Advertisement
http://vazel.blog.lemonde.fr/2014/08/25/florent-manaudou-a-un-bras-du-record-du-monde/ Interessante articolo su Le monde per il francese che è attualmente il primo nuotatore in patria. Per chi parla francese consiglio la lettura. Un esempio di giornalismo molto superiore a quello delle pagine dei nostri quotidiani (che parlano molto di cronaca rosa e poco di sport).
http://vazel.blog.lemonde.fr/2014/08/25/florent-manaudou-a-un-bras-du-record-du-monde/ Interessante articolo su Le monde per il francese che è attualmente il primo nuotatore in patria. Per chi parla francese consiglio la lettura. Un esempio di giornalismo molto superiore a quello delle pagine dei nostri quotidiani (che parlano molto di cronaca rosa e poco di sport).
modificato Aug 25 '14 a 9:09 pm
 
0
risposta
ma avete letto l'articolo su gazzetta? Manadou: "si, prendo creatina, ma non è vietata" .... ma che razza di articolo è? che la creatina non sia sostanza vietata è spiegato solo all'interno dell'articolo e quindi chi non è a conoscenza delle regole può anche pensare che abbia fatto ammissione di fare uso di doping. bah...quel giornale decade ogni giorno di più
ma avete letto l'articolo su gazzetta? Manadou: "si, prendo creatina, ma non è vietata" .... ma che razza di articolo è? che la creatina non sia sostanza vietata è spiegato solo all'interno dell'articolo e quindi chi non è a conoscenza delle regole può anche pensare che abbia fatto ammissione di fare uso di doping. bah...quel giornale decade ogni giorno di più
modificato Oct 3 '14 a 6:13 pm
 
0
risposta
A integrazione di quanto osservato nel post di xman, segnalo l’exploit di Manaudou che alla vigilia del mondiale di Doha è diventato l’unico atleta presente nella Top 10 del ranking mondiale all-time di vasca corta in tutte e quattro le distanze sprint: 50 stile libero 20’’51 (4°) 50 dorso 22’’98 (7°) 50 rana 26’’11 (5°) 50 farfalla 22’’09 (5°)
A integrazione di quanto osservato nel post di xman, segnalo l’exploit di Manaudou che alla vigilia del mondiale di Doha è diventato l’unico atleta presente nella Top 10 del ranking mondiale all-time di vasca corta in tutte e quattro le distanze sprint: 50 stile libero 20’’51 (4°) 50 dorso 22’’98 (7°) 50 rana 26’’11 (5°) 50 farfalla 22’’09 (5°)
modificato Nov 27 '14 a 2:35 pm
 
0
risposta
ma avete letto l'articolo su gazzetta? Manadou: "si, prendo creatina, ma non è vietata" .... ma che razza di articolo è? che la creatina non sia sostanza vietata è spiegato solo all'interno dell'articolo e quindi chi non è a conoscenza delle regole può anche pensare che abbia fatto ammissione di fare uso di doping. bah...quel giornale decade ogni giorno di più Eh... commento solo adesso questo post, che a suo tempo avevo letto. Il problema forse non è la Gazzetta ma il principio di dover 'giustificare' l'assunzione di qualcosa che oltrepassa il concetto di 'allenarsi'. La lista dei divieti è una mera convenzione e il discorso 'doping' è definitivamente una questione 'globale'.
ma avete letto l'articolo su gazzetta? Manadou: "si, prendo creatina, ma non è vietata" .... ma che razza di articolo è? che la creatina non sia sostanza vietata è spiegato solo all'interno dell'articolo e quindi chi non è a conoscenza delle regole può anche pensare che abbia fatto ammissione di fare uso di doping. bah...quel giornale decade ogni giorno di più Eh... commento solo adesso questo post, che a suo tempo avevo letto. Il problema forse non è la Gazzetta ma il principio di dover 'giustificare' l'assunzione di qualcosa che oltrepassa il concetto di 'allenarsi'. La lista dei divieti è una mera convenzione e il discorso 'doping' è definitivamente una questione 'globale'.
modificato Dec 7 '14 a 1:12 pm
 
0
risposta
Eh... commento solo adesso questo post, che a suo tempo avevo letto. Il problema forse non è la Gazzetta ma il principio di dover 'giustificare' l'assunzione di qualcosa che oltrepassa il concetto di 'allenarsi'. La lista dei divieti è una mera convenzione e il discorso 'doping' è definitivamente una questione 'globale'. credo che ormai l'unico metro di giudizio che si possa usare a riguardo del doping sia la salute degli atleti; effettivamente la lista non ha senso perchè il caso Armstrong ci ha fatto capire che quando girano soldi intorno a un'atleta, questi sarà sempre avanti rispetto all'antidoping; secondo me l'atleta insieme all'allenamento dovrebbe studiare tramite corsi della federazione gli effetti del doping, e non per sentito dire ma vedendo casistiche e statistiche. Solo la paura fondata di rovinarsi la vita potrà fermarli dall'assumere sostanze senza chiedere cosa siano, perchè, alla fine dei conti, io credo che ci sia molta ignoranza, anche giustificata per carità, alla base dell'uso di doping. Giustificata perchè nn tutti possono avere conoscenze di medicina e se un medico scriteriato o un allenatore ti consigliano un tale farmaco, difficilmente pensi che ti vogliano fare del male. Per quanto riguarda la gazzetta, ormai comincio a covare odio per la classe dei giornalisti italiani di giornali e tv; non riesco più a seguire un telegiornale senza notare 1000 strafalcioni e ovviamente io mi accorgo solo delle cose di cui sono competente, figuriamoci quante stronzate mi propinano su argomenti di cui conosco poco.
Eh... commento solo adesso questo post, che a suo tempo avevo letto. Il problema forse non è la Gazzetta ma il principio di dover 'giustificare' l'assunzione di qualcosa che oltrepassa il concetto di 'allenarsi'. La lista dei divieti è una mera convenzione e il discorso 'doping' è definitivamente una questione 'globale'. credo che ormai l'unico metro di giudizio che si possa usare a riguardo del doping sia la salute degli atleti; effettivamente la lista non ha senso perchè il caso Armstrong ci ha fatto capire che quando girano soldi intorno a un'atleta, questi sarà sempre avanti rispetto all'antidoping; secondo me l'atleta insieme all'allenamento dovrebbe studiare tramite corsi della federazione gli effetti del doping, e non per sentito dire ma vedendo casistiche e statistiche. Solo la paura fondata di rovinarsi la vita potrà fermarli dall'assumere sostanze senza chiedere cosa siano, perchè, alla fine dei conti, io credo che ci sia molta ignoranza, anche giustificata per carità, alla base dell'uso di doping. Giustificata perchè nn tutti possono avere conoscenze di medicina e se un medico scriteriato o un allenatore ti consigliano un tale farmaco, difficilmente pensi che ti vogliano fare del male. Per quanto riguarda la gazzetta, ormai comincio a covare odio per la classe dei giornalisti italiani di giornali e tv; non riesco più a seguire un telegiornale senza notare 1000 strafalcioni e ovviamente io mi accorgo solo delle cose di cui sono competente, figuriamoci quante stronzate mi propinano su argomenti di cui conosco poco.
modificato Dec 7 '14 a 7:44 pm
 
0
risposta
....la creatina è poco più di una gazzosa a confronto di sostanze che si sospetta che circolino nel mondo dello sport professionistico....
....la creatina è poco più di una gazzosa a confronto di sostanze che si sospetta che circolino nel mondo dello sport professionistico....
modificato Dec 30 '14 a 8:14 am
 
0
risposta
Manaudou ha sciolto le riserve e annuncia che preparerà anche i 100 per le Olimpiadi. Non si tratta di una semplice sostituzione con i 50 farfalla (che notoriamente non fanno parte del programma dei Giochi) ma di un progetto coltivato a lungo e che lo scorso anno aveva subito un'imprevista battuta d'arresto. Sufficientemente sicuro di dominare i 50 sl, dove non ha oggettivamente avversari, cerca l'impresa sulla distanza doppia. Il vincitore dei 50 non se lo ricorda nessuno, mentre quello dei 100 olimpici passa alla storia...
Manaudou ha sciolto le riserve e annuncia che preparerà anche i 100 per le Olimpiadi. Non si tratta di una semplice sostituzione con i 50 farfalla (che notoriamente non fanno parte del programma dei Giochi) ma di un progetto coltivato a lungo e che lo scorso anno aveva subito un'imprevista battuta d'arresto. Sufficientemente sicuro di dominare i 50 sl, dove non ha oggettivamente avversari, cerca l'impresa sulla distanza doppia. Il vincitore dei 50 non se lo ricorda nessuno, mentre quello dei 100 olimpici passa alla storia...
modificato Oct 11 '15 a 9:20 pm
 
0
risposta
Manaudou ha sciolto le riserve e annuncia che preparerà anche i 100 per le Olimpiadi. Non si tratta di una semplice sostituzione con i 50 farfalla (che notoriamente non fanno parte del programma dei Giochi) ma di un progetto coltivato a lungo e che lo scorso anno aveva subito un'imprevista battuta d'arresto. Sufficientemente sicuro di dominare i 50 sl, dove non ha oggettivamente avversari, cerca l'impresa sulla distanza doppia. Il vincitore dei 50 non se lo ricorda nessuno, mentre quello dei 100 olimpici passa alla storia... Ieri Florent Manaudou si è dichiarato dubbioso sul progetto di nuotare i 100 all’Olimpiade. Lo ha fatto al termine della gara dei 50 stile libero vinta al campionato nazionale in vasca corta, in corso di svolgimento a Angers, visibilmente insoddisfatto del tempo ottenuto (21’’20, un centesimo peggio di quello con cui ha trionfato in vasca lunga a Kazan). La perplessità sull’impegno nella distanza più lunga in ottica Rio si è concretizzato oggi con la rinuncia a prendere il via nei 100 stile libero. Romain Barnier ha così commentato la decisione (di cui era stato tenuto all’oscuro:eek:) presa da Manaudou: «Je ne cautionne pas ce comportement, je le trouve indigne d’un champion olympique, indigne d’un membre de l’équipe de France, indigne d’un membre du cercle des nageurs de Marseille et de quelqu’un qui représente beaucoup de choses pour les nageurs français. Je désapprouve totalement, je ne suis pas en accord avec son choix, je vais lui signifier clairement et sans émotion quand ce sera le moment propice. C’est le plus mauvais côté de Florent. On en a tous et quand il l’exprime, je n’aime pas le voir. A lui d’en assumer les conséquences derrière.» La triplice anafora del termine “indigne” (per tacere del resto ...) dice che l’allenatore ... non l’ha presa benissimo:p
Manaudou ha sciolto le riserve e annuncia che preparerà anche i 100 per le Olimpiadi. Non si tratta di una semplice sostituzione con i 50 farfalla (che notoriamente non fanno parte del programma dei Giochi) ma di un progetto coltivato a lungo e che lo scorso anno aveva subito un'imprevista battuta d'arresto. Sufficientemente sicuro di dominare i 50 sl, dove non ha oggettivamente avversari, cerca l'impresa sulla distanza doppia. Il vincitore dei 50 non se lo ricorda nessuno, mentre quello dei 100 olimpici passa alla storia... Ieri Florent Manaudou si è dichiarato dubbioso sul progetto di nuotare i 100 all’Olimpiade. Lo ha fatto al termine della gara dei 50 stile libero vinta al campionato nazionale in vasca corta, in corso di svolgimento a Angers, visibilmente insoddisfatto del tempo ottenuto (21’’20, un centesimo peggio di quello con cui ha trionfato in vasca lunga a Kazan). La perplessità sull’impegno nella distanza più lunga in ottica Rio si è concretizzato oggi con la rinuncia a prendere il via nei 100 stile libero. Romain Barnier ha così commentato la decisione (di cui era stato tenuto all’oscuro:eek:) presa da Manaudou: «Je ne cautionne pas ce comportement, je le trouve indigne d’un champion olympique, indigne d’un membre de l’équipe de France, indigne d’un membre du cercle des nageurs de Marseille et de quelqu’un qui représente beaucoup de choses pour les nageurs français. Je désapprouve totalement, je ne suis pas en accord avec son choix, je vais lui signifier clairement et sans émotion quand ce sera le moment propice. C’est le plus mauvais côté de Florent. On en a tous et quand il l’exprime, je n’aime pas le voir. A lui d’en assumer les conséquences derrière.» La triplice anafora del termine “indigne” (per tacere del resto ...) dice che l’allenatore ... non l’ha presa benissimo:p
modificato Nov 20 '15 a 5:24 pm
 
0
risposta
Dunque ai Giochi vedremo Manaudou anche sui 100. Decisione quasi scontata dopo il 47"98 del meeting di Nimes. Florent coltiva l'obiettivo da almeno un paio di anni e vi è stata molta pretattica negli ultimi mesi. Secondo me la decisione era già stata presa da tempo, ma è stata tenuta riservata per lavorare in tranquillità. Dopo il 47" continuare a tergiversare, o addirittura negare, sarebbe stato assurdo e controproducente, pertanto le riserve sono state sciolte in via ufficiale.
Dunque ai Giochi vedremo Manaudou anche sui 100. Decisione quasi scontata dopo il 47"98 del meeting di Nimes. Florent coltiva l'obiettivo da almeno un paio di anni e vi è stata molta pretattica negli ultimi mesi. Secondo me la decisione era già stata presa da tempo, ma è stata tenuta riservata per lavorare in tranquillità. Dopo il 47" continuare a tergiversare, o addirittura negare, sarebbe stato assurdo e controproducente, pertanto le riserve sono state sciolte in via ufficiale.
modificato Jan 12 '16 a 7:46 pm
 
0
risposta
Dunque ai Giochi vedremo Manaudou anche sui 100. Decisione quasi scontata dopo il 47"98 del meeting di Nimes. Florent coltiva l'obiettivo da almeno un paio di anni e vi è stata molta pretattica negli ultimi mesi. Secondo me la decisione era già stata presa da tempo, ma è stata tenuta riservata per lavorare in tranquillità. Dopo il 47" continuare a tergiversare, o addirittura negare, sarebbe stato assurdo e controproducente, pertanto le riserve sono state sciolte in via ufficiale. Ciao Xman, intanto. Guarda, parlando anche con un amico francese appassionato di nuoto quanto e più di me, credo invece che la decisione di Manaudou sia stata sofferta fino in ultimo. Manaudou, anche in una recente intevista, ha parlato del 100sl vinto agli Europei di Berlino2014 come di un'esperienza "dolorosa". Sa che negli ultimi 20 metri di un 100 in vasca lunga dovrà fare fatica, molta fatica e, soprattutto, sa che i 100sl a Rio saranno una gara estremamente tesa e complicata, fin dalla semifinale. Aggiungi il fatto che ha citato i suoi timori che la preparazione e la partecipazione ai 100sl incidano sul suo ruolo di netto favorito nei 50sl e capisci come, secondo me, la sua decisione sia stato in forse fino all'ultimo. Poi, chiaro, dopo il 47.98 di Nimes, tempo fatto a dicembre senza un vero scarico, non ha potuto opporsi al fatto che, Barnier in testa, tutti in Francia volessero vederlo gareggiare anche sui 100sl a Rio (selezioni francesi permettendo..). Tra l'altro, se Manaudou prepara sul serio i 100sl, anche la 4x100sl francese vede aumentare le sue chance di riconfermare il titolo olimpico di Londra2012.
Dunque ai Giochi vedremo Manaudou anche sui 100. Decisione quasi scontata dopo il 47"98 del meeting di Nimes. Florent coltiva l'obiettivo da almeno un paio di anni e vi è stata molta pretattica negli ultimi mesi. Secondo me la decisione era già stata presa da tempo, ma è stata tenuta riservata per lavorare in tranquillità. Dopo il 47" continuare a tergiversare, o addirittura negare, sarebbe stato assurdo e controproducente, pertanto le riserve sono state sciolte in via ufficiale. Ciao Xman, intanto. Guarda, parlando anche con un amico francese appassionato di nuoto quanto e più di me, credo invece che la decisione di Manaudou sia stata sofferta fino in ultimo. Manaudou, anche in una recente intevista, ha parlato del 100sl vinto agli Europei di Berlino2014 come di un'esperienza "dolorosa". Sa che negli ultimi 20 metri di un 100 in vasca lunga dovrà fare fatica, molta fatica e, soprattutto, sa che i 100sl a Rio saranno una gara estremamente tesa e complicata, fin dalla semifinale. Aggiungi il fatto che ha citato i suoi timori che la preparazione e la partecipazione ai 100sl incidano sul suo ruolo di netto favorito nei 50sl e capisci come, secondo me, la sua decisione sia stato in forse fino all'ultimo. Poi, chiaro, dopo il 47.98 di Nimes, tempo fatto a dicembre senza un vero scarico, non ha potuto opporsi al fatto che, Barnier in testa, tutti in Francia volessero vederlo gareggiare anche sui 100sl a Rio (selezioni francesi permettendo..). Tra l'altro, se Manaudou prepara sul serio i 100sl, anche la 4x100sl francese vede aumentare le sue chance di riconfermare il titolo olimpico di Londra2012.
modificato Jan 13 '16 a 5:43 pm
 
0
risposta
Aggiungi il fatto che ha citato i suoi timori che la preparazione e la partecipazione ai 100sl incidano sul suo ruolo di netto favorito nei 50sl e capisci come, secondo me, la sua decisione sia stato in forse fino all'ultimo. Il rischio maggiore per Florent è sottovalutare Fratus sui 50. Il brasiliano non ha invece alcun dubbio su quale gara privilegiare e confida nel fatto che la piscina di Rio si trasformi in una tonnara che "intimidisca" il francese in occasione della finale della vasca secca.
Aggiungi il fatto che ha citato i suoi timori che la preparazione e la partecipazione ai 100sl incidano sul suo ruolo di netto favorito nei 50sl e capisci come, secondo me, la sua decisione sia stato in forse fino all'ultimo. Il rischio maggiore per Florent è sottovalutare Fratus sui 50. Il brasiliano non ha invece alcun dubbio su quale gara privilegiare e confida nel fatto che la piscina di Rio si trasformi in una tonnara che "intimidisca" il francese in occasione della finale della vasca secca.
modificato Jan 15 '16 a 8:10 pm
 
0
risposta
Manaudou non ha ancora deciso se proseguire la carriera o smettere. Sfoglia la margherita e nel frattempo si concede un periodo di vacana intrastagionale un po' più lungo. ... in effetti i francesi sono alle prese con il ricambio generazionale e sono tutt'altro che pronti. Agnel: dovrebbe aver chiuso la carriera ma non l'ha ancora annunciato ufficialmente. In ogni caso il rapporto con i compagni di squadra dopo i fatti di Rio sembrano compromessi. Lacourt: ancora un anno o lasciare? Difficile tuttavia riagganciare il vertice mondiale Gilot: l'uomo staffetta per antonomasia abbandonerà la vasca Stravius: continua ma a 28 anni su 100/200 stile libero è destinato ad essere travolto dalle nuove generazioni. Ritengo probabile una forte contrazione del medagliere transalpino nel prossimo biennio, in attesa di vedere qualche novità...ma se Florent se ne va per davvero sarà un periodo di vacche magre.
Manaudou non ha ancora deciso se proseguire la carriera o smettere. Sfoglia la margherita e nel frattempo si concede un periodo di vacana intrastagionale un po' più lungo. ... in effetti i francesi sono alle prese con il ricambio generazionale e sono tutt'altro che pronti. Agnel: dovrebbe aver chiuso la carriera ma non l'ha ancora annunciato ufficialmente. In ogni caso il rapporto con i compagni di squadra dopo i fatti di Rio sembrano compromessi. Lacourt: ancora un anno o lasciare? Difficile tuttavia riagganciare il vertice mondiale Gilot: l'uomo staffetta per antonomasia abbandonerà la vasca Stravius: continua ma a 28 anni su 100/200 stile libero è destinato ad essere travolto dalle nuove generazioni. Ritengo probabile una forte contrazione del medagliere transalpino nel prossimo biennio, in attesa di vedere qualche novità...ma se Florent se ne va per davvero sarà un periodo di vacche magre.
modificato Sep 11 '16 a 9:19 pm
 
0
risposta
Se smettesse anche Manaudou (non credo, anche se il mancato oro a Rio nei 50sl è stata per lui una dura botta, che si somma alla mancata qualificazione nei 100sl ai trials di Montpellier), i francesi dovrebbero davvero ricostruire tutto, con premesse assai poco entusiasmanti anche oltre il biennio di cui parla Xman. Per dire, della 4x100sl maschile loro marchio di fabbrica, resterebbero solo Metella e uno Stravius in fase calante, oltre a un Mignon che, dopo un'ottima stagione, ha però mancato la prova del fuoco a Rio. E, come già detto, agli ultimi Eurojunior spicca lo zero nel medagliere della Francia a dipingere un futuro a tinte fosche..
Se smettesse anche Manaudou (non credo, anche se il mancato oro a Rio nei 50sl è stata per lui una dura botta, che si somma alla mancata qualificazione nei 100sl ai trials di Montpellier), i francesi dovrebbero davvero ricostruire tutto, con premesse assai poco entusiasmanti anche oltre il biennio di cui parla Xman. Per dire, della 4x100sl maschile loro marchio di fabbrica, resterebbero solo Metella e uno Stravius in fase calante, oltre a un Mignon che, dopo un'ottima stagione, ha però mancato la prova del fuoco a Rio. E, come già detto, agli ultimi Eurojunior spicca lo zero nel medagliere della Francia a dipingere un futuro a tinte fosche..
modificato Sep 12 '16 a 6:40 pm
 
0
risposta
Pare che Manadou si concederà un periodo lontano dalla piscina e praticherà pallamano in prima divisione. Per i francesi periodo di vacche magre. In attesa che escano tradizionalmente fuori nuovi atleti a 22/24 anni. Si chiude un ciclo straordinario per il nuoto transalpino, iniziato con Laure manadou nel 2004, continuato con Bernard e le staffette nel 2008 e sublimato con Laurent Manadou, Agnel e Muffat nel 2012. Sei ori in tre olimpiadi sono una bella consolazione. L'Italia ne ha vinti 5 in tutta la sua storia.
Pare che Manadou si concederà un periodo lontano dalla piscina e praticherà pallamano in prima divisione. Per i francesi periodo di vacche magre. In attesa che escano tradizionalmente fuori nuovi atleti a 22/24 anni. Si chiude un ciclo straordinario per il nuoto transalpino, iniziato con Laure manadou nel 2004, continuato con Bernard e le staffette nel 2008 e sublimato con Laurent Manadou, Agnel e Muffat nel 2012. Sei ori in tre olimpiadi sono una bella consolazione. L'Italia ne ha vinti 5 in tutta la sua storia.
modificato Oct 10 '16 a 6:11 am
 
0
risposta
Pare che Manadou si concederà un periodo lontano dalla piscina e praticherà pallamano in prima divisione. Manaudou aveva praticato la pallamano da ragazzo, conosce il gioco, ma difficilmente riuscirà ad inserirsi ad alto livello. La Pallamano francese non è mica quella italiana! In Francia è il secondo sport di squadra dopo il calcio... ...però non abbandona la vasca. Contiunuerà ad allenarsi, seppur molto blandamente. Ritengo che sia un modo un po' diverso di staccare la spina. Penso lo rivedremo a Tokyo 2020. Ricordo un altro grande campione del passato, Mike Barrowman cambiare radiclamente sport: passò dal nuoto alla canoa in linea, ma non riuscì a qualificarsi per le Olimpiadi di Atlanta 1996, nonostante gli Usa fossero (e sono tuttora) deboli nel kayak.
Pare che Manadou si concederà un periodo lontano dalla piscina e praticherà pallamano in prima divisione. Manaudou aveva praticato la pallamano da ragazzo, conosce il gioco, ma difficilmente riuscirà ad inserirsi ad alto livello. La Pallamano francese non è mica quella italiana! In Francia è il secondo sport di squadra dopo il calcio... ...però non abbandona la vasca. Contiunuerà ad allenarsi, seppur molto blandamente. Ritengo che sia un modo un po' diverso di staccare la spina. Penso lo rivedremo a Tokyo 2020. Ricordo un altro grande campione del passato, Mike Barrowman cambiare radiclamente sport: passò dal nuoto alla canoa in linea, ma non riuscì a qualificarsi per le Olimpiadi di Atlanta 1996, nonostante gli Usa fossero (e sono tuttora) deboli nel kayak.
modificato Oct 19 '16 a 10:04 pm
 
0
risposta
Debutto stagionale per Manaudou: 21"9 e 47"23 lanciati su 50 e 100 sl nella staffetta di Marsiglia. 54"48 nei 100 misti. Buoni tempi considerate le lunghe vacanze e il part/time con la pallamano (in quest'ultimo sport allenamenti "personalizzati" iniziati da poco. Siamo curiosi di vedere fin dove può arrivare. Secondo alcuni sarà difficile vederlo in prima squadra).
Debutto stagionale per Manaudou: 21"9 e 47"23 lanciati su 50 e 100 sl nella staffetta di Marsiglia. 54"48 nei 100 misti. Buoni tempi considerate le lunghe vacanze e il part/time con la pallamano (in quest'ultimo sport allenamenti "personalizzati" iniziati da poco. Siamo curiosi di vedere fin dove può arrivare. Secondo alcuni sarà difficile vederlo in prima squadra).
modificato Nov 8 '16 a 9:57 pm
 
0
risposta
Debutto stagionale per Manaudou: 21"9 e 47"23 lanciati su 50 e 100 sl nella staffetta di Marsiglia. 54"48 nei 100 misti. Buoni tempi considerate le lunghe vacanze e il part/time con la pallamano (in quest'ultimo sport allenamenti "personalizzati" iniziati da poco. Siamo curiosi di vedere fin dove può arrivare. Secondo alcuni sarà difficile vederlo in prima squadra). Ti correggo il tempo dei 50 che è 20"68. Tempo decisamente notevole, per i motivi che hai scritto sopra.
Debutto stagionale per Manaudou: 21"9 e 47"23 lanciati su 50 e 100 sl nella staffetta di Marsiglia. 54"48 nei 100 misti. Buoni tempi considerate le lunghe vacanze e il part/time con la pallamano (in quest'ultimo sport allenamenti "personalizzati" iniziati da poco. Siamo curiosi di vedere fin dove può arrivare. Secondo alcuni sarà difficile vederlo in prima squadra). Ti correggo il tempo dei 50 che è 20"68. Tempo decisamente notevole, per i motivi che hai scritto sopra.
modificato Nov 9 '16 a 10:09 am
 
0
risposta
Ti correggo il tempo dei 50 che è 20"68. Tempo decisamente notevole, per i motivi che hai scritto sopra. non male allora! Mi sa che Manaudou sta ancora beneficiando della mole di lavoro effettuata per i Giochi, insomma in questa fase vive di rendita. Vediamo quando si stufa della pallamano... (probabilmente quando capirà che non può raggiungere certi livelli)
Ti correggo il tempo dei 50 che è 20"68. Tempo decisamente notevole, per i motivi che hai scritto sopra. non male allora! Mi sa che Manaudou sta ancora beneficiando della mole di lavoro effettuata per i Giochi, insomma in questa fase vive di rendita. Vediamo quando si stufa della pallamano... (probabilmente quando capirà che non può raggiungere certi livelli)
modificato Nov 13 '16 a 10:12 pm
 
0
risposta
Pare che Manaudou oltre alla pallamano voglia dedicarsi anche alla carriera di attore. In passato diversi assi sono passati dalla piscina al set. I noti Weissmuller e Crabbe (Tarzan), Eleanor Holm (sempre in Tarzan ma nei panni di Jane !!), fino allo sfortunato Romulo Arantes, brasiliano che recitò nelle telenovelas ma rimase vittima in seguito di un incidente aereo nel quale perse la vita.
Pare che Manaudou oltre alla pallamano voglia dedicarsi anche alla carriera di attore. In passato diversi assi sono passati dalla piscina al set. I noti Weissmuller e Crabbe (Tarzan), Eleanor Holm (sempre in Tarzan ma nei panni di Jane !!), fino allo sfortunato Romulo Arantes, brasiliano che recitò nelle telenovelas ma rimase vittima in seguito di un incidente aereo nel quale perse la vita.
modificato Dec 1 '16 a 10:52 pm
 
0
risposta
Secondo Bousquet, Manaudou è agilmente sulla via del ritiro. bierre
Secondo Bousquet, Manaudou è agilmente sulla via del ritiro. bierre
modificato Dec 3 '16 a 1:36 pm
 
0
risposta
12
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza