Annuncio pubblicitario
Salve gente, non sono sicuro di aver trovato nelle precedenti discussioni delle risposte per chiarire i mei dubbi, quindi provo ad aprire questa nuova discussione... il mio punto più debole nella nuotata a stile è dato dalla gambata...non c'è proprio storia, quando ci esercitiamo con la tavoletta posso essere definito "capitan slow" :( gia a dorso va meglio quindi proprio non capisco cosa dovrei fare... la mia muscolatura,poi è ben più sviluppata nelle gambe piuttosto che nelle braccia, posso tranquillamente dire che, in palestra, sotto "rendo" il doppio che sopra; poi in acqua...il contrario! :eek: Stanco dopo appena 25 m di tavoletta e non prendo velocità, il mio istruttore dice che è una cosa abbastanza frequente e che bisogna semplicemente lavorarci su ma quello che mi spaventa è che di progressi non se ne vedono quasi per nulla! Non so voi che ne pensate...poi quali esercizi dovrei fare per allenare un po' meglio questa benedetta gambata...!?!? Possibile che ci sia solo la tavoletta?? ciaooo
Salve gente, non sono sicuro di aver trovato nelle precedenti discussioni delle risposte per chiarire i mei dubbi, quindi provo ad aprire questa nuova discussione... il mio punto più debole nella nuotata a stile è dato dalla gambata...non c'è proprio storia, quando ci esercitiamo con la tavoletta posso essere definito "capitan slow" :( gia a dorso va meglio quindi proprio non capisco cosa dovrei fare... la mia muscolatura,poi è ben più sviluppata nelle gambe piuttosto che nelle braccia, posso tranquillamente dire che, in palestra, sotto "rendo" il doppio che sopra; poi in acqua...il contrario! :eek: Stanco dopo appena 25 m di tavoletta e non prendo velocità, il mio istruttore dice che è una cosa abbastanza frequente e che bisogna semplicemente lavorarci su ma quello che mi spaventa è che di progressi non se ne vedono quasi per nulla! Non so voi che ne pensate...poi quali esercizi dovrei fare per allenare un po' meglio questa benedetta gambata...!?!? Possibile che ci sia solo la tavoletta?? ciaooo
modificato Apr 23 '13 a 12:30 pm
 
0
risposta
Il problema non e' quanto ne fai ma come la fai. E questo, se non ti vedo, non posso dirlo. bierre
Il problema non e' quanto ne fai ma come la fai. E questo, se non ti vedo, non posso dirlo. bierre
modificato Apr 23 '13 a 12:37 pm
 
0
risposta
Quali esercizi si possono fare per migliorare?
Quali esercizi si possono fare per migliorare?
modificato Apr 23 '13 a 10:12 pm
 
0
risposta
Ciao SP, le gambe sono un cruccio per molti. E chiaramente tutti vorrebbero avere la gambata potenete che si vede in tv agli atleti! Ma voi fate veramente 25 minuti di gambe? Intanto gli esercizi vanno commisurati alle capacita'. Posto che nuoti per un'ora, non farei 25 minuti di gambe: un muscolo che consuma molto e rende poco. Quali esercizi? Il problema e' che dovresti vedere come muovi le gambe. Ma questo non lo dici. I piedi sono giusti o a martello? Le gambe sono tese o no? Pieghi troppo le gambe? Come e' l'ampiezza? Passiamo a qualche esercizio. Posso lavorare facendo un 25 metri a gambe lente, uno a a gambe piano. Con pausa di 15" fra uno e l'altro: non piu' di 8-10 vasche. Posso farli sott'acqua: li sento molto bene se avanzo o no, anche con una gambata ampia e una piu' stretta. Poi la tavoletta: se devo imparare gambe, MAI con la tavola. Prima imparo a fare gambe, poi prendo in mano la tavola, che affatica la parte superiore del corpo se non ci si e' abituati. Ma scusa, se hai un istruttore, queste cose non le fa? Ciao bierre
Ciao SP, le gambe sono un cruccio per molti. E chiaramente tutti vorrebbero avere la gambata potenete che si vede in tv agli atleti! Ma voi fate veramente 25 minuti di gambe? Intanto gli esercizi vanno commisurati alle capacita'. Posto che nuoti per un'ora, non farei 25 minuti di gambe: un muscolo che consuma molto e rende poco. Quali esercizi? Il problema e' che dovresti vedere come muovi le gambe. Ma questo non lo dici. I piedi sono giusti o a martello? Le gambe sono tese o no? Pieghi troppo le gambe? Come e' l'ampiezza? Passiamo a qualche esercizio. Posso lavorare facendo un 25 metri a gambe lente, uno a a gambe piano. Con pausa di 15" fra uno e l'altro: non piu' di 8-10 vasche. Posso farli sott'acqua: li sento molto bene se avanzo o no, anche con una gambata ampia e una piu' stretta. Poi la tavoletta: se devo imparare gambe, MAI con la tavola. Prima imparo a fare gambe, poi prendo in mano la tavola, che affatica la parte superiore del corpo se non ci si e' abituati. Ma scusa, se hai un istruttore, queste cose non le fa? Ciao bierre
modificato Apr 24 '13 a 6:51 am
 
0
risposta
Ma voi fate veramente 25 minuti di gambe? Bierre! Probabilmente lui voleva dire 25 m = metri!!! :)
Ma voi fate veramente 25 minuti di gambe? Bierre! Probabilmente lui voleva dire 25 m = metri!!! :)
modificato Apr 24 '13 a 11:26 pm
 
0
risposta
Ehehehe si, 25 metri.. comunque BiErre ha ragione mi descrivo un po'...anzi spiego pure che come istruttore ho un ragazzo bravo e simpatico con cui mi trovo bene, molto giovane però e le lezioni sono più concentrate sul fare vasche piuttosto che tecnica ecco perché porvo anche a rivolgermi a voi, grazie a lui ho un po' corretto il movimento e le gambe restano abbastanza dritte, prima le piegavo ma ora molto meno anche se devo sforzarmi di ricordarlo altrimenti ri-assumo quel movimento dove sono più floscie e si piegano...l'ampiezza non l saprei definirla ma comunque non superiore ai 20/30 cm. I piedi li tengo bene. Ma nel corto a stile: 50 100 200 400 mi confronto con gli altri...se si usano le palette con il galleggiante tra le gambe vado tranquillamente più forte di tutti ma quando si nuota normalmente faccio una gran fatica ad andare allo stesso passo, perché da una parte, non riesco a sfruttare la spinta delle gambe e dall'altra mi stanco molto di più. Non prendo velocità e mi stanco...ah e spesso non tengo il ritmo continuo della gambata tipo che a tratti mi fermo
Ehehehe si, 25 metri.. comunque BiErre ha ragione mi descrivo un po'...anzi spiego pure che come istruttore ho un ragazzo bravo e simpatico con cui mi trovo bene, molto giovane però e le lezioni sono più concentrate sul fare vasche piuttosto che tecnica ecco perché porvo anche a rivolgermi a voi, grazie a lui ho un po' corretto il movimento e le gambe restano abbastanza dritte, prima le piegavo ma ora molto meno anche se devo sforzarmi di ricordarlo altrimenti ri-assumo quel movimento dove sono più floscie e si piegano...l'ampiezza non l saprei definirla ma comunque non superiore ai 20/30 cm. I piedi li tengo bene. Ma nel corto a stile: 50 100 200 400 mi confronto con gli altri...se si usano le palette con il galleggiante tra le gambe vado tranquillamente più forte di tutti ma quando si nuota normalmente faccio una gran fatica ad andare allo stesso passo, perché da una parte, non riesco a sfruttare la spinta delle gambe e dall'altra mi stanco molto di più. Non prendo velocità e mi stanco...ah e spesso non tengo il ritmo continuo della gambata tipo che a tratti mi fermo
modificato Apr 25 '13 a 2:06 am
 
0
risposta
Ehehehe si, 25 metri.. comunque BiErre ha ragione mi descrivo un po'...anzi spiego pure che come istruttore ho un ragazzo bravo e simpatico con cui mi trovo bene, molto giovane però e le lezioni sono più concentrate sul fare vasche piuttosto che tecnica ecco perché porvo anche a rivolgermi a voi, grazie a lui ho un po' corretto il movimento e le gambe restano abbastanza dritte, prima le piegavo ma ora molto meno anche se devo sforzarmi di ricordarlo altrimenti ri-assumo quel movimento dove sono più floscie e si piegano...l'ampiezza non l saprei definirla ma comunque non superiore ai 20/30 cm. I piedi li tengo bene. Ma nel corto a stile: 50 100 200 400 mi confronto con gli altri...se si usano le palette con il galleggiante tra le gambe vado tranquillamente più forte di tutti ma quando si nuota normalmente faccio una gran fatica ad andare allo stesso passo, perché da una parte, non riesco a sfruttare la spinta delle gambe e dall'altra mi stanco molto di più. Non prendo velocità e mi stanco...ah e spesso non tengo il ritmo continuo della gambata tipo che a tratti mi fermo ....Ma sarai un ranista????? :D Da quello che dici sembra che le gambe a stile non ti vengano molto naturali....dalla mia modesta esperienza vedo che di solito quelli che hanno i tuoi stessi problemi son quelli che poi vanno meglio a rana. Non so, correggetemi voi "bravi" se sbaglio, ma può essere che sia anche un po' un fattore "naturale" oltre che alla mancanza di tecnica e problematiche ovvie legate all'età ormai adulta in cui è più difficile fare proprio un determinato movimento? In misura minore, e questo dovuto probabilmente al fatto che sono decenni ormai che ci lavoro su questa cosa, anch'io ho sempre avuto problemi con la gambata a stile e dire che ho delle gambe veramente forti! E' proprio il movimento che mi viene poco spontaneo e oltretutto "mi annoia"!! :D E' lì che, come dice il nostro amico, "mi fermo", nel senso che mi quasi mi dimentico di battere le gambe!!!!:D Come se dopo un po' mi distraessi...o perdessi la concentrazione...non saprei dire esattamente cosa, ma perdo il ritmo! Devo stare sempre attenta, anche dopo anni e anni di esperienza...Ma lo posso dire? ODIO LO STILE LIBERO!!!!!! Ooooooooooh!.......L'ho detto!!!! :D:D
Ehehehe si, 25 metri.. comunque BiErre ha ragione mi descrivo un po'...anzi spiego pure che come istruttore ho un ragazzo bravo e simpatico con cui mi trovo bene, molto giovane però e le lezioni sono più concentrate sul fare vasche piuttosto che tecnica ecco perché porvo anche a rivolgermi a voi, grazie a lui ho un po' corretto il movimento e le gambe restano abbastanza dritte, prima le piegavo ma ora molto meno anche se devo sforzarmi di ricordarlo altrimenti ri-assumo quel movimento dove sono più floscie e si piegano...l'ampiezza non l saprei definirla ma comunque non superiore ai 20/30 cm. I piedi li tengo bene. Ma nel corto a stile: 50 100 200 400 mi confronto con gli altri...se si usano le palette con il galleggiante tra le gambe vado tranquillamente più forte di tutti ma quando si nuota normalmente faccio una gran fatica ad andare allo stesso passo, perché da una parte, non riesco a sfruttare la spinta delle gambe e dall'altra mi stanco molto di più. Non prendo velocità e mi stanco...ah e spesso non tengo il ritmo continuo della gambata tipo che a tratti mi fermo ....Ma sarai un ranista????? :D Da quello che dici sembra che le gambe a stile non ti vengano molto naturali....dalla mia modesta esperienza vedo che di solito quelli che hanno i tuoi stessi problemi son quelli che poi vanno meglio a rana. Non so, correggetemi voi "bravi" se sbaglio, ma può essere che sia anche un po' un fattore "naturale" oltre che alla mancanza di tecnica e problematiche ovvie legate all'età ormai adulta in cui è più difficile fare proprio un determinato movimento? In misura minore, e questo dovuto probabilmente al fatto che sono decenni ormai che ci lavoro su questa cosa, anch'io ho sempre avuto problemi con la gambata a stile e dire che ho delle gambe veramente forti! E' proprio il movimento che mi viene poco spontaneo e oltretutto "mi annoia"!! :D E' lì che, come dice il nostro amico, "mi fermo", nel senso che mi quasi mi dimentico di battere le gambe!!!!:D Come se dopo un po' mi distraessi...o perdessi la concentrazione...non saprei dire esattamente cosa, ma perdo il ritmo! Devo stare sempre attenta, anche dopo anni e anni di esperienza...Ma lo posso dire? ODIO LO STILE LIBERO!!!!!! Ooooooooooh!.......L'ho detto!!!! :D:D
modificato Apr 25 '13 a 9:29 pm
 
0
risposta
....il mio primo istruttore, in un'altra piscina ed in un altra città, lui che li è un istituzione ed universalmente riconosciuto come "il più bravo" mi disse, sei un ranista! Effettivamente non ho mai avuto difficoltà e qua mi fanno solo qualche piccolissimo appunto sulla tecnica. Il problema, e la cosa che non mi garba, e che non scivolo tantissimo quindi sono lento (50sec sui 50m) ma a rana, potrei veramente nuotare per parecchio. Quindi anche se sono più "somaro" e meno tecnico, anche se la garbata non è né potente ne naturale, cerco di migliorare a stile. wow Elemaster, questa sera mi hai proprio rinfrancato :D anni e anni senza risolvere per bene il problema...ed il che volevo vedere il miglioramento da un mese all'altro! Hai ragione comunque, lo stile a cui mi avvicinò di più e FROG ma una cosa ti chiedo, hai beccato le mie esatte sensazioni quando dicevo "mi dimentico" però ne dorso va meglio! Nel senso che la garbata è più efficace e spontanea che nello stile...per te è lo stesso??!? ciaoo
....il mio primo istruttore, in un'altra piscina ed in un altra città, lui che li è un istituzione ed universalmente riconosciuto come "il più bravo" mi disse, sei un ranista! Effettivamente non ho mai avuto difficoltà e qua mi fanno solo qualche piccolissimo appunto sulla tecnica. Il problema, e la cosa che non mi garba, e che non scivolo tantissimo quindi sono lento (50sec sui 50m) ma a rana, potrei veramente nuotare per parecchio. Quindi anche se sono più "somaro" e meno tecnico, anche se la garbata non è né potente ne naturale, cerco di migliorare a stile. wow Elemaster, questa sera mi hai proprio rinfrancato :D anni e anni senza risolvere per bene il problema...ed il che volevo vedere il miglioramento da un mese all'altro! Hai ragione comunque, lo stile a cui mi avvicinò di più e FROG ma una cosa ti chiedo, hai beccato le mie esatte sensazioni quando dicevo "mi dimentico" però ne dorso va meglio! Nel senso che la garbata è più efficace e spontanea che nello stile...per te è lo stesso??!? ciaoo
modificato Apr 25 '13 a 11:08 pm
 
0
risposta
....Mmmmh...non è che sei un ranista per il fatto che puoi nuotare per parecchio a questo stile! La rana, se fatta bene, è il doppio faticosa dello stile libero! Sei un ranista se scivoli bene, ma la fatica c'è, eccome! :) Però a me dà più soddisfazione durar fatica e scivolare che stancarmi di meno e "stare ferma annoiata"....!!! :D Non farai mica come le "donnine" che dicono "io a rana non mi stanco mai" e poi le vedi lì a sguazzare come al mare??? Ci credo che non si stancano, fanno il bagno!!! :D A parte gli scherzi, fai bene a lavorare su questa cosa dello stile libero, è troppo importante nuotarlo bene, se migliori in quello potrai migliorare in tutto il resto. Non ti resta che insistere, provare e riprovare, vedrai che piano piano i progressi ci saranno, il lavoro paga sempre. Sì, nel dorso va meglio e direi che ultimamente, dopo un infortunio alla spalla in cui sono stata costretta a darmi ai misti per non forzare sempre sullo stesso movimento, sono anche migliorata parecchio cronometricamente...è nata una nuova dorsista!!! :D:D Ho sempre invidiato ed ammirato i dorsisti che trovo bellissimi proprio anche esteticamente nel loro stile, ma ho sempre pensato che non sarei mai riuscita a nuotare un dorso decente e invece....qui mi dicono di sì!!!! :):) Ed ho un coach MOLTO severo!!!!!!!!:D Che mi ha fatto fare moltissimi esercizi sia per la gambata che per la bracciata e devo dire che hanno funzionato.
....Mmmmh...non è che sei un ranista per il fatto che puoi nuotare per parecchio a questo stile! La rana, se fatta bene, è il doppio faticosa dello stile libero! Sei un ranista se scivoli bene, ma la fatica c'è, eccome! :) Però a me dà più soddisfazione durar fatica e scivolare che stancarmi di meno e "stare ferma annoiata"....!!! :D Non farai mica come le "donnine" che dicono "io a rana non mi stanco mai" e poi le vedi lì a sguazzare come al mare??? Ci credo che non si stancano, fanno il bagno!!! :D A parte gli scherzi, fai bene a lavorare su questa cosa dello stile libero, è troppo importante nuotarlo bene, se migliori in quello potrai migliorare in tutto il resto. Non ti resta che insistere, provare e riprovare, vedrai che piano piano i progressi ci saranno, il lavoro paga sempre. Sì, nel dorso va meglio e direi che ultimamente, dopo un infortunio alla spalla in cui sono stata costretta a darmi ai misti per non forzare sempre sullo stesso movimento, sono anche migliorata parecchio cronometricamente...è nata una nuova dorsista!!! :D:D Ho sempre invidiato ed ammirato i dorsisti che trovo bellissimi proprio anche esteticamente nel loro stile, ma ho sempre pensato che non sarei mai riuscita a nuotare un dorso decente e invece....qui mi dicono di sì!!!! :):) Ed ho un coach MOLTO severo!!!!!!!!:D Che mi ha fatto fare moltissimi esercizi sia per la gambata che per la bracciata e devo dire che hanno funzionato.
modificato Apr 25 '13 a 11:58 pm
 
0
risposta
coach MOLTO severo!!!!!!!....ultimamente mi sono data al dorso... non staro' mica parlando con la versione simpatica di Federica Pellegrini...?!?!?:p:)
coach MOLTO severo!!!!!!!....ultimamente mi sono data al dorso... non staro' mica parlando con la versione simpatica di Federica Pellegrini...?!?!?:p:)
modificato Apr 26 '13 a 11:00 am
 
0
risposta
....il mio primo istruttore, in un'altra piscina ed in un altra città, lui che li è un istituzione ed universalmente riconosciuto come "il più bravo" mi disse, sei un ranista! Effettivamente non ho mai avuto difficoltà e qua mi fanno solo qualche piccolissimo appunto sulla tecnica. Il problema, e la cosa che non mi garba, e che non scivolo tantissimo quindi sono lento (50sec sui 50m) ma a rana, potrei veramente nuotare per parecchio. Quindi anche se sono più "somaro" e meno tecnico, anche se la garbata non è né potente ne naturale, cerco di migliorare a stile. wow Elemaster, questa sera mi hai proprio rinfrancato :D anni e anni senza risolvere per bene il problema...ed il che volevo vedere il miglioramento da un mese all'altro! Hai ragione comunque, lo stile a cui mi avvicinò di più e FROG ma una cosa ti chiedo, hai beccato le mie esatte sensazioni quando dicevo "mi dimentico" però ne dorso va meglio! Nel senso che la garbata è più efficace e spontanea che nello stile...per te è lo stesso??!? ciaoo incredibile ho lo stesso identico problema. Le gambe non spingono. a rana sono una bestia: potrei nuotare per ore senza stancarmi! Solo con le pinne (uso le corte) riesco ad avere spinta. il punto è che mi stanco così tanto senza pinne che mi peggiora la tecnica delle braccia. Chi non ha questo problema non può capire il senso di frustazione!!
....il mio primo istruttore, in un'altra piscina ed in un altra città, lui che li è un istituzione ed universalmente riconosciuto come "il più bravo" mi disse, sei un ranista! Effettivamente non ho mai avuto difficoltà e qua mi fanno solo qualche piccolissimo appunto sulla tecnica. Il problema, e la cosa che non mi garba, e che non scivolo tantissimo quindi sono lento (50sec sui 50m) ma a rana, potrei veramente nuotare per parecchio. Quindi anche se sono più "somaro" e meno tecnico, anche se la garbata non è né potente ne naturale, cerco di migliorare a stile. wow Elemaster, questa sera mi hai proprio rinfrancato :D anni e anni senza risolvere per bene il problema...ed il che volevo vedere il miglioramento da un mese all'altro! Hai ragione comunque, lo stile a cui mi avvicinò di più e FROG ma una cosa ti chiedo, hai beccato le mie esatte sensazioni quando dicevo "mi dimentico" però ne dorso va meglio! Nel senso che la garbata è più efficace e spontanea che nello stile...per te è lo stesso??!? ciaoo incredibile ho lo stesso identico problema. Le gambe non spingono. a rana sono una bestia: potrei nuotare per ore senza stancarmi! Solo con le pinne (uso le corte) riesco ad avere spinta. il punto è che mi stanco così tanto senza pinne che mi peggiora la tecnica delle braccia. Chi non ha questo problema non può capire il senso di frustazione!!
modificato Oct 3 '14 a 5:03 pm
 
0
risposta
Lo dico e lo ripeto ( anche se quasi nessuno é d'accordo con me ): la gambata a stile non ha niente a che vedere con la gambata a dorso; sono 2 tecniche completamente diverse. Sono un dorsista da sempre ( anche se fino a 3 anni fa " a mia insaputa " ) e nessun allenatore é mai riuscito nel tempo a farmi battere le gambe a stile in maniera decente. In realtá anche oggi, quando nuoto a stile, la mia gambata risulta inevitabilmente ne' piú e ne' meno di un leggero frullío , come ali di farfalla e nulla piú (anche sugli scatti brevi, non solo sul fondo)...invece la mia gambata a dorso é potentissima , efficiente e instancabile....ed é stato cosí da sempre, istintivamente, naturalmente. @Sì, nel dorso va meglio e direi che ultimamente, dopo un infortunio alla spalla in cui sono stata costretta a darmi ai misti per non forzare sempre sullo stesso movimento, sono anche migliorata parecchio cronometricamente...è nata una nuova dorsista!!! :D:D Ho sempre invidiato ed ammirato i dorsisti che trovo bellissimi proprio anche esteticamente nel loro stile, ma ho sempre pensato che non sarei mai riuscita a nuotare un dorso decente e invece....qui mi dicono di sì!!!! :):) Ed ho un coach MOLTO severo!!!!!!!!:D Che mi ha fatto fare moltissimi esercizi sia per la gambata che per la bracciata e devo dire che hanno funzionato. benvenuta nello stile dei belli , bella Elena !:cool:
Lo dico e lo ripeto ( anche se quasi nessuno é d'accordo con me ): la gambata a stile non ha niente a che vedere con la gambata a dorso; sono 2 tecniche completamente diverse. Sono un dorsista da sempre ( anche se fino a 3 anni fa " a mia insaputa " ) e nessun allenatore é mai riuscito nel tempo a farmi battere le gambe a stile in maniera decente. In realtá anche oggi, quando nuoto a stile, la mia gambata risulta inevitabilmente ne' piú e ne' meno di un leggero frullío , come ali di farfalla e nulla piú (anche sugli scatti brevi, non solo sul fondo)...invece la mia gambata a dorso é potentissima , efficiente e instancabile....ed é stato cosí da sempre, istintivamente, naturalmente. Sì, nel dorso va meglio e direi che ultimamente, dopo un infortunio alla spalla in cui sono stata costretta a darmi ai misti per non forzare sempre sullo stesso movimento, sono anche migliorata parecchio cronometricamente...è nata una nuova dorsista!!! :D:D Ho sempre invidiato ed ammirato i dorsisti che trovo bellissimi proprio anche esteticamente nel loro stile, ma ho sempre pensato che non sarei mai riuscita a nuotare un dorso decente e invece....qui mi dicono di sì!!!! :):) Ed ho un coach MOLTO severo!!!!!!!!:D Che mi ha fatto fare moltissimi esercizi sia per la gambata che per la bracciata e devo dire che hanno funzionato. benvenuta nello stile dei belli , bella Elena !:cool:
modificato Oct 4 '14 a 3:01 pm
 
0
risposta
( anche se quasi nessuno é d'accordo con me ): la gambata a stile non ha niente a che vedere con la gambata a dorso; ! E io invece sono d'accordo. Sono due sistemi propulsivi completamente differenti,sia biomeccanicamente sia come trasferimento della forza in acqua.
( anche se quasi nessuno é d'accordo con me ): la gambata a stile non ha niente a che vedere con la gambata a dorso; ! E io invece sono d'accordo. Sono due sistemi propulsivi completamente differenti,sia biomeccanicamente sia come trasferimento della forza in acqua.
modificato Oct 4 '14 a 4:20 pm
 
0
risposta
E io invece sono d'accordo. Sono due sistemi propulsivi completamente differenti,sia biomeccanicamente sia come trasferimento della forza in acqua. evviva ! grazie , Stefano !
E io invece sono d'accordo. Sono due sistemi propulsivi completamente differenti,sia biomeccanicamente sia come trasferimento della forza in acqua. evviva ! grazie , Stefano !
modificato Oct 5 '14 a 3:24 pm
 
0
risposta
La gambata a stile non può essere uguale a quella dorso. Intanto è al contrario...e poi si spinge con la pianta e non con il collo del piede...secondo me poi è una gambata più efficace,non saprei dire perchè ma mi dà l'idea di una maggiore propulsività. E secondo me è più facile da imparare e correggere. bierre
La gambata a stile non può essere uguale a quella dorso. Intanto è al contrario...e poi si spinge con la pianta e non con il collo del piede...secondo me poi è una gambata più efficace,non saprei dire perchè ma mi dà l'idea di una maggiore propulsività. E secondo me è più facile da imparare e correggere. bierre
modificato Oct 5 '14 a 7:05 pm
 
0
risposta
La gambata a dorso sviluppa una velocità maggiore di quella a crawl. Anche il pinneggio a delfino è più veloce supini invece che proni,e anche i delfini quelli veri al mare vanno più veloci a pancia in su che in giù,arrivando a oltre i 50 km orari. Non ne sono sicuro ma sospetto che il motivo sia da ricercare nel fatto che applicando forza verso il basso si incontra una resistenza inferiore che applicandola verso l'alto e l'effetto propulsivo è maggiore.
La gambata a dorso sviluppa una velocità maggiore di quella a crawl. Anche il pinneggio a delfino è più veloce supini invece che proni,e anche i delfini quelli veri al mare vanno più veloci a pancia in su che in giù,arrivando a oltre i 50 km orari. Non ne sono sicuro ma sospetto che il motivo sia da ricercare nel fatto che applicando forza verso il basso si incontra una resistenza inferiore che applicandola verso l'alto e l'effetto propulsivo è maggiore.
modificato Oct 5 '14 a 9:10 pm
 
0
risposta
Veramente e' il contrario: verso il basso la resistenza e' maggiore e piu' sei a fondo piu' e' meglio. Io comunque resto dell'idea che e' perche' a dorso si spinge sia in su che in giu'. bierre
Veramente e' il contrario: verso il basso la resistenza e' maggiore e piu' sei a fondo piu' e' meglio. Io comunque resto dell'idea che e' perche' a dorso si spinge sia in su che in giu'. bierre
modificato Oct 6 '14 a 12:02 pm
 
0
risposta
La sensazione che ho io é che quando nella gambata a dorso il piede spinge in giú il nuotatore ne ricava una spinta ascensionale, quando invece il dorso del piede spinge in sú si produce un effetto propulsivo...e le 2 spinte in qualche modo si sommano, risultando indiscutibile la maggior efficienza rispetto alla gambata a stile.
La sensazione che ho io é che quando nella gambata a dorso il piede spinge in giú il nuotatore ne ricava una spinta ascensionale, quando invece il dorso del piede spinge in sú si produce un effetto propulsivo...e le 2 spinte in qualche modo si sommano, risultando indiscutibile la maggior efficienza rispetto alla gambata a stile.
modificato Oct 6 '14 a 3:01 pm
 
0
risposta
Penso che la sensazione di marimba sia corretta. E trova conferma se si considera il sistema di propulsione dei delfini (quelli veri). La spinta infatti avviene durante la spinta verticale verso l'alto della pinna,mentre verso il basso eseguono soltanto un recupero passivo. E questo avviene sia che stiano in posizione prona sia in posizione supina,e quest'ultima permettendo un utilizzo dei muscoli più forti in una situazione più favorevole permette anche una velocità maggiore rispetto alla posizione prona. Se fosse più proficuo penso che applicherebbero il sistema inverso.
Penso che la sensazione di marimba sia corretta. E trova conferma se si considera il sistema di propulsione dei delfini (quelli veri). La spinta infatti avviene durante la spinta verticale verso l'alto della pinna,mentre verso il basso eseguono soltanto un recupero passivo. E questo avviene sia che stiano in posizione prona sia in posizione supina,e quest'ultima permettendo un utilizzo dei muscoli più forti in una situazione più favorevole permette anche una velocità maggiore rispetto alla posizione prona. Se fosse più proficuo penso che applicherebbero il sistema inverso.
modificato Oct 6 '14 a 11:32 pm
 
0
risposta
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza