Advertisement

La Pro Recco è una squadra senza limiti, da qualsivoglia punto di vista si prenda questa affermazione.
Principalmente è una società che non ha un bilancio "normale" per la pallanuoto, finché il regolamento prevederà un sistema di playoff basato su incroci al meglio dei 5 match per le altre squadre non ci sarà praticamente alcuno speranza considerato che questa squadra è battibile solo sporadicamente e in certi momenti di appannamento. Ovviamente anche quest’anno, dopo aver fatto la solita campagna acquisti in cui hanno preso i migliori giovani della lega e molti altri campioni affermati, hanno dominato la competizione vincendo tutte le partite tranne una e non incontrando praticamente quasi mai resistenza, con risultati da pallottoliere ogni volta.
A questo punto, ma in realtà già da molti anni, sorge spontaneo chiedersi il senso della presenza della Pro in un campionato di livello molto inferiore al suo.
Detto ciò pare che quest’anno una certa egemonia si stia vedendo anche in Europa dove in Champions finora i biancocelesti non hanno ceduto un singolo punto alle avversarie. La loro vittoria è quotata dai bookmakers 1,4 , le altre partono da 10, una differenza abissale. Ma mi viene da chiedermi, in virtù degli altri campioni che giocano nelle altre squadre, ma sarà davvero tutto così semplice per questa Pro Recco?

La Pro Recco è una squadra senza limiti, da qualsivoglia punto di vista si prenda questa affermazione. Principalmente è una società che non ha un bilancio "normale" per la pallanuoto, finché il regolamento prevederà un sistema di playoff basato su incroci al meglio dei 5 match per le altre squadre non ci sarà praticamente alcuno speranza considerato che questa squadra è battibile solo sporadicamente e in certi momenti di appannamento. Ovviamente anche quest’anno, dopo aver fatto la solita campagna acquisti in cui hanno preso i migliori giovani della lega e molti altri campioni affermati, hanno dominato la competizione vincendo tutte le partite tranne una e non incontrando praticamente quasi mai resistenza, con risultati da pallottoliere ogni volta. A questo punto, ma in realtà già da molti anni, sorge spontaneo chiedersi il senso della presenza della Pro in un campionato di livello molto inferiore al suo. Detto ciò pare che quest’anno una certa egemonia si stia vedendo anche in Europa dove in Champions finora i biancocelesti non hanno ceduto un singolo punto alle avversarie. La loro vittoria è [quotata dai bookmakers 1,4](https://www.snai.it/sport/PNUOTO/CHAMPIONS%20LEAGUE) , le altre partono da 10, una differenza abissale. Ma mi viene da chiedermi, in virtù degli altri campioni che giocano nelle altre squadre, ma sarà davvero tutto così semplice per questa Pro Recco?
 
1
risposta
Dettagli Discussione
57
viste
0 risposte
1 followers
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza