Advertisement
La scorsa notte D'Arrigo, nelle finali di conference che si tengono presso la Auburn University in Alabama, ha vinto la finale sulla distanza delle 500 yarde, con il tempo di 4.10.77, sfiorando di soli 4 centesimi il record della manifestazione, stabilito lo scorso anno dal compagno di squadra Dan Wallace, questa volta giunto solamente secondo. Il tempo e' il migliore ottenuto in carriera da D'arrigo sulla distanza, dove si e' migliorato di quasi 2 secondi, oltre ad essere la migliore prestazione della stagione in NCAA. Quello di ieri è il secondo titolo vinto da D’Arrigo, che nella giornata inaugurale aveva fornito il suo prezioso apporto, con il secondo miglior lanciato della gara (1’32’’95) dietro proprio al compagno di squadra Wallace (1’32’’38), alla vittoria dei Gators nella staffetta 4x200y che ha stabilito il nuovo record della manifestazione (6’12’’85) con un quartetto che schiera tre atleti europei (lo scozzese Wallace, D’Arrigo e il polacco Werner) e l'unico statunitense si chiama Alexiou ...
La scorsa notte D'Arrigo, nelle finali di conference che si tengono presso la Auburn University in Alabama, ha vinto la finale sulla distanza delle 500 yarde, con il tempo di 4.10.77, sfiorando di soli 4 centesimi il record della manifestazione, stabilito lo scorso anno dal compagno di squadra Dan Wallace, questa volta giunto solamente secondo. Il tempo e' il migliore ottenuto in carriera da D'arrigo sulla distanza, dove si e' migliorato di quasi 2 secondi, oltre ad essere la migliore prestazione della stagione in NCAA. Quello di ieri è il secondo titolo vinto da D’Arrigo, che nella giornata inaugurale aveva fornito il suo prezioso apporto, con il secondo miglior lanciato della gara (1’32’’95) dietro proprio al compagno di squadra Wallace (1’32’’38), alla vittoria dei Gators nella staffetta 4x200y che ha stabilito il nuovo record della manifestazione (6’12’’85) con un quartetto che schiera tre atleti europei (lo scozzese Wallace, D’Arrigo e il polacco Werner) e l'unico statunitense si chiama Alexiou ...
modificato Feb 19 '15 a 10:17 am
 
0
risposta
Quello di ieri è il secondo titolo vinto da D’Arrigo, che nella giornata inaugurale aveva fornito il suo prezioso apporto, con il secondo miglior lanciato della gara (1’32’’95) dietro proprio al compagno di squadra Wallace (1’32’’38), alla vittoria dei Gators nella staffetta 4x200y che ha stabilito il nuovo record della manifestazione (6’12’’85) con un quartetto che schiera tre atleti europei (lo scozzese Wallace, D’Arrigo e il polacco Werner) e l'unico statunitense si chiama Alexiou ... Non male 1.32 lanciato. Attendo con impazienza gli NCAA. Non credo che un italiano sia mai stato campione NCAA, anche se ricordo che alcuni nostri nuotatori ( certamente Minervini e Revelli) hanno avuto una discreta carriera universitaria. Marco, toglimi il dubbio.
Quello di ieri è il secondo titolo vinto da D’Arrigo, che nella giornata inaugurale aveva fornito il suo prezioso apporto, con il secondo miglior lanciato della gara (1’32’’95) dietro proprio al compagno di squadra Wallace (1’32’’38), alla vittoria dei Gators nella staffetta 4x200y che ha stabilito il nuovo record della manifestazione (6’12’’85) con un quartetto che schiera tre atleti europei (lo scozzese Wallace, D’Arrigo e il polacco Werner) e l'unico statunitense si chiama Alexiou ... Non male 1.32 lanciato. Attendo con impazienza gli NCAA. Non credo che un italiano sia mai stato campione NCAA, anche se ricordo che alcuni nostri nuotatori ( certamente Minervini e Revelli) hanno avuto una discreta carriera universitaria. Marco, toglimi il dubbio.
modificato Feb 19 '15 a 12:10 pm
 
0
risposta
Non male 1.32 lanciato. Attendo con impazienza gli NCAA. Non credo che un italiano sia mai stato campione NCAA, anche se ricordo che alcuni nostri nuotatori ( certamente Minervini e Revelli) hanno avuto una discreta carriera universitaria. Marco, toglimi il dubbio. È successo. Nella NCAA hanno conseguito titoli individuali nei 100 rana sia Minervini (1986 e 1988) che Cecchi (1991 e 1992). Quest’ultimo nel 1992 vinse anche i 200. Nel 1982 Paolo Revelli vinse il titolo nella 4x200 con i Cal Bears.
Non male 1.32 lanciato. Attendo con impazienza gli NCAA. Non credo che un italiano sia mai stato campione NCAA, anche se ricordo che alcuni nostri nuotatori ( certamente Minervini e Revelli) hanno avuto una discreta carriera universitaria. Marco, toglimi il dubbio. È successo. Nella NCAA hanno conseguito titoli individuali nei 100 rana sia Minervini (1986 e 1988) che Cecchi (1991 e 1992). Quest’ultimo nel 1992 vinse anche i 200. Nel 1982 Paolo Revelli vinse il titolo nella 4x200 con i Cal Bears.
modificato Feb 19 '15 a 1:30 pm
 
0
risposta
Ancora un podio ai SEC Championships per D’Arrigo che ieri nella finale dei 200 stile libero si è classificato al secondo posto con il tempo di 1’33’’41, lievemente superiore al suo primato personale di 1’33’’30 nuotato nei preliminari.
Ancora un podio ai SEC Championships per D’Arrigo che ieri nella finale dei 200 stile libero si è classificato al secondo posto con il tempo di 1’33’’41, lievemente superiore al suo primato personale di 1’33’’30 nuotato nei preliminari.
modificato Feb 20 '15 a 7:53 am
 
0
risposta
Secondo posto e record personale migliorato di oltre tre secondi (14’39’’90) nella gara dei 1650 stile libero per D’Arrigo, preceduto come già nei 200 dal finlandese Matias Koski (1994) che rappresenta i Georgia Bulldogs, squadra finita seconda nella classifica maschile proprio dietro ai Gators al loro terzo successo consecutivo nei campionati della Southeastern Conference.
Secondo posto e record personale migliorato di oltre tre secondi (14’39’’90) nella gara dei 1650 stile libero per D’Arrigo, preceduto come già nei 200 dal finlandese Matias Koski (1994) che rappresenta i Georgia Bulldogs, squadra finita seconda nella classifica maschile proprio dietro ai Gators al loro terzo successo consecutivo nei campionati della Southeastern Conference.
modificato Feb 22 '15 a 8:24 am
 
0
risposta
Inizio soft per d'Arrigo al suo terzo anno nel Team Universitario di Florida. Impegnato su 200 e 500 iarde ha incamerato un paio di sconfitte dal compagno di squadra polacco Pawel Werner. Tempi ancora freddini.
Inizio soft per d'Arrigo al suo terzo anno nel Team Universitario di Florida. Impegnato su 200 e 500 iarde ha incamerato un paio di sconfitte dal compagno di squadra polacco Pawel Werner. Tempi ancora freddini.
modificato Oct 13 '15 a 8:56 pm
 
0
risposta
Inizio soft per d'Arrigo al suo terzo anno nel Team Universitario di Florida. Impegnato su 200 e 500 iarde ha incamerato un paio di sconfitte dal compagno di squadra polacco Pawel Werner. Tempi ancora freddini. Annotiamo anche l'esordio stagionale in vasca lunga, avvenuto ieri a Gainesville nel Duel tra Florida e Georgia: 1'53''40 nei 200 stile libero e 4'04''92 nei 400 stile libero i tempi fatti segnare da Andrea Mitchell D'Arrigo.
Inizio soft per d'Arrigo al suo terzo anno nel Team Universitario di Florida. Impegnato su 200 e 500 iarde ha incamerato un paio di sconfitte dal compagno di squadra polacco Pawel Werner. Tempi ancora freddini. Annotiamo anche l'esordio stagionale in vasca lunga, avvenuto ieri a Gainesville nel Duel tra Florida e Georgia: 1'53''40 nei 200 stile libero e 4'04''92 nei 400 stile libero i tempi fatti segnare da Andrea Mitchell D'Arrigo.
modificato Oct 31 '15 a 1:17 pm
 
0
risposta
Annotiamo anche l'esordio stagionale in vasca lunga, avvenuto ieri a Gainesville nel Duel tra Florida e Georgia: 1'53''40 nei 200 stile libero e 4'04''92 nei 400 stile libero i tempi fatti segnare da Andrea Mitchell D'Arrigo. quasi 4.05 nei 400?
Annotiamo anche l'esordio stagionale in vasca lunga, avvenuto ieri a Gainesville nel Duel tra Florida e Georgia: 1'53''40 nei 200 stile libero e 4'04''92 nei 400 stile libero i tempi fatti segnare da Andrea Mitchell D'Arrigo. quasi 4.05 nei 400?
modificato Oct 31 '15 a 6:30 pm
 
0
risposta
fortunato che la staffetta lunga sia super accessibile per le olimpiadi. il fenomeno che ci si aspettava anni fa credo sia passato ormai..
fortunato che la staffetta lunga sia super accessibile per le olimpiadi. il fenomeno che ci si aspettava anni fa credo sia passato ormai..
modificato Nov 1 '15 a 4:38 am
 
0
risposta
Segnali di miglioramento da D'Arrigo. All'OSU Invite (meeting ad inviti organizzato dall'Università dell'Ohio) D'Arrigo è arrivato secondo nelle 500yd a sl con 4.16.59 alle spalle del compagno di squadra ai Gators Jan Switkowski, polacco decisamente promettente (direi più che promettente) e bronzo ai Mondiali di Kazan nei 200 delfino. Per Switkowski 4.15.43 per vincere le 500yd e ottima prova a delfino nella staffetta mista (occhio a Switkowsi nei 200 delfino per Rio). Già che ci sono, cito anche la grande prova nelle 50yd a sl per Caeleb Dressel, già abbondantemente sotto ai 19". C'è del talento ai Gators.
Segnali di miglioramento da D'Arrigo. All'OSU Invite (meeting ad inviti organizzato dall'Università dell'Ohio) D'Arrigo è arrivato secondo nelle 500yd a sl con 4.16.59 alle spalle del compagno di squadra ai Gators Jan Switkowski, polacco decisamente promettente (direi più che promettente) e bronzo ai Mondiali di Kazan nei 200 delfino. Per Switkowski 4.15.43 per vincere le 500yd e ottima prova a delfino nella staffetta mista (occhio a Switkowsi nei 200 delfino per Rio). Già che ci sono, cito anche la grande prova nelle 50yd a sl per Caeleb Dressel, già abbondantemente sotto ai 19". C'è del talento ai Gators.
modificato Nov 21 '15 a 3:36 pm
 
0
risposta
Nella seconda giornata dell'OSU Invite, altro secondo posto per D'Arrigo nelle 200yd a sl con il crono di 1.34.95. Ha vinto il compagno di squadra Werner in 1.34.19 e Mitch ha preceduto l'altro team-mate polacco Switkowski. In generale, Gators in grande spolvero nel meeting con tempi scintillanti di Dressel non solo nelle 50yd a sl (18.77) ma anche nelle 100yd a farfalla e a rana (45.01 e 51.88), della Hinds etc. Ma questo è il topic di D'Arrigo, e quindi non ci resta che ribadire la speranza che allenandosi in un ambiente così competitivo anche D'Arrigo tragga benefici.
Nella seconda giornata dell'OSU Invite, altro secondo posto per D'Arrigo nelle 200yd a sl con il crono di 1.34.95. Ha vinto il compagno di squadra Werner in 1.34.19 e Mitch ha preceduto l'altro team-mate polacco Switkowski. In generale, Gators in grande spolvero nel meeting con tempi scintillanti di Dressel non solo nelle 50yd a sl (18.77) ma anche nelle 100yd a farfalla e a rana (45.01 e 51.88), della Hinds etc. Ma questo è il topic di D'Arrigo, e quindi non ci resta che ribadire la speranza che allenandosi in un ambiente così competitivo anche D'Arrigo tragga benefici.
modificato Nov 22 '15 a 11:29 am
 
0
risposta
Nella seconda giornata dell'OSU Invite, altro secondo posto per D'Arrigo nelle 200yd a sl con il crono di 1.34.95. Tra tutte le gare del calendario universitario questa di Columbus ha il pregio di fornire un’indicazione sicuramente più leggibile per noi italiani rispetto al dato cronometrico della distanza in yard (a proposito: il personale di D’Arrigo nei 200 è 1’33’’30) grazie alla peculiare formula della manifestazione organizzata dall’Università dell’Ohio: la qualificazione alle finali pomeridiane (in cui si gareggia nella vasca tipica del circuito NCAA) avviene infatti tramite un preliminare mattutino in vasca lunga e il tempo ottenuto ieri da D’Arrigo nei 200 metri stile libero è stato 1’52’’57.
Nella seconda giornata dell'OSU Invite, altro secondo posto per D'Arrigo nelle 200yd a sl con il crono di 1.34.95. Tra tutte le gare del calendario universitario questa di Columbus ha il pregio di fornire un’indicazione sicuramente più leggibile per noi italiani rispetto al dato cronometrico della distanza in yard (a proposito: il personale di D’Arrigo nei 200 è 1’33’’30) grazie alla peculiare formula della manifestazione organizzata dall’Università dell’Ohio: la qualificazione alle finali pomeridiane (in cui si gareggia nella vasca tipica del circuito NCAA) avviene infatti tramite un preliminare mattutino in vasca lunga e il tempo ottenuto ieri da D’Arrigo nei 200 metri stile libero è stato 1’52’’57.
modificato Nov 22 '15 a 5:05 pm
 
0
risposta

Per la Nazionale è una grave perdita. Ma immagino che i rapporti tra lui e la federazione si fossero deteriorati da tempo. In effetti è una situazione sorprendente, il nostro sport è abituato ad acquisire naturalizzati (nel nuoto Laera e Gleria i più noti), non cedere agli altri i buoni atleti che abbiamo. Per regolamento devono passare tre anni (riducibili previa accordo) dal cambio di nazionalità per poter disputare i Giochi Olimpici, quindi d'Arrigo sarà eleggibile per Tokyo 2020 con gli Usa. Niente mondiali invece perchè per la FINA deve passare almeno un anno dall'ultima competizione con la vecchia Nazione.

Per la Nazionale è una grave perdita. Ma immagino che i rapporti tra lui e la federazione si fossero deteriorati da tempo. In effetti è una situazione sorprendente, il nostro sport è abituato ad acquisire naturalizzati (nel nuoto Laera e Gleria i più noti), non cedere agli altri i buoni atleti che abbiamo. Per regolamento devono passare tre anni (riducibili previa accordo) dal cambio di nazionalità per poter disputare i Giochi Olimpici, quindi d'Arrigo sarà eleggibile per Tokyo 2020 con gli Usa. Niente mondiali invece perchè per la FINA deve passare almeno un anno dall'ultima competizione con la vecchia Nazione.
 
0
risposta

Me l'aspettavo da un po' questa decisione, l'idea che mi sono fatta e' che oltre alle polemiche ben note con la federazione non fosse proprio ben visto dagli stessi compagni di squadra. Mi ricordo di aver letto commenti a foto su Facebook/Instagram non proprio carini (quasi borderline col bullismo, ma non vorrei spingermi fino a li' non essendo dentro la situazione).

Me l'aspettavo da un po' questa decisione, l'idea che mi sono fatta e' che oltre alle polemiche ben note con la federazione non fosse proprio ben visto dagli stessi compagni di squadra. Mi ricordo di aver letto commenti a foto su Facebook/Instagram non proprio carini (quasi borderline col bullismo, ma non vorrei spingermi fino a li' non essendo dentro la situazione).
 
0
risposta

D'Arrigo è stato insignito del "Leadership award" dalla sua università. E' un riconoscimento che premia -lo dice la parola- le doti di leader all'interno del team. Nel calcio si direbbe di un atleta importante a livello di spogliatoio. Insomma, un trascinatore per impegno, qualità morali, serietà nella gestione dell'attività sportiva, in modo da essere di esempio per i compagni. Complimenti a Mitch...e magari qualcuno in Italia aveva sbagliato giudizio su di lui.

D'Arrigo è stato insignito del _"Leadership award"_ dalla sua università. E' un riconoscimento che premia -lo dice la parola- le doti di leader all'interno del team. Nel calcio si direbbe di un atleta importante a livello di spogliatoio. Insomma, un trascinatore per impegno, qualità morali, serietà nella gestione dell'attività sportiva, in modo da essere di esempio per i compagni. Complimenti a Mitch...e magari qualcuno in Italia aveva sbagliato giudizio su di lui.
 
1
risposta
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza