Advertisement
Immerso nel verde della pineta di Viareggio, a due passi dal mare, questo impianto è noto ai nuotatori di tutto il mondo per il "Trofeo Mussi Lombardi Femiano" e per il "Meeting del Carnevale", entrambe manifestazioni di livello internazionale che si tengono in questa vasca da tempo immemorabile e che hanno visto la partecipazione di atleti famosi, su tutti la nostra Federica Pellegrini. Oltre ad ospitare le più importanti società locali, nelle quali si allenano atleti nazionali e in cui sono cresciuti negli anni giovani talenti che hanno dato lustro al nuoto italiano - il caso più recente è Diletta Carli, campionessa del mondo juniores e medaglia d'oro nella staffetta europea a Debrecen, nonchè finalista olimpica a Londra 2012 - la piscina Comunale di Viareggio svolge attività di scuola nuoto per bambini e adulti, attività di fitness e ginnastica per la terza età, organizza corsi neonatali, per gestanti e per disabili, ospita i corsi comunali delle scuole cittadine e prevede attività di nuoto libero, è luogo di aggregazione e svolge un importante ruolo nel contesto sociale della città. Ma tutto questo sembra destinato a scomparire per sempre in tempi brevi: la piscina sta per chiudere i battenti: http://www.versiliatoday.it/2014/11/04/chiude-piscina-viareggio-comitato-gestore-garanzie-impossibile-andare-avanti/ Malgrado i gestori abbiano fatto del loro meglio per scongiurarne la chiusura, sembra che il Comune non abbia più fondi per far fronte ai propri debiti e per l'ennesima volta a rimetterci saranno i cittadini che verranno privati di un servizio utile a tutti, a cominciare dai più piccoli che cominciano a muovere i primi passi in acqua e acquisiscono sicurezza, alle persone anziane che nuotano o fanno ginnastica in acqua per motivi di salute, ai ragazzi che fanno attività agonistica e a tutti quelli - e sono in molti - che sono di casa alla comunale e sono sempre accolti come in famiglia dallo staff che la gestisce. A parte i circa 40 posti di lavoro che verranno a mancare con la chiusura della struttura, molte altre saranno le perdite per la città. I trofei e le tante altre manifestazioni federali che si svolgono periodicamente nell'impianto portano lavoro agli esercizi commerciali; gli alberghi, i ristoranti e i negozi beneficiano di queste attività, Viareggio viene conosciuta e apprezzata dalla gente che ci torna per le vacanze o per una gita estiva. Non si può pensare ad una cittadina di mare senza un impianto natatorio, non si può pensare che questa vasca a 8 corsie, così ben gestita, organizzata e invidiataci da tutti - perfino Federica Pellegrini ne ha elogiato la scorrevolezza - possa chiudere definitivamente. I nuovi blocchi OMEGA acquistati l'anno scorso in occasione del "Trofeo Mussi", sono là che svettano a bordo vasca in compagnia delle corsie gialle nuove fiammanti sempre piene di gente comune, vecchie glorie del nuoto italiano e atleti di spessore internazionale. Le bellissime e spaziose tribune, le due vasche piccole azzurrissime e sempre affollate di bambini e persone che si divertono tenendosi in forma, gli spogliatoi sempre in ordine, le nuove docce che vanno che è una bellezza, il sorriso degli assistenti di vasca, la loro gentilezza ed allegria, i nostri ragazzi che lavorano senza sosta e ci regalano sempre grandi risultati, che danno a noi master l'energia e l'entusiasmo per andare avanti....non possiamo perdere tutto questo. E' un patrimonio da salvaguardare. AIUTATECI. Elemaster
http://s17.postimg.org/qgwgonpq7/Piscina_Viareggio_1w.jpg Immerso nel verde della pineta di Viareggio, a due passi dal mare, questo impianto è noto ai nuotatori di tutto il mondo per il "Trofeo Mussi Lombardi Femiano" e per il "Meeting del Carnevale", entrambe manifestazioni di livello internazionale che si tengono in questa vasca da tempo immemorabile e che hanno visto la partecipazione di atleti famosi, su tutti la nostra Federica Pellegrini. Oltre ad ospitare le più importanti società locali, nelle quali si allenano atleti nazionali e in cui sono cresciuti negli anni giovani talenti che hanno dato lustro al nuoto italiano - il caso più recente è Diletta Carli, campionessa del mondo juniores e medaglia d'oro nella staffetta europea a Debrecen, nonchè finalista olimpica a Londra 2012 - la piscina Comunale di Viareggio svolge attività di scuola nuoto per bambini e adulti, attività di fitness e ginnastica per la terza età, organizza corsi neonatali, per gestanti e per disabili, ospita i corsi comunali delle scuole cittadine e prevede attività di nuoto libero, è luogo di aggregazione e svolge un importante ruolo nel contesto sociale della città. Ma tutto questo sembra destinato a scomparire per sempre in tempi brevi: la piscina sta per chiudere i battenti: http://www.versiliatoday.it/2014/11/04/chiude-piscina-viareggio-comitato-gestore-garanzie-impossibile-andare-avanti/ Malgrado i gestori abbiano fatto del loro meglio per scongiurarne la chiusura, sembra che il Comune non abbia più fondi per far fronte ai propri debiti e per l'ennesima volta a rimetterci saranno i cittadini che verranno privati di un servizio utile a tutti, a cominciare dai più piccoli che cominciano a muovere i primi passi in acqua e acquisiscono sicurezza, alle persone anziane che nuotano o fanno ginnastica in acqua per motivi di salute, ai ragazzi che fanno attività agonistica e a tutti quelli - e sono in molti - che sono di casa alla comunale e sono sempre accolti come in famiglia dallo staff che la gestisce. A parte i circa 40 posti di lavoro che verranno a mancare con la chiusura della struttura, molte altre saranno le perdite per la città. I trofei e le tante altre manifestazioni federali che si svolgono periodicamente nell'impianto portano lavoro agli esercizi commerciali; gli alberghi, i ristoranti e i negozi beneficiano di queste attività, Viareggio viene conosciuta e apprezzata dalla gente che ci torna per le vacanze o per una gita estiva. Non si può pensare ad una cittadina di mare senza un impianto natatorio, non si può pensare che questa vasca a 8 corsie, così ben gestita, organizzata e invidiataci da tutti - perfino Federica Pellegrini ne ha elogiato la scorrevolezza - possa chiudere definitivamente. I nuovi blocchi OMEGA acquistati l'anno scorso in occasione del "Trofeo Mussi", sono là che svettano a bordo vasca in compagnia delle corsie gialle nuove fiammanti sempre piene di gente comune, vecchie glorie del nuoto italiano e atleti di spessore internazionale. Le bellissime e spaziose tribune, le due vasche piccole azzurrissime e sempre affollate di bambini e persone che si divertono tenendosi in forma, gli spogliatoi sempre in ordine, le nuove docce che vanno che è una bellezza, il sorriso degli assistenti di vasca, la loro gentilezza ed allegria, i nostri ragazzi che lavorano senza sosta e ci regalano sempre grandi risultati, che danno a noi master l'energia e l'entusiasmo per andare avanti....non possiamo perdere tutto questo. E' un patrimonio da salvaguardare. AIUTATECI. Elemaster
modificato Nov 6 '14 a 2:17 pm
 
0
risposta
Potessi aiutarti lo farei, ma ahimè credimi la situazione di Viareggio non è dissimile da quella di molte piscine: i bambini nei corsi sono calati a vista d'occhio perché le famiglie da qualche parte devono tagliare, l'attività agonistica poi si concilia malissimo con altre molto più remunerative tipo acquacazz ehm acquagym ed altre amenità e nel complesso con l'utenza libera e comunque c'è un bel calo anche tra gli agonisti, alla faccia delle menate che ci facciamo noi su come promuovere il nuoto. Fondamentalmente io la penso così: ci sono due problemi principali un po' presenti in qualsiasi settore 1 la scomparsa totale del concetto di passione per il proprio lavoro, si tira una riga e freddamente se non si raggiunge il guadagno ideale allora non vale la pena, ragionando in questo modo ci ciberemo di ghiande molto presto. 2 L'altro problema pratico da risolvere è la struttura sportiva a livello di federazioni che va ripensata, nel senso che assorbe troppo denaro, serve una macchina più leggera e deve essere un organismo di distribuzione ragionata delle risorse, altrimenti assomiglia a quelle organizzazioni pseudo umanitarie che usa metà delle donazioni per pagare l'organizzazione stessa, non ha senso ed è anche moralmente orribile una cosa di questo tipo. In più diciamo che questo Mondo sta diventando un po' troppo complicato e cervellotico: se tutto non è alla perfezione come era stato previsto ci si deprime, si molla alle prime difficoltà, apatia a manetta, insoddisfazione, nevrosi e poca voglia di lavorare completano il quadro. Io non mi stancherò mai di dirlo: si nuotava a 10 anni da una guerra mondiale come molte meno paranoie, le piscine erano aperte alle scuole dell'obbligo quando di soldi le famiglie ne avevano meno di ora ed anche i comuni. Che non ci siano i soldi sono stronzate, il problema credo sia che non si voglia rinunciare a nulla ed allora mi dispiace ma i soldi, in questo caso, non saranno mai abbastanza. Mi dispiace molto, io di risposte non ne ho come diceva Bennato, però in una cosa credo fermamente: la gente ha quello che si merita ed io adesso vedo un'indifferenza che non ho capito a cosa tenga e se si senta parte di qualcosa, di una collettività che come tale vada coltivata, difesa attraverso dei programmi e dei valori condivisi, la povertà di oggi non è monetaria è dello spirito, siamo diventati dei robottini tiepidi che producono inutilità.
Potessi aiutarti lo farei, ma ahimè credimi la situazione di Viareggio non è dissimile da quella di molte piscine: i bambini nei corsi sono calati a vista d'occhio perché le famiglie da qualche parte devono tagliare, l'attività agonistica poi si concilia malissimo con altre molto più remunerative tipo acquacazz ehm acquagym ed altre amenità e nel complesso con l'utenza libera e comunque c'è un bel calo anche tra gli agonisti, alla faccia delle menate che ci facciamo noi su come promuovere il nuoto. Fondamentalmente io la penso così: ci sono due problemi principali un po' presenti in qualsiasi settore 1 la scomparsa totale del concetto di passione per il proprio lavoro, si tira una riga e freddamente se non si raggiunge il guadagno ideale allora non vale la pena, ragionando in questo modo ci ciberemo di ghiande molto presto. 2 L'altro problema pratico da risolvere è la struttura sportiva a livello di federazioni che va ripensata, nel senso che assorbe troppo denaro, serve una macchina più leggera e deve essere un organismo di distribuzione ragionata delle risorse, altrimenti assomiglia a quelle organizzazioni pseudo umanitarie che usa metà delle donazioni per pagare l'organizzazione stessa, non ha senso ed è anche moralmente orribile una cosa di questo tipo. In più diciamo che questo Mondo sta diventando un po' troppo complicato e cervellotico: se tutto non è alla perfezione come era stato previsto ci si deprime, si molla alle prime difficoltà, apatia a manetta, insoddisfazione, nevrosi e poca voglia di lavorare completano il quadro. Io non mi stancherò mai di dirlo: si nuotava a 10 anni da una guerra mondiale come molte meno paranoie, le piscine erano aperte alle scuole dell'obbligo quando di soldi le famiglie ne avevano meno di ora ed anche i comuni. Che non ci siano i soldi sono stronzate, il problema credo sia che non si voglia rinunciare a nulla ed allora mi dispiace ma i soldi, in questo caso, non saranno mai abbastanza. Mi dispiace molto, io di risposte non ne ho come diceva Bennato, però in una cosa credo fermamente: la gente ha quello che si merita ed io adesso vedo un'indifferenza che non ho capito a cosa tenga e se si senta parte di qualcosa, di una collettività che come tale vada coltivata, difesa attraverso dei programmi e dei valori condivisi, la povertà di oggi non è monetaria è dello spirito, siamo diventati dei robottini tiepidi che producono inutilità.
modificato Nov 8 '14 a 12:50 am
 
0
risposta
L'ho saputo Elemaster e mi dispiace tantissimo. Non si può pensare a un Mussi e la regionale primaverile a Massarosa. Conosco tanti ragazzi appassionati al nuoto che si sono trasferiti alla Tirrenica per poter andare al liceo sportivo che si appoggia pure a quella piscina. Anzi quella piscina è proprio la ragione per cui quel liceo si trova proprio a Viareggio. Spero che si riesca a risolvere la questione al più presto. Non ne posso più di vedere sempre più ragazzi a giro per la mal gestione delle piscine, delle continue litigate su chi deve tirare fuori i soldi fra il gestore e il comune o la provincia, i spazi acqua sempre più ristretti e quelle società che fanno muorire il loro settore agonistico (non parlo della Tirrenica) perché non vogliono mettere a disposizione i soldi per gare o trofei, mentre i genitori pagano comunque salatamente.
L'ho saputo Elemaster e mi dispiace tantissimo. Non si può pensare a un Mussi e la regionale primaverile a Massarosa. Conosco tanti ragazzi appassionati al nuoto che si sono trasferiti alla Tirrenica per poter andare al liceo sportivo che si appoggia pure a quella piscina. Anzi quella piscina è proprio la ragione per cui quel liceo si trova proprio a Viareggio. Spero che si riesca a risolvere la questione al più presto. Non ne posso più di vedere sempre più ragazzi a giro per la mal gestione delle piscine, delle continue litigate su chi deve tirare fuori i soldi fra il gestore e il comune o la provincia, i spazi acqua sempre più ristretti e quelle società che fanno muorire il loro settore agonistico (non parlo della Tirrenica) perché non vogliono mettere a disposizione i soldi per gare o trofei, mentre i genitori pagano comunque salatamente.
modificato Nov 8 '14 a 9:22 am
 
0
risposta
Oggi alle 14.30 manifestazione in piazza Dante. Vi aspettiamo numerosi!!! :)
Oggi alle 14.30 manifestazione in piazza Dante. Vi aspettiamo numerosi!!! :)
modificato Nov 8 '14 a 9:42 am
 
0
risposta
Il tema da affrontare prima o poi sarà quello di modernizzare uno sport che generalmente arranca un po' ovunque, i ragazzi in gran parte hanno l'attenzione verso altre cose, le famiglie non ce la fanno a sostenere i costi ed i tempi di allenamenti frequenti, più tutta la parte onerosa a carico delle società che gestiscono gli impianti, questo è chiaro. Ma esiste un aspetto di fondo legato alla percezione generale di questa che non è una crisi ma una svolta epocale, in quanto non torneremo mai più a certi livelli, a mio parere, si comincia a pensare cosa sia rinunciabile, per la stragrande maggioranza delle persone il nuoto, ma lo sport in generale è un costo che vale la pena di tagliare e questo è quanto. Punto che sia questo l'aspetto sul quale lavorare, dal punto di vista sanitario tagliare lo sport dalle voci personali di bilancio non è soltanto una sciocchezza a livello personale, ma è anche una cretinata dal punto di vista puramente economico da parte dello stato che in questo modo si troverà a dover curare molte più persone per obesità, problemi cardiaci, diabete, ipertensione ecc.... Scegliere di non fare sport vuol dire, nella stragrande maggioranza dei casi accorciarsi la vita, ma sicuramente peggiorare sempre e drasticamente la qualità di quest'ultima, specie dopo gli anta. Oggi anche il lavoro esige persone estremamente dinamiche ed in grande forma, capaci di reggere ritmi elevati per molto tempo, ci vuole resistenza alla velocità anche nel lavoro. Qualcuno sia nel pubblico che nel privato è ora che cominci a fare delle considerazioni ed aggiusti il tiro perché nichilismo, austerità cieca e pigrizia non fanno certamente progredire!
Il tema da affrontare prima o poi sarà quello di modernizzare uno sport che generalmente arranca un po' ovunque, i ragazzi in gran parte hanno l'attenzione verso altre cose, le famiglie non ce la fanno a sostenere i costi ed i tempi di allenamenti frequenti, più tutta la parte onerosa a carico delle società che gestiscono gli impianti, questo è chiaro. Ma esiste un aspetto di fondo legato alla percezione generale di questa che non è una crisi ma una svolta epocale, in quanto non torneremo mai più a certi livelli, a mio parere, si comincia a pensare cosa sia rinunciabile, per la stragrande maggioranza delle persone il nuoto, ma lo sport in generale è un costo che vale la pena di tagliare e questo è quanto. Punto che sia questo l'aspetto sul quale lavorare, dal punto di vista sanitario tagliare lo sport dalle voci personali di bilancio non è soltanto una sciocchezza a livello personale, ma è anche una cretinata dal punto di vista puramente economico da parte dello stato che in questo modo si troverà a dover curare molte più persone per obesità, problemi cardiaci, diabete, ipertensione ecc.... Scegliere di non fare sport vuol dire, nella stragrande maggioranza dei casi accorciarsi la vita, ma sicuramente peggiorare sempre e drasticamente la qualità di quest'ultima, specie dopo gli anta. Oggi anche il lavoro esige persone estremamente dinamiche ed in grande forma, capaci di reggere ritmi elevati per molto tempo, ci vuole resistenza alla velocità anche nel lavoro. Qualcuno sia nel pubblico che nel privato è ora che cominci a fare delle considerazioni ed aggiusti il tiro perché nichilismo, austerità cieca e pigrizia non fanno certamente progredire!
modificato Nov 10 '14 a 7:43 pm
 
0
risposta
Bellissima manifestazione che speriamo sorta i suoi effetti....Grande partecipazione ed entusiasmo per un impianto che ospita giornalmente un numero di oltre 1000 affezionati nuotatori che hanno invaso le strade e la famosa piazza Mazzini e a loro se ne sono aggiunti tanti altri provenienti dalle vicine Massarosa e Lucca per esprimere solidarietà. Diletta Carli ci ha onorati della sua presenza ed ha preso la parola ai microfoni della RAI per difendere quella che è la sua casa e la casa di tutti noi appassionati. Grazie Diletta! Un saluto ai nostri bravissimi, amatissimi e bellissimi tecnici Adolfo e Marco!
Bellissima manifestazione che speriamo sorta i suoi effetti....Grande partecipazione ed entusiasmo per un impianto che ospita giornalmente un numero di oltre 1000 affezionati nuotatori che hanno invaso le strade e la famosa piazza Mazzini e a loro se ne sono aggiunti tanti altri provenienti dalle vicine Massarosa e Lucca per esprimere solidarietà. Diletta Carli ci ha onorati della sua presenza ed ha preso la parola ai microfoni della RAI per difendere quella che è la sua casa e la casa di tutti noi appassionati. Grazie Diletta! http://s30.postimg.org/5j1vo25n5/manifestazione_piscina.jpg Un saluto ai nostri bravissimi, amatissimi e bellissimi tecnici Adolfo e Marco! http://s28.postimg.org/nlzgbzxjh/Foto0408.jpg
modificato Nov 10 '14 a 10:08 pm
 
0
risposta
Immerso nel verde della pineta di Viareggio, a due passi dal mare, questo impianto è noto ai nuotatori di tutto il mondo per il "Trofeo Mussi Lombardi Femiano" e per il "Meeting del Carnevale", entrambe manifestazioni di livello internazionale che si tengono in questa vasca da tempo immemorabile e che hanno visto la partecipazione di atleti famosi, su tutti la nostra Federica Pellegrini. Oltre ad ospitare le più importanti società locali, nelle quali si allenano atleti nazionali e in cui sono cresciuti negli anni giovani talenti che hanno dato lustro al nuoto italiano - il caso più recente è Diletta Carli, campionessa del mondo juniores e medaglia d'oro nella staffetta europea a Debrecen, nonchè finalista olimpica a Londra 2012 - la piscina Comunale di Viareggio svolge attività di scuola nuoto per bambini e adulti, attività di fitness e ginnastica per la terza età, organizza corsi neonatali, per gestanti e per disabili, ospita i corsi comunali delle scuole cittadine e prevede attività di nuoto libero, è luogo di aggregazione e svolge un importante ruolo nel contesto sociale della città. Ma tutto questo sembra destinato a scomparire per sempre in tempi brevi: la piscina sta per chiudere i battenti: http://www.versiliatoday.it/2014/11/04/chiude-piscina-viareggio-comitato-gestore-garanzie-impossibile-andare-avanti/ Malgrado i gestori abbiano fatto del loro meglio per scongiurarne la chiusura, sembra che il Comune non abbia più fondi per far fronte ai propri debiti e per l'ennesima volta a rimetterci saranno i cittadini che verranno privati di un servizio utile a tutti, a cominciare dai più piccoli che cominciano a muovere i primi passi in acqua e acquisiscono sicurezza, alle persone anziane che nuotano o fanno ginnastica in acqua per motivi di salute, ai ragazzi che fanno attività agonistica e a tutti quelli - e sono in molti - che sono di casa alla comunale e sono sempre accolti come in famiglia dallo staff che la gestisce. A parte i circa 40 posti di lavoro che verranno a mancare con la chiusura della struttura, molte altre saranno le perdite per la città. I trofei e le tante altre manifestazioni federali che si svolgono periodicamente nell'impianto portano lavoro agli esercizi commerciali; gli alberghi, i ristoranti e i negozi beneficiano di queste attività, Viareggio viene conosciuta e apprezzata dalla gente che ci torna per le vacanze o per una gita estiva. Non si può pensare ad una cittadina di mare senza un impianto natatorio, non si può pensare che questa vasca a 8 corsie, così ben gestita, organizzata e invidiataci da tutti - perfino Federica Pellegrini ne ha elogiato la scorrevolezza - possa chiudere definitivamente. I nuovi blocchi OMEGA acquistati l'anno scorso in occasione del "Trofeo Mussi", sono là che svettano a bordo vasca in compagnia delle corsie gialle nuove fiammanti sempre piene di gente comune, vecchie glorie del nuoto italiano e atleti di spessore internazionale. Le bellissime e spaziose tribune, le due vasche piccole azzurrissime e sempre affollate di bambini e persone che si divertono tenendosi in forma, gli spogliatoi sempre in ordine, le nuove docce che vanno che è una bellezza, il sorriso degli assistenti di vasca, la loro gentilezza ed allegria, i nostri ragazzi che lavorano senza sosta e ci regalano sempre grandi risultati, che danno a noi master l'energia e l'entusiasmo per andare avanti....non possiamo perdere tutto questo. E' un patrimonio da salvaguardare. AIUTATECI. Elemaster Ciao Elemaster. 1) Mettiti il cuore in pace 2) votate aministratori completamente diversi alle prossime elezioni. Una bella lista civica completamente slegata da logiche clientelari di partito. Una piscina comunale è un servizio che il comune offre alla popolazione, non deve generare utile, se ben progettata e gestita finisce per generarlo, tendenzialmente dovrebbe essere un costo sostenibile. Cosa che tendenzialmente la piscina di Viarggio è, ma purtroppo il comune di Viareggio ha 507 dipendenti per 60.000 abitanti, cifra abnorme, tenendo conto che tutti i servizi sono in mano a partecipate che hanno sul groppone un debito di 359.000.000 € di cui ben 187.000.000 a carico del comune, ovvero dei cittadini ivi residenti che pagano le tasse. Quindi in una situazione di bancarotta, con il rischio di amministrazione controllata, con aliquote comunali tutte al rialzo nelle imminenti cartelle sulle tasse immobiliari, la pisxina che chiude è "la ciliegina sulla torta". Il tutto è ancora più grave se si pensa che Viareggio è un comune con una fiorente attività turistica. Quindi immagino i disastri che gli amministratori hanno fatto creando società che hanno distribuito lavoro non sostenibile con gli introiti locali.
http://s17.postimg.org/qgwgonpq7/Piscina_Viareggio_1w.jpg Immerso nel verde della pineta di Viareggio, a due passi dal mare, questo impianto è noto ai nuotatori di tutto il mondo per il "Trofeo Mussi Lombardi Femiano" e per il "Meeting del Carnevale", entrambe manifestazioni di livello internazionale che si tengono in questa vasca da tempo immemorabile e che hanno visto la partecipazione di atleti famosi, su tutti la nostra Federica Pellegrini. Oltre ad ospitare le più importanti società locali, nelle quali si allenano atleti nazionali e in cui sono cresciuti negli anni giovani talenti che hanno dato lustro al nuoto italiano - il caso più recente è Diletta Carli, campionessa del mondo juniores e medaglia d'oro nella staffetta europea a Debrecen, nonchè finalista olimpica a Londra 2012 - la piscina Comunale di Viareggio svolge attività di scuola nuoto per bambini e adulti, attività di fitness e ginnastica per la terza età, organizza corsi neonatali, per gestanti e per disabili, ospita i corsi comunali delle scuole cittadine e prevede attività di nuoto libero, è luogo di aggregazione e svolge un importante ruolo nel contesto sociale della città. Ma tutto questo sembra destinato a scomparire per sempre in tempi brevi: la piscina sta per chiudere i battenti: http://www.versiliatoday.it/2014/11/04/chiude-piscina-viareggio-comitato-gestore-garanzie-impossibile-andare-avanti/ Malgrado i gestori abbiano fatto del loro meglio per scongiurarne la chiusura, sembra che il Comune non abbia più fondi per far fronte ai propri debiti e per l'ennesima volta a rimetterci saranno i cittadini che verranno privati di un servizio utile a tutti, a cominciare dai più piccoli che cominciano a muovere i primi passi in acqua e acquisiscono sicurezza, alle persone anziane che nuotano o fanno ginnastica in acqua per motivi di salute, ai ragazzi che fanno attività agonistica e a tutti quelli - e sono in molti - che sono di casa alla comunale e sono sempre accolti come in famiglia dallo staff che la gestisce. A parte i circa 40 posti di lavoro che verranno a mancare con la chiusura della struttura, molte altre saranno le perdite per la città. I trofei e le tante altre manifestazioni federali che si svolgono periodicamente nell'impianto portano lavoro agli esercizi commerciali; gli alberghi, i ristoranti e i negozi beneficiano di queste attività, Viareggio viene conosciuta e apprezzata dalla gente che ci torna per le vacanze o per una gita estiva. Non si può pensare ad una cittadina di mare senza un impianto natatorio, non si può pensare che questa vasca a 8 corsie, così ben gestita, organizzata e invidiataci da tutti - perfino Federica Pellegrini ne ha elogiato la scorrevolezza - possa chiudere definitivamente. I nuovi blocchi OMEGA acquistati l'anno scorso in occasione del "Trofeo Mussi", sono là che svettano a bordo vasca in compagnia delle corsie gialle nuove fiammanti sempre piene di gente comune, vecchie glorie del nuoto italiano e atleti di spessore internazionale. Le bellissime e spaziose tribune, le due vasche piccole azzurrissime e sempre affollate di bambini e persone che si divertono tenendosi in forma, gli spogliatoi sempre in ordine, le nuove docce che vanno che è una bellezza, il sorriso degli assistenti di vasca, la loro gentilezza ed allegria, i nostri ragazzi che lavorano senza sosta e ci regalano sempre grandi risultati, che danno a noi master l'energia e l'entusiasmo per andare avanti....non possiamo perdere tutto questo. E' un patrimonio da salvaguardare. AIUTATECI. Elemaster Ciao Elemaster. 1) Mettiti il cuore in pace 2) votate aministratori completamente diversi alle prossime elezioni. Una bella lista civica completamente slegata da logiche clientelari di partito. Una piscina comunale è un servizio che il comune offre alla popolazione, non deve generare utile, se ben progettata e gestita finisce per generarlo, tendenzialmente dovrebbe essere un costo sostenibile. Cosa che tendenzialmente la piscina di Viarggio è, ma purtroppo il comune di Viareggio ha 507 dipendenti per 60.000 abitanti, cifra abnorme, tenendo conto che tutti i servizi sono in mano a partecipate che hanno sul groppone un debito di 359.000.000 € di cui ben 187.000.000 a carico del comune, ovvero dei cittadini ivi residenti che pagano le tasse. Quindi in una situazione di bancarotta, con il rischio di amministrazione controllata, con aliquote comunali tutte al rialzo nelle imminenti cartelle sulle tasse immobiliari, la pisxina che chiude è "la ciliegina sulla torta". Il tutto è ancora più grave se si pensa che Viareggio è un comune con una fiorente attività turistica. Quindi immagino i disastri che gli amministratori hanno fatto creando società che hanno distribuito lavoro non sostenibile con gli introiti locali.
modificato Nov 11 '14 a 9:54 am
 
0
risposta
Se tutti ci mettiamo il cuore in pace gli amministratori fanno il cavolo che vogliono (gia' lo fanno). Almeno capiscono che non siamo d'accordo, e non si spaventano quando li cacciano a casa a pedate all'elezione dopo...cosa che ultimamente sta avvenendo parecchie volte dalle mie parti in tutti gli schieramenti, con mia grande contentezza. Meglio cosi. Speriamo bierre
Se tutti ci mettiamo il cuore in pace gli amministratori fanno il cavolo che vogliono (gia' lo fanno). Almeno capiscono che non siamo d'accordo, e non si spaventano quando li cacciano a casa a pedate all'elezione dopo...cosa che ultimamente sta avvenendo parecchie volte dalle mie parti in tutti gli schieramenti, con mia grande contentezza. Meglio cosi. Speriamo bierre
modificato Nov 11 '14 a 10:55 am
 
0
risposta
Ho letto questa notizia, sembra che la piscina per ora rimane aperta. È vero, Elemaster? @LA PISCINA DI VIAREGGIO RESTA APERTA IN ATTESA DI CHIARIMENTI SUL FUTURO 20:15 MAR 11 NOV 2014 VersiliaToday.it STAMPA VIAREGGIO. Sussistono le condizioni per far proseguire le attività della piscina comunale almeno fino al prossimo giugno? È la domanda che farà il comitato Casa, cui è affidata la gestione della struttura incluso il bar, al commissario prefettizio Valerio Massimo Romeo. In attesa di essere ricevuti, però, la piscina rimane aperta. Almeno per il momento. La convenzione sottoscritta tra la Viareggio Patrimonio, società partecipata che gestisce gli impianti sportivi cittadini, e il comitato Casa è scaduta la scorsa settimana: da allora sono già state consegnate le lettere di licenziamento per quattro dipendenti della piscina. L’attività quindi procede, seppur con l’incertezza sul futuro della struttura. Certo è che se non si fossero trascurati i problemi legati all’impiantistica sportiva nel corso di questi ultimi anni Viareggio non si sarebbe trovata in condizioni così disastrose. E, probabilmente, il meeting “Mussi-Lombardi-Femiano” non avrebbe dovuto chiedere ospitalità nella vicina Massarosa.
Ho letto questa notizia, sembra che la piscina per ora rimane aperta. È vero, Elemaster? LA PISCINA DI VIAREGGIO RESTA APERTA IN ATTESA DI CHIARIMENTI SUL FUTURO 20:15 MAR 11 NOV 2014 VersiliaToday.it STAMPA VIAREGGIO. Sussistono le condizioni per far proseguire le attività della piscina comunale almeno fino al prossimo giugno? È la domanda che farà il comitato Casa, cui è affidata la gestione della struttura incluso il bar, al commissario prefettizio Valerio Massimo Romeo. In attesa di essere ricevuti, però, la piscina rimane aperta. Almeno per il momento. La convenzione sottoscritta tra la Viareggio Patrimonio, società partecipata che gestisce gli impianti sportivi cittadini, e il comitato Casa è scaduta la scorsa settimana: da allora sono già state consegnate le lettere di licenziamento per quattro dipendenti della piscina. L’attività quindi procede, seppur con l’incertezza sul futuro della struttura. Certo è che se non si fossero trascurati i problemi legati all’impiantistica sportiva nel corso di questi ultimi anni Viareggio non si sarebbe trovata in condizioni così disastrose. E, probabilmente, il meeting “Mussi-Lombardi-Femiano” non avrebbe dovuto chiedere ospitalità nella vicina Massarosa.
modificato Nov 12 '14 a 9:54 am
 
0
risposta
Ho letto questa notizia, sembra che la piscina per ora rimane aperta. È vero, Elemaster? PER ORA la piscina è aperta. Non abbiamo certezze però sul prossimo futuro, siamo in attesa di risposte. Comunque vorrei sottolineare che non è che le condizioni della piscina siano disastrose come descritte dall'articolo citato. La piscina è in ottimo stato, non certamente in uno stato peggiore degli altri impianti presenti sul territorio nazionale; il problema che non ha permesso alla struttura di ospitare il meeting riguarda la messa a norma delle luci di emergenza, nulla a che fare con il funzionamento generale del'impianto e della sicurezza riguardo agli utenti.
Ho letto questa notizia, sembra che la piscina per ora rimane aperta. È vero, Elemaster? PER ORA la piscina è aperta. Non abbiamo certezze però sul prossimo futuro, siamo in attesa di risposte. Comunque vorrei sottolineare che non è che le condizioni della piscina siano disastrose come descritte dall'articolo citato. La piscina è in ottimo stato, non certamente in uno stato peggiore degli altri impianti presenti sul territorio nazionale; il problema che non ha permesso alla struttura di ospitare il meeting riguarda la messa a norma delle luci di emergenza, nulla a che fare con il funzionamento generale del'impianto e della sicurezza riguardo agli utenti.
modificato Nov 12 '14 a 3:02 pm
 
0
risposta
Ele e' cosi dappertutto: sembra che un impianto stia per crollare...spesso fa cagare, e' vecchio, ma non e' che sia il Colosseo... bierre
Ele e' cosi dappertutto: sembra che un impianto stia per crollare...spesso fa cagare, e' vecchio, ma non e' che sia il Colosseo... bierre
modificato Nov 13 '14 a 10:57 am
 
0
risposta
Ele e' cosi dappertutto: sembra che un impianto stia per crollare...spesso fa cagare, e' vecchio, ma non e' che sia il Colosseo... bierreNo, ma nel nostro caso la piscina è molto bella ed in condizioni che fanno sicuramente invidia a tanti altri impianti che stanno su per misericordia ma nessuno pensa a ristrutturare o far chiudere.....e fa ancora più dispiacere.
Ele e' cosi dappertutto: sembra che un impianto stia per crollare...spesso fa cagare, e' vecchio, ma non e' che sia il Colosseo... bierreNo, ma nel nostro caso la piscina è molto bella ed in condizioni che fanno sicuramente invidia a tanti altri impianti che stanno su per misericordia ma nessuno pensa a ristrutturare o far chiudere.....e fa ancora più dispiacere.
modificato Nov 13 '14 a 10:33 pm
 
0
risposta
Bisogna anche cominciare ad essere schietti: un'attività se è redditizia qualche privato la prende immediatamente, altrimenti vuol dire che non vale niente, una piscina non fa eccezione. Di piscine ne frequento diverse e tutte, dico tutte! Sono calate tanto d'affluenza. Il caso della piscina di Viareggio scoperchia solo una realtà diffusa che sta minando il nuoto. Non c'entra a niente se un comune sia virtuoso o meno, per come funziona dal punto di vista amministrativo oggi, cioè la quasi assoluta non disponibilità delle risorse che crea attraverso la tassazione, rende vano qualsiasi altro discorso legato al merito, entro certi limiti! L'Italia è diventata una di quelle famiglie con 4 figli dove lavora solo il padre, o la madre e nella quale i restanti componenti pensano di essere furbi. C'è da cambiare mentalità, ma di netto! In ogni caso qualsiasi cosa di comunale, che sia un teatro, una piscina, ecc... deve essere almeno a pareggio di bilancio, perché non è accettabile mantenere strutture mal funzionanti dal punto di vista amministrativo, vuol dire che qualcuno non fa il proprio dovere. Se una piscina come quella di Viareggio rischia di chiudere, probabilmente qualcuno si mangia i soldi, con una squadra agonistica importante, un buon pubblico vai in rosso? La risposta è facile!
Bisogna anche cominciare ad essere schietti: un'attività se è redditizia qualche privato la prende immediatamente, altrimenti vuol dire che non vale niente, una piscina non fa eccezione. Di piscine ne frequento diverse e tutte, dico tutte! Sono calate tanto d'affluenza. Il caso della piscina di Viareggio scoperchia solo una realtà diffusa che sta minando il nuoto. Non c'entra a niente se un comune sia virtuoso o meno, per come funziona dal punto di vista amministrativo oggi, cioè la quasi assoluta non disponibilità delle risorse che crea attraverso la tassazione, rende vano qualsiasi altro discorso legato al merito, entro certi limiti! L'Italia è diventata una di quelle famiglie con 4 figli dove lavora solo il padre, o la madre e nella quale i restanti componenti pensano di essere furbi. C'è da cambiare mentalità, ma di netto! In ogni caso qualsiasi cosa di comunale, che sia un teatro, una piscina, ecc... deve essere almeno a pareggio di bilancio, perché non è accettabile mantenere strutture mal funzionanti dal punto di vista amministrativo, vuol dire che qualcuno non fa il proprio dovere. Se una piscina come quella di Viareggio rischia di chiudere, probabilmente qualcuno si mangia i soldi, con una squadra agonistica importante, un buon pubblico vai in rosso? La risposta è facile!
modificato Nov 14 '14 a 12:15 am
 
0
risposta
No, ma nel nostro caso la piscina è molto bella ed in condizioni che fanno sicuramente invidia a tanti altri impianti che stanno su per misericordia ma nessuno pensa a ristrutturare o far chiudere.....e fa ancora più dispiacere. Il problema non è l'impianto, almeno da quello che si legge, ma tutto l'insieme di compartecipata e varie che non è più sostenibile dal comune. Bisognerà capire l'evoluzione. Se questa fallisce, e nel caso se il comune emetterà un bando per l'assegnazione, quindi chi sarà interessato a subentrare, ammesso esistano le condizioni. In generale la situazione impianti della Toscana è molto negativa. L'intervento privato è ridotti ai minimi termini rispetto altre regioni. Di solito le amministrazioni locali controllano tutto....
No, ma nel nostro caso la piscina è molto bella ed in condizioni che fanno sicuramente invidia a tanti altri impianti che stanno su per misericordia ma nessuno pensa a ristrutturare o far chiudere.....e fa ancora più dispiacere. Il problema non è l'impianto, almeno da quello che si legge, ma tutto l'insieme di compartecipata e varie che non è più sostenibile dal comune. Bisognerà capire l'evoluzione. Se questa fallisce, e nel caso se il comune emetterà un bando per l'assegnazione, quindi chi sarà interessato a subentrare, ammesso esistano le condizioni. In generale la situazione impianti della Toscana è molto negativa. L'intervento privato è ridotti ai minimi termini rispetto altre regioni. Di solito le amministrazioni locali controllano tutto....
modificato Nov 14 '14 a 8:33 am
 
0
risposta
Se tutti ci mettiamo il cuore in pace gli amministratori fanno il cavolo che vogliono (gia' lo fanno). Almeno capiscono che non siamo d'accordo, e non si spaventano quando li cacciano a casa a pedate all'elezione dopo...cosa che ultimamente sta avvenendo parecchie volte dalle mie parti in tutti gli schieramenti, con mia grande contentezza. Meglio cosi. Speriamo bierre Ci sono amministrazioni che nonostante veri e propri disastri vengono continuamente confermate, in termini di composizione politica, elezione dopo elezione. Purtroppo il sistema di consenso basato su clientelismo e interessi locali è più difficile da smontare addirittura rispetto il consenso ideologico, a meno che quest'ultimo non sia fanatico. Questo però ha ucciso la sana concorrenza che crea sviluppo (lavori se....e mi fermo...) e ha prodotto in molti casi debiti amministrativi inconcepibili per le dimensioni di molte realtà. E l'ambito dell'impiantistica sportiva comunale è uno dei meno disastrosi. La politica nel nostro paese, anche a livelli più bassi, ha subito una profonda degenerazione.
Se tutti ci mettiamo il cuore in pace gli amministratori fanno il cavolo che vogliono (gia' lo fanno). Almeno capiscono che non siamo d'accordo, e non si spaventano quando li cacciano a casa a pedate all'elezione dopo...cosa che ultimamente sta avvenendo parecchie volte dalle mie parti in tutti gli schieramenti, con mia grande contentezza. Meglio cosi. Speriamo bierre Ci sono amministrazioni che nonostante veri e propri disastri vengono continuamente confermate, in termini di composizione politica, elezione dopo elezione. Purtroppo il sistema di consenso basato su clientelismo e interessi locali è più difficile da smontare addirittura rispetto il consenso ideologico, a meno che quest'ultimo non sia fanatico. Questo però ha ucciso la sana concorrenza che crea sviluppo (lavori se....e mi fermo...) e ha prodotto in molti casi debiti amministrativi inconcepibili per le dimensioni di molte realtà. E l'ambito dell'impiantistica sportiva comunale è uno dei meno disastrosi. La politica nel nostro paese, anche a livelli più bassi, ha subito una profonda degenerazione.
modificato Nov 14 '14 a 8:46 am
 
0
risposta
Manca troppo spesso una gestione commerciale competente, c'è poca considerazione del cliente: la piscina non è il cinema dove paghi il biglietto entri e ti guardi il tuo film, oltre alla pulizia ed alla sicurezza dell'impianto deve cominciare a farsi strada il concetto di fidelizzare il cliente attraverso l'educazione corretta al nuoto ed all'utilizzo dell'impianto, in questo senso i multisala sono già avanti anni luce rispetto alle piscine. Oggi il cliente una piscina se lo deve tenere stretto, deve fare in modo che si trovi molto bene e che per questo motivo sia disposto a rinunciare ad altre cose ma alla sua nuotata no!
Manca troppo spesso una gestione commerciale competente, c'è poca considerazione del cliente: la piscina non è il cinema dove paghi il biglietto entri e ti guardi il tuo film, oltre alla pulizia ed alla sicurezza dell'impianto deve cominciare a farsi strada il concetto di fidelizzare il cliente attraverso l'educazione corretta al nuoto ed all'utilizzo dell'impianto, in questo senso i multisala sono già avanti anni luce rispetto alle piscine. Oggi il cliente una piscina se lo deve tenere stretto, deve fare in modo che si trovi molto bene e che per questo motivo sia disposto a rinunciare ad altre cose ma alla sua nuotata no!
modificato Nov 14 '14 a 10:46 am
 
0
risposta
Manca troppo spesso una gestione commerciale competente, c'è poca considerazione del cliente: la piscina non è il cinema dove paghi il biglietto entri e ti guardi il tuo film, oltre alla pulizia ed alla sicurezza dell'impianto deve cominciare a farsi strada il concetto di fidelizzare il cliente attraverso l'educazione corretta al nuoto ed all'utilizzo dell'impianto, in questo senso i multisala sono già avanti anni luce rispetto alle piscine. Oggi il cliente una piscina se lo deve tenere stretto, deve fare in modo che si trovi molto bene e che per questo motivo sia disposto a rinunciare ad altre cose ma alla sua nuotata no! Ragazzi, da noi c'è un'affluenza giornaliera di circa 1200 utenti....non mi risulta che qualcuno si trovi male, i prezzi sono concorrenziali, la gestione ottima, i nostri utenti erano tutti in corteo sabato, dagli agonisti alle donnine con la cuffia a fiori agli omini con le pinne e il tubo....e questo la dice lunga su di chi possa essere la responsabilità della paventata chiusura dell'impianto. Non mi dilungo su questo argomento, ormai noto a tutti e mi astengo da fare commenti. Mi auguro solo che si trovi una soluzione non troppo onerosa per nessuno.
Manca troppo spesso una gestione commerciale competente, c'è poca considerazione del cliente: la piscina non è il cinema dove paghi il biglietto entri e ti guardi il tuo film, oltre alla pulizia ed alla sicurezza dell'impianto deve cominciare a farsi strada il concetto di fidelizzare il cliente attraverso l'educazione corretta al nuoto ed all'utilizzo dell'impianto, in questo senso i multisala sono già avanti anni luce rispetto alle piscine. Oggi il cliente una piscina se lo deve tenere stretto, deve fare in modo che si trovi molto bene e che per questo motivo sia disposto a rinunciare ad altre cose ma alla sua nuotata no! Ragazzi, da noi c'è un'affluenza giornaliera di circa 1200 utenti....non mi risulta che qualcuno si trovi male, i prezzi sono concorrenziali, la gestione ottima, i nostri utenti erano tutti in corteo sabato, dagli agonisti alle donnine con la cuffia a fiori agli omini con le pinne e il tubo....e questo la dice lunga su di chi possa essere la responsabilità della paventata chiusura dell'impianto. Non mi dilungo su questo argomento, ormai noto a tutti e mi astengo da fare commenti. Mi auguro solo che si trovi una soluzione non troppo onerosa per nessuno.
modificato Nov 14 '14 a 1:31 pm
 
0
risposta
Ragazzi, da noi c'è un'affluenza giornaliera di circa 1200 utenti....non mi risulta che qualcuno si trovi male, i prezzi sono concorrenziali, la gestione ottima, i nostri utenti erano tutti in corteo sabato, dagli agonisti alle donnine con la cuffia a fiori agli omini con le pinne e il tubo....e questo la dice lunga su di chi possa essere la responsabilità della paventata chiusura dell'impianto. Non mi dilungo su questo argomento, ormai noto a tutti e mi astengo da fare commenti. Mi auguro solo che si trovi una soluzione non troppo onerosa per nessuno. Ele io dicevo in generale, comunque guardiamo i fatti: La piscina funziona bene, ma è in passivo, ma non ho nemmeno persone denunciate per reati, qualcosa non torna. O c'è tanta gente ma chi gestisce non sa far di conto e fa prezzi troppo bassi, oppure qualcuno ruba, il problema è che allo stato attuale questo non lo possiamo provare.
Ragazzi, da noi c'è un'affluenza giornaliera di circa 1200 utenti....non mi risulta che qualcuno si trovi male, i prezzi sono concorrenziali, la gestione ottima, i nostri utenti erano tutti in corteo sabato, dagli agonisti alle donnine con la cuffia a fiori agli omini con le pinne e il tubo....e questo la dice lunga su di chi possa essere la responsabilità della paventata chiusura dell'impianto. Non mi dilungo su questo argomento, ormai noto a tutti e mi astengo da fare commenti. Mi auguro solo che si trovi una soluzione non troppo onerosa per nessuno. Ele io dicevo in generale, comunque guardiamo i fatti: La piscina funziona bene, ma è in passivo, ma non ho nemmeno persone denunciate per reati, qualcosa non torna. O c'è tanta gente ma chi gestisce non sa far di conto e fa prezzi troppo bassi, oppure qualcuno ruba, il problema è che allo stato attuale questo non lo possiamo provare.
modificato Nov 14 '14 a 5:54 pm
 
0
risposta
PER ORA la piscina è aperta. Non abbiamo certezze però sul prossimo futuro, siamo in attesa di risposte. Comunque vorrei sottolineare che non è che le condizioni della piscina siano disastrose come descritte dall'articolo citato. La piscina è in ottimo stato, non certamente in uno stato peggiore degli altri impianti presenti sul territorio nazionale; il problema che non ha permesso alla struttura di ospitare il meeting riguarda la messa a norma delle luci di emergenza, nulla a che fare con il funzionamento generale del'impianto e della sicurezza riguardo agli utenti. La voce che io ho sentito nel frattempo è che il problema sta proprio lì; non si sa quanto sicuro sia l'impianto perché da alcuni anni avrebbero dovuto controllare la struttura del tetto, ma nessuno ha tirato fuori i soldi per il controllo e quindi non è stato fatto.
PER ORA la piscina è aperta. Non abbiamo certezze però sul prossimo futuro, siamo in attesa di risposte. Comunque vorrei sottolineare che non è che le condizioni della piscina siano disastrose come descritte dall'articolo citato. La piscina è in ottimo stato, non certamente in uno stato peggiore degli altri impianti presenti sul territorio nazionale; il problema che non ha permesso alla struttura di ospitare il meeting riguarda la messa a norma delle luci di emergenza, nulla a che fare con il funzionamento generale del'impianto e della sicurezza riguardo agli utenti. La voce che io ho sentito nel frattempo è che il problema sta proprio lì; non si sa quanto sicuro sia l'impianto perché da alcuni anni avrebbero dovuto controllare la struttura del tetto, ma nessuno ha tirato fuori i soldi per il controllo e quindi non è stato fatto.
modificato Nov 16 '14 a 6:45 am
 
0
risposta

Dopo la stagione 2016/2017 in cui il comitato CASA ha portato avanti egregiamente la gestione del nostro amato impianto con grande impegno ed energia, eccoci da capo: la piscina è nuovamente chiusa e in attesa di un acquirente. Sì, avete capito bene, la piscina di Viareggio è in vendita, così come gli altri impianti sportivi cittadini che appartenevano alla partecipata del comune che è fallita.
Non ci sono parole per commentare la situazione attuale, solo la costanza e la tenacia dei nostri ragazzi che continuano ad allenarsi dove possono e a restare uniti, ci aiutano a guardare ottimisticamente al futuro.
Un saluto a tutti da Viareggio
Elemaster

Dopo la stagione 2016/2017 in cui il comitato CASA ha portato avanti egregiamente la gestione del nostro amato impianto con grande impegno ed energia, eccoci da capo: la piscina è nuovamente chiusa e in attesa di un acquirente. Sì, avete capito bene, la piscina di Viareggio è in vendita, così come gli altri impianti sportivi cittadini che appartenevano alla partecipata del comune che è fallita. Non ci sono parole per commentare la situazione attuale, solo la costanza e la tenacia dei nostri ragazzi che continuano ad allenarsi dove possono e a restare uniti, ci aiutano a guardare ottimisticamente al futuro. Un saluto a tutti da Viareggio Elemaster
 
0
risposta
12
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza