Corsia4 Forum

Una piattaforma di emergenza per continuare a scambiare messaggi!

Accesso non effettuato.

#1 Re: Eventi » Il 2024 tra le corsie » Ieri 15:01:50

Grazie Nuotofan!!

Ho visto i convocati per il 7 colli: non vedo nomi come Codia e Detti... Andranno a Belgrado a fare l'europeo?

Trials americani dal 15 al 23? 9 giorni? non seguono il programma olimpico come sempre?

Comunque in quelle 2 settimane grande scorpacciata di nuoto (io ci metto pure gli europei di serie C).. Forse pure troppo. Preferisco che gli eventi siano più diluiti nel tempo per aver più settimane a disposizione per poter parlare di nuoto.

#2 Re: Eventi » Il 2024 tra le corsie » 21-05-2024 23:53:08

Ciao ragazzi, come va?

Avete visto Estatina? wink

Io purtroppo no sad ... purtroppo ho seguito poco nuoto da dopo il mondiale, a causa del concorso scuola che mi sta uccidendo. Però mi hanno dato le date in cui farò gli orali e fortunatamente  ho tempo e dunque posso ridedicarmi un pochetto al nuoto, anzi... non vorrei perdermi più nulla da qui a Parigi.

Ho recuperato qualche risultato e letto velocemente qualche vostra discussione ma non ho letto proprio tutto. La prima cosa che mi è interssato vedere è la situazione nei 100 stile e mi pare che dopo i trials Canadesi, nipponesi e britannici la nostra staffa se la gioca alla grande con loro. Dei più recenti trials canadesi non ho capito che gare farà estatina, ho visto una Masse terza incomoda nei 100 dorso e un Liendo che va alla ricerca di una medaglia (anche molto pesante) nei 100 farfalla. Pickrem ottima ma rischia di arrivare quarta a Parigi nonostante un 2.07. Buona 4x100 stile uomini ma non credo da podio mentre occhio alla 4x200 donne; per metà possono pure provare a sfidare le usa per l'argento, attendendo di vedere se lo scandalo doping ridimensionerà un pochetto la cina.

E visto che non voglio perdermi più nulla da qui a Parigi vi chiedo com'è il calendario da qui al sette colli, sono quasi certo che ci saranno i trials aussie, francesi e ovviamente americani ma forse manca anche qualche altra nazione? germania? Brasile? Svezia, Olanda, Danimarca hanno già selezionato? Spagna e Svizzera?

#3 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 18-02-2024 21:59:45

Sono veramente contento (più che della medaglia) del tempo di Sara Franceschi (per cui sapete ho un debole). 4.37 dopo le settimane perse in pieno inverno e dopo aver caricato tanto in sud africa fino a 2 settimane fa sono una grande iniezione di fiducia per Parigi. Se lavora con continuità in questi mesi e si presenta a Parigi con una condizione tale da ritoccare i suoi primati personali, potrebbe regalarsi due belle finali che non sono poco per il nostro movimento, soprattutto per quello femminile. Ho ripetuto più volte che, a mio parere, per misurare la forza di un movimento, non basta contare le medaglie (magari portate in dote da un'unica atleta) ma bisgona anche valutare il numero di atleti qualificati al pomeriggio di gare e il numero di finali ottenute. E lei può portare (con due finali) un contributo importante per cercare di eguagliare l'ottima spedizione di Tokyo come dovrebbe fare una nazionale che può schierare il miglior talento natatorio che la sua storia abbia conosciuto.

Per il numero complessivo di medaglie a Parigi dipenderà tutto proprio da lui... E diciamoci la verità una volta per tutte: se invece di Thomas si chiamasse Tom Jr, se fosse nato in Ohio invece che nella provincia veneta e se studiasse e nuotasse per Arizona State, a Parigi farebbe dalle 4 alle 5 gare individuali. Quali sceglietele un po' voi, ce ne sarebbero tante da pescare dal mazzo.

#4 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 17-02-2024 17:56:36

Fermi tutti... ho avuto una profezia in stile pendolino di Maurizio Mosca: 50.88 al lancio di Ceccon e a delfino rispolveriamo un buon Mattia Nalesso.

A parte gli scherzi, il discorso per me è semplice: il tuo numero uno sia a dorso che a delfino è Ceccon, il secondo che ha il minor differenziale di tempo rispetto a lui (Lamberti a dorso? Burdisso a delfino?) lo schieri e Ceccon va tappare il buco dove serve.
Certo, ci vorrebbe un dorsista da 53.0 che in realtà potenzialmente ce l'avevamo anche e sarebbe ancora nell'età giusta per partecipare alle olimpiadi ma i vari problemi fisici lo hanno costretto a ritirarsi o almeno io non l'ho più in vasca dunque presumo si sia ritirato.

L'unico dubbio potrebbe essere quella di considerare più conveniente partire davanti a tutti (e spesso pure noi abbiamo detto che il dorso è la frazione chiave della mista) e Ceccon è l'unico nell'intera penisola che ti può garantire quello, quindi io credo sarà meglio partire con lui a dorso. Il problema è che in questo momento abbiamo 3 frazioni forse addirittura da oro ma  una quarta veramente deficitaria per questo dico che un talento come Ceccon non può rinunciare ad una gara individuale per una staffetta così incerta.

Cioè, signori, ci rendiamo conto che Ceccon è il talento più puro e cristallino che abbiamo mai avuto in Italia; se non le fa lui tre gare in un'olimpiade allora non le può fare nessuno. Ma poi... ad oggi le due gare più importanti per lui a Parigi saranno i 100 dorso e la 4x100 stile (la vera staffetta su cui dobbiamo puntare ad andare a podio) che vengono ad inizio programma. Fosse stato il contrario (ossia prima i 100 stile e i 100 delfino) avrei avuto anche io qualche remora ma visto che le sue gare arrivano subito, fare 100 stile e 100 farfalla non inficerà minimamente sulle sue gare.

Quindi tra due settimane voglio vederlo fare una capatina di una mezzoretta a riccione per nuotare i TL di 100 fa e 100 sl e tornarsene a Verona in serata stessa. Poi oh, se a Parigi l'evoluzione delle gare farà sì che si possano aprire scenari interessanti per la mista, potrà sempre rinunciare a una delle due gare extra per concetrarsi sulla steffetta ma per l'amor di Dio, non voglio vedere uno come Ceccon finire l'olimpiade il terzo giorno di gare.

#5 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 16-02-2024 22:32:02

pot ha scritto:

A Parigi verrà sancito definitivamente il sorpasso cinese su americani e australiani, ma fra 4 anni saranno imprsndibili, a meno che non ritornino a concentrarsi in toto sul ping pong smile


Mi pare un po' azzardato prevedere un sorpasso Cina a Parigi. Al momento sono 5 le gare in cui i cinesi possono giocarsi l'oro. Anche vincendo tutte e 5 le gare non credo che con 5 ori si possa vincere il medagliere del nuoto.

Inoltre gli USA sono perfettamente in linea per vincere oltre 20 medaglia cosa veramente improbabile per la Cina.

La miglior olimpiade cinese per ora è stata Londra 2012 dove hanno chiuso al secondo posto il medagliere con 5 ori 2 argenti e 3 bronzi. Medaglie tot: 10

Io dubito riusciranno a fare meglio a Parigi

E mi ricordo che già a Londra si paventava di questo sorpasso cinese nei confronti di USA e Australia poi nelle due olimpiadi successive hanno vinto in totale tra Rio e Tokyo 4 ori, 4 argenti e 4 bronzi per un totale di 12 medaglie.

In realtà un sorpasso cinese c'era già stato nel 94 poi ridimensionato dallo scandalo doping che falcidiò quella nazionale.

Comunque, io sono da sempre un sostenitore di una maggior redistribuzione delle medaglie a più nazioni possibili, quindi ben venga un calo USA e Australia, basta che appunto il loro posto non venga preso dalla Cina, cosa di cui per ora si può solo ipotizzare che avvenga in un futuro forse nemmeno così prossimo.

#6 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 16-02-2024 19:47:17

Panda, uomo da staffetta

primo 1.46 per Ragaini, nel complesso dignitosa la nostra staffetta. Obiettivo per l'olimpiade; centrare la finale

#7 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 16-02-2024 01:29:07

nuotofan ha scritto:

1)
Quindi, caro Johnny, Pan non ha già vinto l'oro olimpico nei 100 (lo so che ne sei convinto anche tu adesso), tutt'altro, e sarà una stagione da vivere giorno per giorno prima dei turni dei 100 olimpici che saranno letteralmente spettacolari, soprattutto le semifinali.


In realtà il mio messaggio era una super gufata smile  perché a Parigi i miei favori vanno a Popovici e basta. A meno che... chi sappiamo noi si decida a disputarli alle olimpiadi.

#8 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 15-02-2024 19:20:28

EdmondDantes ha scritto:
Johnny Utah ha scritto:

Argento per Mirex che a 10 metri dal tocco era pure oro ma il cinese ha avuto una miglior parte finale. Cinese ridimensionato rispetto alla staffetta a 47.53, forse anche in calando di condizione.

Miressi non è contento del tempo, 47.72 ma francamente la continuità con cui da novembre sta costantemente nuotando sotto i 48 è veramente positiva e incoraggiante. Lui fa bene ad avere ambizioni di medaglia olimpica individuale ma per me è durissima. Io gli chiedo solo di buttare 2-3 decimi a questo crono in apertura di staffetta a Parigi. Gara comunque con una densità elevatissima, segno che tra poco diventerà abituale nuotare 47 basso per essere competitivo nei 100.

Tra l'altro questa è la sua 24esima nuotata sotto i 48 secondi, che dovrebbe essere il record al pari di Dressel (Popovici dovrebbe stare a quota 23)


Sicuramente un dato statistico interessante. Sappiamo anche di questi sub 48 di Miressi siano stati nuotati in Inverno/primavera? SEcondo me non molti tolti quelli di questa stagione

#9 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 15-02-2024 19:14:25

Beh... Se Foster non vince nemmeno quando manca Marchand, ciao.

Razzetti al bronzo in 1.57.4. Passaggio contenuto e ottimo stile libero finale. Con il tempo di novembre sarebbe stato campione del mondo; credo un mix di cose. Si sono fatti sentire questi tre giorni con 3 turni di 200 farfalla e 3 turni di 200 misti e poi credo proprio non abbia la condizione di novembre. Il gruppo di Franceschi fino a 10 giorni fa era in sud africa a lavorare sodo.

#11 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 15-02-2024 18:39:18

Argento per Mirex che a 10 metri dal tocco era pure oro ma il cinese ha avuto una miglior parte finale. Cinese ridimensionato rispetto alla staffetta a 47.53, forse anche in calando di condizione.

Miressi non è contento del tempo, 47.72 ma francamente la continuità con cui da novembre sta costantemente nuotando sotto i 48 è veramente positiva e incoraggiante. Lui fa bene ad avere ambizioni di medaglia olimpica individuale ma per me è durissima. Io gli chiedo solo di buttare 2-3 decimi a questo crono in apertura di staffetta a Parigi. Gara comunque con una densità elevatissima, segno che tra poco diventerà abituale nuotare 47 basso per essere competitivo nei 100.

#12 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 15-02-2024 01:40:05

nuotofan ha scritto:
Johnny Utah ha scritto:

Peccato gli ultimi 70 metri di Gregorio ma quello che avete detto su Martinenghi, credo possa valere anche per lui da quello che si è potuto sentire nell'intervista. Io credo che Greg una medaglia a Parigi (vasca lunga o acque libere) la porterà a casa.
Più in generale ci sono delle buone prestazioni cronometriche da parte dei nostri e delle controprestazioni piuttosto nette, soprattutto da quegli atleti/atlete che erano andati abbastanza bene agli assoluti di fine novembre. E d'altronde pensare che potessero trovare di nuovo una buona condizione 2 mesi dopo, non penso fosse realistico. Col rischio (spero di sbagliarmi) di pregiudicare pure gli assoluti primaverili e dunque l'intera stagione. Vero che stiamo parlando di seconde linee però sono sempre più convinto che si sarebbe dovuti venire a Doha solo con le punte.
Razzetti era uno di quelli che a Riccione era andato molto bene  e il fatto che stia riconfermandosi (l'unica eccezione con probabilmente Miressi, mentre Lamberti è in netto calo) con tempi di respiro internazionale è forse la prova più provata del suo definitivo salto di qualità. Non so se riuscirà a portare a casa la medaglia a Parigi, però penso che lo vedremo nella lotta.
A proposito di Miressi e i velocisti della 4x100. Io sono devo dire abbastanza soddisfatto. Io non ricordo a Febbraio/Marzo (diciamo primavera) avere tre atleti con questi crono:
47.8 (che può essere migliorato domani)
48.2
48.3
E se consideriamo che non abbiamo ancora visto il nostro migliore... I nostri staffettisti sono partiti col piede giusto. Provo a fare un pò di fantanuoto: presentarsi a Parigi con Miressi 47.5, Zazzeri 47.5 lanciato, Frigo 47.5 lanciato, Ceccon 47.0 lanciato, secondo me non è affatto utopia. Fa 3.09.5, secondo me li ci può stare la medaglia. Poi oh: se Usa, Australia, Cina e Gran Bretagna sapranno andare sotto il 3.09.5 tanto di cappello a loro.
Ultima considerazione su Razzetti: ma è proprio impossibile che non riesca  garantirci un 51.0 lanciato?

Delle nazioni più importanti, quelle nella top ten del nuoto mondiale, l'Italia ha presentato a Doha la squadra più numerosa e anche con più qualità.
Inoltre questi Mondiali permettevano agli atleti italiani di staccare i pass olimpici, oltre ad offrire una ghiotta opportunità di risultati prestigiosi vista la partecipazione - in generale - assai ridotta, quindi c'erano molte motivazioni per provare a fare bene, anticipando la condizione di forma ad un periodo (metà febbraio) in cui di solito ci si allena e basta.

Sarà interessante vedere che risultati verranno fuori agli Assoluti di marzo, anche da parte di quelli che non sono presenti a Doha e cercheranno lì la qualifica olimpica.

Per quanto riguarda le gare di questo Mondiale, temo che siano assai poco significative in funzione olimpica, perché quasi tutti i big o non sono venuti o le hanno interpretate come semplice tappa di passaggio.

Detto questo, è evidente che alcuni atleti azzurri stiano confermando l'ottimo inizio stagione, da Razzetti a Miressi (per lui la finale di domani sarà importante perché deve pensare di poter lottare per qualcosa di importante anche a livello individuale, perfino nel 100 di Parigi che si preannuncia di livello mai visto).

Razzetti nei 100 farfalla è arrivato terzo agli Invernali in 52.49 e ha un PB di 52.27. Non c'è dubbio che possa fare meglio, ma non è uno specialista dei 100: il suo delfino di grande ampiezza è ideale per i 200 farfalla ed i misti.
Nei 100 bisogna avere altre qualità esplosive, quelle che paradossalmente lo junior Razzetti aveva ma che non gli consentivano di chiudere bene il 200 misti (l'ho scritto tante volte: calava molto nella seconda parte di gara).
Per aumentare la tenuta Razzetti ha fatto un lavoro straordinario, veramente encomiabile (ricordo quando si sorbiva degli 800 e nuotava gare in sequenza) che ha dato grandi risultati, tanto che ora è molto forte anche nei 400 misti.
Però dovrebbe essere davvero ispirato per fare un parziale da 51.0 a delfino nella mista, anche perché la staffetta mista di Parigi verrebbe dopo tutte le sue gare individuali.
Certo che il problema del farfallista è evidente per una staffetta che può sempre contare sul CeM(ento) Ceccon-Martinenghi a dorso-rana e su un Miressi tornato Mir(abolante). Inserire un Razzo a farfalla sarebbe suggestivo dal punto di vista dei nickname; magari darebbe anche risultati insperati per chi, come me, guarda troppo gli aridi numeri.


Chiarisco: la mia domanda su Razzetti non era affatto tendenziosa. Anzi... non intendevo certo che sia scontato che Razzetti possa nuotare 51.0 lanciato. Era una domanda proprio per sottolineare il buco che abbiamo nella mista e a maggior ragione non vedo il motivo per Ceccon di rinunciare ad una gara individuale per preservarsi per una staffetta "zoppa".

Anche io tendo a guardare i numeri, forse sognandoci un po' sopra come ho fatto per i tempi ipotetici dei nostri staffettisti ma ripeto; mi sembrano essere partiti in questa stagione tutti e 4 con il piede giusto e i tempi che ho indicato oltretutto sono già stati nuotati in carriera da questi staffettisti.
E guardando i numeri, dico che a 3.09.5 ci può essere la medaglia perché sono proprio le statistiche  che ce lo dicono. Dall'abolizione della gomma sotto questo crono ci sono andati solo:

Gwangju 2019 - USA 3.09.06
Tokyo 2021 - USA 3.08.97
Budapest 2022 - USA 3.09.34

Ma c'è di più, non sono nemmeno tante le staffette che hanno infranto la barriera del 3.10:

Londra 2012 - FRANCIA 3.09.93
Rio 2016 - USA 3.09.92
Gwangju 2019 - RUSSIA 3.09.97

Lo so che non è semplice confrontare crono vecchi anche di 12 anni visto che il nuoto è uno sport ancora in forte progresso cronometrico, però le statistiche ci dicono che con un crono di 3.09.5 le probabilità di vincere una medaglia sono alte. L'obiettivo per i nostri è nuotare quel crono, poiché è un tranguardo potenzialmente raggiungibile. Poi se a Parigi troveremo 3 o 4 nazioni che nuoteranno sotto il 3.09.5 e ci relegheranno alla medaglia di legno o di cartone, ci toglieremo il cappello e faremo loro i complimenti ma quel crono deve essere l'obiettivo.

#13 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 14-02-2024 22:11:13

Lety ha scritto:
Johnny Utah ha scritto:
xman ha scritto:

...
Prova sontuosa di Quadarella nei 1500, schianta Li e Gose, rivali dirette per il podio olimpico. Non c'era la Pallister e la Grimes a Parigi non sarà affaticata dal fondo (che ai Giochi segue la vasca) oltre all'assenza di chi sappiamo bene, però possiamo nutrire ottimismo.
...

No, io non lo so, sono rimasto indietro. Chi è l'assenza?

Ledecky

Cioè? Cosa mi sono perso?


Comunque tornando a ciò che si è visto oggi e in generale in queste giornate:

Peccato gli ultimi 70 metri di Gregorio ma quello che avete detto su Martinenghi, credo possa valere anche per lui da quello che si è potuto sentire nell'intervista. Io credo che Greg una medaglia a Parigi (vasca lunga o acque libere) la porterà a casa.

Più in generale ci sono delle buone prestazioni cronometriche da parte dei nostri e delle controprestazioni piuttosto nette, soprattutto da quegli atleti/atlete che erano andati abbastanza bene agli assoluti di fine novembre. E d'altronde pensare che potessero trovare di nuovo una buona condizione 2 mesi dopo, non penso fosse realistico. Col rischio (spero di sbagliarmi) di pregiudicare pure gli assoluti primaverili e dunque l'intera stagione. Vero che stiamo parlando di seconde linee però sono sempre più convinto che si sarebbe dovuti venire a Doha solo con le punte.
Razzetti era uno di quelli che a Riccione era andato molto bene  e il fatto che stia riconfermandosi (l'unica eccezione con probabilmente Miressi, mentre Lamberti è in netto calo) con tempi di respiro internazionale è forse la prova più provata del suo definitivo salto di qualità. Non so se riuscirà a portare a casa la medaglia a Parigi, però penso che lo vedremo nella lotta.

A proposito di Miressi e i velocisti della 4x100. Io sono devo dire abbastanza soddisfatto. Io non ricordo a Febbraio/Marzo (diciamo primavera) avere tre atleti con questi crono:
47.8 (che può essere migliorato domani)
48.2
48.3

E se consideriamo che non abbiamo ancora visto il nostro migliore... I nostri staffettisti sono partiti col piede giusto. Provo a fare un pò di fantanuoto:

presentarsi a Parigi con Miressi 47.5, Zazzeri 47.5 lanciato, Frigo 47.5 lanciato, Ceccon 47.0 lanciato, secondo me non è affatto utopia. Fa 3.09.5, secondo me li ci può stare la medaglia. Poi oh: se Usa, Australia, Cina e Gran Bretagna sapranno andare sotto il 3.09.5 tanto di cappello a loro.

Ultima considerazione su Razzetti: ma è proprio impossibile che non riesca  garantirci un 51.0 lanciato?

#14 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 14-02-2024 21:10:09

xman ha scritto:
nuotofan ha scritto:

ottimo titolo per la Curzan con un crono (58.29) che perfino Sacchi ha giudicato degno lol


...
Prova sontuosa di Quadarella nei 1500, schianta Li e Gose, rivali dirette per il podio olimpico. Non c'era la Pallister e la Grimes a Parigi non sarà affaticata dal fondo (che ai Giochi segue la vasca) oltre all'assenza di chi sappiamo bene, però possiamo nutrire ottimismo.
...

No, io non lo so, sono rimasto indietro. Chi è l'assenza?

#15 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 12-02-2024 18:32:17

Lamberti c'ha provato; è passato più forte ma la classica coperta corta gli ha presentato il conto negli ultimi 15 metri. 53.89 per lui. Spero possa nuotare qualche decimo meglio nella mista.

Oddio... alla fine solo un decimo più forte è passato rispetto alla mattinata, tanto è bastato però

#16 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 12-02-2024 18:25:37

Cosa è appena successo? Armstrong è in corsia 4 e nuota 53.04 ma la corsia non era la sua.

#17 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 12-02-2024 18:22:24

Mettiamola così: Nicolò era partito questo autunno nuotando 59 alto e lasciando qualche perplessità. Lo troviamo 3-4 mesi dopo nuotare 58 alto. L'ultimo step è nuotare 57 alto a Parigi e prendersi una medaglia

Sono veramente felice del titolo vinto dalla Kohler. Spero sia un segnale per l'intero movimento tedesco che ha passato 15 anni di crisi profonda soprattutto in quelle che erano le loro specialità storiche, la velocità a delfino e stile libero. Il nuoto europeo ha bisogno di ritrovare un movimento tedesco forte e in salute.

#18 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 12-02-2024 00:49:47

Congratulazioni a Pan Zhanle per la vittoria dell'oro olimpico.

Capitolo italia: credo che Conte Bonin si sia guadagnato il biglietto per Parigi come staffettista.

#19 Re: Eventi » Doha, un Mondiale a Carnevale » 11-02-2024 15:23:27

Appena finito di vedere le batterie (non potrò mai vederle in diretta):
mattinata interlocutoria come si addice ad un mondiale in maschera, quindi aspettiamo il pomeriggio.

Di certo possiamo dire non bene De Tullio, La Quintana

In realtà pensavo ad un livello ancor più modesto, invece qualche grande nome c'è. Anche gli USA che pensavo si presentassero solo con i rookies, invece hanno Curzan, Douglass, Fink, Armstrong e Foster oltretutto autora di una ottima frazione di staffetta.

A proposito di staffetta: io non so chi possano inserire gli americani (perché non so chi abbiano portato) però l'italia penso possa giocarsi l'oro che sarebbe storico. Ahimé con una valenza tecnica inferiore per via delle tante assenze per cui ciò che mi interessano sono i tempi in vista per Parigi e devo dire che già al mattino i nostri sono andati piuttosto bene. 48.33 di Zazzeri è veramente un buon crono, anche Conte Bonin non è andato male e poi solido Miressi.
A proposito di Zazzeri: si dice dispiaciuto per aver sfiorato il TL per Parigi; so bene che il regolamento di qualificazione olimpica di che i crono ottenuti qui a Doha andranno incrociati con quelli degli assoluti del prossimo mese ma Zazzeri mi è sembrato dire "ok, lo nuoto qui e mi qualifico per la gara individuale olimpica". Niente di male eh, ma questo mi porta a ragionare sul grande assente della nazionale azzurra:

ma quindi Ceccon ha ufficialmente rinunciato ai 100 stile olimpici?

Davvero a Parigi vedremo un talento come Ceccon solo nei 100 dorso e nelle staffette?

Io continuo a pensare che sia uno spreco. Continuo a pensare che debba fare 3 gare individuali ma rispetto a qualche mese fa ho cambiato idea su quali gare debba partecipare: oggi penso che debba gareggiare nei 100 dorso, 100 stile e 100 farfalla.

Lo so, lo so che in molto di voi (e anche all'interno della nazionale), pensano che tre gare possano pregiudicare la condizione in vista della staffetta mista ma ad oggi la nostra mista è forse per 3/4 da oro ma ha un buco spaventoso a Delfino che al momento pregiudica qualsiasi ipotesi di medaglia a meno di suicidi di Cina, Usa o Australia che al momento ci sono superiori. Ne vale la pensa rinunciare ad una gara individuale per una incerta mista?

#20 Re: Eventi » Il 2024 tra le corsie » 10-02-2024 21:40:34

Qui con voi per seguire questo mondiale carnevalesco.

Obiettivo; bei crono. L'avete vista estatina?


Non lo apriamo un bel thread specifico? O non l'ho visto io?

#21 Re: Eventi » Il 2023 tra le corsie » 02-12-2023 22:55:28

Grazie Nuoto per i tuoi splendidi report. Vorrei tornare su ciò che hai detto di Estatina. Non ho capito se questa "poca gioia nel nuotare" sia trapelata da qualche sua dichiarazione...

Ammetto che non ho seguito molto le sue apparazioni sportive da dopo il mondiale, dunque magari mi era sfuggita qualche sua dichiarazione...

#22 Re: Eventi » campionati italiani 28-30 novembre riccione » 01-12-2023 20:21:14

Ho sentito l'intervista in diretta e mi sono parse le solite frasi di circostanza. Spero anche io non si faccia l'errore di esaltarsi per le medaglie mondiali. Io guarderò solo i crono o comunque principlamente i crono...

Ci eravamo lasciati dopo fukuoka con una considerazione: a 12 mesi dalle olimpiadi le gare individuali in cui provare a prendere una medaglia a Parigi sarebbero state i 100 dorso maschili, i 100 rana maschili, i 1500 stile femminili (dunque le medaglie individuali prese in giappone nelle gare olimpiche) e i 1500 stile maschili per stima e riconoscenza nei confronti di Greg. Da ieri ne dobbiamo aggiungere un'altra perché se Razzetti non è il favorito per il bronzo nei 400 misti, ha comunque posto la sua candidatura come outsider. I favoriti naturali per il bronzo dovrebbero essere Seto e Kalisz che però cominciano ad avere qualche primavera di troppo sulle pinne. Aspettando la primavera e i crono che arriveranno dai vari trials, per ora la griglia di partenza dei 400 misti la imposterei così:

Pole position Marchand e a completare la prima fila Foster
Seto e Kalisz in seconda fila per il bronzo
In terza fila aspettando il passo falso di qualcuno davanti: Razzetti, Clareburt e Smith

#23 Re: Eventi » campionati italiani 28-30 novembre riccione » 30-11-2023 00:28:20

Ciao a tutti;

purtroppo ieri non ho potuto guardare la vera prestazione super (per ora) di questi campionati ormai arrivati a 2/3 del programma, ovvero il record italiano di Razzetti. Francamente io non so come commentare questi campionati assoluti per l'anomalia che rappresentano perché io non ricordo un campionato italiano in vasca da 50 a fine novembre per di più qualificante le grande manifestazione estiva  che è distante ben 8 mesi, oltretutto con tempi limite veramente severi (per Parigi intendo). Il discorso è: magari un fuoriclasse come Ceccon o Paltrinieri, ti riescono a nuotare un TL "fuori stagione" e in condizione di forma precaria ma tutto il resto della nazionale, il grosso della nazionale che è fatta da buoni-ottimi atleti come ad esempio Zazzeri, Deplano, Ciampi, De Tullio etc come è possibile pretendere da loro un TL così severo con soli tre mesi (scarsi) di preparazione. Io credo ne fosssero e ne siano consapevoli gli stessi atleti e immagino abbiano preso questo campionato come una tappa di passaggio. Il punto però è che non riesco ancora a capire l'utilità di questo campionato italiano organizzato a fine Novembre. Ritengo sia stato fatto per garantire già la qualificazione a Parigi alle nostre punte di diamante che appunto sono in grado di nuotare un TL severo anche in condizioni non ottimali, in modo tale lasciare che affrontino come meglio credono il resto della preparazione per Parigi e in particolar modo quel periodo di tempo che va da fine Febbraio alla prima metà di marzo dove ci saranno i mondiali e gli assoluti primaverili che ritengo rimarrano il vero obbiettivo per tutto il resto degli atleti.

Quindi se possiamo considerare le qualificazioni dei nostri big, come gli obbiettivi di questo campionato italiano, vediamo come stanno andando le cose.

Ritengo che i big della nostra nazionale siano i seguenti: attenzione non sto dicendo che sono le nostre carte da medaglia a Parigi ma che sono quelli che hanno già nuotato tempi dal profondo respiro internazionale in tempi recenti (la scorsa estate). Dunque per me sono: Paltrinieri, Ceccon, Martinenghi, Razzetti, Miressi, Quadarella, Pilato, Franceschi.

Allora cominciamo dalle ragazze:

Franceschi: problemi alla spalla, dunque non ha gareggiato e se ne riparla tra febbraio e marzo
Quadarella: non ha ottenuto il pass ma credo che non avesse nemmeno tentato di cercarlo. Probabilmente punta ad ottenerlo a Doha.
Pilato: ottenuto

Ragazzi:

Paltrinieri: ottenuto
Ceccon: ottenuto
Razzetti: ottenuto
Martinenghi: non ottenuto
Miressi: vediamo domani

Tra le tre ragazze bene Pilato, la quadarella non mi preoccupa credo veramente abbia impostato la preparazione per Doha mentre la Franceschi è quella che già in principio dava meno certezze dunque la aspettiamo in primavera.

Tra i ragazzi, obbiettivo raggiunto per i primi tre. Sacchi è pronto a scommettere che domani MIRESSI strappa il pass mentre quello che veramente preoccupa è Martinenghi, vermaente una brutta nuotata e brutte sensazioni.

Un'altra preoccupazione la deve destare la situazione del delfino maschile in ottica staffetta mista. il 52.0 del mattino di Burdisso mi aveva fatto sperare in un sub 52 in finale ma invece si è peggiorato sensibilmente. Aspettiamo Febbraio per capire le reali possibilità della nostra mista ma con un delfino da 52 o Ceccon va sotto i 51 al lancio o siamo fuori gara. Inoltre potrebbe aggiungersi il problema Martinenghi.

Ricordo che dobbiamo ancora qualificare 5 staffette e ritengo ci siano le possibilità di qualificarle tutte e 5, anche quelle femminili, almeno quelle dello stile libero, visto i buoni 200 odierni e le prestazioni in questi giorni sia della Tarantino, sia della Morini in chiave 4x100.

Domani comunque attesa per i 400 misti per vedere se Razzetti ha fatto progressi anche qui, anche perché ritengo che questa sia eventualmente la gara dove provare a sognare un podio a Parigi.

In ultimo vi chiedo di Galossi. Ho visto che era iscritto ma non ha gareggiato. Possibile che sia passato da possibile crack a desaparecido?

#24 Re: Eventi » Il 2023 tra le corsie » 22-10-2023 00:45:16

Finalmente il lavoro mi lascia un po' di tregua e riesco a scrivere un piccolo pensiero su questo inizio di stagione; ho letto  i vostri post sui risultati dei giochi asiatici e sulle prime tappe di coppa del mondo, soprattutto quelli del grande nuotofan e avrei tante considerazioni da fare e in cui inserirmi ma ora non ho tempo. Voglio solo fare una piccola consierazione una domanda:

la considerazione è che il cammino delle punte italiane verso Parigi è iniziato abbastanza bene. Avete già parlato di Ceccon ma è stato anche un discreto Martinenghi. Loro due più Paltrinieri (perché un campione del genere non lo si può escludere a priori, soprattutto se si è solo ad inizio anno) sono le nostre speranze di medaglia individuale alle olimpiadi. Questo per quanto riguarda i maschi, il settore femminile invece sappiamo che sta attraversando un momento difficile. Dopo fukuoka  l'unica vera speranza di medaglia al femminile era la solita Quadarella nei 1500 stile libero. Dopo questo inizio di stagione forse c'è quanche possibilità in più per l'italia perché la Pilato per età e qualità natatoria è l'unica atleta donna azzurra che può fare quel salto prestativo che possa portarla a lottare per il podio. Ovvio che il crono nuotato oggi non è assolutamente sufficiente per lottare per il podio a Parigi però rappresenta un buon inizio di stagione, un buon segnale che quel salto prestativo necessario, possa concretizzarsi. Oltretutto, non vorrei sbagliare ma credo sia la prima volta che nuota nella stessa giornata sotto l'1.06 a distanza di poche ore.

La domanda che mi faccio e che vi pongo invece è: cosa voleva dire quel "no more 200 back" nella storia instagram di Ceccon ieri? Solo una boutade per sottolineare la fatica di aver nuotato un 200 dorso oppure significa veramente che non nuoterà i 200 dorso? Ho letto con attenzione le vostre discussioni su quale fosse la seconda gara che Ceccon dovrebbe portare alle olimpiadi. Sono molto d'accordo con Nuotofan, condivido tutte le sue considerazioni ma sono d'accordo anche con chi lo vorrebbe vedere nei 100. E infatti io sono forse l'unica persona in Italia che lo vorrebbe vedere in 3 distanze individuali a Parigi. Non credo sia un programma impossibile fare 100 dorso, 100 stile e 200 dorso. Le due gare probabilmente più importanti per Ceccon arrivano subito e sono la 4x100 stile e i 100 dorso, quindi anche non dovesse farcela a reggere una staffetta, 3 turni di 100 dorso, 3 turni di 100 stile e 3 turni di 200 dorso, le sue due gare principali arrivano subito e dunque a forze fresche e se poi dovesse implodere, pazienza, tanto i 100 dorso sarebbero già stati disputati.

#25 Re: Eventi » Campionati Mondiali di Fukuoka » 01-08-2023 16:27:06

nuotofan ha scritto:

Per la gioia del suo primo supporter, Johnny Utah, Sarah Sjostrom pensa non solo ai 100 stile libero per le Olimpiadi 2024, ma anche ai 100 farfalla https://www.swimmingworldmagazine.com/n … -in-paris/

In sintesi: se il fisico reggerà, sono praticamente certi i 50 e 100 stile libero nel suo programma gare olimpico, e la Sjostrom sta pensando anche ai 100 farfalla come terza gara individuale a Parigi 2024.

Due considerazioni:

1) E' un programma decisamente ambizioso per un'atleta che avrà superato la trentina a Parigi 2024, ma è all'altezza della sua grande carriera.

2) Questa stagione evidentemente è andata benissimo (le performance della Sjostrom ai Mondiali lo dimostrano) e le ha permesso di recuperare a livello fisico da qualche acciacco che le aveva consigliato di limitarsi ai 50 stile libero e farfalla a livello individuale.
La Sjostrom si propone quindi di riaumentare la quantità di lavoro da svolgere in preparazione per reggere i tre turni e ritornare ai massimi livelli nei 100 farfalla.
E' evidente che anche il crono non eccezionale con cui Zhang Yufei ha vinto i 100 farfalla a Fukuoka ha avuto un ruolo nelle rinnovate ambizioni della Sjostrom per una gara (i 100 farfalla) che le diede il primo titolo europeo a 14 anni (marzo 2008 ad Eindhoven, nonostante un arrivo di testa) ed il primo titolo Mondiale l'anno successivo a Roma. E poi un'infinità di altri titoli ed il WR ancora vigente.

Le mie emozioni sono contrastanti; da un loto sono contento della scelta dei 100 stile, dall'altro sono preoccupato della scelta dei 100 farfalla. Forse attratta da un mondiale senza picchi spaventosi nei 100 farfalla, questa gara rappresentano comunque un rischio per un'atleta che va per i 31, seppur formidabile. Che dire? speriamo bene

Capitolo ITALIA: forse andrò controcorrente ma secondo me questi (in termini di medaglia) sono stati mondiali oltre le più rosee aspettative. Non sto scherzando e non voglio difendere qualcuno, anzi rimango perplesso e preoccupato per alcune situazioni accadute a Fukuoka e di cui avete e abbiamo già parlato, però 6 medaglie dal mio punto di vista erano totalmente inaspettate. Nel primo post scritto a poche ore dall'inizio del mondiale, avevo parlato di 3 medaglie e nessun oro per l'italia. Nuotofan mi ha detto che ero troppo pessimista, forse intendeva un po' scaramantico e sull'oro probabilmente questa sua considerazione ci poteva stare, ma sul numero di medaglie ero assolutamente realista e ora vi spiego perché:

partiamo da Paltrinieri: già in inverno non è che avesse nuotato chissà quali tempi mostruosi, poi Sacchi ci dice che quest'anno ha diminuito i carichi per preservarsi e infine ho visto la 10 km. Io non gli davo speranze di medaglia vista la condizione che si era già intuita nella 10 km.
Ceccon; nei 50 c'ha davanti atleti più specialsiti di lui e in questa gara io la medaglia (che per altro non ha vinto nemmeno lo scorso anno) non gliela davo. I 50 farfalla sono una lotteria e la medaglia non era affatto certa, poi è arrivato addirittura l'oro ma tutt'altro che scontato. Infine i 100 dorso che era la gara in cui mi aspettavo la medaglia ma certamente non mi aspettavo un crono simile a quello dello scorso anno ma al massimo un 52 basso come poi è stato. E questo perché Ceccon era tutto l'anno che ripeteva che l'obbiettivo sono i giochi olimpici e che anzi si augurava di perdere qualche gara per non arrivare da strafavorito a Parigi. Non lo so, magari ho capito male io ma secondo me dalle sue parole si intuiva che non aveva lavorato come nel 2022 e che certi tempi non li avrebbe rinuotati quest'anno. Per questo non capisco le sue dichiarazioni sui suoi best. Ne ha fatto uno di suo best. Ceccon è un talento gigantesco, forse il talento migliore che sia mai nato in italia ma deve capire che è il momento di cominciare a fare le cose sul serio, di dimostrare tutto il suo valore, non di nuotare 53.8 in batteria rischiando di restare fuori  e sopra i 53 nella mista.

Martinenghi; anche qui massimo mi aspettavo una medaglia ma non due e non avrei saputo nemmeno dire se l'avrebbe vinta sui 100 o sui 50. È tutto l'anno che nuota lontano dai suoi best, agli assoluti viene battuto da Poggio (bravissimo, eh ma se il campione del mondo si fa battere significa che qualcosa non va) e nelle interviste dice che sta provando, sperimentando eccetera.

Tra le donne non mi aspettavo nessuna medaglia (e ne sono arrivate 2); la quadarella non nuotava questi tempi da anni (come da lei stesso ammessa) e mi ha piacevolmente sorpreso ma appunto non mi aspettavo che riscendesse su questi crono, per questo non la davo a medaglia. La Pilato con i problemi avuti quest'anno e con la maturità  non  la davo a medaglia  e infatti comunque il bronzo lo ha vinto con un tempo con cui non pensavo si potesse andare a medaglia.

dunque mi aspettavo 3 medaglie: 1 da Ceccon (100 dorso) 1 da Martinenghi (50 o 100 rana) e la terza medaglia me l'aspettavo dalla staffetta mista non certo dalla 4x100 stile che era la quarta o addirittura la quinta forza in campo.

Quindi dal mio punto di vista il bottino delle medaglie è comunque positivo. Ciò che non mi sono piaciute sono le dichiarazioni dei nostri post staffetta. Ripeto, spero siano intervenuti IMMEDIATAMENTE a spegnere l'incendio.

Per il prossimo anno:

a 12 mesi da Parigi e dopo aver visto  quello che è successo a fukuoka le gare da attenzionare più o meno non sono cambiate dal mio punto di vista, certamente il livello si è alzato ma non a tal punto da pregiudicare le aspettative azzurre in una determinata gara.

Anzi forse una gara in meno da aspettare con trepidazione per i nostri colori c'è e sono gli 800 stile dove penso che ormai, con l'esplosione di questi super 400isti, Paltrinieri sia tagliato fuori. E non solo per l'esplosione di Short e co ma anche perché a 30 anni, Greg dovrà centellinare ogni energia e dunque rinunciare a qualche gara e la distanza sacrificabile sono proprio gli 800.

Rimamendo comunque con paltrinieri io penso che qualche possibilità di giocarsi il podio il prossimo anno nei 1500 ce l'abbia ancora: Hafnaoui e Finke sono andati fortissimo ma l'obbiettivo di Paltrinieri credo sia stato sempre quello di battere il WR di Sun. Credo lavorerà per quello, poi se ci riuscirà è un altro discorso ma penso che con un tempo vicino o (possibilmente) poco meglio del sui record italiano ad oggi ci possa stare una medaglia a Parigi. Poi, se durante l'anno Wiffen nuota 14.29, Finke 14.28 e Hafnaoui 14.25, allora lì greg penso non possa arrivare o non possa più ambire di arrivare.

Ceccon; questo mondiale nulla cambia sulle sue ambizioni di podio e di oro a Parigi. È la nostra carta migliore; ad oggi, se sta bene, si allena e prepara bene, se è motivato, io penso che sarà durissima (kolesnikov compreso) per gli altri batterlo.

Martinenghi; anche lui ad oggi rimane una nostra possibilità di medaglia. È esploso di Qin ma ad oggi nessun altro avversario di Nicolò ha stampato tempi irraggiungibili, anzi, nemmeno il 56.6 di Qin è un tempo così impossibile, duro da raggiungere ma non impossibile come i crono di Peaty. La situazione dei 100 rana è comunque molto incerte; bisogna vedere come rientrerà Peaty (rienta, giusto?) come evolverà la carriera di Qin. È tutto ancora molto incerto ma rimane comunque per noi una gara importante.

Quadarella: sugli 800 stile credo non abbia possibilità di medaglia ma nei 1500 vista la concorrenza, se rinuota i tempi fatti a Fukuoka credo che la medaglia la possa prendere. ciò che mi preoccupa è che dietro la Ledecky c'è veramente tanto spazio e ho paura che ci sia più d'una nuotatrice che voglia inserirsi per approfittarne.

Pilato: al momento la pilato non la diamo tra le favorite per una medaglia nei 100 rana, però è giovane ed è il prospetto più interessante che abbiamo. A 18 anni si possono fare balzi prestativi enormi, quindi la ragazza è sicuramente da seguire attentamente. Dunque per ora non medaglia ma se c'è un nome che potrebbe esplodere il prossimo anno , questo è proprio quello della Pilato.

Capitolo staffette: ci sono solo due staffette ad oggi da medaglia: 4x100 stile e 4x100 mista.

Dunque le gare da circoletto rosso per l'italia, ad oggi sono:

100 dorso maschili
100 rana maschili
1500 stile libero maschili
1500 stile libero femminili
4x100 stile libero maschile
4x100 mista maschile

CAPITOLO MONDIALI DI DOHA

L'ideale sarebbe saltare i mondiali ma non avverrà. Il pericolo serio è quello di far scaricare troppe volte gli atleti durante l'anno e arrivare cotti a Parigi.

Io per risolvere l'inghippo proporrei una cosa che so già che non avrà i favori di nessuno qua dentro: innanzitutto a DOHA porterei chi ha partecipato a Fukuoka (quindi niente selezione per Doha) con la stessa distribuzione. Poi  quello che propongo è di "accorpare" mondiali e assoluti. Cosa significa: in pratica fare gli assoluti primaverili la settimana successiva a Doha, in modo da sfruttare i due eventi ravvicinati per far nuotare i  TL  per Parigi agli azzurri. In partica con un solo scarico si faranno due eventi, il mondiale e gli assoluti. So già cosa mi direte: mi direte che i nuotatori che andranno a Doha poi potrebbero arrivare stanchi agli assoluti e non perfomare adeguatamente. Per questo propongo che i tempi che verranno nuotati a Doha avranno valenza di qualificazione per Parigi. A questo punto allora mi obietterete che chi parteciperà a Doha è avvantaggiato perché ad esempio se Carraro e D'innocenzo nuotassero il TL per le olimpiadi, la Castiglioni non avrebbe alcuna possibilità di qualificarsi. Per questo propongo che a decidere chi andrà a parigi saranno i due migliori crono nuotati nelle due settimane tra doha e riccione. Ad esempio sempre rimanedo nei 100 rana femminili: ponendo un TL di 1.06, ipotizziamo che a Doha la carraro e la d'innocenzo nuotino rispettivamente 1.05.68 e 1.05.98. A riccione la Castiglioni e la Pilato invece nuotano rispettivamente 1.05.42 e 1.05.87. Significa che a Parigi si qualificheranno i due migliori crono ovvero l'1.05.42 della Castiglioni e l'1.05.68 della Carraro.
Certo così si pone il problema di chi a Doha nuoterà solo distanze non olimpiche come ad esempio la Pilato che farebbe i 50 rana e rischierebbe di arrivare stanca a riccione per nuotare i 100 rana. Ecco per me la si risolve che a Doha ci dovrebbe andare solo chi dovrà gareggiare nelle distanze olimpiche quindi la Pilato sta a casa e prepara al meglio gli assoluti.

Certo mettere gli assoluti a fine febbraio significa solo una cosa; che bisogna saltare in toto la stagione invernale, niente gare da 25 e partire a settembre per preparare il fine febbraio.

Lo so che non è molto ortodosso ma secondo me l'unica alternativa è saltare  il mondiale di Doha (in cui comunque dobbiamo qualificare ancora 5 staffette quindi non è che si possa snobbare completamente) per preparare gli assoluti ad inizio aprile. Ma la mia paura è che ci si faccia ingolosire dal mondiale e ripeto, troppi scarichi rischiano di essere deleteri.

Piè di pagina

Powered by FluxBB