Advertisement

Direi che la Rai ha azzeccato in pieno la giornata di gare da non mandare in diretta.. smile
Tornando seri, fa piacere che i 3 ori siano stati accompagnati da 3 PB (di cui 2 RI), un buon segno a livello mentale (soprattutto per Dotto che aveva l'onere di partire coi favori del pronostico)

Direi che la Rai ha azzeccato in pieno la giornata di gare da non mandare in diretta.. (wasntme) Tornando seri, fa piacere che i 3 ori siano stati accompagnati da 3 PB (di cui 2 RI), un buon segno a livello mentale (soprattutto per Dotto che aveva l'onere di partire coi favori del pronostico)
modificato Dec 17 '17 a 6:01 pm
 
2
risposta

Se non fosse per questo forum si direbbe che i campionati europei di nuoto non venissero disputati...Perfino mio marito (seccato all'idea di dovermi cedere il SUO televisore 😄), quando ha visto che non li trasmettevano ha commentato: è una vergogna!
Comunque meglio così: era peggio se si fossero visti non vincere niente. Almeno sono andati bene! 😊
Direi nel complesso una bella spedizione questa volta! Bravi tutti i ragazzi e i loro allenatori.

Se non fosse per questo forum si direbbe che i campionati europei di nuoto non venissero disputati...Perfino mio marito (seccato all'idea di dovermi cedere il SUO televisore
 
1
risposta

Direi nel complesso una bella spedizione questa volta! Bravi tutti i ragazzi e i loro allenatori.

Direi proprio di sì, Italia che ha espresso atleti di buon livello in gran parte delle gare con tante medaglie e 2/3 stelle che hanno nuotato sempre ad altissimo livello. E' vero che la competizione non è di primissimo livello quindi i risultati di classifica forniscono indicazioni solo parziali, e anche i tempi dovranno trovare riscontro in lunga, ma in generale Italia consistente con atleti che quasi tutti hanno nuotato intorno ai loro personali.

Arrivo a centesimi tra almeno 5 nuotatori, e quello che la partenza aveva tolto a Sabbioni nella staffetta, la partenza ha restituito (leggi Kolesnikov).

E infatti in staffetta 22.83 per il russo smile meglio per il romagnolo! (e per il nostro medagliere)

> Direi nel complesso una bella spedizione questa volta! Bravi tutti i ragazzi e i loro allenatori. Direi proprio di sì, Italia che ha espresso atleti di buon livello in gran parte delle gare con tante medaglie e 2/3 stelle che hanno nuotato sempre ad altissimo livello. E' vero che la competizione non è di primissimo livello quindi i risultati di classifica forniscono indicazioni solo parziali, e anche i tempi dovranno trovare riscontro in lunga, ma in generale Italia consistente con atleti che quasi tutti hanno nuotato intorno ai loro personali. > Arrivo a centesimi tra almeno 5 nuotatori, e quello che la partenza aveva tolto a Sabbioni nella staffetta, la partenza ha restituito (leggi Kolesnikov). E infatti in staffetta 22.83 per il russo :P meglio per il romagnolo! (e per il nostro medagliere)
 
0
risposta

Sì, bella spedizione suggellata da un'ultima giornata trionfale con 3 ori e un argento nella mista maschile finale.

Il computo delle medaglie, come detto in precedenza, mi interessa relativamente (penso che i veri Europei significativi siano quelli della prossima estate in vasca da 50m), ma trovo importante sottolineare le molte prestazioni rilevanti da parte degli atleti italiani, con parecchi PB e anche diversi RI.
Ottima notizia, in particolare, il buon comportamento della nazionale femminile (alcuni nomi: Panziera, Bianchi, Cusinato, Castiglioni, ma direi che quasi tutte si siano espresse a un livello almeno sufficiente).
Poi il recupero ad altissimi livelli (il tetto di Europa) di Sabbioni e Scozzoli: Romagna uber-alles; l'oro di Orsi nei 100 misti (e ci spostiamo di pochi km); andando a nord-est un Dotto davvero imperiale in ogni sua gara, dai 50 ai 100sl.
E poi la doppietta di Rivolta/Codia nei 100 df, i miglioramenti (e ultimi WJR) di Martinenghi..
Insomma, poche controprestazioni (qualcuna c'è stata) anche nel settore maschile.

Ottimo lo streaming che trasmetteva il clima (anche di festa) a bordo-vasca e permetteva di concentrarsi sugli eventi natatori senza tante chiacchiere "di contorno" a cui certi telecronisti nostrani ci hanno abituato (parere personale anche questo).

Da un punto di vista tecnico, impressionante Kolesnikov e in generale, considerando i tanti assenti e i presenti non pienamente utilizzati, la Russia maschile.

Il WR con prestazione di elevatissimo contenuto tecnico della mista maschile russa finale è un messaggio inviato al mondo del nuoto verso il 2018 e, in prospettiva, Tokyo2020: i nuotatori russi sono forti come mai in passato

Sì, bella spedizione suggellata da un'ultima giornata trionfale con 3 ori e un argento nella mista maschile finale. Il computo delle medaglie, come detto in precedenza, mi interessa relativamente (penso che i veri Europei significativi siano quelli della prossima estate in vasca da 50m), ma trovo importante sottolineare le molte prestazioni rilevanti da parte degli atleti italiani, con parecchi PB e anche diversi RI. Ottima notizia, in particolare, il buon comportamento della nazionale femminile (alcuni nomi: Panziera, Bianchi, Cusinato, Castiglioni, ma direi che quasi tutte si siano espresse a un livello almeno sufficiente). Poi il recupero ad altissimi livelli (il tetto di Europa) di Sabbioni e Scozzoli: Romagna uber-alles; l'oro di Orsi nei 100 misti (e ci spostiamo di pochi km); andando a nord-est un Dotto davvero imperiale in ogni sua gara, dai 50 ai 100sl. E poi la doppietta di Rivolta/Codia nei 100 df, i miglioramenti (e ultimi WJR) di Martinenghi.. Insomma, poche controprestazioni (qualcuna c'è stata) anche nel settore maschile. Ottimo lo streaming che trasmetteva il clima (anche di festa) a bordo-vasca e permetteva di concentrarsi sugli eventi natatori senza tante chiacchiere "di contorno" a cui certi telecronisti nostrani ci hanno abituato (parere personale anche questo). Da un punto di vista tecnico, impressionante Kolesnikov e in generale, considerando i tanti assenti e i presenti non pienamente utilizzati, la Russia maschile. Il WR con prestazione di elevatissimo contenuto tecnico della mista maschile russa finale è un messaggio inviato al mondo del nuoto verso il 2018 e, in prospettiva, Tokyo2020: i nuotatori russi sono forti come mai in passato
modificato Dec 17 '17 a 6:44 pm
 
0
risposta

report finale
50 sl f s fuori ferraioli 24.18 nona e pezzato 24.57 dodicesima migliorv tempo sjoestroem 23.39
50 dorso m spassa sabbioni 23.31 terzo fuori bonacchi 23.71 nono miglior tempo kolesnikov 23.14
200 rana fvince la vall montero 2.18.41 su pedersen 2.19.53 e lecluyse 2.19.68
100 sl m primo oro per noi con dotto 46.11 secondo all time scavalcando magnini precede timmers 46.54 e scott 46.64
100 farfalla f quinta la bianchi 56.65 oro sjoestroem 55.00 su wattel 55.97 e beckmann 56.22
100 misti m il gemello di dotto orsi non è da meno oro 51.76 ri migliora il suo 52.10 di ieri precede fesikov 51.94 e stolk 51.97
400 sl f settima la quadarella 4.07.34 oro alla kapas 3.58.15 sulla koheler 3.59.12 e hassler 4.02.43
200 farfalla m oro a kharalanov 1.50.54 su vazaios 1.51.23 e kenderesi 1.52.25
50 sl f oro alla sjoestroem 23.30 su kromowidjodjo 23.31 e blume 23.49
50 dorso m terzo oro con sabbioni 23.05 ri migliora il suo 23.06 degli invernali precede Kolesnikov 23.07 e stravius 23.12
mista f sesta l'ìtalia 1.45.73 oro a svezia 1.44.43 su Danimarca 1.45.00 e francia 1.45.35
scalia 26.96
castiglioni 29.49
di liddo 25.55
ferraioli 23.73
m argento italia 1.31.91 oro a russia con kkolesnikov 22.83 a dorso 1.30.44 wr terza bielorussia 1.32.06
sabbioni 23.14
scozzoli 25.45
codia 22.72
dotto 20.60

report finale **50 sl f s** fuori ferraioli 24.18 nona e pezzato 24.57 dodicesima migliorv tempo sjoestroem 23.39 **50 dorso m s**passa sabbioni 23.31 terzo fuori bonacchi 23.71 nono miglior tempo kolesnikov 23.14 **200 rana f**vince la vall montero 2.18.41 su pedersen 2.19.53 e lecluyse 2.19.68 **100 sl m** primo oro per noi con dotto 46.11 secondo all time scavalcando magnini precede timmers 46.54 e scott 46.64 **100 farfalla f** quinta la bianchi 56.65 oro sjoestroem 55.00 su wattel 55.97 e beckmann 56.22 **100 misti m** il gemello di dotto orsi non è da meno oro 51.76 ri migliora il suo 52.10 di ieri precede fesikov 51.94 e stolk 51.97 **400 sl f **settima la quadarella 4.07.34 oro alla kapas 3.58.15 sulla koheler 3.59.12 e hassler 4.02.43 **200 farfalla m** oro a kharalanov 1.50.54 su vazaios 1.51.23 e kenderesi 1.52.25 **50 sl f** oro alla sjoestroem 23.30 su kromowidjodjo 23.31 e blume 23.49 **50 dorso m** terzo oro con sabbioni 23.05 ri migliora il suo 23.06 degli invernali precede Kolesnikov 23.07 e stravius 23.12 **mista f** sesta l'ìtalia 1.45.73 oro a svezia 1.44.43 su Danimarca 1.45.00 e francia 1.45.35 scalia 26.96 castiglioni 29.49 di liddo 25.55 ferraioli 23.73 **m** argento italia 1.31.91 oro a russia con kkolesnikov 22.83 a dorso 1.30.44 wr terza bielorussia 1.32.06 sabbioni 23.14 scozzoli 25.45 codia 22.72 dotto 20.60
 
0
risposta

Belle gare, che purtroppo sono riuscita a seguire molto poco, ma ho letto tutti i vostri report smile

In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie.

Belle gare, che purtroppo sono riuscita a seguire molto poco, ma ho letto tutti i vostri report :) In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie.
 
0
risposta

In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie.

Uhm..., per quanto mi riguarda, mille aspettative.. "con juicio" smile , nel senso che il crono con cui Ceccon ha vinto i 200 misti agli Italiani (1.55.14) era senz'altro notevole (e Miro lo ha giustamente sottolineato), soprattutto in considerazione dei suoi non ancora 17 anni di età, però - viste alcune controprestazioni già fatte agli Europei Juniores di Netanya e, soprattutto, ai Mondiali Juniores di Indianapolis - non è che Ceccon, per ora, fornisca granitiche certezze smile.

Chiaro che nessuno pensava di vederlo poi nuotare in 1.59.80, 33° crono delle batterie, con il sesto, il portoghese Santos, che ha ottenuto proprio il suo fresco PB di 1.55.14.
In finale, poi, sono tutti scesi sotto l'1.55 e per il podio è servito l'1.54.16 di Zenimoto Hvas, di nemmeno un anno più giovane di Ceccon.

Detto questo, nulla di particolarmente strano: tra i giovani, anche di grande talento come Ceccon indubbiamente è, statisticamente sono più i casi in cui si paga pedaggio nella prima manifestazione importante (presupponendo che gli Europei di corta lo siano..), rispetto a quelli in cui si fa il grande exploit (alla Battistelli dei 1500sl di Madrid per intendersi, tralasciando gli hors categorie alla Phelps o Thorpe).

Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici.

Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi.
Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" smile .
Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari"

Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum smile

>In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie. Uhm..., per quanto mi riguarda, mille aspettative.. "con juicio" :) , nel senso che il crono con cui Ceccon ha vinto i 200 misti agli Italiani (1.55.14) era senz'altro notevole (e Miro lo ha giustamente sottolineato), soprattutto in considerazione dei suoi non ancora 17 anni di età, però - viste alcune controprestazioni già fatte agli Europei Juniores di Netanya e, soprattutto, ai Mondiali Juniores di Indianapolis - non è che Ceccon, per ora, fornisca granitiche certezze ;). Chiaro che nessuno pensava di vederlo poi nuotare in 1.59.80, 33° crono delle batterie, con il sesto, il portoghese Santos, che ha ottenuto proprio il suo fresco PB di 1.55.14. In finale, poi, sono tutti scesi sotto l'1.55 e per il podio è servito l'1.54.16 di Zenimoto Hvas, di nemmeno un anno più giovane di Ceccon. Detto questo, nulla di particolarmente strano: tra i giovani, anche di grande talento come Ceccon indubbiamente è, statisticamente sono più i casi in cui si paga pedaggio nella prima manifestazione importante (presupponendo che gli Europei di corta lo siano..), rispetto a quelli in cui si fa il grande exploit (alla Battistelli dei 1500sl di Madrid per intendersi, tralasciando gli hors categorie alla Phelps o Thorpe). Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici. Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi. Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" :) . Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari" Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum :)
 
1
risposta

Ottima Italia agli Europei, con successo nel Trofeo per nazioni, che certifica la profondità del movimento. Nonostante l'assenza di Detti e di fatto anche quella della Pellegrini. Buoni riscontri dal settore velocità maschile, con Dotto che sembra in stagione sì (anche se l'oro nei 100 è stato favorito dalle assenze di Metella -infortunato- e Morozov -scelta tecnica-) e il recupero di Orsi ("graziato" da Fesikov nella finale dei 100 misti). Poi Zazzeri in crescita netta. Se aggiungiamo i giovani Miressi e Vendrame il gruppo è ok per la medaglia estiva, la prima che dovremo cercare di prendere senza Magnini dopo 15 anni.
Sabbioni è tornato quello che conoscevamo, che mette molta energia in acqua, a cui aggiunge le doti da "garista", importanti nelle finali tese. Rivolta e Scozzoli hanno iniziato una sorprendente seconda carriera ai vertici continentali, mettendo fine ad un declino che sembrava irreversibile. Direi che il fatto saliente del nostro europeo è stato quello di togliere la polvere dall'argenteria di famiglia e rilucidarla. Molto bene tra le ragazze la giovane Cusinato, dotata di acquaticità e mezzi atletici.

Ottima Italia agli Europei, con successo nel Trofeo per nazioni, che certifica la profondità del movimento. Nonostante l'assenza di Detti e di fatto anche quella della Pellegrini. Buoni riscontri dal settore velocità maschile, con Dotto che sembra in stagione sì (anche se l'oro nei 100 è stato favorito dalle assenze di Metella -infortunato- e Morozov -scelta tecnica-) e il recupero di Orsi ("graziato" da Fesikov nella finale dei 100 misti). Poi Zazzeri in crescita netta. Se aggiungiamo i giovani Miressi e Vendrame il gruppo è ok per la medaglia estiva, la prima che dovremo cercare di prendere senza Magnini dopo 15 anni. Sabbioni è tornato quello che conoscevamo, che mette molta energia in acqua, a cui aggiunge le doti da "garista", importanti nelle finali tese. Rivolta e Scozzoli hanno iniziato una sorprendente seconda carriera ai vertici continentali, mettendo fine ad un declino che sembrava irreversibile. Direi che il fatto saliente del nostro europeo è stato quello di togliere la polvere dall'argenteria di famiglia e rilucidarla. Molto bene tra le ragazze la giovane Cusinato, dotata di acquaticità e mezzi atletici.
 
0
risposta

In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie.

Uhm..., per quanto mi riguarda, mille aspettative.. "con juicio" smile , nel senso che il crono con cui Ceccon ha vinto i 200 misti agli Italiani (1.55.14) era senz'altro notevole (e Miro lo ha giustamente sottolineato), soprattutto in considerazione dei suoi non ancora 17 anni di età, però - viste alcune controprestazioni già fatte agli Europei Juniores di Netanya e, soprattutto, ai Mondiali Juniores di Indianapolis - non è che Ceccon, per ora, fornisca granitiche certezze smile.

Chiaro che nessuno pensava di vederlo poi nuotare in 1.59.80, 33° crono delle batterie, con il sesto, il portoghese Santos, che ha ottenuto proprio il suo fresco PB di 1.55.14.
In finale, poi, sono tutti scesi sotto l'1.55 e per il podio è servito l'1.54.16 di Zenimoto Hvas, di nemmeno un anno più giovane di Ceccon.

Detto questo, nulla di particolarmente strano: tra i giovani, anche di grande talento come Ceccon indubbiamente è, statisticamente sono più i casi in cui si paga pedaggio nella prima manifestazione importante (presupponendo che gli Europei di corta lo siano..), rispetto a quelli in cui si fa il grande exploit (alla Battistelli dei 1500sl di Madrid per intendersi, tralasciando gli hors categorie alla Phelps o Thorpe).

Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici.

Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi.
Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" smile .
Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari"

Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum smile

😄Adoro le tue disamine!

In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie.

Uhm..., per quanto mi riguarda, mille aspettative.. "con juicio" smile , nel senso che il crono con cui Ceccon ha vinto i 200 misti agli Italiani (1.55.14) era senz'altro notevole (e Miro lo ha giustamente sottolineato), soprattutto in considerazione dei suoi non ancora 17 anni di età, però - viste alcune controprestazioni già fatte agli Europei Juniores di Netanya e, soprattutto, ai Mondiali Juniores di Indianapolis - non è che Ceccon, per ora, fornisca granitiche certezze smile.

Chiaro che nessuno pensava di vederlo poi nuotare in 1.59.80, 33° crono delle batterie, con il sesto, il portoghese Santos, che ha ottenuto proprio il suo fresco PB di 1.55.14.
In finale, poi, sono tutti scesi sotto l'1.55 e per il podio è servito l'1.54.16 di Zenimoto Hvas, di nemmeno un anno più giovane di Ceccon.

Detto questo, nulla di particolarmente strano: tra i giovani, anche di grande talento come Ceccon indubbiamente è, statisticamente sono più i casi in cui si paga pedaggio nella prima manifestazione importante (presupponendo che gli Europei di corta lo siano..), rispetto a quelli in cui si fa il grande exploit (alla Battistelli dei 1500sl di Madrid per intendersi, tralasciando gli hors categorie alla Phelps o Thorpe).

Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici.

Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi.
Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" smile .
Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari"

Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum smile

😄 Adoro le tue disamine!

>>In generale bella prestazione della squadra italiana, molto bene anche nel settore femminile, se devo trovare una cosa negativa forse direi Ceccon sul quale tutti avevano mille aspettative e invece molto sottotono (tant'e' che e' praticamente passato in cavalleria qui sul forum). Qualche utente piu' esperto ha qualche spiegazione in merito? Grazie. >Uhm..., per quanto mi riguarda, mille aspettative.. "con juicio" :) , nel senso che il crono con cui Ceccon ha vinto i 200 misti agli Italiani (1.55.14) era senz'altro notevole (e Miro lo ha giustamente sottolineato), soprattutto in considerazione dei suoi non ancora 17 anni di età, però - viste alcune controprestazioni già fatte agli Europei Juniores di Netanya e, soprattutto, ai Mondiali Juniores di Indianapolis - non è che Ceccon, per ora, fornisca granitiche certezze ;). >Chiaro che nessuno pensava di vederlo poi nuotare in 1.59.80, 33° crono delle batterie, con il sesto, il portoghese Santos, che ha ottenuto proprio il suo fresco PB di 1.55.14. >In finale, poi, sono tutti scesi sotto l'1.55 e per il podio è servito l'1.54.16 di Zenimoto Hvas, di nemmeno un anno più giovane di Ceccon. >Detto questo, nulla di particolarmente strano: tra i giovani, anche di grande talento come Ceccon indubbiamente è, statisticamente sono più i casi in cui si paga pedaggio nella prima manifestazione importante (presupponendo che gli Europei di corta lo siano..), rispetto a quelli in cui si fa il grande exploit (alla Battistelli dei 1500sl di Madrid per intendersi, tralasciando gli hors categorie alla Phelps o Thorpe). >Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici. >Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi. >Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" :) . >Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari" >Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum :)
 
1
risposta

Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici.

Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi.
Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" smile .
Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari"

Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum smile

in effetti l'impressione e' proprio quella che descrivi tu, tra i due pero' preferisco l'atteggiamento di Burdisso smile

sembra quasi la situazione che si era creata a Rio con Carini, ma direi che in generale non possiamo recriminare troppo questa volta visto com'e' andato l'europeo!

Grazie per la risposta!

>Piuttosto è curioso che, in quella che doveva essere la settimana di Ceccon, si sia parlato molto di più, sul forum, del suo "contraltare", cioè Federico Burdisso, autore, lui sì, di ottime prestazioni (tra cui soprattutto un clamoroso 49.9 nei 100sl) ai Campionati invernali britannici. >Non li conosco per nulla, ma mi sembra che i due siano diversi e non poco, e non mi riferisco solo alle caratteristiche fisiche, ma soprattutto all'approccio alle gare, testimoniato da come si presentano ai blocchi. >Ceccon, altissimo, sempre piegato sulle ginocchia, sguardo rivolto verso il basso, pare che stia pensando: "uffa, mi tocca fare anche questa gara" :) . >Burdisso sulle punte dei piedi, lo sguardo quasi trasognato per la concentrazione, pare che stia pensando: "mi mangerò l'acqua e, se possibile, gli avversari" >Quasi due categorie dello spirito, insomma; due opposti che, speriamo, abbiano entrambi un bel futuro agonistico (da cui magari nasca una bella rivalità sportiva) e non si limitino ad ispirare le mie inutili chiacchiere da forum :) in effetti l'impressione e' proprio quella che descrivi tu, tra i due pero' preferisco l'atteggiamento di Burdisso :) sembra quasi la situazione che si era creata a Rio con Carini, ma direi che in generale non possiamo recriminare troppo questa volta visto com'e' andato l'europeo! Grazie per la risposta!
 
1
risposta

Anche io, in effetti, mi aspettavo un segnale da Ceccon, visto anche il livello non eccelso dei 200 ms, che erano la sua gara di parata.
La controprestazione è stata tale da farmi pensare a qualche malessere fisico : quasi 5 secondi di differenza rispetto a due settimane fa, quando ero stato spettatore di una meravigliosa prestazione.
Ho visto anche la sua gara ai regionali veneti, dove aveva fatto il personale dei 100 fa (53.13) la scorsa settimana e mi sembrava in ottima forma.
Sugli atteggiamenti del ragazzo sono d'accordo e li ho notati anch'io.
Per scomodare paragoni importanti mi ricordano lo Spitz di Mexico 68, quando mostrava una borsa che non sarebbe bastata a raccogliere le sue medaglie. Ha dovuto attendere quattro anni per riempirla veramente!
Anche le sconfitte, comunque, rappresentano passi importanti di crescita per un ragazzo di non ancora 17 anni.

Anche io, in effetti, mi aspettavo un segnale da Ceccon, visto anche il livello non eccelso dei 200 ms, che erano la sua gara di parata. La controprestazione è stata tale da farmi pensare a qualche malessere fisico : quasi 5 secondi di differenza rispetto a due settimane fa, quando ero stato spettatore di una meravigliosa prestazione. Ho visto anche la sua gara ai regionali veneti, dove aveva fatto il personale dei 100 fa (53.13) la scorsa settimana e mi sembrava in ottima forma. Sugli atteggiamenti del ragazzo sono d'accordo e li ho notati anch'io. Per scomodare paragoni importanti mi ricordano lo Spitz di Mexico 68, quando mostrava una borsa che non sarebbe bastata a raccogliere le sue medaglie. Ha dovuto attendere quattro anni per riempirla veramente! Anche le sconfitte, comunque, rappresentano passi importanti di crescita per un ragazzo di non ancora 17 anni.
 
0
risposta

Per scomodare paragoni importanti mi ricordano lo Spitz di Mexico 68, quando mostrava una borsa che non sarebbe bastata a raccogliere le sue medaglie. Ha dovuto attendere quattro anni per riempirla veramente!
Anche le sconfitte, comunque, rappresentano passi importanti di crescita per un ragazzo di non ancora 17 anni.

In passato mi ricordo che, per Ceccon, facesti il paragone con Matthes, che dava il massimo solo quando serviva.
Paragone che, come già scritto, ho trovato azzeccato oltre che per lo stile, il dorso, preferito dai due, soprattutto perchè le migliori prestazioni di Ceccon agli Eurojuniores e Mondiali Juniores della scorsa estate sono venute nella staffetta mista, un po' alla Matthes.

In questo caso, non so se Ceccon sia davvero così sicuro di sè come era Spitz già a Città del Messico 68..; di sicuro lo è nelle gare con i coetanei italiani ai Criteria, mentre non mi è parso tale nelle gare individuali finora disputate nelle competizioni internazionali.

Sul fatto che le sconfitte rappresentino passi importanti di crescita per un giovane come Ceccon sono d'accordissimo.

Anzi, se alcune sue caratteristiche caratteriali sono quelle che, anche scherzosamente (come detto, non lo conosco minimamente) ho tratteggiato, una qualche doccia fredda può rinvigorire l'animo e stimolare l'impegno..

Docce fredde di cui pare non avere bisogno, per continuare il parallelo di ieri, Federico Burdisso, impegnato a farsi strada tra lo scetticismo diffuso, senza paura di cambiare anche Paese in cui allenarsi e studiare.

Ceccon e Burdisso, il talento atteso da tutti e quello atteso da.. molti meno (anche sul forum) smile , uno rimasto in Italia e l'altro "emigrato" in Gran Bretagna, un dualismo quasi esistenziale oltre che natatorio (in ognuno di noi c'è un po' di Ceccon e un po' di Burdisso smile )

>Per scomodare paragoni importanti mi ricordano lo Spitz di Mexico 68, quando mostrava una borsa che non sarebbe bastata a raccogliere le sue medaglie. Ha dovuto attendere quattro anni per riempirla veramente! >Anche le sconfitte, comunque, rappresentano passi importanti di crescita per un ragazzo di non ancora 17 anni. In passato mi ricordo che, per Ceccon, facesti il paragone con Matthes, che dava il massimo solo quando serviva. Paragone che, come già scritto, ho trovato azzeccato oltre che per lo stile, il dorso, preferito dai due, soprattutto perchè le migliori prestazioni di Ceccon agli Eurojuniores e Mondiali Juniores della scorsa estate sono venute nella staffetta mista, un po' alla Matthes. In questo caso, non so se Ceccon sia davvero così sicuro di sè come era Spitz già a Città del Messico 68..; di sicuro lo è nelle gare con i coetanei italiani ai Criteria, mentre non mi è parso tale nelle gare individuali finora disputate nelle competizioni internazionali. Sul fatto che le sconfitte rappresentino passi importanti di crescita per un giovane come Ceccon sono d'accordissimo. Anzi, se alcune sue caratteristiche caratteriali sono quelle che, anche scherzosamente (come detto, non lo conosco minimamente) ho tratteggiato, una qualche doccia fredda può rinvigorire l'animo e stimolare l'impegno.. Docce fredde di cui pare non avere bisogno, per continuare il parallelo di ieri, Federico Burdisso, impegnato a farsi strada tra lo scetticismo diffuso, senza paura di cambiare anche Paese in cui allenarsi e studiare. Ceccon e Burdisso, il talento atteso da tutti e quello atteso da.. molti meno (anche sul forum) :) , uno rimasto in Italia e l'altro "emigrato" in Gran Bretagna, un dualismo quasi esistenziale oltre che natatorio (in ognuno di noi c'è un po' di Ceccon e un po' di Burdisso ;) )
modificato Dec 19 '17 a 4:49 pm
 
2
risposta

Da un punto di vista tecnico, impressionante Kolesnikov e in generale, considerando i tanti assenti e i presenti non pienamente utilizzati, la Russia maschile.

Il WR con prestazione di elevatissimo contenuto tecnico della mista maschile russa finale è un messaggio inviato al mondo del nuoto verso il 2018 e, in prospettiva, Tokyo2020: i nuotatori russi sono forti come mai in passato

Kolesnikov ha indubbiamente impressionato. E' un atleta molto alto ma leggero, con un rapporto tra la potenza erogata e il peso molto buono anche grazie ai vantaggi dell'età. E' ambizioso e ha personalità, caratteristiche imprescindibili per un campione. Durante la premiazione dei 50 dorso aveva la faccia di chi ha perso un parente, deluso per aver bucato la gara. Pochi minuti dopo si è preso una rivincita su Sabbioni con un 22"8 al lancio della mista.
Circa la presenza dei Russi a Tokyo 2020 non si possono fare previsioni. La possibilità che il CIO adotti la soluzione Pyeongchang (Nazione esclusa, ammessi alcuni elementi "clean" a titolo individuale) rimane in piedi. In quel caso niente veterani (Efimova, Morozov ecc) e probabilmente anche niente staffette.

>Da un punto di vista tecnico, impressionante Kolesnikov e in generale, considerando i tanti assenti e i presenti non pienamente utilizzati, la Russia maschile. >Il WR con prestazione di elevatissimo contenuto tecnico della mista maschile russa finale è un messaggio inviato al mondo del nuoto verso il 2018 e, in prospettiva, Tokyo2020: i nuotatori russi sono forti come mai in passato Kolesnikov ha indubbiamente impressionato. E' un atleta molto alto ma leggero, con un rapporto tra la potenza erogata e il peso molto buono anche grazie ai vantaggi dell'età. E' ambizioso e ha personalità, caratteristiche imprescindibili per un campione. Durante la premiazione dei 50 dorso aveva la faccia di chi ha perso un parente, deluso per aver bucato la gara. Pochi minuti dopo si è preso una rivincita su Sabbioni con un 22"8 al lancio della mista. Circa la presenza dei Russi a Tokyo 2020 non si possono fare previsioni. La possibilità che il CIO adotti la soluzione Pyeongchang (Nazione esclusa, ammessi alcuni elementi "clean" a titolo individuale) rimane in piedi. In quel caso niente veterani (Efimova, Morozov ecc) e probabilmente anche niente staffette.
 
0
risposta

Kolesnikov ha indubbiamente impressionato. E' un atleta molto alto ma leggero, con un rapporto tra la potenza erogata e il peso molto buono anche grazie ai vantaggi dell'età. E' ambizioso e ha personalità, caratteristiche imprescindibili per un campione. Durante la premiazione dei 50 dorso aveva la faccia di chi ha perso un parente, deluso per aver bucato la gara. Pochi minuti dopo si è preso una rivincita su Sabbioni con un 22"8 al lancio della mista.
Circa la presenza dei Russi a Tokyo 2020 non si possono fare previsioni. La possibilità che il CIO adotti la soluzione Pyeongchang (Nazione esclusa, ammessi alcuni elementi "clean" a titolo individuale) rimane in piedi. In quel caso niente veterani (Efimova, Morozov ecc) e probabilmente anche niente staffette.

Le prestazioni cronometriche di Kolesnikov e degli altri giovani russi messisi in luce quest'anno saranno uno dei principali motivi di interesse del 2018 e in generale dei prossimi anni verso Tokyo2020.
Spariranno come accaduto a molti loro predecessori o daranno continuità ai loro risultati?

Per quanto riguarda il discorso doping (non solo per la Russia, direi in generale per tutti), il sogno di un nuoto davvero credibile (non dico completamente pulito, semplicemente credibile) resta..un sogno smile

>Kolesnikov ha indubbiamente impressionato. E' un atleta molto alto ma leggero, con un rapporto tra la potenza erogata e il peso molto buono anche grazie ai vantaggi dell'età. E' ambizioso e ha personalità, caratteristiche imprescindibili per un campione. Durante la premiazione dei 50 dorso aveva la faccia di chi ha perso un parente, deluso per aver bucato la gara. Pochi minuti dopo si è preso una rivincita su Sabbioni con un 22"8 al lancio della mista. >Circa la presenza dei Russi a Tokyo 2020 non si possono fare previsioni. La possibilità che il CIO adotti la soluzione Pyeongchang (Nazione esclusa, ammessi alcuni elementi "clean" a titolo individuale) rimane in piedi. In quel caso niente veterani (Efimova, Morozov ecc) e probabilmente anche niente staffette. Le prestazioni cronometriche di Kolesnikov e degli altri giovani russi messisi in luce quest'anno saranno uno dei principali motivi di interesse del 2018 e in generale dei prossimi anni verso Tokyo2020. Spariranno come accaduto a molti loro predecessori o daranno continuità ai loro risultati? Per quanto riguarda il discorso doping (non solo per la Russia, direi in generale per tutti), il sogno di un nuoto davvero credibile (non dico completamente pulito, semplicemente credibile) resta..un sogno :S
 
1
risposta
Dettagli Discussione
5.06k
viste
94 risposte
12 followers
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza