Advertisement

Alla fine Marchand ha disputato la semifinale dei 200 misti e l'ha vinta alla grande in 2.00.66.

Ottimo talento questo francese: vediamo come riuscirà a nuotare i 200 rana.

Alla fine Marchand ha disputato la semifinale dei 200 misti e l'ha vinta alla grande in 2.00.66. Ottimo talento questo francese: vediamo come riuscirà a nuotare i 200 rana.
 
0
risposta

Scusate, ma io questa cosa di togliere delle gare per "risparmiarsi" non sono mai riuscita a capirla.. in alcuni casi ci sta, ma non riuscire a fare due da 100 in un pomeriggio con tutto l'allenamento che hanno alle spalle..! E parlo da ex nuotatrice, che si faceva in un pomeriggio 400 misti e 800 stile...
In altre nazioni la mentalità sembra ben diversa!

Scusate, ma io questa cosa di togliere delle gare per "risparmiarsi" non sono mai riuscita a capirla.. in alcuni casi ci sta, ma non riuscire a fare due da 100 in un pomeriggio con tutto l'allenamento che hanno alle spalle..! E parlo da ex nuotatrice, che si faceva in un pomeriggio 400 misti e 800 stile... In altre nazioni la mentalità sembra ben diversa!
 
2
risposta

E shampoo fu.

Non lo so. Bisognerebbe conoscere Ceccon per capire cosa gli passa in testa.
Prima della partenza tutti erano in piedi a darsi la solita pacca sul petto, lui era seduto a testa bassa ad aggiustarsi nervosamente gli occhialini. A parte la stanchezza, l'atteggiamento mentale è sbagliato... per quel poco che si è visto.

E shampoo fu. Non lo so. Bisognerebbe conoscere Ceccon per capire cosa gli passa in testa. Prima della partenza tutti erano in piedi a darsi la solita pacca sul petto, lui era seduto a testa bassa ad aggiustarsi nervosamente gli occhialini. A parte la stanchezza, l'atteggiamento mentale è sbagliato... per quel poco che si è visto.
 
0
risposta

Scusate, ma io questa cosa di togliere delle gare per "risparmiarsi" non sono mai riuscita a capirla.. in alcuni casi ci sta, ma non riuscire a fare due da 100 in un pomeriggio con tutto l'allenamento che hanno alle spalle..! E parlo da ex nuotatrice, che si faceva in un pomeriggio 400 misti e 800 stile...
In altre nazioni la mentalità sembra ben diversa!

Il problema è di farli ai massimi livelli, o vicino ai massimi livelli (il 100% in entrambi è impossibile darlo per chiunque). Ceccon, non so se più per motivi fisici o psicologici, non riesce a farlo e quindi è inutile chiederglielo.

Intanto primo sub-50" di un 14enne: Whittle a 49.97 con la miglior vasca di ritorno (25.50) di tutti i semifinalisti.

>Scusate, ma io questa cosa di togliere delle gare per "risparmiarsi" non sono mai riuscita a capirla.. in alcuni casi ci sta, ma non riuscire a fare due da 100 in un pomeriggio con tutto l'allenamento che hanno alle spalle..! E parlo da ex nuotatrice, che si faceva in un pomeriggio 400 misti e 800 stile... >In altre nazioni la mentalità sembra ben diversa! Il problema è di farli ai massimi livelli, o vicino ai massimi livelli (il 100% in entrambi è impossibile darlo per chiunque). Ceccon, non so se più per motivi fisici o psicologici, non riesce a farlo e quindi è inutile chiederglielo. Intanto primo sub-50" di un 14enne: Whittle a 49.97 con la miglior vasca di ritorno (25.50) di tutti i semifinalisti.
 
0
risposta

difficile entrare nella testa di Ceccon smile
Spero NON sia l'ennesimo "talento sprecato" perchè si considera già arrivato!!!

difficile entrare nella testa di Ceccon (wasntme) Spero NON sia l'ennesimo "talento sprecato" perchè si considera già arrivato!!!
 
0
risposta

oltre tutto si entrava con 50.08: un tempo che dovrebbe fare anche da "stanco"....smile

oltre tutto si entrava con 50.08: un tempo che dovrebbe fare anche da "stanco"....x(
 
0
risposta

oltre tutto si entrava con 50.08: un tempo che dovrebbe fare anche da "stanco"....smile

Indubbiamente c'è anche una componente psicologica, oltre alle tossine che un 100 dorso ti lascia.
Però sono convinto che Ceccon non ha tirato a tutta il 100 dorso proprio in vista dei 100sl successivi. E non è assolutamente bastato per entrare in finale (15° crono dei semifinalisti).
Al mattino, con un solo impegno, 49.60 facilissimo.

>oltre tutto si entrava con 50.08: un tempo che dovrebbe fare anche da "stanco"....x( Indubbiamente c'è anche una componente psicologica, oltre alle tossine che un 100 dorso ti lascia. Però sono convinto che Ceccon non ha tirato a tutta il 100 dorso proprio in vista dei 100sl successivi. E non è assolutamente bastato per entrare in finale (15° crono dei semifinalisti). Al mattino, con un solo impegno, 49.60 facilissimo.
 
0
risposta

Il problema è di farli ai massimi livelli, o vicino ai massimi livelli (il 100% in entrambi è impossibile darlo per chiunque). Ceccon, non so se più per motivi fisici o psicologici, non riesce a farlo e quindi è inutile chiederglielo.

Si ma in generale nel team italiano si sente spesso questa convinzione di non poter fare due gare bene nello stesso pomeriggio. Secondo me è proprio una attitudine mentale sbagliata; capisco che sia impossibile dare il 100% , ma un buon 90% sicuramente è fattibile (anche perché gli atleti di altre nazioni lo fanno, e non parlo solo di hosszu phelps e company)

Peccato per ceccon, ti lascia sempre a immaginare le grandi cose che potrebbe fare..

>Il problema è di farli ai massimi livelli, o vicino ai massimi livelli (il 100% in entrambi è impossibile darlo per chiunque). Ceccon, non so se più per motivi fisici o psicologici, non riesce a farlo e quindi è inutile chiederglielo. Si ma in generale nel team italiano si sente spesso questa convinzione di non poter fare due gare bene nello stesso pomeriggio. Secondo me è proprio una attitudine mentale sbagliata; capisco che sia impossibile dare il 100% , ma un buon 90% sicuramente è fattibile (anche perché gli atleti di altre nazioni lo fanno, e non parlo solo di hosszu phelps e company) Peccato per ceccon, ti lascia sempre a immaginare le grandi cose che potrebbe fare..
 
1
risposta

alla Gose certe cose riescono meglio che a Ceccon, evidentemente

alla Gose certe cose riescono meglio che a Ceccon, evidentemente
modificato Jul 4 '19 a 5:05 pm
 
0
risposta

Il problema è di farli ai massimi livelli, o vicino ai massimi livelli (il 100% in entrambi è impossibile darlo per chiunque). Ceccon, non so se più per motivi fisici o psicologici, non riesce a farlo e quindi è inutile chiederglielo.

Si ma in generale nel team italiano si sente spesso questa convinzione di non poter fare due gare bene nello stesso pomeriggio. Secondo me è proprio una attitudine mentale sbagliata; capisco che sia impossibile dare il 100% , ma un buon 90% sicuramente è fattibile (anche perché gli atleti di altre nazioni lo fanno, e non parlo solo di hosszu phelps e company)

Peccato per ceccon, ti lascia sempre a immaginare le grandi cose che potrebbe fare..

Hai ragione. La Gose (oh, l'hanno aspettata in tutti i modi..smile ) lo ha appena dimostrato.

Curioso di vedere Marchand, adesso, nei 200 rana poco dopo la semifinale dei 200 misti vinta con il PB.

>>Il problema è di farli ai massimi livelli, o vicino ai massimi livelli (il 100% in entrambi è impossibile darlo per chiunque). Ceccon, non so se più per motivi fisici o psicologici, non riesce a farlo e quindi è inutile chiederglielo. >Si ma in generale nel team italiano si sente spesso questa convinzione di non poter fare due gare bene nello stesso pomeriggio. Secondo me è proprio una attitudine mentale sbagliata; capisco che sia impossibile dare il 100% , ma un buon 90% sicuramente è fattibile (anche perché gli atleti di altre nazioni lo fanno, e non parlo solo di hosszu phelps e company) >Peccato per ceccon, ti lascia sempre a immaginare le grandi cose che potrebbe fare.. Hai ragione. La Gose (oh, l'hanno aspettata in tutti i modi..:) ) lo ha appena dimostrato. Curioso di vedere Marchand, adesso, nei 200 rana poco dopo la semifinale dei 200 misti vinta con il PB.
 
0
risposta

Marchand grandissimo: ha migliorato ancora di qualche centesimo il PB (ed è arrivato terzo) nonostante i 200 misti nuotati in precedenza.

Questi sono test, non del fuoco, ma dell'acqua smile , per stabilire la consistenza "ontologica" di un giovane nuotatore in prospettiva futura.

Marchand grandissimo: ha migliorato ancora di qualche centesimo il PB (ed è arrivato terzo) nonostante i 200 misti nuotati in precedenza. Questi sono test, non del fuoco, ma dell'acqua :) , per stabilire la consistenza "ontologica" di un giovane nuotatore in prospettiva futura.
 
0
risposta

Grandissima gara della Gaetani, gestita in modo perfetto e con una grande rimonta negli ultimi 100 metri riuscendo anche a mettere la mano davanti alla Osrin, 2.10.28 che è sia record italiano juniores che record cadette, ed è una 2004.

Grandissima gara della Gaetani, gestita in modo perfetto e con una grande rimonta negli ultimi 100 metri riuscendo anche a mettere la mano davanti alla Osrin, 2.10.28 che è sia record italiano juniores che record cadette, ed è una 2004.
 
0
risposta

E considerando che abbiamo già due ori da una 2004 e una 2005 qua si possono già immaginare le staffetta dei sogni per Los Angeles 2028 ormai smile

E considerando che abbiamo già due ori da una 2004 e una 2005 qua si possono già immaginare le staffetta dei sogni per Los Angeles 2028 ormai :D
 
0
risposta

Oro e soprattutto grande e inatteso crono quello di Erika Gaetani: 2.10.28 con una grandissima seconda parte di gara (32.7 sia il terzo che il quarto 50).

Nelle batterie, evidentemente controllando, aveva nuotato solo 2.15.55, alle spalle della Pasquino. Poi il gran tempo in semifinale (a un centesimo dal record juniores della D'Innocenzo) e ora questo ulteriore, netto miglioramento.

Oro e soprattutto grande e inatteso crono quello di Erika Gaetani: 2.10.28 con una grandissima seconda parte di gara (32.7 sia il terzo che il quarto 50). Nelle batterie, evidentemente controllando, aveva nuotato solo 2.15.55, alle spalle della Pasquino. Poi il gran tempo in semifinale (a un centesimo dal record juniores della D'Innocenzo) e ora questo ulteriore, netto miglioramento.
 
0
risposta

Solitamente cerco di commentare il meno possibile le competizioni giovanili, in parte perché di nuoto giovanile penso di non capirci proprio nulla e soprattutto perché non mi piace caricare di troppe aspettative di crescita dei talenti che si stanno ancora formando, ma su Ceccon, dato che è già nel giro della nazionale, vorrei provare ad esprimere un parere. La cosa che salta all'occhio vedendolo gareggiare in competizione su più giorni e con più impegni è che non sembra possedere la resistenza fisica e soprattutto mentale per nuotare più di un paio di prestazioni ad alto livello. Nei turni precedenti ha nuotato, all'apparenza almeno, in maniera molto rilassata cercando di risparmiare più energie possibili (non vincendo batterie pur di non faticare più del minimo necessario per esempio). Come detto da altri nei 100 dorso ha controllato nelle seconde vasche di batteria e semifinale (e forse anche in finale non si è spremuto più di tanto), mentre l'unico sforzo considerevole profuso è stato il 48"1 nuotato in staffetta (in linea col suo PB nei 100 sl), mentre "passeggiava" a 49"6 nelle batterie dei 100 stile. Capisco non sia facile nuotare 2 gare ravvicinate ad alto livello, ma nuotare 50"77 quando si ha un personale di 2" più basso denota un problema molto più ampio di una semplice stanchezza a mio parere; che a Ceccon non piaccia troppo faticare in gara lo si può ipotizzare anche da come solitamente il suo livello si modula sugli avversari che ha di lato e che lo porta a "controllare da dietro" il passaggio ai turni successivi (come un po' di tempo fa qualcuno aveva fatto notare: se per passare il turno serve arrivare 3°, Ceccon arriverà 3° rischiando di fare figure barbine e di dover ricevere l'ormai famigerato shampoo). Il paragone con l'atteggiamento in gara del coetaneo Burdisso (molto più "sfontato" e arrembante nelle sue condotte di gara) evidenzia ancor più queste incongruenze nelle prestazioni di Ceccon. Detto questo si tratta pur sempre di un grande talento, ma il talento è niente senza costanza di rendimento e capacità (o voglia) di soffrire.

Solitamente cerco di commentare il meno possibile le competizioni giovanili, in parte perché di nuoto giovanile penso di non capirci proprio nulla e soprattutto perché non mi piace caricare di troppe aspettative di crescita dei talenti che si stanno ancora formando, ma su Ceccon, dato che è già nel giro della nazionale, vorrei provare ad esprimere un parere. La cosa che salta all'occhio vedendolo gareggiare in competizione su più giorni e con più impegni è che non sembra possedere la resistenza fisica e soprattutto mentale per nuotare più di un paio di prestazioni ad alto livello. Nei turni precedenti ha nuotato, all'apparenza almeno, in maniera molto rilassata cercando di risparmiare più energie possibili (non vincendo batterie pur di non faticare più del minimo necessario per esempio). Come detto da altri nei 100 dorso ha controllato nelle seconde vasche di batteria e semifinale (e forse anche in finale non si è spremuto più di tanto), mentre l'unico sforzo considerevole profuso è stato il 48"1 nuotato in staffetta (in linea col suo PB nei 100 sl), mentre "passeggiava" a 49"6 nelle batterie dei 100 stile. Capisco non sia facile nuotare 2 gare ravvicinate ad alto livello, ma nuotare 50"77 quando si ha un personale di 2" più basso denota un problema molto più ampio di una semplice stanchezza a mio parere; che a Ceccon non piaccia troppo faticare in gara lo si può ipotizzare anche da come solitamente il suo livello si modula sugli avversari che ha di lato e che lo porta a "controllare da dietro" il passaggio ai turni successivi (come un po' di tempo fa qualcuno aveva fatto notare: se per passare il turno serve arrivare 3°, Ceccon arriverà 3° rischiando di fare figure barbine e di dover ricevere l'ormai famigerato shampoo). Il paragone con l'atteggiamento in gara del coetaneo Burdisso (molto più "sfontato" e arrembante nelle sue condotte di gara) evidenzia ancor più queste incongruenze nelle prestazioni di Ceccon. Detto questo si tratta pur sempre di un grande talento, ma il talento è niente senza costanza di rendimento e capacità (o voglia) di soffrire.
modificato Jul 4 '19 a 5:26 pm
 
0
risposta

E considerando che abbiamo già due ori da una 2004 e una 2005 qua si possono già immaginare le staffetta dei sogni per Los Angeles 2028 ormai smile

Troppo facile smile : Gaetani a dorso, Pilato a rana, Zambelli a delfino, Cacciapuoti a sl.

>E considerando che abbiamo già due ori da una 2004 e una 2005 qua si possono già immaginare le staffetta dei sogni per Los Angeles 2028 ormai :D Troppo facile :) : Gaetani a dorso, Pilato a rana, Zambelli a delfino, Cacciapuoti a sl.
 
0
risposta

Nelle semifinali dei 200 delfino defezione di Faraci, ma buona prestazione di Sassi che si qualifica in finale col tempo di 2.01.11

Nelle semifinali dei 200 delfino defezione di Faraci, ma buona prestazione di Sassi che si qualifica in finale col tempo di 2.01.11
 
0
risposta

a parte il fatto che mi chiedo cosa stia accadendo da un po' di tempo a questa parte al nuoto pugliese, vorrei chiedere al ben più sapiente di me Funuotofan, se mi conferma che, mentre Whittle è sceso sotto i 50, nessun suo coetaneo nella storia sia sceso sotto i 51

a parte il fatto che mi chiedo cosa stia accadendo da un po' di tempo a questa parte al nuoto pugliese, vorrei chiedere al ben più sapiente di me Funuotofan, se mi conferma che, mentre Whittle è sceso sotto i 50, nessun suo coetaneo nella storia sia sceso sotto i 51
 
0
risposta

a parte il fatto che mi chiedo cosa stia accadendo da un po' di tempo a questa parte al nuoto pugliese, vorrei chiedere al ben più sapiente di me Funuotofan, se mi conferma che, mentre Whittle è sceso sotto i 50, nessun suo coetaneo nella storia sia sceso sotto i 51

Io ricordo Chalmers a 15 anni sotto i 49.
Però Whittle i 15 li deve fare.

Ho controllato, ne aveva 16 smile

>a parte il fatto che mi chiedo cosa stia accadendo da un po' di tempo a questa parte al nuoto pugliese, vorrei chiedere al ben più sapiente di me Funuotofan, se mi conferma che, mentre Whittle è sceso sotto i 50, nessun suo coetaneo nella storia sia sceso sotto i 51 Io ricordo Chalmers a 15 anni sotto i 49. Però Whittle i 15 li deve fare. Ho controllato, ne aveva 16 :)
modificato Jul 4 '19 a 5:36 pm
 
0
risposta

a parte il fatto che mi chiedo cosa stia accadendo da un po' di tempo a questa parte al nuoto pugliese, vorrei chiedere al ben più sapiente di me Funuotofan, se mi conferma che, mentre Whittle è sceso sotto i 50, nessun suo coetaneo nella storia sia sceso sotto i 51

Io ricordo Chalmers a 15 anni sotto i 49.
Però Whittle i 15 li deve fare.

Chalmers è un '98...quindi andrò a vedere i suoi tempi nel 2013...detto ciò, sempre nella mia piccolezza, io non ricordo nulla prima d'ora di simile alla Chikunova a rana...

>>a parte il fatto che mi chiedo cosa stia accadendo da un po' di tempo a questa parte al nuoto pugliese, vorrei chiedere al ben più sapiente di me Funuotofan, se mi conferma che, mentre Whittle è sceso sotto i 50, nessun suo coetaneo nella storia sia sceso sotto i 51 >Io ricordo Chalmers a 15 anni sotto i 49. >Però Whittle i 15 li deve fare. Chalmers è un '98...quindi andrò a vedere i suoi tempi nel 2013...detto ciò, sempre nella mia piccolezza, io non ricordo nulla prima d'ora di simile alla Chikunova a rana...
 
0
risposta
Dettagli Discussione
5.97k
viste
117 risposte
13 followers
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza