Advertisement

si terranno l'1 e il 2 dicembre i campionati italiani invernali a Riccione . Dopo molti anni si torna in vasca corta e prima degli europei
pagina dell'evento https://www.federnuoto.it/calendario-eventi/campionato-italiano-open-in-vasca-corta-2017.html

si terranno l'1 e il 2 dicembre i campionati italiani invernali a Riccione . Dopo molti anni si torna in vasca corta e prima degli europei pagina dell'evento https://www.federnuoto.it/calendario-eventi/campionato-italiano-open-in-vasca-corta-2017.html
 
0
risposta

non male come prima giornata 4 ri e 2 di società
mattina
400 sl m vince ciampi 3.42.56 davanti a un sempre convicente megli 3.43.69 e a di giorgio 3.44.16
50 dorso f pass per di liddo e scalia la prima arriva a 3 centesimi dal ri ri sgommato 26.80 precede la scalia 26.84 e la ferraioli 27.49
50 farfalla m anche codia sfiora il ri 22.93 precede rivolta 22.96 e orsi 23.19
200 sl f senza la pellegrini vince la letrari 1.56.29 precede pirozzi 1.57.49 e musso 1.57.53
50 rana m vince scozzoli 26.33 precede a sorpresa pinzuti 26.86 che precede il rivale di sempre martinenghi 26.89 da annotare la novità cassandra 27.01
100 rana f vince la carraro 1.05.73 sulla castiglioni 1.06.23 e scarcella 1.06.70
da annotare la 2004 picopiello 1.10.59
400 misti m vince turrini 4.08.20 su fossi 4.10.58 e bodavalli 4.11.13
100 farfalla f vince la bianchi 56.94 su di liddo 57.12 e polieri 59.13 nella terza serie
4*50 sl m vince fiamme oro 1.26.56 su esercito 1.26.87 e team lombardia 1.27.51 da annotare orsi 21.14 lanciato zazzeri 21.06 lanciato burdisso 22.19 in prima
piomeriggio
800 sl f vince la quadarella 8.19.34 su de memme 8.21.15 e carli 8.22.15

200 farfalla m inccomincia la serie di ri lo sigla a sorpresa rivolta più noto sulle brevi distanze 1.53.06 migliora il 1.53.72 gommato di beni del 2009 precede berlincioni 1.54.31 e pellizzari 1.54.42 da annotare il 2001 burdisso 1.54.63
200 dorso fneanche il tempo di festeggiare e arriva il secondo ri lo fa la panziera 2.03.15 migliora il 2.03.75 della pellegrini del 2013 scusate se è poco precede la toni 2.07.58 e la ramatelli 2.07.93 da annotare la 2002 d'innocenzo 2.08.41
200 rana mvince fossi 2.07.66 su giorgetti 2.07.73 e bizzarri 2.08.02 da annotare il 2000 fusco 2.08.33
50 sl f vince la ferraioli 24.26 su pellegrini 24.55 e pezzato 24.68
100 dorso m ri e pass per sabbioni che abbatte il muro dei 50 49.96 migliora il suo 50.57 del 2015 precede un ritrovato mora 50.81 e milli 51.20 da annotare ceccon 51.80
100 misti m quarto e ultimo ri con orsi 52.12 migliora il suo 52.15 del 2015 precede milli 53.00 e scozzoli 53.06 da annotare ceccon 54.23
200 misti f vince la cusinato 2.09.20 su pirovano 2.09.51 e letrari 2.09.72
100 sl m vince zazzeri 46.72 su dotto 47.30 e miressi 47.38 da annotare burdisso 48.82

non male come prima giornata 4 ri e 2 di società mattina **400 sl m** vince ciampi 3.42.56 davanti a un sempre convicente megli 3.43.69 e a di giorgio 3.44.16 **50 dorso f** pass per di liddo e scalia la prima arriva a 3 centesimi dal ri ri sgommato 26.80 precede la scalia 26.84 e la ferraioli 27.49 **50 farfalla m** anche codia sfiora il ri 22.93 precede rivolta 22.96 e orsi 23.19 **200 sl f** senza la pellegrini vince la letrari 1.56.29 precede pirozzi 1.57.49 e musso 1.57.53 **50 rana m** vince scozzoli 26.33 precede a sorpresa pinzuti 26.86 che precede il rivale di sempre martinenghi 26.89 da annotare la novità cassandra 27.01 **100 rana f** vince la carraro 1.05.73 sulla castiglioni 1.06.23 e scarcella 1.06.70 da annotare la 2004 picopiello 1.10.59 **400 misti m** vince turrini 4.08.20 su fossi 4.10.58 e bodavalli 4.11.13 **100 farfalla f** vince la bianchi 56.94 su di liddo 57.12 e polieri 59.13 nella terza serie **4*50 sl m** vince fiamme oro 1.26.56 su esercito 1.26.87 e team lombardia 1.27.51 da annotare orsi 21.14 lanciato zazzeri 21.06 lanciato burdisso 22.19 in prima piomeriggio **800 sl f** vince la quadarella 8.19.34 su de memme 8.21.15 e carli 8.22.15 **200 farfalla m** inccomincia la serie di ri lo sigla a sorpresa rivolta più noto sulle brevi distanze 1.53.06 migliora il 1.53.72 gommato di beni del 2009 precede berlincioni 1.54.31 e pellizzari 1.54.42 da annotare il 2001 burdisso 1.54.63 **200 dorso f**neanche il tempo di festeggiare e arriva il secondo ri lo fa la panziera 2.03.15 migliora il 2.03.75 della pellegrini del 2013 scusate se è poco precede la toni 2.07.58 e la ramatelli 2.07.93 da annotare la 2002 d'innocenzo 2.08.41 **200 rana m**vince fossi 2.07.66 su giorgetti 2.07.73 e bizzarri 2.08.02 da annotare il 2000 fusco **2.08.33** **50 sl f** vince la ferraioli 24.26 su pellegrini 24.55 e pezzato 24.68 **100 dorso m** ri e pass per sabbioni che abbatte il muro dei 50 49.96 migliora il suo 50.57 del 2015 precede un ritrovato mora 50.81 e milli 51.20 da annotare ceccon 51.80 **100 misti m** quarto e ultimo ri con orsi 52.12 migliora il suo 52.15 del 2015 precede milli 53.00 e scozzoli **53.06 da annotare ceccon 54.23** **200 misti f** vince la cusinato 2.09.20 su pirovano 2.09.51 e letrari 2.09.72 **100 sl m** vince zazzeri 46.72 su dotto 47.30 e miressi 47.38 da annotare burdisso 48.82
 
0
risposta

4*50 mistavince aniene 1.48.79 su esercito 1.49.64 e fiamme oro 1.50.43

**4*50 mista**vince aniene 1.48.79 su esercito 1.49.64 e fiamme oro 1.50.43
 
0
risposta

Qualche impressione sui risultati della prima giornata e in generale sulle prime uscite degli azzurri in questa stagione? A mio parere ci sono state alcune gare interessanti e combattute.

Mi ha entusiasmato abbastanza la vittoria di Sabbioni, che si sapeva e si sperava essere in crescita dopo le sventure degli ultimi due anni e che in casa ha sempre un piglio in più, ma dal quale non mi aspettavo questo tipo di tempo e di prestazione, molto convincente. Anche perchè dietro, tutto sommato, non l'hanno mandata troppo a dire, soprattutto rispetto a quanto ha fatto vedere l'Italia nel dorso negli ultimi anni. Spero che si confermi da qui in avanti, anche in vasca lunga dove le caratteristiche lo favoriscono meno ma dove aveva già fatto ottime cose prima dei problemi fisici.

Poi mi ha colpito Zazzeri, che in chiusura di giornata ha vinto una gara sempre molto sentita, con tanti contendenti nonostante la defezione di Orsi che si è dimostrato anche lui in buona forma a Riccione, e con un tempo interessante. Anche nella 4x50 di stamattina il suo 21.06, sebbene non sia un tempo esageratamente interessante, mi pare sia stato il miglior lanciato della gara. Domani si preannuncia un'altra bella sfida sui 50, direi soprattutto tra lui e Orsi.

Per il resto bene la Panziera che continua a crescere in un 200 dorso in cui partiva con la vittoria in tasca, ma nonostante la mancanza di vera competizione ha tirato fuori un buon record italiano. Bene anche la Di Liddo che conferma l'ottima condizione mostrata a fine estate, qualificandosi per Copenaghen sia nei 50 dorso che nei 100 delfino e, aggiungerei, contribuendo notevolmente alla vittoria dell'Aniene in staffetta mista con una più che discreta frazione a delfino dopo le diverse fatiche di giornata. Prestazione convincente, almeno a livello italiano, di Rivolta nei 200 delfino, dopo la deludente stagione 2016/2017; domani i 100 daranno forse maggiori indicazioni su cosa potrà fare agli europei. Infine mi sono piaciuti i 200 misti femminili, gara molto combattuta e che sempre di più, "rinascimento" della Letrari a parte, diventa un duello tra giovani, in cui oltre a Cusinato e Franceschi si afferma a livello assoluto anche Anna Pirovano con un'ottima prestazione da argento italiano.

Qualche impressione sui risultati della prima giornata e in generale sulle prime uscite degli azzurri in questa stagione? A mio parere ci sono state alcune gare interessanti e combattute. Mi ha entusiasmato abbastanza la vittoria di Sabbioni, che si sapeva e si sperava essere in crescita dopo le sventure degli ultimi due anni e che in casa ha sempre un piglio in più, ma dal quale non mi aspettavo questo tipo di tempo e di prestazione, molto convincente. Anche perchè dietro, tutto sommato, non l'hanno mandata troppo a dire, soprattutto rispetto a quanto ha fatto vedere l'Italia nel dorso negli ultimi anni. Spero che si confermi da qui in avanti, anche in vasca lunga dove le caratteristiche lo favoriscono meno ma dove aveva già fatto ottime cose prima dei problemi fisici. Poi mi ha colpito Zazzeri, che in chiusura di giornata ha vinto una gara sempre molto sentita, con tanti contendenti nonostante la defezione di Orsi che si è dimostrato anche lui in buona forma a Riccione, e con un tempo interessante. Anche nella 4x50 di stamattina il suo 21.06, sebbene non sia un tempo esageratamente interessante, mi pare sia stato il miglior lanciato della gara. Domani si preannuncia un'altra bella sfida sui 50, direi soprattutto tra lui e Orsi. Per il resto bene la Panziera che continua a crescere in un 200 dorso in cui partiva con la vittoria in tasca, ma nonostante la mancanza di vera competizione ha tirato fuori un buon record italiano. Bene anche la Di Liddo che conferma l'ottima condizione mostrata a fine estate, qualificandosi per Copenaghen sia nei 50 dorso che nei 100 delfino e, aggiungerei, contribuendo notevolmente alla vittoria dell'Aniene in staffetta mista con una più che discreta frazione a delfino dopo le diverse fatiche di giornata. Prestazione convincente, almeno a livello italiano, di Rivolta nei 200 delfino, dopo la deludente stagione 2016/2017; domani i 100 daranno forse maggiori indicazioni su cosa potrà fare agli europei. Infine mi sono piaciuti i 200 misti femminili, gara molto combattuta e che sempre di più, "rinascimento" della Letrari a parte, diventa un duello tra giovani, in cui oltre a Cusinato e Franceschi si afferma a livello assoluto anche Anna Pirovano con un'ottima prestazione da argento italiano.
 
1
risposta

Infine mi sono piaciuti i 200 misti femminili, gara molto combattuta e che sempre di più, "rinascimento" della Letrari a parte, diventa un duello tra giovani, in cui oltre a Cusinato e Franceschi si afferma a livello assoluto anche Anna Pirovano con un'ottima prestazione da argento italiano.

Ottima giornata, soprattutto nel pomeriggio grazie a Sabbioni e Panziera.
200 misti femminili belli da vedere, però il duo Cusinato-Franceschi mi sembra un po' al palo da almeno un anno e mezzo, speriamo in attesa del salto di qualità. Nel marzo 2016 facevano 2.08.8 e 2.09.1 Sorprende in particolare vedere la Franceschi così male a rana. Frazioni da 38 o 39" non corrispondono ai suoi tempi nei 100-200 rana (1.06/2.24). Eppure non passa neanche fortissimo. Quando ha fatto 2.08.8 era passata 4 decimi peggio a farfalla, praticamente uguale a dorso, ma con un 36.9 a rana.

Tra i giovanissimi molto bene Burdisso: 22.19/48.82 nei 50/100sl e 1.54.63 nei 200 farfalla.
Così così Ceccon. Tutto sommato bene nei 100 dorso e 100 misti. Mentre i 400 misti proprio non li digerisce, sempre se li ha affrontati con impegno.

Stamattina spero che facciano buoni tempi Megli e Pirovano, entrambi andati molto bene ieri.
Megli e Magnini potrebbero lottare sotto l'1'44 e Pirovano potrebbe fare 4'30".

> Infine mi sono piaciuti i 200 misti femminili, gara molto combattuta e che sempre di più, "rinascimento" della Letrari a parte, diventa un duello tra giovani, in cui oltre a Cusinato e Franceschi si afferma a livello assoluto anche Anna Pirovano con un'ottima prestazione da argento italiano. Ottima giornata, soprattutto nel pomeriggio grazie a Sabbioni e Panziera. 200 misti femminili belli da vedere, però il duo Cusinato-Franceschi mi sembra un po' al palo da almeno un anno e mezzo, speriamo in attesa del salto di qualità. Nel marzo 2016 facevano 2.08.8 e 2.09.1 Sorprende in particolare vedere la Franceschi così male a rana. Frazioni da 38 o 39" non corrispondono ai suoi tempi nei 100-200 rana (1.06/2.24). Eppure non passa neanche fortissimo. Quando ha fatto 2.08.8 era passata 4 decimi peggio a farfalla, praticamente uguale a dorso, ma con un 36.9 a rana. Tra i giovanissimi molto bene Burdisso: 22.19/48.82 nei 50/100sl e 1.54.63 nei 200 farfalla. Così così Ceccon. Tutto sommato bene nei 100 dorso e 100 misti. Mentre i 400 misti proprio non li digerisce, sempre se li ha affrontati con impegno. Stamattina spero che facciano buoni tempi Megli e Pirovano, entrambi andati molto bene ieri. Megli e Magnini potrebbero lottare sotto l'1'44 e Pirovano potrebbe fare 4'30".
 
0
risposta

Stamattina spero che facciano buoni tempi Megli e Pirovano, entrambi andati molto bene ieri.
Megli e Magnini potrebbero lottare sotto l'1'44 e Pirovano potrebbe fare 4'30".

Buona prova di Megli, appena sotto l'1'44, che ha raccontato anche di un momento di preparazione non proprio ottimale, ma che ormai dimostra una certa solidità su questa distanza. Positiva inoltre la prova di Fabio Lombini che non centra la qualificazione per Copenaghen, ma si prende lo sfizio di salire sul podio davanti a Filippo Magnini all'ultima occasione concessa dalla stesso Re Magno e conferma il momento di crescita dopo le prestazioni incoraggianti di fine estate. Buono soprattutto in ottica staffetta che anche sulla distanza più lunga comincia a mostrare qualche volto nuovo interessante.

> Stamattina spero che facciano buoni tempi Megli e Pirovano, entrambi andati molto bene ieri. Megli e Magnini potrebbero lottare sotto l'1'44 e Pirovano potrebbe fare 4'30". Buona prova di Megli, appena sotto l'1'44, che ha raccontato anche di un momento di preparazione non proprio ottimale, ma che ormai dimostra una certa solidità su questa distanza. Positiva inoltre la prova di Fabio Lombini che non centra la qualificazione per Copenaghen, ma si prende lo sfizio di salire sul podio davanti a Filippo Magnini all'ultima occasione concessa dalla stesso Re Magno e conferma il momento di crescita dopo le prestazioni incoraggianti di fine estate. Buono soprattutto in ottica staffetta che anche sulla distanza più lunga comincia a mostrare qualche volto nuovo interessante.
modificato Dec 2 '17 a 10:35 am
 
0
risposta

Infine mi sono piaciuti i 200 misti femminili, gara molto combattuta e che sempre di più, "rinascimento" della Letrari a parte, diventa un duello tra giovani, in cui oltre a Cusinato e Franceschi si afferma a livello assoluto anche Anna Pirovano con un'ottima prestazione da argento italiano.

Ottima giornata, soprattutto nel pomeriggio grazie a Sabbioni e Panziera.
200 misti femminili belli da vedere, però il duo Cusinato-Franceschi mi sembra un po' al palo da almeno un anno e mezzo, speriamo in attesa del salto di qualità. Nel marzo 2016 facevano 2.08.8 e 2.09.1 Sorprende in particolare vedere la Franceschi così male a rana. Frazioni da 38 o 39" non corrispondono ai suoi tempi nei 100-200 rana (1.06/2.24). Eppure non passa neanche fortissimo. Quando ha fatto 2.08.8 era passata 4 decimi peggio a farfalla, praticamente uguale a dorso, ma con un 36.9 a rana.

Tra i giovanissimi molto bene Burdisso: 22.19/48.82 nei 50/100sl e 1.54.63 nei 200 farfalla.
Così così Ceccon. Tutto sommato bene nei 100 dorso e 100 misti. Mentre i 400 misti proprio non li digerisce, sempre se li ha affrontati con impegno.

Stamattina spero che facciano buoni tempi Megli e Pirovano, entrambi andati molto bene ieri.
Megli e Magnini potrebbero lottare sotto l'1'44 e Pirovano potrebbe fare 4'30".

La Pirovano, per ora, si "accontenta" di precedere il duo Cusinato-Franceschi (e non era per nulla prevedibile, anche solo un anno fa, ma è ormai più che evidente la stasi prestazionale delle due '99) e attestarsi sul 4.33.
Per lei netta leadership a metà gara, poi calo negli ultimi 50m a rana prima del sorpasso della Trombetti a sl.

Bene Megli (1.43.9) nei 200sl, ma anche Lombini (secondo in 1.44.6): un '97 e un '98 su cui contare per la 4x200sl in vasca lunga (ovviamente Megli ha già dato molte più conferme in questo senso, ma anche Lombini ha esordito discretamente alle scorse Universiadi, da cui è uscito bene anche Zazzeri).
Discreti, per motivi diversi, Ciampi, Di Fabio e Miressi.

Se, come tu scrivi, i 400 misti (anche in corta smile ) non sono digeriti da Ceccon, nemmeno i 200sl di stamane lo hanno visto brillante. L'età è ancora ampiamente dalla sua, certo, però va - purtroppo - registrata questa mancata evoluzione nelle gare a lui meno congeniali.
Vedremo oggi pomeriggio come si comporterà nei 200 misti, ma per ora solo nei 100 dorso (tralascio i 100 misti che "vivono" solo in vasca corta), tra vasca corta e lunga, mi sembra che la crescita di Ceccon sia costante.

Molto più "concreto e consistente" Burdisso, che agguanta la sua prima medaglia con la prestazione probabilmente meno convincente di questa due giorni (52.38 nei 100 delfino).
Considerato quanto poco gli si attagli la vasca corta e il cambio di vita/allenamento appena fatto con il trasferimento a Mount Kelly, molto bene il 16enne pavese.

Ritornando a ieri, da rimarcare assolutamente la "rinascita" di Sabbioni. Non so quanto dipenda dal nuovo gruppo di allenamento (i segnali a favore delle qualità di Giunta come coach, comunque, aumentano) e quanto dalla risoluzione dei suoi problemi fisici, ma il cambio di passo rispetto anche all'estate scorsa è clamoroso.

Molto bene la Panziera, in solido progresso e, parlando di vasca da 50m, da RI anche nei 100 dorso magari fin da aprile2018.

Ottimi Rivolta e il già brevemente citato Zazzeri.

Martinenghi piuttosto "legato". Vedremo ai prossimi Europei di corta se c'è da preoccuparsi o no..

In definitiva, alcune note senz'altro positive e talune negative.
Come sempre, c'è chi evidenzierà le une o le altre, ma a me, osservatore del tutto neutrale, questo interessa zero.

>> Infine mi sono piaciuti i 200 misti femminili, gara molto combattuta e che sempre di più, "rinascimento" della Letrari a parte, diventa un duello tra giovani, in cui oltre a Cusinato e Franceschi si afferma a livello assoluto anche Anna Pirovano con un'ottima prestazione da argento italiano. >Ottima giornata, soprattutto nel pomeriggio grazie a Sabbioni e Panziera. >200 misti femminili belli da vedere, però il duo Cusinato-Franceschi mi sembra un po' al palo da almeno un anno e mezzo, speriamo in attesa del salto di qualità. Nel marzo 2016 facevano 2.08.8 e 2.09.1 Sorprende in particolare vedere la Franceschi così male a rana. Frazioni da 38 o 39" non corrispondono ai suoi tempi nei 100-200 rana (1.06/2.24). Eppure non passa neanche fortissimo. Quando ha fatto 2.08.8 era passata 4 decimi peggio a farfalla, praticamente uguale a dorso, ma con un 36.9 a rana. >Tra i giovanissimi molto bene Burdisso: 22.19/48.82 nei 50/100sl e 1.54.63 nei 200 farfalla. >Così così Ceccon. Tutto sommato bene nei 100 dorso e 100 misti. Mentre i 400 misti proprio non li digerisce, sempre se li ha affrontati con impegno. >Stamattina spero che facciano buoni tempi Megli e Pirovano, entrambi andati molto bene ieri. >Megli e Magnini potrebbero lottare sotto l'1'44 e Pirovano potrebbe fare 4'30". La Pirovano, per ora, si "accontenta" di precedere il duo Cusinato-Franceschi (e non era per nulla prevedibile, anche solo un anno fa, ma è ormai più che evidente la stasi prestazionale delle due '99) e attestarsi sul 4.33. Per lei netta leadership a metà gara, poi calo negli ultimi 50m a rana prima del sorpasso della Trombetti a sl. Bene Megli (1.43.9) nei 200sl, ma anche Lombini (secondo in 1.44.6): un '97 e un '98 su cui contare per la 4x200sl in vasca lunga (ovviamente Megli ha già dato molte più conferme in questo senso, ma anche Lombini ha esordito discretamente alle scorse Universiadi, da cui è uscito bene anche Zazzeri). Discreti, per motivi diversi, Ciampi, Di Fabio e Miressi. Se, come tu scrivi, i 400 misti (anche in corta (wasntme) ) non sono digeriti da Ceccon, nemmeno i 200sl di stamane lo hanno visto brillante. L'età è ancora ampiamente dalla sua, certo, però va - purtroppo - registrata questa mancata evoluzione nelle gare a lui meno congeniali. Vedremo oggi pomeriggio come si comporterà nei 200 misti, ma per ora solo nei 100 dorso (tralascio i 100 misti che "vivono" solo in vasca corta), tra vasca corta e lunga, mi sembra che la crescita di Ceccon sia costante. Molto più "concreto e consistente" Burdisso, che agguanta la sua prima medaglia con la prestazione probabilmente meno convincente di questa due giorni (52.38 nei 100 delfino). Considerato quanto poco gli si attagli la vasca corta e il cambio di vita/allenamento appena fatto con il trasferimento a Mount Kelly, molto bene il 16enne pavese. Ritornando a ieri, da rimarcare assolutamente la "rinascita" di Sabbioni. Non so quanto dipenda dal nuovo gruppo di allenamento (i segnali a favore delle qualità di Giunta come coach, comunque, aumentano) e quanto dalla risoluzione dei suoi problemi fisici, ma il cambio di passo rispetto anche all'estate scorsa è clamoroso. Molto bene la Panziera, in solido progresso e, parlando di vasca da 50m, da RI anche nei 100 dorso magari fin da aprile2018. Ottimi Rivolta e il già brevemente citato Zazzeri. Martinenghi piuttosto "legato". Vedremo ai prossimi Europei di corta se c'è da preoccuparsi o no.. In definitiva, alcune note senz'altro positive e talune negative. Come sempre, c'è chi evidenzierà le une o le altre, ma a me, osservatore del tutto neutrale, questo interessa zero.
modificato Dec 2 '17 a 2:36 pm
 
1
risposta

Ritornando a ieri, da rimarcare assolutamente la "rinascita" di Sabbioni. Non so quanto dipenda dal nuovo gruppo di allenamento (i segnali a favore delle qualità di Giunta come coach, comunque, aumentano) e quanto dalla risoluzione dei suoi problemi fisici, ma il cambio di passo rispetto anche all'estate scorsa è clamoroso.

Mi sembra improbabile che in così poco tempo Giunta possa avere influito in modo così significativo sulle sue prestazione, anche se probabilmente anche solo il fatto di cambiare può avergli dato nuovi stimoli e nuova energia. Poi come ho più o meno già scritto credo che altri fattori abbiano contribuito all'exploit di ieri come la piscina di casa, la sua performanza in vasca corta, ecc.. Vedremo agli europei se saprà ripetersi, in ogni caso, quali che siano i meriti dietro al suo successo di ieri è sicuramente un modo incoraggiante di cominciare il nuovo percorso, che mi auguro lo porterà a lavorare con maggiore fiducia e tranquillità.

Martinenghi piuttosto "legato". Vedremo a breve se c'è da preoccuparsi o no..

Martinenghi sicuramente in uno dei pochi momenti opachi dell'ultimo anno e mezzo, in ogni caso prestazioni che definirei magari sotto le aspettative, ma comunque dignitose. Considerando che viene da una stagione molto (troppo?) lunga e che lui stesso ha dichiarato di non stare lavorando molto per questo periodo dell'anno e per la vasca corta, che non gli è molto congeniale, credo che non ci sia da preoccuparsi, ma come hai detto si scoprirà più avanti...
Chi forse mi è parso più deludente, tornando a parlare del gruppo di Verona, è Pizzini, che dopo gli ottimi risultati dell'estate scorsa, a Riccione nella sua gara non è riuscito neanche ad andare a podio (non certo caratterizzato da tempi stratosferici). Certo qui il discorso età è molto diverso e dà spazio a molte meno aspettative di crescita, però addirittura scivolare indietro a livello nazionale non me l'aspettavo...

> Ritornando a ieri, da rimarcare assolutamente la "rinascita" di Sabbioni. Non so quanto dipenda dal nuovo gruppo di allenamento (i segnali a favore delle qualità di Giunta come coach, comunque, aumentano) e quanto dalla risoluzione dei suoi problemi fisici, ma il cambio di passo rispetto anche all'estate scorsa è clamoroso. Mi sembra improbabile che in così poco tempo Giunta possa avere influito in modo così significativo sulle sue prestazione, anche se probabilmente anche solo il fatto di cambiare può avergli dato nuovi stimoli e nuova energia. Poi come ho più o meno già scritto credo che altri fattori abbiano contribuito all'exploit di ieri come la piscina di casa, la sua performanza in vasca corta, ecc.. Vedremo agli europei se saprà ripetersi, in ogni caso, quali che siano i meriti dietro al suo successo di ieri è sicuramente un modo incoraggiante di cominciare il nuovo percorso, che mi auguro lo porterà a lavorare con maggiore fiducia e tranquillità. > Martinenghi piuttosto "legato". Vedremo a breve se c'è da preoccuparsi o no.. Martinenghi sicuramente in uno dei pochi momenti opachi dell'ultimo anno e mezzo, in ogni caso prestazioni che definirei magari sotto le aspettative, ma comunque dignitose. Considerando che viene da una stagione molto (troppo?) lunga e che lui stesso ha dichiarato di non stare lavorando molto per questo periodo dell'anno e per la vasca corta, che non gli è molto congeniale, credo che non ci sia da preoccuparsi, ma come hai detto si scoprirà più avanti... Chi forse mi è parso più deludente, tornando a parlare del gruppo di Verona, è Pizzini, che dopo gli ottimi risultati dell'estate scorsa, a Riccione nella sua gara non è riuscito neanche ad andare a podio (non certo caratterizzato da tempi stratosferici). Certo qui il discorso età è molto diverso e dà spazio a molte meno aspettative di crescita, però addirittura scivolare indietro a livello nazionale non me l'aspettavo...
 
0
risposta

Ritornando a ieri, da rimarcare assolutamente la "rinascita" di Sabbioni. Non so quanto dipenda dal nuovo gruppo di allenamento (i segnali a favore delle qualità di Giunta come coach, comunque, aumentano) e quanto dalla risoluzione dei suoi problemi fisici, ma il cambio di passo rispetto anche all'estate scorsa è clamoroso.

Mi sembra improbabile che in così poco tempo Giunta possa avere influito in modo così significativo sulle sue prestazione, anche se probabilmente anche solo il fatto di cambiare può avergli dato nuovi stimoli e nuova energia. Poi come ho più o meno già scritto credo che altri fattori abbiano contribuito all'exploit di ieri come la piscina di casa, la sua performanza in vasca corta, ecc.. Vedremo agli europei se saprà ripetersi, in ogni caso, quali che siano i meriti dietro al suo successo di ieri è sicuramente un modo incoraggiante di cominciare il nuovo percorso, che mi auguro lo porterà a lavorare con maggiore fiducia e tranquillità.

Oltre ai problemi fisici risolti e alla bravura di Giunta, se ricordo bene negli ultimi tempi faceva fatica ad allenarsi a Riccione. Problemi logistici, insomma. Il suo allenatore aveva cambiato società, da Riccione a San Marino, e Sabbioni doveva fare avanti e indietro ogni giorno, dato che la piscina di Riccione gli aveva negato anche l'utilizzo di un paio di corsie.

La giornata di oggi è stata un po' meno scoppiettante. Le cose migliori le hanno fatte Sabbioni, la mista maschile e Ceccon.
Speriamo che Ceccon ci faccia gioire tanto nei prossimi anni, come ha fatto Magnini nei suoi anni migliori.
L'impressione però è che ci farà anche soffrire tanto. Come ha detto Sacchi, ha un atteggiamento quasi indolente, in acqua come nelle interviste.
Comunque 1.55.14 è un tempone. Quest'anno è l'ottavo in Europa e quattro di questi sono russi.

>> Ritornando a ieri, da rimarcare assolutamente la "rinascita" di Sabbioni. Non so quanto dipenda dal nuovo gruppo di allenamento (i segnali a favore delle qualità di Giunta come coach, comunque, aumentano) e quanto dalla risoluzione dei suoi problemi fisici, ma il cambio di passo rispetto anche all'estate scorsa è clamoroso. >Mi sembra improbabile che in così poco tempo Giunta possa avere influito in modo così significativo sulle sue prestazione, anche se probabilmente anche solo il fatto di cambiare può avergli dato nuovi stimoli e nuova energia. Poi come ho più o meno già scritto credo che altri fattori abbiano contribuito all'exploit di ieri come la piscina di casa, la sua performanza in vasca corta, ecc.. Vedremo agli europei se saprà ripetersi, in ogni caso, quali che siano i meriti dietro al suo successo di ieri è sicuramente un modo incoraggiante di cominciare il nuovo percorso, che mi auguro lo porterà a lavorare con maggiore fiducia e tranquillità. Oltre ai problemi fisici risolti e alla bravura di Giunta, se ricordo bene negli ultimi tempi faceva fatica ad allenarsi a Riccione. Problemi logistici, insomma. Il suo allenatore aveva cambiato società, da Riccione a San Marino, e Sabbioni doveva fare avanti e indietro ogni giorno, dato che la piscina di Riccione gli aveva negato anche l'utilizzo di un paio di corsie. La giornata di oggi è stata un po' meno scoppiettante. Le cose migliori le hanno fatte Sabbioni, la mista maschile e Ceccon. Speriamo che Ceccon ci faccia gioire tanto nei prossimi anni, come ha fatto Magnini nei suoi anni migliori. L'impressione però è che ci farà anche soffrire tanto. Come ha detto Sacchi, ha un atteggiamento quasi indolente, in acqua come nelle interviste. Comunque 1.55.14 è un tempone. Quest'anno è l'ottavo in Europa e quattro di questi sono russi.
 
0
risposta

.
.

La giornata di oggi è stata un po' meno scoppiettante. Le cose migliori le hanno fatte Sabbioni, la mista maschile e Ceccon.
Speriamo che Ceccon ci faccia gioire tanto nei prossimi anni, come ha fatto Magnini nei suoi anni migliori.
L'impressione però è che ci farà anche soffrire tanto. Come ha detto Sacchi, ha un atteggiamento quasi indolente, in acqua come nelle interviste.
Comunque 1.55.14 è un tempone. Quest'anno è l'ottavo in Europa e quattro di questi sono russi.

Ceccon è portatissimo per i 200 misti in corta, gli vengono proprio facili, con la sua "polivalenza veloce" nei vari stili, non intaccata da quelle doti di tenuta necessarie in un 200 misti in vasca lunga.

In più, con i 100 dorso (altra gara a lui particolarmente congeniale, e qui direi già anche in vasca lunga), era la prova a cui puntava in questi Campionati. Da qui la sensazione (realtà?) di un suo impegno relativo nelle altre gare.

Spero che il crono ottenuto gli valga la qualificazione per gli Europei di corta. Come dici tu, nei 200 misti, in vasca da 25 m, è già pronto per puntare almeno ad una finale europea.

. . >La giornata di oggi è stata un po' meno scoppiettante. Le cose migliori le hanno fatte Sabbioni, la mista maschile e Ceccon. >Speriamo che Ceccon ci faccia gioire tanto nei prossimi anni, come ha fatto Magnini nei suoi anni migliori. >L'impressione però è che ci farà anche soffrire tanto. Come ha detto Sacchi, ha un atteggiamento quasi indolente, in acqua come nelle interviste. >Comunque 1.55.14 è un tempone. Quest'anno è l'ottavo in Europa e quattro di questi sono russi. Ceccon è portatissimo per i 200 misti in corta, gli vengono proprio facili, con la sua "polivalenza veloce" nei vari stili, non intaccata da quelle doti di tenuta necessarie in un 200 misti in vasca lunga. In più, con i 100 dorso (altra gara a lui particolarmente congeniale, e qui direi già anche in vasca lunga), era la prova a cui puntava in questi Campionati. Da qui la sensazione (realtà?) di un suo impegno relativo nelle altre gare. Spero che il crono ottenuto gli valga la qualificazione per gli Europei di corta. Come dici tu, nei 200 misti, in vasca da 25 m, è già pronto per puntare almeno ad una finale europea.
modificato Dec 2 '17 a 9:03 pm
 
0
risposta

finale con un ri
mattina
400 sl f vince col personale la quadarella 4.04.64 su musso 4.04.66 e caponi 4.07.02
50 dorso m vince sabbioni 23.20 precede la novità Spinazzola al pass 23.50 nella seconda serie e bonacchi 23.60
50 farfalla f vince la di liddo 25.99 su bianchi 26.31 e ferraioli 26.34 da annotare la 2002 asprissi 26.65
200 sl m si conferma megli personale 1.43.92 su lombini 1.44.60 e magnini alle ultime gare della carriera 1.45.10
50 rana f vince la castiglioni 30.50 su carraro 30.54 e angiolini 31.03
100 rana m vince scozzoli 57.34 su martinenghi 58.59 e antonelli 58.77 da annotare castello e pinzuti 59.79
400 misti f vince la trombetti 4.32.27 su pirovano 4.33.52 e cusinato 4.34.39
100 farfalla m vince rivolta 50.25 su codia 51.16 e burdisso al primo podio senior a 16 anni 52.38
4*50 sl f vince esercito ris 1.37.72 su aniene 1.38.38 e fiamme oro 1.40.89 da annotare ferraioli 23.76 lanciata
pomeriggio
1500 sl m in assenza dei big vince bianchi 14.49.61 su sanzullo 14.51.87 e dalla seconda serie guidi 14.52.03
200 farfalla f pass per la polieri 2.05.29 su bianchi 2.06.97 e cusinato 2.07.84
200 dorso m tripletta per sabbioni 1.51.00 nella seconda serie precede mora 1.51.68 e mencarini 1.53.56
200 rana f vince la fangio al personale e vicina al pass 2.22.56 su verona 2.24.36 e angiolini 2.24.48
50 sl m vince orsi 21.52 su zazzeri 21.53 e vergani 21.57
100 dorso f vince la scalia 58.39 su panziera 58.59 e quaglieri 58.93 da annotare le 2002 cenci 59.54 e d'innocenzo 59.72
100 misti f vince la letrari 59.97 precede la cusinato 1.00.42 e la bianchi 1.00.54
200 misti m primo titolo assoluto per il sedicenne ceccon 1.55.14 secondo all time precede glessi 1.56.42 e turrini 1.57.18
100 sl f vince la pellegrini 52.64 su ferraioli 53.69 e pezzato 54.02
4*50 mista m ultima gara per magnini in assoluto e ultimi ri della manifestazione vince esercito 1.32.05 ris su fiamme oro 1.33.91 e team lombardia 1.34.00 in prima frazione sabbioni 23.06 ri migliora il suo 23.09 del 2015 da annotare scozzoli 25.52 cassandra 25.88 martinenghi 26.29 a rana codia 22.64 e rivolta 22.32 a farfalla zazzeri 20.83 e orsi 20.72 a sl

finale con un ri mattina **400 sl f** vince col personale la quadarella 4.04.64 su musso 4.04.66 e caponi 4.07.02 **50 dorso m** vince sabbioni 23.20 precede la novità Spinazzola al pass 23.50 nella seconda serie e bonacchi 23.60 **50 farfalla f ** vince la di liddo 25.99 su bianchi 26.31 e ferraioli 26.34 da annotare la 2002 asprissi 26.65 **200 sl m ** si conferma megli personale 1.43.92 su lombini 1.44.60 e magnini alle ultime gare della carriera 1.45.10 **50 rana f ** vince la castiglioni 30.50 su carraro 30.54 e angiolini 31.03 **100 rana m** vince scozzoli 57.34 su martinenghi 58.59 e antonelli 58.77 da annotare castello e pinzuti 59.79 **400 misti f** vince la trombetti 4.32.27 su pirovano 4.33.52 e cusinato 4.34.39 **100 farfalla m** vince rivolta 50.25 su codia 51.16 e burdisso al primo podio senior a 16 anni 52.38 **4*50 sl f ** vince esercito ris 1.37.72 su aniene 1.38.38 e fiamme oro 1.40.89 da annotare ferraioli 23.76 lanciata pomeriggio **1500 sl m** in assenza dei big vince bianchi 14.49.61 su sanzullo 14.51.87 e dalla seconda serie guidi 14.52.03 **200 farfalla f ** pass per la polieri 2.05.29 su bianchi 2.06.97 e cusinato 2.07.84 **200 dorso m** tripletta per sabbioni 1.51.00 nella seconda serie precede mora 1.51.68 e mencarini 1.53.56 **200 rana f ** vince la fangio al personale e vicina al pass 2.22.56 su verona 2.24.36 e angiolini 2.24.48 **50 sl m** vince orsi 21.52 su zazzeri 21.53 e vergani 21.57 **100 dorso f ** vince la scalia 58.39 su panziera 58.59 e quaglieri 58.93 da annotare le 2002 cenci 59.54 e d'innocenzo 59.72 **100 misti f** vince la letrari 59.97 precede la cusinato 1.00.42 e la bianchi 1.00.54 **200 misti m ** primo titolo assoluto per il sedicenne ceccon 1.55.14 secondo all time precede glessi 1.56.42 e turrini 1.57.18 **100 sl f** vince la pellegrini 52.64 su ferraioli 53.69 e pezzato 54.02 **4*50 mista m** ultima gara per magnini in assoluto e ultimi ri della manifestazione vince esercito 1.32.05 ris su fiamme oro 1.33.91 e team lombardia 1.34.00 in prima frazione sabbioni 23.06 ri migliora il suo 23.09 del 2015 da annotare scozzoli 25.52 cassandra 25.88 martinenghi 26.29 a rana codia 22.64 e rivolta 22.32 a farfalla zazzeri 20.83 e orsi 20.72 a sl
 
0
risposta

La giornata di oggi è stata un po' meno scoppiettante. Le cose migliori le hanno fatte Sabbioni, la mista maschile e Ceccon.

Staffetta mista dell'Esercito notevole, come sottolineato da Sacchi in telecronaca tempo lontano appena 80 centesimi dal record europeo, nuotato da un team. Un team di pezzi da novanta, per carità, ma pur sempre un team, che ha avuto comunque due frazioni inferiori, seppur di poco, alle rispettive delle Fiamme Oro (meglio Rivolta di Codia e Orsi rispetto a Zazzeri). Ad impreziosire ulteriormente, un altro record italiano di Sabbioni in apertura.

Gara di Ceccon davvero bella, è vero che le sue potenzialità sono palesi e si conoscono ormai da un po' di tempo, ed è vero anche che proprio per questo preoccupa la sua incostanza, però vedere un ragazzo di 16 anni vincere un titolo italiano assoluto con questa naturalezza, dominando la gara dall'inizio alla fine... non sono cose che si vedono tutti i giorni!
Certo la mentalità nello sport è un fattore estremamente rilevante e può darsi che se non riuscisse a trovare quella giusta le sue potenzialità potrebbero andare perse; ma credo che crescendo e magari focalizzandosi sulle gare a lui più congeniali potrà esprimerle appieno. E comunque, diciamocelo, anche un po' di sregolatezza nello sport è sempre divertente. smile

>La giornata di oggi è stata un po' meno scoppiettante. Le cose migliori le hanno fatte Sabbioni, la mista maschile e Ceccon. Staffetta mista dell'Esercito notevole, come sottolineato da Sacchi in telecronaca tempo lontano appena 80 centesimi dal record europeo, nuotato da un team. Un team di pezzi da novanta, per carità, ma pur sempre un team, che ha avuto comunque due frazioni inferiori, seppur di poco, alle rispettive delle Fiamme Oro (meglio Rivolta di Codia e Orsi rispetto a Zazzeri). Ad impreziosire ulteriormente, un altro record italiano di Sabbioni in apertura. Gara di Ceccon davvero bella, è vero che le sue potenzialità sono palesi e si conoscono ormai da un po' di tempo, ed è vero anche che proprio per questo preoccupa la sua incostanza, però vedere un ragazzo di 16 anni vincere un titolo italiano assoluto con questa naturalezza, dominando la gara dall'inizio alla fine... non sono cose che si vedono tutti i giorni! Certo la mentalità nello sport è un fattore estremamente rilevante e può darsi che se non riuscisse a trovare quella giusta le sue potenzialità potrebbero andare perse; ma credo che crescendo e magari focalizzandosi sulle gare a lui più congeniali potrà esprimerle appieno. E comunque, diciamocelo, anche un po' di sregolatezza nello sport è sempre divertente. ;)
modificato Dec 2 '17 a 11:25 pm
 
0
risposta

.
.

Gara di Ceccon davvero bella, è vero che le sue potenzialità sono palesi e si conoscono ormai da un po' di tempo, ed è vero anche che proprio per questo preoccupa la sua incostanza, però vedere un ragazzo di 16 anni vincere un titolo italiano assoluto con questa naturalezza, dominando la gara dall'inizio alla fine... non sono cose che si vedono tutti i giorni!
Certo la mentalità nello sport è un fattore estremamente rilevante e può darsi che se non riuscisse a trovare quella giusta le sue potenzialità potrebbero andare perse; ma credo che crescendo e magari focalizzandosi sulle gare a lui più congeniali potrà esprimerle appieno. E comunque, diciamocelo, anche un po' di sregolatezza nello sport è sempre divertente. smile

Vero.
Aggiungo un'altra constatazione a favore di Ceccon.

Alfa, che secondo me in questi anni di forum ha avuto varie intuizioni azzeccate, scrisse che Ceccon gli ricordava Matthes, che dava il massimo solo quando strettamente necessario.., magari in staffetta quando era importante accumulare più distacco possibile rispetto ai team avversari.

Tra Eurojuniores a Netanya e Mondiali Juniores a Indy, con condizioni di forma diverse (decisamente meglio a inizio luglio che a fine agosto), le prove più brillanti di Ceccon sono sempre venute nella prima frazione della staffetta mista, quando la squadra italiana aveva bisogno del massimo da lui per arrivare a traguardi prestigiosi (oro a Netanya, bronzo a Indy poco distanti dall'oro).

A livello individuale, soprattutto ai Mondiali Juniores, era troppo presto per arrivare a target ambiziosi. Ecco, quindi, che la mista diventava il suo obiettivo primario, e lì Ceccon (indolenza o meno smile , stanchezza o meno) ha fatto bene in entrambe le occasioni.

. . >Gara di Ceccon davvero bella, è vero che le sue potenzialità sono palesi e si conoscono ormai da un po' di tempo, ed è vero anche che proprio per questo preoccupa la sua incostanza, però vedere un ragazzo di 16 anni vincere un titolo italiano assoluto con questa naturalezza, dominando la gara dall'inizio alla fine... non sono cose che si vedono tutti i giorni! >Certo la mentalità nello sport è un fattore estremamente rilevante e può darsi che se non riuscisse a trovare quella giusta le sue potenzialità potrebbero andare perse; ma credo che crescendo e magari focalizzandosi sulle gare a lui più congeniali potrà esprimerle appieno. E comunque, diciamocelo, anche un po' di sregolatezza nello sport è sempre divertente. ;) Vero. Aggiungo un'altra constatazione a favore di Ceccon. Alfa, che secondo me in questi anni di forum ha avuto varie intuizioni azzeccate, scrisse che Ceccon gli ricordava Matthes, che dava il massimo solo quando strettamente necessario.., magari in staffetta quando era importante accumulare più distacco possibile rispetto ai team avversari. Tra Eurojuniores a Netanya e Mondiali Juniores a Indy, con condizioni di forma diverse (decisamente meglio a inizio luglio che a fine agosto), le prove più brillanti di Ceccon sono sempre venute nella prima frazione della staffetta mista, quando la squadra italiana aveva bisogno del massimo da lui per arrivare a traguardi prestigiosi (oro a Netanya, bronzo a Indy poco distanti dall'oro). A livello individuale, soprattutto ai Mondiali Juniores, era troppo presto per arrivare a target ambiziosi. Ecco, quindi, che la mista diventava il suo obiettivo primario, e lì Ceccon (indolenza o meno :) , stanchezza o meno) ha fatto bene in entrambe le occasioni.
 
0
risposta

Un discreto campionato per l'Italia con Rivolta, Sabbioni, Scozzoli che si candidano per delle medaglie importanti ai prossimi Europei.

Stile libero: nei 50 purtroppo nessuno ha fatto un tempo di livello, nei 100 il solo Zazzari ha ben figurato con Dotto che dovrà fare miracoli per fare un buon tempo perchè l'ho visto parecchio sottotono (non dimentichiamo che Morozov viaggia a 45"5). Nei 200 e nei 400 Meglio potrà fare bene e farsi un pò di esperienza, mentre negli 800-1500 ci teniamo stretti Paltrinieri.

Dorso: Un Sabbioni fenomenale anche se non ho gradito molto quelle subacquee un pò eccessive (soprattutto nel 200 dove l'arbitro ha chiuso più di un occhio). Subito dietro Mora che potrà farsi un pò di esperienza.

Rana: Sicurezza Scozzoli, difficilmente Martinenghi farà miglioramenti clamorosi ma ce lo teniamo per la lunga.

Delfino: Rivolta e Codia possono far bene.

Misti: Ceccon si candida per la sua prima consacrazione e in una gara, i 200 mx, dove vincere una medaglia ha tanti significati.

Le donne invece, Panziera a parte, non le vedo all'altezza delle regine europee.

Su Ceccon: ho come avuto l'impressione che i 400 mx e i 200 sl li ha usati come "riscaldamento"..e c'è già qualcuno che lo ha criticato (!).
Ha 16 anni, sapeva benissimo che poteva puntare solo sui 200 mx e 100 dorso e così ha fatto. Le altre gare se vorrà le preparerà per i Criteria (nei 400 mx ha un personale di 4.15..). Nei 100 dorso è riuscito a fare un 51.80 nonostante abbia ancora degli incredibili margini sulla partenza (quasi rilassato allo start). Nei 200 misti semplicemente imperioso con una nuotata fluida e mai strappata.
Vorrei sottolineare come il ragazzo in lunga ha già dimostrato grandi cose su tutti gli stili dove ha record di categoria più o meno in tutto. E' ovvio come per entrare nel mondo dei grandi dovrà scegliere le gare giuste dove ha più spazio, ovvero i 200 mx e forse il dorso.

Staremo a vedere agli Europei!

Un discreto campionato per l'Italia con Rivolta, Sabbioni, Scozzoli che si candidano per delle medaglie importanti ai prossimi Europei. Stile libero: nei 50 purtroppo nessuno ha fatto un tempo di livello, nei 100 il solo Zazzari ha ben figurato con Dotto che dovrà fare miracoli per fare un buon tempo perchè l'ho visto parecchio sottotono (non dimentichiamo che Morozov viaggia a 45"5). Nei 200 e nei 400 Meglio potrà fare bene e farsi un pò di esperienza, mentre negli 800-1500 ci teniamo stretti Paltrinieri. Dorso: Un Sabbioni fenomenale anche se non ho gradito molto quelle subacquee un pò eccessive (soprattutto nel 200 dove l'arbitro ha chiuso più di un occhio). Subito dietro Mora che potrà farsi un pò di esperienza. Rana: Sicurezza Scozzoli, difficilmente Martinenghi farà miglioramenti clamorosi ma ce lo teniamo per la lunga. Delfino: Rivolta e Codia possono far bene. Misti: Ceccon si candida per la sua prima consacrazione e in una gara, i 200 mx, dove vincere una medaglia ha tanti significati. Le donne invece, Panziera a parte, non le vedo all'altezza delle regine europee. Su Ceccon: ho come avuto l'impressione che i 400 mx e i 200 sl li ha usati come "riscaldamento"..e c'è già qualcuno che lo ha criticato (!). Ha 16 anni, sapeva benissimo che poteva puntare solo sui 200 mx e 100 dorso e così ha fatto. Le altre gare se vorrà le preparerà per i Criteria (nei 400 mx ha un personale di 4.15..). Nei 100 dorso è riuscito a fare un 51.80 nonostante abbia ancora degli incredibili margini sulla partenza (quasi rilassato allo start). Nei 200 misti semplicemente imperioso con una nuotata fluida e mai strappata. Vorrei sottolineare come il ragazzo in lunga ha già dimostrato grandi cose su tutti gli stili dove ha record di categoria più o meno in tutto. E' ovvio come per entrare nel mondo dei grandi dovrà scegliere le gare giuste dove ha più spazio, ovvero i 200 mx e forse il dorso. Staremo a vedere agli Europei!
 
0
risposta
Dettagli Discussione
899
viste
13 risposte
5 followers
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza