:59

pot
Utente
Registrato: 21-06-2022
Messaggi: 336

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Prime convocazioni del nuovo responsabile del settore giovanile della Federnuoto, Marco Menchinelli, per la Mediterranean Cup in programma dal 16 al 18 giugno in Grecia https://www.federnuoto.it/home/nuoto/fl … rissa.html

Rigoroso rispetto della parità di genere (13 ragazzi ed altrettante ragazze); le classi di età sono 2007-2008 per i ragazzi (unico 2008 Ceolin) e 2008-2009 per le ragazze (Caporaletti e Fiumara come uniche 2009).

Mancano molti protagonisti. Per citare alcuni nomi: Santambrogio, Procaccini, Savoldi, Boscaro, Bonini, Mancini, Domina, Mosca, Guarnieri, Bolometti, Ongaro.. tra le ragazze e D'Ambrosio, Del Signore, De Gregorio, Venini, Fuschini, Scampicchio, Ferrazza.. tra i ragazzi.

E' probabile che alcuni di questi siano già concentrati sugli Eyof, che si svolgeranno a Maribor dal 23 al 29 luglio.
In generale, sarà interessante vedere le prossime convocazioni di Menchinelli: oltre che per i citati Eyof, per gli Eurojuniors di inizio luglio e i Mondiali Juniores di inizio settembre.

Tra i candidati a partecipare agli EYOF dovrebbe aggiungersi anche il 2008 (di Agosto) Salvati.
Ragazzo che sta fronteggiando la stagione in maniera atipica, tante gare (impegnato quasi tutte le settimane) con un livello medio prestazionale molto elevato...cosa che raramente abbiamo visto nel contesto italiano e personalmente non saprei nemmeno come interpretare il tutto.
Pochi minuti fa ha fatto uno step importante nuotando 2'03"87 nella doppia distanza a delfino.
Paradossalmente, le prestazioni più sottotono le ha realizzate proprio ai Criteria, ma magari ha avuto anche qualche problema fisico che non conosciamo.
Anche nei 100, nella giornata di ieri, ha migliorato il suo PB realizzato ai primaverili.
Nei 200 si è  avvicinato, intanto, ai migliori tempi realizzati in Italia in questa fascia di età di Mugnaini,Burdisso e Sassi ( tutti ottenuti ai campionati nazionali ragazzi ad Agosto).

Non in linea

#692 28-05-2023 23:58:20

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

pot ha scritto:

Tra i candidati a partecipare agli EYOF dovrebbe aggiungersi anche il 2008 (di Agosto) Salvati.
Ragazzo che sta fronteggiando la stagione in maniera atipica, tante gare (impegnato quasi tutte le settimane) con un livello medio prestazionale molto elevato...cosa che raramente abbiamo visto nel contesto italiano e personalmente non saprei nemmeno come interpretare il tutto.
Pochi minuti fa ha fatto uno step importante nuotando 2'03"87 nella doppia distanza a delfino.
Paradossalmente, le prestazioni più sottotono le ha realizzate proprio ai Criteria, ma magari ha avuto anche qualche problema fisico che non conosciamo.
Anche nei 100, nella giornata di ieri, ha migliorato il suo PB realizzato ai primaverili.
Nei 200 si è  avvicinato, intanto, ai migliori tempi realizzati in Italia in questa fascia di età di Mugnaini,Burdisso e Sassi ( tutti ottenuti ai campionati nazionali ragazzi ad Agosto).

Bene, ottimi progressi per Salvati dopo la (parziale) delusione dei Criteria, in cui ricordo un 200 delfino affrontato con fin troppa veemenza ed eccessive tensioni (al netto, come dici, di eventuali problemi che non conosciamo); già ai Primaverili ha poi ottenuto buoni risultati e continuare a migliorarsi, in vasca lunga, nella doppia distanza del delfino prima degli appuntamenti più importanti della stagione è sicuramente da segnalare.

Qualche risultato da Glasgow e Londra.
A Glasgow PB per Mona Mc Sharry nei 200 rana: 2.24.50 per lei, a conferma di una stagione in continuo crescendo, iniziata benissimo in vasca da 25 yards e poi proseguita in vasca da 50m con miglioramenti generalizzati.
Un'altra ranista che, da mesi, sta nuotando crono di ottimo livello in vasca lunga è l'olandese Tes Schouten che ha vinto i 100 rana a Londra in 1.05.93.
Sempre a Londra, molto bene Tom Dean, prima vincitore dei 200 misti in 1.58.00 e poi secondo nei 100 sl in 48.35 dietro a quel Matt Richards (48.17) di cui si sono già più volte rilevati i grandi miglioramenti, dopo il cambio di allenatore a fine agosto 2022.
Ritornando ai ranisti, a Londra c'è stato un combattuto 50 rana vinto da Matzerath in 27.01 su Kamminga ed Imoudu (27.16 per entrambi).
Ieri Matzerath ha migliorato il suo PB nei 100 rana (59.09) e già al meeting di Berlino, ultima prova di selezione per gli atleti tedeschi, mi era sembrato decisamente convincente dal punto di vista tecnico.

Non in linea

#693 29-05-2023 11:08:03

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Si è rivisto Franko Grgic ad un meeting a Spalato: ha gareggiato solamente nei 50 stile libero (24.45 il suo risultato) e quindi la notizia può essere di poco conto, anche se già il fatto che Grgic frequenti ancora le piscine dopo tutte le disavventure capitategli è significativo.

Ho più volte scritto che il 16enne Grgic che dominò 800 e 1500 sl ai Mondiali Juniores di Budapest 2019, mi è sembrato il prospetto più impressionante del mezzofondo da quando seguo full time il nuoto.

Senza problemi fisici sarebbe stato pronto per ottenere grandi risultati fin dalle Olimpiadi di Tokyo (a maggior ragione dopo il posticipo di un anno); sappiamo, nonostante le scarse notizie sul suo conto, di come abbia avuto, invece, serissimi guai ad una spalla che (comprensibilmente) gli hanno fatto perdere le motivazioni per continuare ad allenarsi con l'intensità richiesta dal nuoto agonistico.

Alcuni mesi fa, mi è capitato di leggere un'intervista al nuovo responsabile del nuoto croato che diceva che avrebbe cercato di far riprendere gli allenamenti a Grgic, talento unico (io aggiungo, non solo per la Croazia), verso le Olimpiadi di Parigi.

Non so se questo sia avvenuto; la speranza è legata a quel 50 stile libero di Spalato..

Ultima modifica di nuotofan (29-05-2023 11:11:13)

Non in linea

#694 29-05-2023 19:48:11

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Disputati, come da tradizione, i Campionati giovanili tedeschi, alla fine di maggio in vasca lunga a Berlino.

Scorrendo i risultati maschili, a cui questo post è dedicato, si nota un buon livello medio, senza acuti clamorosi.

Vanno chiaramente citati i progressi del 2006 Arne Schubert, dai 200 ai 1500 sl (1.51.11, 3.52.69, 7.58.29, 15.20.46 i suoi crono nelle quattro gare);
un'ottima densità nella rana con il 2008 Hugo Engelien autore di 1.03.63 nei 100 e 2.17.37 nei 200 rana, il 2007 Graefe a 1.03.42 nei 100 e 2.17.54 nei 200 rana, il 2006 Hollank a 28.49 nei 50, 1.02.54 nei 100 e 2.15.23 nei 200 rana ed il 2005 Wendland a 2.16.62 nei 200 rana;
il 2005 Wrede che si conferma un buon prospetto nello stile libero veloce (50.55 nei 100 sl) assieme al 2006 Raje (50.67 nei 100 sl);
infine: anche i mististi in discreta evidenza con il già citato Finn Wendland autore di un 2.02.41 nei 200 e 4.24.70 nei 400 misti ed il 2006 Hammer che ha martellato un bel 4.24.55 nei 400 misti.

Ultima modifica di nuotofan (29-05-2023 19:49:30)

Non in linea

#695 29-05-2023 21:41:45

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Ultima giornata dell'AP Race International a Londra, ed altre buone prestazioni sopra i 900 pt. Fina.

Comincio dal 2.08.89 di Sydney Pickrem nei 200 misti, a meno di tre decimi dal suo PB (2.08.61) del 2019 che la Pickrem ha eguagliato ai trials canadesi di quest'anno.
Kamminga ha vinto i 200 rana in 2.09.34, Daniel Wiffen gli 800 sl in un ottimo 7.47.52 (ennesima conferma della grande solidità ormai raggiunta dal mezzofondista irlandese), Lara Van Niekerk ha nuotato 30.33 nelle batterie dei 50 rana e Dylan Carter 23.05 in quelle dei 50 farfalla.
Infine, un po' sotto la soglia dei 900 pt ma meritevoli di citazione, l'1.46.09 con cui Dean ha vinto i 200 sl precedendo Richards (1.46.73).

Non in linea

#696 29-05-2023 22:15:52

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Alcuni risultati femminili dai Campionati giovanili tedeschi.

Nello stile libero veloce si è messa in evidenza la 2006 Julianna Bocska: 25.64 nei 50 sl, 55.23 nei 100 sl e 2.00.61 nei 200 sl.
Buoni crono anche per la 2008 Linda Roth: 56.37 nei 100 sl, 27.32 nei 50 farfalla e 1.01.26 nei 100 farfalla.
La 2009 Alina Baievych, già messasi in evidenza, soprattutto nei 200 farfalla con un 2.11.05 al meeting di Berlino di un mese fa, ha migliorato i suoi PBs vincendo un sacco di gare (dai 200 ai 1500 sl, i 100 e 200 dorso, i 50 farfalla, i 200 e 400 misti), ma nei 200 misti è stata preceduta dalla coetanea Kohlmann (2.18.35) che le è arrivata appena dietro anche nei 400 misti (4.54.46 per la Kohlmann).
Tra le 2006, oltre alla Bocska, da citare anche i risultati della Boerstler: 26.58 nei 50 farfalla e 29.17 nei 50 dorso.
Tra le 2007, la Benkler ha vinto i 200 misti in 2.16.00, i 400 misti in 4.48.25 e i 100 dorso in 1.02.72, la Beierling i 50 farfalla in 27.00 e i 50 dorso in 29.66, la Ludwig i 200 rana in 2.30.41.

Ultima modifica di nuotofan (29-05-2023 22:25:13)

Non in linea

#697 30-05-2023 15:41:18

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Tra gli junior che stanno progredendo, c'è sicuramente il 2006 austriaco Lukas Edl, che nello scorso fine settimana ha nuotato un interessante 1.04.76 nei 100 rana, il suo stile più debole.
Questi i suoi PBs nei 100: 50.96 nei 100 sl, 53.67 nei 100 farfalla, 57.95 nei 100 dorso (risalente agli Eyof 2022, quindi è molto probabile che ora possa fare decisamente meglio) e il citato 1.04.76 nei 100 rana.
Notevole completezza e crono assai validi per un 2006 che ha una spiccata predisposizione per la velocità visti i suoi PBs nei 50: 23.33 nei 50 sl, 24.33 nei 50 farfalla, 25.86 nei 50 dorso e 29.79 nei 50 rana, per cui immagino che il coach di Edl abbia una sorta di "dilemma Cecconiano": continuare a puntare sulle distanze brevi ed i 100 delfino in particolare, o, vista la completezza nei quattro stili di Edl, incrementarne la resistenza aerobica per costruire un 200 misti di alto livello?

Restando nel mezzo dell'Europa, e passando alla Repubblica Ceca di quel Miroslav Knedla (nato nel 2005) già più volte citato, che ha anche un ottimo 100 stileliberista, sempre del 2005, come Tobias Kern, il 2008 Jan Foltyn è uno di quei rari casi di velocista forte sia nello stile libero che nella rana. Questi i suoi PBs: 23.61 nei 50 sl, 29.27 nei 50 rana, 52.02 nei 100 sl, 1.04.79 nei 100 rana; una sorta di "Magnini della Cechia", dopo il "Ceccon austriaco"..

Non in linea

#698 30-05-2023 19:15:37

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Dal 2 al 4 giugno si svolgerà ad Otopeni la Coppa di Romania, secondo appuntamento stagionale per i nuotatori di casa.

Popovici è iscritto ai 100 farfalla il primo giorno (52.30 il suo crono di iscrizione, realizzato ad aprile), ai 100 stile libero il secondo giorno (con il 47.61 nuotato ad aprile) ed ai 200 stile libero il terzo giorno (1.45.78 il suo crono di iscrizione).

Dovrebbe avere appena concluso (di fatto) l'anno scolastico con l'esame finale, quindi non so in che condizioni di forma possa essere.
Di sicuro la scelta delle gare ed i tempi di iscrizione inducono a qualche considerazione

1) Accanto ai consolidati 100 e 200 stile libero, prende forma la possibilità che i 100 delfino diventino la sua terza gara individuale nei grandi eventi. Non penso che questo accada già dai Mondiali di Fukuoka, ma dal 2024 la collocazione dei 100 delfino dopo i 200 ed i 100 sl li rende una scelta logica.

2) Se Popovici dopo questa Coppa di Romania non dovesse partecipare a qualche meeting internazionale (l'unico possibile che mi viene in mente è il Sette Colli, ma dubito che accada), si presenterà ai Mondiali di Fukuoka con pochissime gare disputate ed una preparazione interamente "autarchica". Un segnale di grande sicurezza nei propri mezzi e nel proprio metodo di lavoro, non c'è dubbio.

Ultima modifica di nuotofan (30-05-2023 19:16:25)

Non in linea

#699 31-05-2023 15:58:08

nuotofan
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 2'404

Re: Il 2023 tra le corsie

Iniziati i Campionati brasiliani a Recife validi per le qualificazioni ai Mondiali di Fukuoka ed agli altri eventi internazionali del 2023.

La gara più interessante della prima giornata sono stati i 400 stile libero femminili, con due atlete sul 4.06: ha vinto Gabrielle Roncatto in 4.06.25 (aveva 4.08.91 come PB) davanti alla 2002 Maria Fernanda De Oliveira da Silva Costa (la chiamerò Costa, d'ora in poi) che ha nuotato 4.06.85 rispetto ad un PB di 4.17.56.
Progresso davvero clamoroso quello della Costa che aveva nuotato un 4.17.81 nei 400 sl al recente meeting di Westmont, e - come detto - aveva un PB di 4.17.56. A Westmont la Costa ottenne un buon 2.00.70 nei 200 stile libero, a questo punto decisamente migliorabile, visto quanto accaduto nei 400 sl.

La tradizione brasiliana nella rana maschile pare un po' appannata: i 100 rana sono stati vinti dal veterano Joao Gomes Junior con un 1.00.85 che richiama da vicino quell'1.00.88 da lui nuotato ai Mondiali di Roma 2009 (14 anni fa..) che gli valse il 30° crono delle batterie.

Un altro veterano, Guilherme Guido, è arrivato secondo nei 50 dorso in 25.15, dopo Basseto (24.91).

Qualificazione anche per Kayky Mota nei 100 farfalla, da lui vinti in 51.95 (aveva un PB di 52.42) e per Guilherme (Pereira da) Costa nei 400 sl (3.47.31) dove secondo è arrivato il campione mondiale juniores in carica, Stephan Steverink in 3.50.79.

PS i nomi brasiliani sono davvero complicati da riportare perché anche nei documenti ufficiali sono scritti in modo diverso. Sul sito Fina c'è semplicemente Guilherme Costa, mentre nei risultati Omega degli scorsi Mondiali di Budapest 2022 dove si mise in grande evidenza c'è Guilherme Pereira da Costa. Insomma, è lui...

Ultima modifica di nuotofan (31-05-2023 23:45:10)

Non in linea

#700 31-05-2023 22:46:29

xman
Utente
Registrato: 20-06-2022
Messaggi: 255

Re: Il 2023 tra le corsie

nuotofan ha scritto:

Qualificazione anche per Kayky Mota nei 100 farfalla, da lui vinti in 51.95 (aveva un PB di 52.42) e per Guilherme (Pereira da) Costa nei 400 sl (3.47.31) dove secondo è arrivato il campione mondiale juniores in carica, Stephan Steverink in 3.50.79.

PS i nomi brasiliani sono davvero complicati da riportare perché anche nei documenti ufficiali sono scritti in modo diverso. Sul sito Fina c'è semplicemente Guilherme Costa, mentre nei risultati Omega degli scorsi Mondiali di Budapest 2022 dove si mise in grande evidenza c'è Guilherme Pereira da Costa. Insomma, è lui...

Dato il livello molto alto dei 400 in questa stagione non credo che a Guilherme Costa riuscirà il colpo gobbo della medaglia mondiale, come a Budapest, però è un atleta che sa finalizzare molto bene. Dai brasiliani ci si aspetta sempre qualcosa di interessante nei 100 sl maschili, in ottica staffetta. In nuoto brasiliano femminile è sempre stato molto debole se paragonato a quello maschile e non sono mai riuscito a capire perché. Comunque due quattrocentiste a 4'06" è interessante.

Non in linea

Piè di pagina