Advertisement

Vento o no, Burdisso stampa un bel 52.23 sui 100 delfino, nuovo record JR e Ci
Strano che Condorelli in questo momento stia rappresentando gli Stati Uniti.

Vento o no, Burdisso stampa un bel 52.23 sui 100 delfino, nuovo record JR e Ci Strano che Condorelli in questo momento stia rappresentando gli Stati Uniti.
 
0
risposta

E il club sul forum "in Federico Burdisso we trust" (Miro presidente, io segretario smile ) ha modo di festeggiare con il gran RIC, RIJ nei 100 delfino ottenuto dal pavese del 2001 nelle batterie dei 100 delfino al Sette Colli: 52.23 (24.50-27.73), miglior crono assoluto.

Favorito della finale sarà Le Clos (52.45 stamane), interessante vedere lo specialista dei 50 Govorov cimentarsi sulla doppia vasca (52.55 in batteria con un 23.58 ai 50m per poi chiudere con un 28.97), oltre a Codia, Guy etc.
Vedremo se Burdisso saprà limare ancora qualche centesimo in finale.

Conferma la sua ottima stagione Elena Di Liddo: 26.35 nei 50 delfino per il secondo crono alle spalle di una Sjostrom che ha piazzato un 25.33 nei 50 delfino e un 24.33 nei 50sl, dove avrà in Blume e Kromowidjojo avversario di peso.

Bene anche la Castiglioni: 1.07.93, secondo crono nei 100 rana dopo la Efimova (1.07.49), mentre in campo maschile ennesimo 59" del solidissimo olandese Arno Kamminga che toglie la corsia centrale a Peaty (59.41 e 59.49 rispettivamente).

Nei 50sl maschili sarà gran duello tra Proud e Fratus, unici a scendere sotto il 22" nelle batterie. Segnali di miglioramento da Condorelli che ha nuotato sul 22.5.

E il club sul forum "in Federico Burdisso we trust" (Miro presidente, io segretario :) ) ha modo di festeggiare con il gran RIC, RIJ nei 100 delfino ottenuto dal pavese del 2001 nelle batterie dei 100 delfino al Sette Colli: 52.23 (24.50-27.73), miglior crono assoluto. Favorito della finale sarà Le Clos (52.45 stamane), interessante vedere lo specialista dei 50 Govorov cimentarsi sulla doppia vasca (52.55 in batteria con un 23.58 ai 50m per poi chiudere con un 28.97), oltre a Codia, Guy etc. Vedremo se Burdisso saprà limare ancora qualche centesimo in finale. Conferma la sua ottima stagione Elena Di Liddo: 26.35 nei 50 delfino per il secondo crono alle spalle di una Sjostrom che ha piazzato un 25.33 nei 50 delfino e un 24.33 nei 50sl, dove avrà in Blume e Kromowidjojo avversario di peso. Bene anche la Castiglioni: 1.07.93, secondo crono nei 100 rana dopo la Efimova (1.07.49), mentre in campo maschile ennesimo 59" del solidissimo olandese Arno Kamminga che toglie la corsia centrale a Peaty (59.41 e 59.49 rispettivamente). Nei 50sl maschili sarà gran duello tra Proud e Fratus, unici a scendere sotto il 22" nelle batterie. Segnali di miglioramento da Condorelli che ha nuotato sul 22.5.
 
0
risposta

Strano che Condorelli in questo momento stia rappresentando gli Stati Uniti.

L'invocazione "Santo subito" si è scontrata con il famoso gesto prima del via di Condorelli (ma lo fa ancora?) smile

A parte gli scherzi, immagino che sia un problema di tempi burocratici.

>Strano che Condorelli in questo momento stia rappresentando gli Stati Uniti. L'invocazione "Santo subito" si è scontrata con il famoso gesto prima del via di Condorelli (ma lo fa ancora?) :D A parte gli scherzi, immagino che sia un problema di tempi burocratici.
 
0
risposta

L'invocazione "Santo subito" si è scontrata con il famoso gesto prima del via di Condorelli (ma lo fa ancora?) smile

Non ci ho fatto caso perchè ho seguito le gare in streaming e a schermo ridotto, per non farmi notare.
Ma dall'ultima sua foto su instagram, direi che lo fa ancora smile

>L'invocazione "Santo subito" si è scontrata con il famoso gesto prima del via di Condorelli (ma lo fa ancora?) :D Non ci ho fatto caso perchè ho seguito le gare in streaming e a schermo ridotto, per non farmi notare. Ma dall'ultima sua foto su instagram, direi che lo fa ancora :D
 
0
risposta

Mi sa che mi unisco anch'io al club... 51.73 tempo incredibile!

Ho dato un'occhiata alle gara di domani e non l'ho visto però iscritto ai 200, si sa qualcosa a riguardo?

Mi sa che mi unisco anch'io al club... 51.73 tempo incredibile! Ho dato un'occhiata alle gara di domani e non l'ho visto però iscritto ai 200, si sa qualcosa a riguardo?
 
0
risposta

intanto ri scalia nei 50 dorso 28.01 ancora record per burdisso 51.73

intanto ri scalia nei 50 dorso 28.01 ancora record per burdisso 51.73
 
0
risposta

Mi sa che mi unisco anch'io al club... 51.73 tempo incredibile!

Ho dato un'occhiata alle gara di domani e non l'ho visto però iscritto ai 200, si sa qualcosa a riguardo?

Probabile che sia lui che Ceccon facciano solo la prima giornata.
Il prossimo fine settimana ci sono gli euro jrs.

Devo dire che pur essendo fan di Burdisso, pensavo che fosse lui l'anello debole della staffetta dei sogni.
Ora non lo penso più.
53.9 + 59.0 + 51.7 + 48.3 = 3.32.9 - 0.01.8 (lanciato) = 3.31.1 (per ora)

>Mi sa che mi unisco anch'io al club... 51.73 tempo incredibile! >Ho dato un'occhiata alle gara di domani e non l'ho visto però iscritto ai 200, si sa qualcosa a riguardo? Probabile che sia lui che Ceccon facciano solo la prima giornata. Il prossimo fine settimana ci sono gli euro jrs. Devo dire che pur essendo fan di Burdisso, pensavo che fosse lui l'anello debole della staffetta dei sogni. Ora non lo penso più. 53.9 + 59.0 + 51.7 + 48.3 = 3.32.9 - 0.01.8 (lanciato) = 3.31.1 (per ora)
 
1
risposta

Gara dolorosa nei 50sl femminili, in quanto mi pare sia l'unica finale di giornata senza italiani, ma bellissima. Vasca secca che parla europeo da qualche anno (almeno nelle gare in cui la Campbell non decide di fare la Campbell) e al Sette Colli si sono presentate probabilmente le tre più forti, con la campionessa olimpica Blume che addirittura stampa il personale battendo la primatista del mondo.

E subito dopo dev'essere entrato l'orgoglio maschile perchè nella stessa gara Ben Proud decide che non vuole essere da meno, primato personale anche per lui con uno strepitoso 21.16.

Gara dolorosa nei 50sl femminili, in quanto mi pare sia l'unica finale di giornata senza italiani, ma bellissima. Vasca secca che parla europeo da qualche anno (almeno nelle gare in cui la Campbell non decide di fare la Campbell) e al Sette Colli si sono presentate probabilmente le tre più forti, con la campionessa olimpica Blume che addirittura stampa il personale battendo la primatista del mondo. E subito dopo dev'essere entrato l'orgoglio maschile perchè nella stessa gara Ben Proud decide che non vuole essere da meno, primato personale anche per lui con uno strepitoso 21.16.
 
0
risposta

Probabile che sia lui che Ceccon facciano solo la prima giornata.
Il prossimo fine settimana ci sono gli euro jrs.

Eh, infatti ho immaginato fosse per quello ma mi faceva strano la scelta di fare solo un giorno su tre e sarei stato curioso a questo punto di vederlo nella sua gara, ma direi che posso aspettare di vederlo a Helsinki a questo punto.

>Probabile che sia lui che Ceccon facciano solo la prima giornata. Il prossimo fine settimana ci sono gli euro jrs. Eh, infatti ho immaginato fosse per quello ma mi faceva strano la scelta di fare solo un giorno su tre e sarei stato curioso a questo punto di vederlo nella sua gara, ma direi che posso aspettare di vederlo a Helsinki a questo punto.
 
0
risposta

Mi sa che mi unisco anch'io al club... 51.73 tempo incredibile!

Ho dato un'occhiata alle gara di domani e non l'ho visto però iscritto ai 200, si sa qualcosa a riguardo?

Probabile che sia lui che Ceccon facciano solo la prima giornata.
Il prossimo fine settimana ci sono gli euro jrs.

Devo dire che pur essendo fan di Burdisso, pensavo che fosse lui l'anello debole della staffetta dei sogni.
Ora non lo penso più.
53.9 + 59.0 + 51.7 + 48.3 = 3.32.9 - 0.01.8 (lanciato) = 3.31.1 (per ora)

Stamane ho colpevolmente dimenticato Alfa, che merita il titolo di presidente onorario perchè segnalò prima di tutti il dualismo "in fieri" tra i giovanissimi Ceccon e Burdisso.

Giornata importantissima per la mista dei sogni (dei sogni anche per la giovanissima età dei componenti), questa, e per Burdisso in particolare, e stimolo indiretto a Martinenghi (in bocca al lupo per il pieno recupero), Ceccon e Miressi a concretizzarli all'Olimpiade di Tokyo2020.

Poi, chiaro, i componenti potranno essere anche altri (fermandoci allo sl, Condorelli ha dimostrato a Rio potenzialità enormi con quel passaggio folle che ne ha in parte compromesso la gara, Dotto può benissimo ritrovare la magia delle sue annate migliori etc etc), ma il trend di crescita e l'anagrafe dei quattro li rende, oggi, i più pronosticabili come titolari, e con possibilità di ottimi crono.

Per Federico Burdisso è un enorme passo in avanti perchè:

1) anche in questa stagione sta progredendo sensibilmente, sia nei 200 che (soprattutto, e non era per nulla scontato) nei 100 delfino, cioè quella distanza più breve in cui c'era un certo scetticismo su suoi ulteriori miglioramenti. E questo prima degli appuntamenti-clou: Eurojunior di Helsinki dal 4 luglio, Europei assoluti di Glasgow ai primi di agosto, Olimpiadi giovanili di Buenos Aires in ottobre.

2) ha dimostrato di non subire la vicinanza di campioni come LeClos e Guy. LeClos e Codia in finale sono passati forte ai 50m, ma lui non si è disunito e ha nuotato benissimo nella seconda vasca arrivando a un crono francamente sbalorditivo. Quella caratteristica di sapersi comunque migliorare in finale, fondamentale per diventare un campione, Burdisso ce l'ha.

>>Mi sa che mi unisco anch'io al club... 51.73 tempo incredibile! >>Ho dato un'occhiata alle gara di domani e non l'ho visto però iscritto ai 200, si sa qualcosa a riguardo? >Probabile che sia lui che Ceccon facciano solo la prima giornata. >Il prossimo fine settimana ci sono gli euro jrs. >Devo dire che pur essendo fan di Burdisso, pensavo che fosse lui l'anello debole della staffetta dei sogni. >Ora non lo penso più. >53.9 + 59.0 + 51.7 + 48.3 = 3.32.9 - 0.01.8 (lanciato) = 3.31.1 (per ora) Stamane ho colpevolmente dimenticato Alfa, che merita il titolo di presidente onorario perchè segnalò prima di tutti il dualismo "in fieri" tra i giovanissimi Ceccon e Burdisso. Giornata importantissima per la mista dei sogni (dei sogni anche per la giovanissima età dei componenti), questa, e per Burdisso in particolare, e stimolo indiretto a Martinenghi (in bocca al lupo per il pieno recupero), Ceccon e Miressi a concretizzarli all'Olimpiade di Tokyo2020. Poi, chiaro, i componenti potranno essere anche altri (fermandoci allo sl, Condorelli ha dimostrato a Rio potenzialità enormi con quel passaggio folle che ne ha in parte compromesso la gara, Dotto può benissimo ritrovare la magia delle sue annate migliori etc etc), ma il trend di crescita e l'anagrafe dei quattro li rende, oggi, i più pronosticabili come titolari, e con possibilità di ottimi crono. Per Federico Burdisso è un enorme passo in avanti perchè: 1) anche in questa stagione sta progredendo sensibilmente, sia nei 200 che (soprattutto, e non era per nulla scontato) nei 100 delfino, cioè quella distanza più breve in cui c'era un certo scetticismo su suoi ulteriori miglioramenti. E questo prima degli appuntamenti-clou: Eurojunior di Helsinki dal 4 luglio, Europei assoluti di Glasgow ai primi di agosto, Olimpiadi giovanili di Buenos Aires in ottobre. 2) ha dimostrato di non subire la vicinanza di campioni come LeClos e Guy. LeClos e Codia in finale sono passati forte ai 50m, ma lui non si è disunito e ha nuotato benissimo nella seconda vasca arrivando a un crono francamente sbalorditivo. Quella caratteristica di sapersi comunque migliorare in finale, fondamentale per diventare un campione, Burdisso ce l'ha.
modificato Jun 29 a 9:36 pm
 
0
risposta

Tantissimi risultati di rilievo in questa prima giornata in cui Elena Gemo ha annunciato il ritiro dall'agonismo. I migliori in bocca al lupo per una vera protagonista del nuoto italiano ed europeo per oltre un decennio.
L'adrenalina delle competizioni, il rappresentare l'Italia le mancherà, probabile, ma in compenso non dovrà più preoccuparsi dei decimi che concedeva allo start, come tempo di reazione, alle avversarie smile

1) Il 21.16 di Proud nei 50sl. Siamo ormai a poco più di due decimi dai record gommati (RE Bousquet, RM Cielo).
E' chiaro che Dressel, alla luce dell'incredibile crono ottenuto nelle 50 yd, resta il favorito nel superarli tra Nats e Panpacs, ma ci sarà confronto a distanza con il Proud di Glasgow.

2) La micidiale progressione della Blume nei 50sl, suo marchio di fabbrica, l'ha portata al primo 23.9 della carriera. E lavorando sullo start, un po' come è riuscita a fare la Sjostrom nelle ultime due stagioni, ci sono margini di progresso.

3) Il nuovo record olandese a 59.14 nei 100 rana, conferma i continui progressi di Kamminga, ranista olandese messosi in luce agli Europei di corta di dicembre2017 e da allora mai più fermatosi.

4) Molto bene James Guy nei 100 delfino (51.44). Il 51.24 di LeClos, atleta sempre su grandi livelli anche in stagione, fa meno notizia del crono di Guy (autore della migliore vasca di ritorno tra tutti i finalisti con 27.20), non brillantissimo al primo grande appuntamento stagionale dei CG di Gold Coast. Progressi anche per Peaty (58.61), visibilmente soddisfatto all'arrivo e anche lui, in questa stagione, un po' sotto i suoi standard (peraltro siderali).

5) Superba la Efimova sotto l'1.05 (1.04.98 ). Molto bene anche la O'Connor a 1.07.40 e, in finale B, la Pirovano a 1.08.77 (penso PB).

6) Ovvia menzione per il RI di Silvia Scalia nei 50 dorso (28.01), ma molto bene anche la Zofkova a 28.32 vincendo la finale B.

7) Dovrebbe essere PB anche per Pinzuti nei 100 rana: 1.00.92 (io ricordo come suo PB l'1.01.01 della finale ai Mondiali juniores dello scorso agosto), e forse anche il 25.32 della Ruberti nei 50sl.

8 ) Robert Glinta, con ritmo vorticoso di bracciata, ottiene un notevole 24.78 nei 50 dorso, il giovane brasiliano Fantoni arriva secondo con 24.95, confermando la tradizione brasiliana nella singola vasca dei vari stili (vento di casa o no smile ).

Tantissimi risultati di rilievo in questa prima giornata in cui Elena Gemo ha annunciato il ritiro dall'agonismo. I migliori in bocca al lupo per una vera protagonista del nuoto italiano ed europeo per oltre un decennio. L'adrenalina delle competizioni, il rappresentare l'Italia le mancherà, probabile, ma in compenso non dovrà più preoccuparsi dei decimi che concedeva allo start, come tempo di reazione, alle avversarie ;) 1) Il 21.16 di Proud nei 50sl. Siamo ormai a poco più di due decimi dai record gommati (RE Bousquet, RM Cielo). E' chiaro che Dressel, alla luce dell'incredibile crono ottenuto nelle 50 yd, resta il favorito nel superarli tra Nats e Panpacs, ma ci sarà confronto a distanza con il Proud di Glasgow. 2) La micidiale progressione della Blume nei 50sl, suo marchio di fabbrica, l'ha portata al primo 23.9 della carriera. E lavorando sullo start, un po' come è riuscita a fare la Sjostrom nelle ultime due stagioni, ci sono margini di progresso. 3) Il nuovo record olandese a 59.14 nei 100 rana, conferma i continui progressi di Kamminga, ranista olandese messosi in luce agli Europei di corta di dicembre2017 e da allora mai più fermatosi. 4) Molto bene James Guy nei 100 delfino (51.44). Il 51.24 di LeClos, atleta sempre su grandi livelli anche in stagione, fa meno notizia del crono di Guy (autore della migliore vasca di ritorno tra tutti i finalisti con 27.20), non brillantissimo al primo grande appuntamento stagionale dei CG di Gold Coast. Progressi anche per Peaty (58.61), visibilmente soddisfatto all'arrivo e anche lui, in questa stagione, un po' sotto i suoi standard (peraltro siderali). 5) Superba la Efimova sotto l'1.05 (1.04.98 ). Molto bene anche la O'Connor a 1.07.40 e, in finale B, la Pirovano a 1.08.77 (penso PB). 6) Ovvia menzione per il RI di Silvia Scalia nei 50 dorso (28.01), ma molto bene anche la Zofkova a 28.32 vincendo la finale B. 7) Dovrebbe essere PB anche per Pinzuti nei 100 rana: 1.00.92 (io ricordo come suo PB l'1.01.01 della finale ai Mondiali juniores dello scorso agosto), e forse anche il 25.32 della Ruberti nei 50sl. 8 ) Robert Glinta, con ritmo vorticoso di bracciata, ottiene un notevole 24.78 nei 50 dorso, il giovane brasiliano Fantoni arriva secondo con 24.95, confermando la tradizione brasiliana nella singola vasca dei vari stili (vento di casa o no :) ).
modificato Jun 29 a 9:09 pm
 
0
risposta

report
50 dorso f ri della scalia quarta che per un centesimo non abbatte il muro dei 28 28.01 il precedente era della gemo 28.07 nel 2015 vince medeiros 27.87 su Nielsen 27.92 e Davies 27.95
m vince glinta 24.78 su fantoni 24.95 e milli 25.15
400 sl f vince la hibbott 4.09.78 su dumont 4.11.12 e pirozzi 4.11.36
m vince romanchuck 3.48.04 su elkamesh 32.49.40 e acerenza 3.49.75
100 rana f gran tempo della efimova 1.04.98 davanti a o'connor 1.07.40 e castiglioni 1.07.66
m vince peaty 58.61 su kamminga 59.14 e scozzoli in un buon 59.89
50 farfalla f vince sjostrom 25.19 su kromowidjodjo 25.90 e di liddo 26.13
100 farfalla m grandissimo burdisso terzo dietro le clos 51.24 e guy 51.44 . 51.73 per il nostro che migliora il suo rij e c migliorando il suo 52.23 di stamattina che migliorava iul 52.35 gommato di romani nel 2009. alla farfalla maschile manca solo il ric dei 50 farfalla come gommato
50 sl f unica gara senza italiane ma di grandissimo livello blume 23.92 batte la sjostrom 24.18 e kromowidjodjo 24.64 ruberti in finale b 25.32
m gran tempo di proud 21.16 precede fratus 21.77 e vergani 22.21
1500 sl f in conclusiojne arriva l'unica vittoria azzurra con la quadarella in un ottimo 15.56.81 precede la kapas 16.07.48 e Tettamanzi 16.31.40

report **50 dorso f** ri della scalia quarta che per un centesimo non abbatte il muro dei 28 28.01 il precedente era della gemo 28.07 nel 2015 vince medeiros 27.87 su Nielsen 27.92 e Davies 27.95 **m** vince glinta 24.78 su fantoni 24.95 e milli 25.15 **400 sl f** vince la hibbott 4.09.78 su dumont 4.11.12 e pirozzi 4.11.36 **m** vince romanchuck 3.48.04 su elkamesh 32.49.40 e acerenza 3.49.75 **100 rana f** gran tempo della efimova 1.04.98 davanti a o'connor 1.07.40 e castiglioni 1.07.66 **m** vince peaty 58.61 su kamminga 59.14 e scozzoli in un buon 59.89 **50 farfalla f** vince sjostrom 25.19 su kromowidjodjo 25.90 e di liddo 26.13 **100 farfalla m** grandissimo burdisso terzo dietro le clos 51.24 e guy 51.44 . 51.73 per il nostro che migliora il suo rij e c migliorando il suo 52.23 di stamattina che migliorava iul 52.35 gommato di romani nel 2009. alla farfalla maschile manca solo il ric dei 50 farfalla come gommato **50 sl f** unica gara senza italiane ma di grandissimo livello blume 23.92 batte la sjostrom 24.18 e kromowidjodjo 24.64 ruberti in finale b 25.32 **m** gran tempo di proud 21.16 precede fratus 21.77 e vergani 22.21 **1500 sl f** in conclusiojne arriva l'unica vittoria azzurra con la quadarella in un ottimo 15.56.81 precede la kapas 16.07.48 e Tettamanzi 16.31.40
 
0
risposta

a Funuotofan: cosa c'entra Condorelli. E' diventato italiano?

a Funuotofan: cosa c'entra Condorelli. E' diventato italiano?
modificato Jun 29 a 10:20 pm
 
0
risposta

a Funuotofan: cosa c'entra Condorelli. E' diventato italiano?

Dovrebbe.
Pareva già certo; in questa intervista di ieri ( https://swimswam.com/santo-condorelli-a-swim-swam-non-ho-ancora-deciso-nulla/ ) ha detto di non avere ancora deciso definitivamente, ma che si trova bene in Italia, Dotto è importante negli allenamenti e nel fargli conoscere il Paese etc etc

>a Funuotofan: cosa c'entra Condorelli. E' diventato italiano? Dovrebbe. Pareva già certo; in questa intervista di ieri ( https://swimswam.com/santo-condorelli-a-swim-swam-non-ho-ancora-deciso-nulla/ ) ha detto di non avere ancora deciso definitivamente, ma che si trova bene in Italia, Dotto è importante negli allenamenti e nel fargli conoscere il Paese etc etc
 
1
risposta

Intanto stamane Condorelli, con 49.27, si qualifica per la finale A dei 100sl.
Bene anche Dotto (48.9) e Miressi (49.1), e in serata ci sarà una sorta di scontro Italia-Brasile (presenti al Sette Colli le formazioni praticamente al completo), con l'aggiunta di Shioura e Timmers.
Interessante sarà seguire Spajari (48.8 nella batteria), segnalatosi in patria con ottime prove sia a livello individuale (47.95 il suo PB) che di staffetta.

Ottime prospettive anche per i 400 misti femminili, in particolare con una Cusinato che potrebbe attaccare il PB e avvicinarsi ulteriormente al RI della grandissima Alessia Filippi.

Nei 100 dorso, miglior crono per Milli (54.79), che si vuole giocare fino all'ultimo le sue chances e convincere Butini a portarlo a Glasgow.

Intanto stamane Condorelli, con 49.27, si qualifica per la finale A dei 100sl. Bene anche Dotto (48.9) e Miressi (49.1), e in serata ci sarà una sorta di scontro Italia-Brasile (presenti al Sette Colli le formazioni praticamente al completo), con l'aggiunta di Shioura e Timmers. Interessante sarà seguire Spajari (48.8 nella batteria), segnalatosi in patria con ottime prove sia a livello individuale (47.95 il suo PB) che di staffetta. Ottime prospettive anche per i 400 misti femminili, in particolare con una Cusinato che potrebbe attaccare il PB e avvicinarsi ulteriormente al RI della grandissima Alessia Filippi. Nei 100 dorso, miglior crono per Milli (54.79), che si vuole giocare fino all'ultimo le sue chances e convincere Butini a portarlo a Glasgow.
 
0
risposta

Cavolo, seguo quanto detto da Sacchi a commentare la gara di apertura del pomeriggio, ovvero la gara dei 100sl paralimpici femminili. Nuoto paralimpico che, come ammesso dal commentatore stesso, neanch'io seguo ma nello stato attuale dello sprint femminile italiano trovare una ragazza classe 2001 che nuota i 100 in 57 basso è notevolissimo in assoluto.

Cavolo, seguo quanto detto da Sacchi a commentare la gara di apertura del pomeriggio, ovvero la gara dei 100sl paralimpici femminili. Nuoto paralimpico che, come ammesso dal commentatore stesso, neanch'io seguo ma nello stato attuale dello sprint femminile italiano trovare una ragazza classe 2001 che nuota i 100 in 57 basso è notevolissimo in assoluto.
modificato Jun 30 a 6:17 pm
 
0
risposta

Iniziano bene anche le altre gare con un 100 delfino femminile in cui la Di Liddo conferma l'ottima forma e il costante miglioramento che caratterizza le sue prestazioni dall'anno scorso; ormai molto vicina al record italiano che sarà probabilmente un riferimento cronometrico che metterà nel mirino a Glasgow. Bene comunque anche l'attuale detentrice di quel tempo, Ilaria Bianchi, che da anni riesce a nuotare abbastanza costantemente sotto 58'' in ogni momento della preparazione.

Iniziano bene anche le altre gare con un 100 delfino femminile in cui la Di Liddo conferma l'ottima forma e il costante miglioramento che caratterizza le sue prestazioni dall'anno scorso; ormai molto vicina al record italiano che sarà probabilmente un riferimento cronometrico che metterà nel mirino a Glasgow. Bene comunque anche l'attuale detentrice di quel tempo, Ilaria Bianchi, che da anni riesce a nuotare abbastanza costantemente sotto 58'' in ogni momento della preparazione.
 
0
risposta

Ottimi segnali dalla Panziera che batte il suo record italiano sui 100 dorso nuotando 59"80. Molto male Carini che sembra un lontano parente del Carini primatista italiano dei 200 delfino, male anche Sabbioni e Milli.
Grande gara della Cusinato 4'34"65

Ottimi segnali dalla Panziera che batte il suo record italiano sui 100 dorso nuotando 59"80. Molto male Carini che sembra un lontano parente del Carini primatista italiano dei 200 delfino, male anche Sabbioni e Milli. Grande gara della Cusinato 4'34"65
modificato Jun 30 a 6:51 pm
 
0
risposta
12
Dettagli Discussione
2.3k
viste
38 risposte
7 followers
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza