Advertisement

e gareggia solitamente anche con i normodotati battendoli

e gareggia solitamente anche con i normodotati battendoli
 
0
risposta

PB a 48"25 per Miressi sempre più convinto dei suoi mezzi e sempre più leader della velocità maschile italiana

PB a 48"25 per Miressi sempre più convinto dei suoi mezzi e sempre più leader della velocità maschile italiana
 
0
risposta

report
100 farfalla f vinc ela sjostrom 56.29 dietro ancora un bel progresso della di liddo 57.38 terza la bianchi 57.84
200 farfalla m vince melo 1.55.83 su kenderesi 1.56.72 e guy 1.56.88 quarto berlincioni 1.57.36
100 dorso f vince la Nielsen 59.57 dietro ri della panziera 59.80 migliora il 59.96 in staffetta ai primaverili terza la baumrtova 1.00.08 buona quarta la zofkova 1.00.27
m vince glinta 53.96 su fantoni 54.49 e milli 54.54
400 misti f gran crono della cusinato 4.34.65 ri in tessuto a 32 centesimi dal record della filippi precede willmott 4.38.81 e kapas 4.39.81
m vince verraszto 4.11.98 su almeida 4.15.51 e turrini 4.16.51
100 sl f grande duello blume sjostrom con la prima 52.72 contro la primatista mondiale 52.77 terza heemskerk 53.31 pellegrini quinta 53.99
m seconda vittoria di giornata e ancora un record questa volta cadetti lo sigla miressi 48.25 migliora il suo 48.36 dei primaverili precede fratus 48.58 e spajari 48.72 si peggiora da stamattina dotto sesto 49.16
50 rana f vince la efimova in gran condizione 29.84 precede la Clark 30.60 e la carraro 30.85
m gran crono di peaty 26.41 precede gomes 27.00 e scozzoli 27.24
800 sl f seconda vittoria per la quadarella con un ottimo 8.20.99 precede kapas 8.31.07 e carli 8.35.61
m vince Paltrinieri 7.46.33 su costa 7.50.92 e acerenza 7.53.68

report **100 farfalla f** vinc ela sjostrom 56.29 dietro ancora un bel progresso della di liddo 57.38 terza la bianchi 57.84 **200 farfalla m** vince melo 1.55.83 su kenderesi 1.56.72 e guy 1.56.88 quarto berlincioni 1.57.36 **100 dorso f** vince la Nielsen 59.57 dietro ri della panziera 59.80 migliora il 59.96 in staffetta ai primaverili terza la baumrtova 1.00.08 buona quarta la zofkova 1.00.27 **m** vince glinta 53.96 su fantoni 54.49 e milli 54.54 **400 misti f** gran crono della cusinato 4.34.65 ri in tessuto a 32 centesimi dal record della filippi precede willmott 4.38.81 e kapas 4.39.81 **m** vince verraszto 4.11.98 su almeida 4.15.51 e turrini 4.16.51 **100 sl f** grande duello blume sjostrom con la prima 52.72 contro la primatista mondiale 52.77 terza heemskerk 53.31 pellegrini quinta 53.99 **m** seconda vittoria di giornata e ancora un record questa volta cadetti lo sigla miressi 48.25 migliora il suo 48.36 dei primaverili precede fratus 48.58 e spajari 48.72 si peggiora da stamattina dotto sesto 49.16 **50 rana f ** vince la efimova in gran condizione 29.84 precede la Clark 30.60 e la carraro 30.85 **m** gran crono di peaty 26.41 precede gomes 27.00 e scozzoli 27.24 **800 sl f** seconda vittoria per la quadarella con un ottimo 8.20.99 precede kapas 8.31.07 e carli 8.35.61 **m** vince Paltrinieri 7.46.33 su costa 7.50.92 e acerenza 7.53.68
 
1
risposta

e gareggia solitamente anche con i normodotati battendoli

Rimarco anche io il grandissimo crono - in assoluto - della Gilli. Enormi complimenti davvero.

Oggi solita infornata di grandi risultati in generale (il 52.72 della Blume a 3 centesimi dal crono che le è valso il bronzo mondiale, la doppietta a ottimi livelli della Sjostrom nei 100 delfino e sl, il 26.41 di Peaty e il 29.84 della Efimova nei 50 rana), ma mi soffermo sulle notizie rilevanti in ottica italiana.

1) Ilaria Cusinato, nei 400 misti, è entrata definitivamente nel novero degli atleti da medaglia, non solo a livello europeo, ma anche mondiale.
La combinazione di età e crescita prestazionale (tumultuosa in questa stagione), ne fa una delle atlete su cui puntare per Tokyo2020: oggi, se dovessi fare il Fantanuoto la metterei non solo sul podio, ma in lizza per l'oro con la Ohashi (poi, è chiaro che due stagioni natatorie sono lunghissime e molto può cambiare).
I 400 misti hanno parecchie protagoniste chilometrate (Hosszu, Belmonte, Miley e Willmott, per fare alcuni nomi) e tra le emergenti la Cusinato spicca per i fattori succitati (età e grandi progressi in pochi mesi).

2) Margherita Panziera. Anche lei in netto progresso, purtroppo per lei la sua gara, i 200 dorso, appare anch'essa in rapida evoluzione con diverse millennials protagoniste. Il suo 59.80 di oggi nei 100, chiama almeno un 2.07 e mezzo nei 200 dorso (a Tarragona ha ottenuto un 2.08.08 con arrivo lungo) , ma anche il 2.06, per Glasgow, non appare precluso alla Panziera.
E con 2.06 si è di sicuro nell'elite europea, e vicino a quella mondiale. Anche la Panziera, come la Cusinato, ha dalla sua il rapido progresso stagionale, che potrebbe essere anticipatore di un ulteriore miglioramento nelle prossime due stagioni, anche considerando la grande fiducia acquisita.

3) Alessandro Miressi. Ottimo il 48.25 di oggi perchè conferma, in gara individuale, la grande frazione in staffetta (poi squalificata) fatta pochi giorni fa a Tarragona, e lo consacra su un palcoscenico, quello del Foro Italico, comunque suggestivo e importante per un nuotatore italiano. E Miressi, oltre che per la gara individuale, è fondamentale per la staffetta mista.

4) Elena Di Liddo a spingere Ilaria Bianchi e motivarsi a vicenda. Ottimo avere due delfiniste sul 57" basso (la Bianchi, dopo il tapering varrà di certo quei crono) e la Di Liddo appare molto convinta dei suoi progressi.

5) La solidità, ormai super-acquisita, di Simona Quadarella. A me ha impressionato come ha vinto i 400sl a Tarragona, chiudendo veramente forte per respingere l'attacco della Belmonte. Dalla sua anche il fatto che, regolarmente, dà il meglio in agosto, negli eventi importanti (trend cominciato ai Mondiali juniores di Singapore 2015).

6) Federica Pellegrini ha scoperto le carte, preannunciando il suo ritorno sui 200sl dove, è ovvio, le sue chance di podio, anche oltre i 30 anni, sono superiori a quelle che ha su 100 sl o dorso.

In definitiva, parecchie notizie confortanti per il nuoto italiano, nonostante le note negative dei problemi fisici di Detti, Martinenghi e quelli perduranti della sfortunatissima Silvia Di Pietro.

>e gareggia solitamente anche con i normodotati battendoli Rimarco anche io il grandissimo crono - in assoluto - della Gilli. Enormi complimenti davvero. Oggi solita infornata di grandi risultati in generale (il 52.72 della Blume a 3 centesimi dal crono che le è valso il bronzo mondiale, la doppietta a ottimi livelli della Sjostrom nei 100 delfino e sl, il 26.41 di Peaty e il 29.84 della Efimova nei 50 rana), ma mi soffermo sulle notizie rilevanti in ottica italiana. 1) Ilaria Cusinato, nei 400 misti, è entrata definitivamente nel novero degli atleti da medaglia, non solo a livello europeo, ma anche mondiale. La combinazione di età e crescita prestazionale (tumultuosa in questa stagione), ne fa una delle atlete su cui puntare per Tokyo2020: oggi, se dovessi fare il Fantanuoto la metterei non solo sul podio, ma in lizza per l'oro con la Ohashi (poi, è chiaro che due stagioni natatorie sono lunghissime e molto può cambiare). I 400 misti hanno parecchie protagoniste chilometrate (Hosszu, Belmonte, Miley e Willmott, per fare alcuni nomi) e tra le emergenti la Cusinato spicca per i fattori succitati (età e grandi progressi in pochi mesi). 2) Margherita Panziera. Anche lei in netto progresso, purtroppo per lei la sua gara, i 200 dorso, appare anch'essa in rapida evoluzione con diverse millennials protagoniste. Il suo 59.80 di oggi nei 100, chiama almeno un 2.07 e mezzo nei 200 dorso (a Tarragona ha ottenuto un 2.08.08 con arrivo lungo) , ma anche il 2.06, per Glasgow, non appare precluso alla Panziera. E con 2.06 si è di sicuro nell'elite europea, e vicino a quella mondiale. Anche la Panziera, come la Cusinato, ha dalla sua il rapido progresso stagionale, che potrebbe essere anticipatore di un ulteriore miglioramento nelle prossime due stagioni, anche considerando la grande fiducia acquisita. 3) Alessandro Miressi. Ottimo il 48.25 di oggi perchè conferma, in gara individuale, la grande frazione in staffetta (poi squalificata) fatta pochi giorni fa a Tarragona, e lo consacra su un palcoscenico, quello del Foro Italico, comunque suggestivo e importante per un nuotatore italiano. E Miressi, oltre che per la gara individuale, è fondamentale per la staffetta mista. 4) Elena Di Liddo a spingere Ilaria Bianchi e motivarsi a vicenda. Ottimo avere due delfiniste sul 57" basso (la Bianchi, dopo il tapering varrà di certo quei crono) e la Di Liddo appare molto convinta dei suoi progressi. 5) La solidità, ormai super-acquisita, di Simona Quadarella. A me ha impressionato come ha vinto i 400sl a Tarragona, chiudendo veramente forte per respingere l'attacco della Belmonte. Dalla sua anche il fatto che, regolarmente, dà il meglio in agosto, negli eventi importanti (trend cominciato ai Mondiali juniores di Singapore 2015). 6) Federica Pellegrini ha scoperto le carte, preannunciando il suo ritorno sui 200sl dove, è ovvio, le sue chance di podio, anche oltre i 30 anni, sono superiori a quelle che ha su 100 sl o dorso. In definitiva, parecchie notizie confortanti per il nuoto italiano, nonostante le note negative dei problemi fisici di Detti, Martinenghi e quelli perduranti della sfortunatissima Silvia Di Pietro.
 
1
risposta

Dalle 19 ultima sessione di finali con diversi motivi di interesse.
Ne cito alcuni.

1) Il duello Govorov-Proud nei 50 delfino. Govorov già molto veloce in batteria (22.89), Proud decisamente più coperto (23.69). Presumibile che, in finale, non andranno lontani dal WR di Munoz-Perez (uno degli emblemi dei WR gommati dell'anno 2009).

2) I 200 dorso della Panziera e il suo attacco al RI della Filippi, sfiorato a Tarragona.

3) Nei 200 misti maschili Glessi ha ben nuotato in batteria (2.01.30) ed è chiamato a migliorarsi in finale, suo problema fin qui, per ritrovare un talento molto celebrato a livello giovanile.

4) Nei 200 misti femminili vedere come va la O'Connor, positiva nella rana, e - a proposito di rana - lo spettacolo della Efimova nei 200 misti, capace di parziali incredibili nel terzo 50 (quello a rana), dove è regolarmente più veloce che a dorso: stamane ha nuotato un 34.89 (!) che è il migliore non solo (e nettamente) del settore femminile, ma si piazza al secondo posto tra i maschi dopo il solo Verraszto (34.57), pari-merito con un ranista di valore come Sorriso.
Per dire, Glessi ha avuto un parziale di 35.56 a rana.
Poi, ovviamente, la prova della Cusinato sui 200 misti dopo il gran 400 di ieri.

Dalle 19 ultima sessione di finali con diversi motivi di interesse. Ne cito alcuni. 1) Il duello Govorov-Proud nei 50 delfino. Govorov già molto veloce in batteria (22.89), Proud decisamente più coperto (23.69). Presumibile che, in finale, non andranno lontani dal WR di Munoz-Perez (uno degli emblemi dei WR gommati dell'anno 2009). 2) I 200 dorso della Panziera e il suo attacco al RI della Filippi, sfiorato a Tarragona. 3) Nei 200 misti maschili Glessi ha ben nuotato in batteria (2.01.30) ed è chiamato a migliorarsi in finale, suo problema fin qui, per ritrovare un talento molto celebrato a livello giovanile. 4) Nei 200 misti femminili vedere come va la O'Connor, positiva nella rana, e - a proposito di rana - lo spettacolo della Efimova nei 200 misti, capace di parziali incredibili nel terzo 50 (quello a rana), dove è regolarmente più veloce che a dorso: stamane ha nuotato un 34.89 (!) che è il migliore non solo (e nettamente) del settore femminile, ma si piazza al secondo posto tra i maschi dopo il solo Verraszto (34.57), pari-merito con un ranista di valore come Sorriso. Per dire, Glessi ha avuto un parziale di 35.56 a rana. Poi, ovviamente, la prova della Cusinato sui 200 misti dopo il gran 400 di ieri.
modificato Jul 1 a 2:02 pm
 
1
risposta

La Panziera fa il tempone sui 200 dorso e stabilisce il nuovo record italiano in 2'07"16.

Govorov è di parola e batte il WR dei 50 delfino nuotando 22"27

La Panziera fa il tempone sui 200 dorso e stabilisce il nuovo record italiano in 2'07"16. Govorov è di parola e batte il WR dei 50 delfino nuotando 22"27
modificato Jul 1 a 6:22 pm
 
1
risposta

Quindi agli europei di Glasgow ci sarà anche la 4x200 sl mixed.
Fra un po' le gare di staffetta supereranno quelle individuali.

Quindi agli europei di Glasgow ci sarà anche la 4x200 sl mixed. Fra un po' le gare di staffetta supereranno quelle individuali.
 
2
risposta

So che a molti piace perché molto scenografica, ma personalmente io toglierei la mista mista che a me non piace per niente e metterei solo le 2 miste a stile (oltre le staffette canoniche) se proprio non se può fare a meno.

Megli nuota un 1'47"5 di incoraggiamento sperando possa presto tornare sotto l'1'47"

So che a molti piace perché molto scenografica, ma personalmente io toglierei la mista mista che a me non piace per niente e metterei solo le 2 miste a stile (oltre le staffette canoniche) se proprio non se può fare a meno. Megli nuota un 1'47"5 di incoraggiamento sperando possa presto tornare sotto l'1'47"
modificato Jul 1 a 7:16 pm
 
1
risposta

e ri anche per la cusinato nei 200 misti 2.10.92

e ri anche per la cusinato nei 200 misti 2.10.92
 
0
risposta

La Cusinato ai 150 metri ha deciso che oggi avrebbe vinto lei e ha sverniciato la Efimova nello stile libero con tutta la rabbia agonistica in corpo; record italiano per lei.

Paltrinieri nuota 14'49", Acerenza 15' netti

La Cusinato ai 150 metri ha deciso che oggi avrebbe vinto lei e ha sverniciato la Efimova nello stile libero con tutta la rabbia agonistica in corpo; record italiano per lei. Paltrinieri nuota 14'49", Acerenza 15' netti
modificato Jul 1 a 8:01 pm
 
1
risposta

La Cusinato ai 150 metri ha deciso che oggi avrebbe vinto lei e ha sverniciato la Efimova nello stile libero con tutta la rabbia agonistica in corpo; record italiano per lei.

Non so se solo io ho avuto questa impressione ma sia dai festeggiamenti finali (forse è sfuggito a me o alle inquadrature ma non l'ho vista salutare la russa) sia dalle dichiarazioni mi è parso che il "non volevo far vincere la Efimova" non fosse solo di natura agonistica ma anche espressione di una sorta di astio "lillyking-iano" verso la ranista e verso quello che rappresenta per il suo passato.
In ogni caso duello nell'ultima vasca che, per sua stessa ammissione, l'ha portata a dare tutto trovando questo ottimo tempo, atteso ma arrivato comunque dopo una settimana di fatiche e nonostante tra l'altro una virata dorso-rana vistosamente lunga. Anche per questo penso e spero che potrà migliorare ancora questo tempo agli europei.

Altrettanto atteso era l'altro record italiano caduto oggi per opera della Panziera che si è superata ancora una volta non solo cancellando il tempo gommato della Filippi ma abbassando di nuovo il suo personale di quasi un secondo e confermando una crescita che sembra quasi non avere limiti.

Entrambe le neo-primatiste nazionali che potranno sicuramente essere tra le protagoniste a Glasgow, in una stagione per altro in cui è ancora difficile inquadrare lo stato di forma della principale avversaria comune Katinka Hosszu, sulla carta irraggiungibile ma chissà.
Noto ora per altro l'assenza della O'Connor dalla finale dei 200 mx, peccato perchè sarebbe stato il confronto più interessante per l'azzurra in vista della manifestazione continentale.

>La Cusinato ai 150 metri ha deciso che oggi avrebbe vinto lei e ha sverniciato la Efimova nello stile libero con tutta la rabbia agonistica in corpo; record italiano per lei. Non so se solo io ho avuto questa impressione ma sia dai festeggiamenti finali (forse è sfuggito a me o alle inquadrature ma non l'ho vista salutare la russa) sia dalle dichiarazioni mi è parso che il "non volevo far vincere la Efimova" non fosse solo di natura agonistica ma anche espressione di una sorta di astio "lillyking-iano" verso la ranista e verso quello che rappresenta per il suo passato. In ogni caso duello nell'ultima vasca che, per sua stessa ammissione, l'ha portata a dare tutto trovando questo ottimo tempo, atteso ma arrivato comunque dopo una settimana di fatiche e nonostante tra l'altro una virata dorso-rana vistosamente lunga. Anche per questo penso e spero che potrà migliorare ancora questo tempo agli europei. Altrettanto atteso era l'altro record italiano caduto oggi per opera della Panziera che si è superata ancora una volta non solo cancellando il tempo gommato della Filippi ma abbassando di nuovo il suo personale di quasi un secondo e confermando una crescita che sembra quasi non avere limiti. Entrambe le neo-primatiste nazionali che potranno sicuramente essere tra le protagoniste a Glasgow, in una stagione per altro in cui è ancora difficile inquadrare lo stato di forma della principale avversaria comune Katinka Hosszu, sulla carta irraggiungibile ma chissà. Noto ora per altro l'assenza della O'Connor dalla finale dei 200 mx, peccato perchè sarebbe stato il confronto più interessante per l'azzurra in vista della manifestazione continentale.
modificato Jul 1 a 8:44 pm
 
0
risposta

record precedente dei 200 mx era?

2'11"25

>record precedente dei 200 mx era? 2'11"25
 
0
risposta

report
200 dorso m finali strane la a la vince telegdy 1.58.17 ma in finale b mencarini fa meglio 1.57.73 sul podio ciccarese 1.58.77 e greenbank 1.59.05
f dopo averlo sfiorato ai mediterranei la panziera fa finalmente il ri 2.07.16 migliora il 2.08.03 gommato della filippi del 2009 . precede fullalove 2.11.16 e greenslade 2.12.23 . il dorso femminile è il primo a cancellare tutti i record gommati con oggi . Da annotare che questa vasca porta bene al dorso visto che due dei tre ri stabiliti questa settimana battono dei ri che erano stati stabiliti in questa vasca l'unica eccezione i 100 stabiliti a rivccione che batteva comunque il record stabilito in questa vasca
50 farfalla m grandissimo govorov che mantiene la promessa della mattina e fa il wr 22.27 migliora il 22.43 gommato di munoz perez del 2009 precede proud 22.93 e goosen 23.55 quarto d'angelo 23.57
200 farfalla f doppietta magiara con kapas 2.07.54 su szilagy 2.08.01 e Thomas 2.08.26 quarta polieri 2.10.86 ma in finale b bianchi 2.10.37
200 rana m vince pizzini in un buon 2.09.34 su Koch 2.09.45 e kamminga 2.09.86
f vince la efimova 2.20.72 su renshaw 2.25.66 e tutton 2.25.97 quarta fangio 2.26.40 e pirovano settima 2.27.52
200 sl m vincono a pari merito melo e scheffer 1.46.84 buono megli 1.47.58 sesto proietti colonna 1.48.76
f vince la heemskerk 1.56.39 su lyrio 1.57.99 e oliveira 1.58.55 quadarella sesta 2.00.30
200 misti m vince verraszto 1.59.65 su litchfield 1.59.68 e sorriso 2.00.82
f dopo averlo sfiorato nei 400 stavolta per la filippi non c'è scampo e perde il suo secondo record in pochi minuti . vince la cusinato 2.10.92 migliora il 2.11.25 della filippi gommato nel 2009 precede efimova 2.11.89 e ugolkova 2.12.19
1500 sl m doppiuetta italiana con Paltrinieri 14.49.32 su acerenza 15.00.85 e costa 15.07.33

report **200 dorso m** finali strane la a la vince telegdy 1.58.17 ma in finale b mencarini fa meglio 1.57.73 sul podio ciccarese 1.58.77 e greenbank 1.59.05 **f** dopo averlo sfiorato ai mediterranei la panziera fa finalmente il ri 2.07.16 migliora il 2.08.03 gommato della filippi del 2009 . precede fullalove 2.11.16 e greenslade 2.12.23 . il dorso femminile è il primo a cancellare tutti i record gommati con oggi . Da annotare che questa vasca porta bene al dorso visto che due dei tre ri stabiliti questa settimana battono dei ri che erano stati stabiliti in questa vasca l'unica eccezione i 100 stabiliti a rivccione che batteva comunque il record stabilito in questa vasca **50 farfalla m** grandissimo govorov che mantiene la promessa della mattina e fa il wr 22.27 migliora il 22.43 gommato di munoz perez del 2009 precede proud 22.93 e goosen 23.55 quarto d'angelo 23.57 **200 farfalla f** doppietta magiara con kapas 2.07.54 su szilagy 2.08.01 e Thomas 2.08.26 quarta polieri 2.10.86 ma in finale b bianchi 2.10.37 **200 rana m** vince pizzini in un buon 2.09.34 su Koch 2.09.45 e kamminga 2.09.86 **f** vince la efimova 2.20.72 su renshaw 2.25.66 e tutton 2.25.97 quarta fangio 2.26.40 e pirovano settima 2.27.52 **200 sl m** vincono a pari merito melo e scheffer 1.46.84 buono megli 1.47.58 sesto proietti colonna 1.48.76 **f** vince la heemskerk 1.56.39 su lyrio 1.57.99 e oliveira 1.58.55 quadarella sesta 2.00.30 **200 misti m** vince verraszto 1.59.65 su litchfield 1.59.68 e sorriso 2.00.82 **f** dopo averlo sfiorato nei 400 stavolta per la filippi non c'è scampo e perde il suo secondo record in pochi minuti . vince la cusinato 2.10.92 migliora il 2.11.25 della filippi gommato nel 2009 precede efimova 2.11.89 e ugolkova 2.12.19 **1500 sl m** doppiuetta italiana con Paltrinieri 14.49.32 su acerenza 15.00.85 e costa 15.07.33
 
1
risposta

La Cusinato ai 150 metri ha deciso che oggi avrebbe vinto lei e ha sverniciato la Efimova nello stile libero con tutta la rabbia agonistica in corpo; record italiano per lei.

Non so se solo io ho avuto questa impressione ma sia dai festeggiamenti finali (forse è sfuggito a me o alle inquadrature ma non l'ho vista salutare la russa) sia dalle dichiarazioni mi è parso che il "non volevo far vincere la Efimova" non fosse solo di natura agonistica ma anche espressione di una sorta di astio "lillyking-iano" verso la ranista e verso quello che rappresenta per il suo passato.
In ogni caso duello nell'ultima vasca che, per sua stessa ammissione, l'ha portata a dare tutto trovando questo ottimo tempo, atteso ma arrivato comunque dopo una settimana di fatiche e nonostante tra l'altro una virata dorso-rana vistosamente lunga. Anche per questo penso e spero che potrà migliorare ancora questo tempo agli europei.

Altrettanto atteso era l'altro record italiano caduto oggi per opera della Panziera che si è superata ancora una volta non solo cancellando il tempo gommato della Filippi ma abbassando di nuovo il suo personale di quasi un secondo e confermando una crescita che sembra quasi non avere limiti.

Entrambe le neo-primatiste nazionali che potranno sicuramente essere tra le protagoniste a Glasgow, in una stagione per altro in cui è ancora difficile inquadrare lo stato di forma della principale avversaria comune Katinka Hosszu, sulla carta irraggiungibile ma chissà.
Noto ora per altro l'assenza della O'Connor dalla finale dei 200 mx, peccato perchè sarebbe stato il confronto più interessante per l'azzurra in vista della manifestazione continentale.

Anche io ho pensato a quello appena sentita la frase della Cusinato dalla Caporale (e non nascondo che mi sia piaciuta parecchio). A mio modesto parere, anche le prime due frazioni non le ha nuotate al massimo o per lo meno mi sembrava avesse una frequenza di nuotata troppo alta quindi anche io spero in ulteriori margini di miglioramento. Sulla Panziera concordo con quanto hai scritto, mi è piaciuta moltissimo in acqua, le sono mancati solo gli ultimi 10 metri comprensibilmente vista la condotta di gara e l'assenza di un confronto spalla a spalla.

>>La Cusinato ai 150 metri ha deciso che oggi avrebbe vinto lei e ha sverniciato la Efimova nello stile libero con tutta la rabbia agonistica in corpo; record italiano per lei. >Non so se solo io ho avuto questa impressione ma sia dai festeggiamenti finali (forse è sfuggito a me o alle inquadrature ma non l'ho vista salutare la russa) sia dalle dichiarazioni mi è parso che il "non volevo far vincere la Efimova" non fosse solo di natura agonistica ma anche espressione di una sorta di astio "lillyking-iano" verso la ranista e verso quello che rappresenta per il suo passato. >In ogni caso duello nell'ultima vasca che, per sua stessa ammissione, l'ha portata a dare tutto trovando questo ottimo tempo, atteso ma arrivato comunque dopo una settimana di fatiche e nonostante tra l'altro una virata dorso-rana vistosamente lunga. Anche per questo penso e spero che potrà migliorare ancora questo tempo agli europei. >Altrettanto atteso era l'altro record italiano caduto oggi per opera della Panziera che si è superata ancora una volta non solo cancellando il tempo gommato della Filippi ma abbassando di nuovo il suo personale di quasi un secondo e confermando una crescita che sembra quasi non avere limiti. >Entrambe le neo-primatiste nazionali che potranno sicuramente essere tra le protagoniste a Glasgow, in una stagione per altro in cui è ancora difficile inquadrare lo stato di forma della principale avversaria comune Katinka Hosszu, sulla carta irraggiungibile ma chissà. >Noto ora per altro l'assenza della O'Connor dalla finale dei 200 mx, peccato perchè sarebbe stato il confronto più interessante per l'azzurra in vista della manifestazione continentale. Anche io ho pensato a quello appena sentita la frase della Cusinato dalla Caporale (e non nascondo che mi sia piaciuta parecchio). A mio modesto parere, anche le prime due frazioni non le ha nuotate al massimo o per lo meno mi sembrava avesse una frequenza di nuotata troppo alta quindi anche io spero in ulteriori margini di miglioramento. Sulla Panziera concordo con quanto hai scritto, mi è piaciuta moltissimo in acqua, le sono mancati solo gli ultimi 10 metri comprensibilmente vista la condotta di gara e l'assenza di un confronto spalla a spalla.
modificato Jul 1 a 10:10 pm
 
0
risposta

Senza (ri)commentare i tanti risultati di rilievo dell'ultima giornata di finali di un Sette Colli davvero entusiasmante (ottima la collocazione oraria), confesso di essere sempre dibattuto quando si parla della Efimova, la cui bellezza natatoria (e non solo, forse anche quello incide..) mi incanta, specie quando la vedo nuotare come in queste tre giornate romane, e non era certo scontato perchè ai Campionati russi di metà aprile pareva in una stagione di sostanziale relax, e lei stessa aveva detto di stare svolgendo un lavoro leggero e che non comprendeva i 200.., che due mesi dopo nuota in 2.20.7!

Purtroppo sul tema-doping sono sempre più (amaramente) sfiduciato.
Condivido, in sostanza, l'atteggiamento che aveva Ottavio ( i cui post mi mancano molto ) sull'argomento, e cioè che è difficile distinguere tra bianco e nero, cioè tra atleti sicuramente leali e altri sicuramente sleali.

Poi, ovvio, chi (e la Efimova ha avuto ben due casi di controlli falliti) è stato trovato positivo è certamente da condannare, e io sarei anche più draconiano nelle pene, ma questo solo in un'ottica di maggiore certezza; mentre nella situazione attuale mi pare che chi cade nella rete dell'antidoping sia una sorta di "pollo", o "pollastra", che non ha preso le precauzioni giuste o non ha avuto le coperture giuste.

Senza (ri)commentare i tanti risultati di rilievo dell'ultima giornata di finali di un Sette Colli davvero entusiasmante (ottima la collocazione oraria), confesso di essere sempre dibattuto quando si parla della Efimova, la cui bellezza natatoria (e non solo, forse anche quello incide..) mi incanta, specie quando la vedo nuotare come in queste tre giornate romane, e non era certo scontato perchè ai Campionati russi di metà aprile pareva in una stagione di sostanziale relax, e lei stessa aveva detto di stare svolgendo un lavoro leggero e che non comprendeva i 200.., che due mesi dopo nuota in 2.20.7! Purtroppo sul tema-doping sono sempre più (amaramente) sfiduciato. Condivido, in sostanza, l'atteggiamento che aveva Ottavio ( i cui post mi mancano molto ) sull'argomento, e cioè che è difficile distinguere tra bianco e nero, cioè tra atleti sicuramente leali e altri sicuramente sleali. Poi, ovvio, chi (e la Efimova ha avuto ben due casi di controlli falliti) è stato trovato positivo è certamente da condannare, e io sarei anche più draconiano nelle pene, ma questo solo in un'ottica di maggiore certezza; mentre nella situazione attuale mi pare che chi cade nella rete dell'antidoping sia una sorta di "pollo", o "pollastra", che non ha preso le precauzioni giuste o non ha avuto le coperture giuste.
modificato Jul 1 a 10:52 pm
 
1
risposta

si sa se con le prestazioni ci sarà qualche nuovo atleta per gli Europei?
Ad esempio La Zofkova a mio parere meriterebbe....

si sa se con le prestazioni ci sarà qualche nuovo atleta per gli Europei? Ad esempio La Zofkova a mio parere meriterebbe....
 
0
risposta

un Sette Colli davvero entusiasmante (ottima la collocazione oraria)

Condivido sulla bellezza della manifestazione, scelta oraria sicuramente azzeccata e premiata da un buon riscontro a livello di pubblico mi pare. In più un campo partenti, come più volte sottolineato, di altissimo livello. Non solo alcune superstar come Sjoestrom, Peaty, Efimova, Le Clos e Govorov, ma anche alcune delegazioni quasi al completo (Gran Bretagna soprattutto, ma anche Olanda, Brasile, Danimarca) e molti, anche tra i big, hanno nuotato molto bene con primati stagionali se non addirittura personali (il tutto impreziosito dal WR nei 50 delfino).

si sa se con le prestazioni ci sarà qualche nuovo atleta per gli Europei?
Ad esempio La Zofkova a mio parere meriterebbe....

Che io sappia ancora no, ma dovrebbero essere scelte a discrezione di Butini e dello staff azzurro, per cui nel caso immagino uscirà un comunicato nelle prossime ore.
In ogni caso non dovrebbero aggiungersi tanti nomi così ad occhio, sono d'accordo sulla Zofkova molto bene sia nei 50 che nei 100, in cui peraltro ha nuotato sotto il limite richiesto ai campionati italiani per la qualificazione europea. Poi in ottica staffette si potrebbe valutare la convocazione di Bori che ha nuotato bene a Roma e in particolare meglio dei due già convocati Vendrame e Zazzeri; certo probabilmente il tipo di preparazione all'evento è stato diverso vista appunto la certezza di partecipazione dei due azzurri ma le loro prestazioni recenti mi hanno lasciato qualche perplessità per cui potrebbe starci portare una riserva da valutare poi direttamente in Scozia.
Discorso simile per Proietti Colonna, autore ieri di un buon 200 e meglio di tutti e tre i convocati specificamente per la staffetta Ciampi, Zuin e Di Cola (quest'ultimo, in particolare, fuori anche dalla finale B con un inquietante 1'55''16), anche se per quanto riguarda la 4x200 c'è anche la possibilità dell'inserimento di Dotto o del possibile rientrante Detti (peraltro se non ricordo male Morini ai microfoni della Caporale ha parlato addirittura di una possibile partecipazione solo a supporto delle staffette, in base allo stato della spalla).
4x100 femminile, invece, le cui convocate si sono confermate le più veloci; tra le altre il miglior tempo è il 56''14 della Biagioli qualora si volesse portare un cambio per le batterie, che però onestamente non siamo proprio nella condizione di poterci permettere.
Per il resto non mi vengono in mente prestazioni particolarmente degne di nota tra i non qualificati, discreto Pinzuti a cui si potrebbe dare un'opportunità per incoraggiarne la crescita, non male Mencarini che però ha toppato le batterie restando fuori dalla finale A (che peraltro avrebbe vinto col tempo ottenuto) e questo incide sicuramente negativamente nelle considerazioni del ct e valutabile Milli che però io personalmente non porterei.

>un Sette Colli davvero entusiasmante (ottima la collocazione oraria) Condivido sulla bellezza della manifestazione, scelta oraria sicuramente azzeccata e premiata da un buon riscontro a livello di pubblico mi pare. In più un campo partenti, come più volte sottolineato, di altissimo livello. Non solo alcune superstar come Sjoestrom, Peaty, Efimova, Le Clos e Govorov, ma anche alcune delegazioni quasi al completo (Gran Bretagna soprattutto, ma anche Olanda, Brasile, Danimarca) e molti, anche tra i big, hanno nuotato molto bene con primati stagionali se non addirittura personali (il tutto impreziosito dal WR nei 50 delfino). > si sa se con le prestazioni ci sarà qualche nuovo atleta per gli Europei? Ad esempio La Zofkova a mio parere meriterebbe.... Che io sappia ancora no, ma dovrebbero essere scelte a discrezione di Butini e dello staff azzurro, per cui nel caso immagino uscirà un comunicato nelle prossime ore. In ogni caso non dovrebbero aggiungersi tanti nomi così ad occhio, sono d'accordo sulla Zofkova molto bene sia nei 50 che nei 100, in cui peraltro ha nuotato sotto il limite richiesto ai campionati italiani per la qualificazione europea. Poi in ottica staffette si potrebbe valutare la convocazione di Bori che ha nuotato bene a Roma e in particolare meglio dei due già convocati Vendrame e Zazzeri; certo probabilmente il tipo di preparazione all'evento è stato diverso vista appunto la certezza di partecipazione dei due azzurri ma le loro prestazioni recenti mi hanno lasciato qualche perplessità per cui potrebbe starci portare una riserva da valutare poi direttamente in Scozia. Discorso simile per Proietti Colonna, autore ieri di un buon 200 e meglio di tutti e tre i convocati specificamente per la staffetta Ciampi, Zuin e Di Cola (quest'ultimo, in particolare, fuori anche dalla finale B con un inquietante 1'55''16), anche se per quanto riguarda la 4x200 c'è anche la possibilità dell'inserimento di Dotto o del possibile rientrante Detti (peraltro se non ricordo male Morini ai microfoni della Caporale ha parlato addirittura di una possibile partecipazione solo a supporto delle staffette, in base allo stato della spalla). 4x100 femminile, invece, le cui convocate si sono confermate le più veloci; tra le altre il miglior tempo è il 56''14 della Biagioli qualora si volesse portare un cambio per le batterie, che però onestamente non siamo proprio nella condizione di poterci permettere. Per il resto non mi vengono in mente prestazioni particolarmente degne di nota tra i non qualificati, discreto Pinzuti a cui si potrebbe dare un'opportunità per incoraggiarne la crescita, non male Mencarini che però ha toppato le batterie restando fuori dalla finale A (che peraltro avrebbe vinto col tempo ottenuto) e questo incide sicuramente negativamente nelle considerazioni del ct e valutabile Milli che però io personalmente non porterei.
modificato Jul 2 a 12:09 pm
 
0
risposta

Bellissimo Settecolli, grazie alla massiccia partecipazione straniera e alle decine di record tra personali, nazionali e mondiali. Se per ottenere questo risultato hanno aumentato il montepremi, sono stati soldi spesi bene.
Sono contento di aver visto spazzate via le mie perplessità su Cusinato e Panziera, che non più tardi di qualche mese fa avevo immaginato come ancora lontane dai vertici di specialità e destinate a restarci nel breve periodo. Dopo questo Settecolli si ritrovano, invece, ai vertici del ranking stagionale europeo e con ottime speranze di medaglia a Glasgow. Ilaria Cusinato è un ciclone: esuberante, risoluta, lavoratrice e solare. Non è stata minimamente scalfita, nella sua crescita, dalla Maturità e si porta a casa due pb di valore assoluto, oltre al record italiano di parole/min in zona mista. Non male per aver iniziato a nuotare a 10 anni. Si saprà mantenere?
Margherita Panziera mi ha stupito ancora di più... da sempre così timidina e apparentemente fragile sia dentro che fuori dall'acqua, sta acquisendo certezze e solidità. E tutto questo a 23 anni, suffragando la teoria secondo la quale non è affatto vero che un nuotatore non possa esplodere anche in età matura.
Mi sono sembrati un po' appannati i velocisti uomini, in tutti gli stili, Miressi escluso. Il che è comprensibile per i già qualificati, un po' meno per chi si presume avrebbe dovuto andare alla ricerca di un pass europeo, individuale o di staffetta. Le velociste, invece, mi sono parse più solide sui propri migliori tempi stagionali e in generale miglioramento.

Infine ho provato gran dispiacere per Orsi, che in un'intervista ha tranquillamente ammesso tutte le sue difficoltà, tecniche prim'ancora che fisiche. Il ragazzo è ormai consapevole del suo valore attuale, e non troppo convincente nel dichiarare di voler provare a rimettersi in gioco sulla via di Tokyo. Mai dire mai per il Bomber, ma è chiaro che per la 4x100 la perdita di una pedina importante è realistica.

Bellissimo Settecolli, grazie alla massiccia partecipazione straniera e alle decine di record tra personali, nazionali e mondiali. Se per ottenere questo risultato hanno aumentato il montepremi, sono stati soldi spesi bene. Sono contento di aver visto spazzate via le mie perplessità su Cusinato e Panziera, che non più tardi di qualche mese fa avevo immaginato come ancora lontane dai vertici di specialità e destinate a restarci nel breve periodo. Dopo questo Settecolli si ritrovano, invece, ai vertici del ranking stagionale europeo e con ottime speranze di medaglia a Glasgow. Ilaria Cusinato è un ciclone: esuberante, risoluta, lavoratrice e solare. Non è stata minimamente scalfita, nella sua crescita, dalla Maturità e si porta a casa due pb di valore assoluto, oltre al record italiano di parole/min in zona mista. Non male per aver iniziato a nuotare a 10 anni. Si saprà mantenere? Margherita Panziera mi ha stupito ancora di più... da sempre così timidina e apparentemente fragile sia dentro che fuori dall'acqua, sta acquisendo certezze e solidità. E tutto questo a 23 anni, suffragando la teoria secondo la quale non è affatto vero che un nuotatore non possa esplodere anche in età matura. Mi sono sembrati un po' appannati i velocisti uomini, in tutti gli stili, Miressi escluso. Il che è comprensibile per i già qualificati, un po' meno per chi si presume avrebbe dovuto andare alla ricerca di un pass europeo, individuale o di staffetta. Le velociste, invece, mi sono parse più solide sui propri migliori tempi stagionali e in generale miglioramento. Infine ho provato gran dispiacere per Orsi, che in un'intervista ha tranquillamente ammesso tutte le sue difficoltà, tecniche prim'ancora che fisiche. Il ragazzo è ormai consapevole del suo valore attuale, e non troppo convincente nel dichiarare di voler provare a rimettersi in gioco sulla via di Tokyo. Mai dire mai per il Bomber, ma è chiaro che per la 4x100 la perdita di una pedina importante è realistica.
modificato Jul 4 a 10:38 am
 
0
risposta
12
Dettagli Discussione
2.3k
viste
38 risposte
7 followers
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza