Advertisement
Me l'aspettavo! Finita Londra il nostro ex-marziano si è (ri)dato alla bellissima vita. L'aveva detto e ha rispettato la parola. Donne, alcool, poker, Las Vegas e chissà... magari ancora un giretto di bong. Nonostante già qualche amico (su FB) mi abbia detto ciò che comunque penso anch'io, e cioè che è giusto si distragga dopo tutte le fatiche passate, continuo a restare stupito e scettico. Un campione olimpico è in primis un campione di "testa" e questo va a suo favore, quindi in teoria (ma solo in teoria) potrebbe sfogarsi e poi tornare a fare la persona seria. A suo sfavore è che a certi eccessi già dopo Pechino aveva ceduto pur senza rimanere impigliato nella rete della gaudenzia. Abbiamo (noi 40enni) visto dissolversi Maradona e poi Pantani, Gascoigne (si scrive così?) George Best. I giocatori dell'NBA americana sono sui giornali ogni 3 x 2 per questo argomento, mentre nel nuoto abbiamo visto ultimamente (e saputo solo di...) Geoff Huegill ma non è sicuramente l'ultimo e l'unico. Altri sport confermano che la fine della carriera rappresenta comunque un certo pericolo in questo senso. C'era una volta uno che mi disse; "Pino, l'essere meno libero che esista è proprio la piuma al vento"... ma era un prete. Chi l'avrebbe ascoltato? Io no di certo. Saluti a tutti ;)
Me l'aspettavo! Finita Londra il nostro ex-marziano si è (ri)dato alla bellissima vita. L'aveva detto e ha rispettato la parola. Donne, alcool, poker, Las Vegas e chissà... magari ancora un giretto di bong. Nonostante già qualche amico (su FB) mi abbia detto ciò che comunque penso anch'io, e cioè che è giusto si distragga dopo tutte le fatiche passate, continuo a restare stupito e scettico. Un campione olimpico è in primis un campione di "testa" e questo va a suo favore, quindi in teoria (ma solo in teoria) potrebbe sfogarsi e poi tornare a fare la persona seria. A suo sfavore è che a certi eccessi già dopo Pechino aveva ceduto pur senza rimanere impigliato nella rete della gaudenzia. Abbiamo (noi 40enni) visto dissolversi Maradona e poi Pantani, Gascoigne (si scrive così?) George Best. I giocatori dell'NBA americana sono sui giornali ogni 3 x 2 per questo argomento, mentre nel nuoto abbiamo visto ultimamente (e saputo solo di...) Geoff Huegill ma non è sicuramente l'ultimo e l'unico. Altri sport confermano che la fine della carriera rappresenta comunque un certo pericolo in questo senso. C'era una volta uno che mi disse; "Pino, l'essere meno libero che esista è proprio la piuma al vento"... ma era un prete. Chi l'avrebbe ascoltato? Io no di certo. Saluti a tutti ;)
modificato Sep 6 '12 a 12:17 pm
 
0
risposta
Me l'aspettavo! Finita Londra il nostro ex-marziano si è (ri)dato alla bellissima vita. L'aveva detto e ha rispettato la parola. Donne, alcool, poker, Las Vegas e chissà... magari ancora un giretto di bong. Nonostante già qualche amico (su FB) mi abbia detto ciò che comunque penso anch'io, e cioè che è giusto si distragga dopo tutte le fatiche passate, continuo a restare stupito e scettico. Un campione olimpico è in primis un campione di "testa" e questo va a suo favore, quindi in teoria (ma solo in teoria) potrebbe sfogarsi e poi tornare a fare la persona seria. A suo sfavore è che a certi eccessi già dopo Pechino aveva ceduto pur senza rimanere impigliato nella rete della gaudenzia. Abbiamo (noi 40enni) visto dissolversi Maradona e poi Pantani, Gascoigne (si scrive così?) George Best. I giocatori dell'NBA americana sono sui giornali ogni 3 x 2 per questo argomento, mentre nel nuoto abbiamo visto ultimamente (e saputo solo di...) Geoff Huegill ma non è sicuramente l'ultimo e l'unico. Altri sport confermano che la fine della carriera rappresenta comunque un certo pericolo in questo senso. C'era una volta uno che mi disse; "Pino, l'essere meno libero che esista è proprio la piuma al vento"... ma era un prete. Chi l'avrebbe ascoltato? Io no di certo. Saluti a tutti ;) Intanto chiariamo che michi non deve niente a nessuno, è pensionato a 27 anni alla faccia di chi non lo ama e deve ruscare fino a morirne. Viceversa, il mondo avrebbe una grossa responsabilità, ora che phelps può finalmente alzare la testa dalla riga nera, nel fargli vedere che vale pena gettare lo sguardo oltre il bordo vasca. Rispondiamo a lui: ne vale la pena? Non facciamogli rimpiangere i ritiri in altura che sarebbe proprio il colmo... La situazione è questa: abbiamo preteso che diventassi un mostro marino e ti abbiamo riempito di soldi e ora ti facciamo vedere quanto è meravilgioso vivere con noi spendendo i ricavi per un sacco di cose belle e interessanti... E' un ragazzo alla scoperta del mondo, se troverà donnacce, droga, alcol e parassiti ignoranti, pigri e cattivi la colpa non sarà certo sua e chi deve vergognarsi non è certo lui. Come ben ricordi, non sono pochi i campioni bruciati nel posacenere, o nella stagnola, ma di chi è la responsabilità? E' bello stare a guardare e godere delle disgrazie altrui assecondando gli spasmi dell'invidia, ma quando un campione di quel livello va in rovina è semplicemente successo che è morto soffocato dai fetori del mondo, che altro avrebbe potuto fare? Se davvero queste persone, così speciali, avessero mente e coscienza allo stesso livello delle loro abilità atletiche sarebbero tutte condannate a morte con esecuzione immediata. Quel che ci permette di sopravvivere, a noi non-tyson, non-pantani..., è proprio questo mix di insensibilità, ignoranza, debolezze, guasti e deficenze varie che ci impediscono di vedere il mondo per quello che è, per come lo abbiamo fatto e dove lo stiamo portando e allora continuiamo a comprare auto nuove a smartphone fighissimi mentre miliardi di persone muoiono di fame e di malattie curabili con pochi centesimi ma riusciamo al contempo a sentirci più in gamba del più forte atleta di tutti i tempi quando lui, sporcandosi, mette il piede nel nostro schifo di mondo. Se un corpo immerso in liquido esce bagnato... lo stesso dovrebbe valere per le immersioni nei liquami. Un campione ha dimostrato che con la volontà si possono compiere atti e trasformazioni che sulla carta sembravano impossibili, lo ha dimostrato a se stesso ma cosa ben più importante lo ha dimostrato a tutti noi. Noi cosa abbiamo imparato, oltre che a sputtanarlo alla prima occasione? Comunque, michi ha amici di buon livello e una famiglia molto presente, è abbastanza tutelato, due birre e qualche signorina come si deve, lui, se le può permettere.
Me l'aspettavo! Finita Londra il nostro ex-marziano si è (ri)dato alla bellissima vita. L'aveva detto e ha rispettato la parola. Donne, alcool, poker, Las Vegas e chissà... magari ancora un giretto di bong. Nonostante già qualche amico (su FB) mi abbia detto ciò che comunque penso anch'io, e cioè che è giusto si distragga dopo tutte le fatiche passate, continuo a restare stupito e scettico. Un campione olimpico è in primis un campione di "testa" e questo va a suo favore, quindi in teoria (ma solo in teoria) potrebbe sfogarsi e poi tornare a fare la persona seria. A suo sfavore è che a certi eccessi già dopo Pechino aveva ceduto pur senza rimanere impigliato nella rete della gaudenzia. Abbiamo (noi 40enni) visto dissolversi Maradona e poi Pantani, Gascoigne (si scrive così?) George Best. I giocatori dell'NBA americana sono sui giornali ogni 3 x 2 per questo argomento, mentre nel nuoto abbiamo visto ultimamente (e saputo solo di...) Geoff Huegill ma non è sicuramente l'ultimo e l'unico. Altri sport confermano che la fine della carriera rappresenta comunque un certo pericolo in questo senso. C'era una volta uno che mi disse; "Pino, l'essere meno libero che esista è proprio la piuma al vento"... ma era un prete. Chi l'avrebbe ascoltato? Io no di certo. Saluti a tutti ;) Intanto chiariamo che michi non deve niente a nessuno, è pensionato a 27 anni alla faccia di chi non lo ama e deve ruscare fino a morirne. Viceversa, il mondo avrebbe una grossa responsabilità, ora che phelps può finalmente alzare la testa dalla riga nera, nel fargli vedere che vale pena gettare lo sguardo oltre il bordo vasca. Rispondiamo a lui: ne vale la pena? Non facciamogli rimpiangere i ritiri in altura che sarebbe proprio il colmo... La situazione è questa: abbiamo preteso che diventassi un mostro marino e ti abbiamo riempito di soldi e ora ti facciamo vedere quanto è meravilgioso vivere con noi spendendo i ricavi per un sacco di cose belle e interessanti... E' un ragazzo alla scoperta del mondo, se troverà donnacce, droga, alcol e parassiti ignoranti, pigri e cattivi la colpa non sarà certo sua e chi deve vergognarsi non è certo lui. Come ben ricordi, non sono pochi i campioni bruciati nel posacenere, o nella stagnola, ma di chi è la responsabilità? E' bello stare a guardare e godere delle disgrazie altrui assecondando gli spasmi dell'invidia, ma quando un campione di quel livello va in rovina è semplicemente successo che è morto soffocato dai fetori del mondo, che altro avrebbe potuto fare? Se davvero queste persone, così speciali, avessero mente e coscienza allo stesso livello delle loro abilità atletiche sarebbero tutte condannate a morte con esecuzione immediata. Quel che ci permette di sopravvivere, a noi non-tyson, non-pantani..., è proprio questo mix di insensibilità, ignoranza, debolezze, guasti e deficenze varie che ci impediscono di vedere il mondo per quello che è, per come lo abbiamo fatto e dove lo stiamo portando e allora continuiamo a comprare auto nuove a smartphone fighissimi mentre miliardi di persone muoiono di fame e di malattie curabili con pochi centesimi ma riusciamo al contempo a sentirci più in gamba del più forte atleta di tutti i tempi quando lui, sporcandosi, mette il piede nel nostro schifo di mondo. Se un corpo immerso in liquido esce bagnato... lo stesso dovrebbe valere per le immersioni nei liquami. Un campione ha dimostrato che con la volontà si possono compiere atti e trasformazioni che sulla carta sembravano impossibili, lo ha dimostrato a se stesso ma cosa ben più importante lo ha dimostrato a tutti noi. Noi cosa abbiamo imparato, oltre che a sputtanarlo alla prima occasione? Comunque, michi ha amici di buon livello e una famiglia molto presente, è abbastanza tutelato, due birre e qualche signorina come si deve, lui, se le può permettere.
modificato Sep 6 '12 a 1:37 pm
 
0
risposta
Me l'aspettavo! Finita Londra il nostro ex-marziano si è (ri)dato alla bellissima vita. L'aveva detto e ha rispettato la parola. Donne, alcool, poker, Las Vegas e chissà... magari ancora un giretto di bong. Nonostante già qualche amico (su FB) mi abbia detto ciò che comunque penso anch'io, e cioè che è giusto si distragga dopo tutte le fatiche passate, continuo a restare stupito e scettico. Un campione olimpico è in primis un campione di "testa" e questo va a suo favore, quindi in teoria (ma solo in teoria) potrebbe sfogarsi e poi tornare a fare la persona seria. A suo sfavore è che a certi eccessi già dopo Pechino aveva ceduto pur senza rimanere impigliato nella rete della gaudenzia. Abbiamo (noi 40enni) visto dissolversi Maradona e poi Pantani, Gascoigne (si scrive così?) George Best. I giocatori dell'NBA americana sono sui giornali ogni 3 x 2 per questo argomento, mentre nel nuoto abbiamo visto ultimamente (e saputo solo di...) Geoff Huegill ma non è sicuramente l'ultimo e l'unico. Altri sport confermano che la fine della carriera rappresenta comunque un certo pericolo in questo senso. C'era una volta uno che mi disse; "Pino, l'essere meno libero che esista è proprio la piuma al vento"... ma era un prete. Chi l'avrebbe ascoltato? Io no di certo. Saluti a tutti ;) Fa bene lui che può a divertirsi e non pensare... fossi in lui lo farei il più a lungo possibile; non ha più niente da dimostrare a nessuno... Il problema semmai è nostro: e chi raccoglie ora i nostri sogni? Già perché sembra proprio una pensata infantile e anzi lo è, purtuttavia vi sfido a trovare un altro eroe del genere di questi tempi. E qualcun altro per cui valga la pena permettersi di essere 'bambini'. Ah l'altro giorno pensavo: adesso quando inizierà la World Cup e i Meeting invernali con quale ansia starò in streaming fino alle 2 del mattino con la connessione frammentaria, con quale curiosità guarderò i risultati il giorno dopo, con quale entusiasmo e sacro furore studierò ogni più piccolo dettaglio della nuotata di chi... questo mondo già segnato da nessuno mi incastrerà ancora ma un po' più vecchio, un po' meno divorato da quell'ira beata, da quel cipiglio senza orizzonte che solo lui sapeva accendere... ogni cosa è quella che deve essere, eppure per noi appassionati - razza frustrata che insegue il bagliore della perfezione da qualche parte -, Michael Phelps era quanto di più 'divino' si potesse concedere alla (dis)grazia di non poter esserci noi in quella piscina a nuotare. Il problema caro sans culotte (bellissimo avatar: complimenti! Mi riassetta a quell'89 d'antan mai dimenticato) è nostro. Noi che dobbiamo inventarci un dovere quotidiano e masticare il desolato stillicidio dei giorni. Che sia quel che sia: un pensionato a 27 anni potrebbe anche evaporare, per quel che ne so. L'unica maledizione è l'abitudine - anche per lui come per noi -. E l'unico vero conforto è esattamente l'abitudine ancora. Posto che scomparire dall'anagrafe non gli è dato di sicuro, quello che gli resta è la noia della beatitudine con il cartellino da timbrare tra soubrette, jet set, poker e quant'altro. Il mondo come la sua stanza credo siano troppo piccoli per uno come lui. Sorrido e gli dò il benvenuto tra di noi. Così diversi così uguali.
Me l'aspettavo! Finita Londra il nostro ex-marziano si è (ri)dato alla bellissima vita. L'aveva detto e ha rispettato la parola. Donne, alcool, poker, Las Vegas e chissà... magari ancora un giretto di bong. Nonostante già qualche amico (su FB) mi abbia detto ciò che comunque penso anch'io, e cioè che è giusto si distragga dopo tutte le fatiche passate, continuo a restare stupito e scettico. Un campione olimpico è in primis un campione di "testa" e questo va a suo favore, quindi in teoria (ma solo in teoria) potrebbe sfogarsi e poi tornare a fare la persona seria. A suo sfavore è che a certi eccessi già dopo Pechino aveva ceduto pur senza rimanere impigliato nella rete della gaudenzia. Abbiamo (noi 40enni) visto dissolversi Maradona e poi Pantani, Gascoigne (si scrive così?) George Best. I giocatori dell'NBA americana sono sui giornali ogni 3 x 2 per questo argomento, mentre nel nuoto abbiamo visto ultimamente (e saputo solo di...) Geoff Huegill ma non è sicuramente l'ultimo e l'unico. Altri sport confermano che la fine della carriera rappresenta comunque un certo pericolo in questo senso. C'era una volta uno che mi disse; "Pino, l'essere meno libero che esista è proprio la piuma al vento"... ma era un prete. Chi l'avrebbe ascoltato? Io no di certo. Saluti a tutti ;) Fa bene lui che può a divertirsi e non pensare... fossi in lui lo farei il più a lungo possibile; non ha più niente da dimostrare a nessuno... Il problema semmai è nostro: e chi raccoglie ora i nostri sogni? Già perché sembra proprio una pensata infantile e anzi lo è, purtuttavia vi sfido a trovare un altro eroe del genere di questi tempi. E qualcun altro per cui valga la pena permettersi di essere 'bambini'. Ah l'altro giorno pensavo: adesso quando inizierà la World Cup e i Meeting invernali con quale ansia starò in streaming fino alle 2 del mattino con la connessione frammentaria, con quale curiosità guarderò i risultati il giorno dopo, con quale entusiasmo e sacro furore studierò ogni più piccolo dettaglio della nuotata di chi... questo mondo già segnato da nessuno mi incastrerà ancora ma un po' più vecchio, un po' meno divorato da quell'ira beata, da quel cipiglio senza orizzonte che solo lui sapeva accendere... ogni cosa è quella che deve essere, eppure per noi appassionati - razza frustrata che insegue il bagliore della perfezione da qualche parte -, Michael Phelps era quanto di più 'divino' si potesse concedere alla (dis)grazia di non poter esserci noi in quella piscina a nuotare. Il problema caro sans culotte (bellissimo avatar: complimenti! Mi riassetta a quell'89 d'antan mai dimenticato) è nostro. Noi che dobbiamo inventarci un dovere quotidiano e masticare il desolato stillicidio dei giorni. Che sia quel che sia: un pensionato a 27 anni potrebbe anche evaporare, per quel che ne so. L'unica maledizione è l'abitudine - anche per lui come per noi -. E l'unico vero conforto è esattamente l'abitudine ancora. Posto che scomparire dall'anagrafe non gli è dato di sicuro, quello che gli resta è la noia della beatitudine con il cartellino da timbrare tra soubrette, jet set, poker e quant'altro. Il mondo come la sua stanza credo siano troppo piccoli per uno come lui. Sorrido e gli dò il benvenuto tra di noi. Così diversi così uguali.
modificato Sep 6 '12 a 2:09 pm
 
0
risposta
Bene fa chi lo può,a darsi alla bella vita. Ma sarà che io ho un concetto di bella vita molto differente da quello propinato dai media,e non comprende notti insonni (bleah) e nemmeno alcool (bleah) nè donnine di plastica formato tv nè altre banalità a go go come nei vomitevoli cinepanettoni (o come nei film di gangsters). Nel mio caso prevederebbe piuttosto un profilo mediatico (finalmente) confortevolmente bassissimo,mentre mi tolgo qualche soddisfazione e decido in santa pace e senza fretta come investire per un futuro facile sereno e solido tra persone vere e concrete. Poi uno invece fa come gli pare ed è giusto così. Però che tristezza pensare a tutti quei ragazzini che continueranno a guardare a lui come ad un faro,e per i quali invece poteva essere un esempio alternativo e migliore rispetto alla trita banalità dell'ostentazione del nulla come concetto cardine della "vita bella".
Bene fa chi lo può,a darsi alla bella vita. Ma sarà che io ho un concetto di bella vita molto differente da quello propinato dai media,e non comprende notti insonni (bleah) e nemmeno alcool (bleah) nè donnine di plastica formato tv nè altre banalità a go go come nei vomitevoli cinepanettoni (o come nei film di gangsters). Nel mio caso prevederebbe piuttosto un profilo mediatico (finalmente) confortevolmente bassissimo,mentre mi tolgo qualche soddisfazione e decido in santa pace e senza fretta come investire per un futuro facile sereno e solido tra persone vere e concrete. Poi uno invece fa come gli pare ed è giusto così. Però che tristezza pensare a tutti quei ragazzini che continueranno a guardare a lui come ad un faro,e per i quali invece poteva essere un esempio alternativo e migliore rispetto alla trita banalità dell'ostentazione del nulla come concetto cardine della "vita bella".
modificato Sep 6 '12 a 6:59 pm
 
0
risposta
Il mio pensiero invece va non tanto a ciò che faccia adesso, affari suoi, ma piuttosto a quanto deve essere stata dura farsi un mazzo tanto aspettando che finalmente arrivassero le olimpiadi perchè finisse quel calvario, per quello non l'invidio proprio. A me piace di più quel novantenne che ho visto in rete saltare con l'asta tentando il record del mondo per la sua età, di un fenomeno non ancora trentenne che forse non è riuscito a trarre dallo sport la lezione più bella a causa soprattutto del suo talento, non per colpa direttamente sua. Quello che faccia adesso è umano è comprensibile, Phelps non mi pare proprio un genio, tranne nuotare non so cosa sappia fare, con la madre che si ritrova e tutti i succhiasangue attaccati da anni si sarà anche rotto gli zebedei alla grande penso!, Questo è il risultato, si sente defraudato di anni di giovinezza e si sfoga. Aggiungo che: sfogati quanto vuoi, ma quando a 35 anni magari nella tua cameretta, dove le medaglie non contano poi tanto e guardi il tuo fisico sfatto in confronto alle foto di quando eri in formissima, beh lì secondo me proverai tanta amarezza che non so se donnine, alcool e poker riusciranno ad addolcire.
Il mio pensiero invece va non tanto a ciò che faccia adesso, affari suoi, ma piuttosto a quanto deve essere stata dura farsi un mazzo tanto aspettando che finalmente arrivassero le olimpiadi perchè finisse quel calvario, per quello non l'invidio proprio. A me piace di più quel novantenne che ho visto in rete saltare con l'asta tentando il record del mondo per la sua età, di un fenomeno non ancora trentenne che forse non è riuscito a trarre dallo sport la lezione più bella a causa soprattutto del suo talento, non per colpa direttamente sua. Quello che faccia adesso è umano è comprensibile, Phelps non mi pare proprio un genio, tranne nuotare non so cosa sappia fare, con la madre che si ritrova e tutti i succhiasangue attaccati da anni si sarà anche rotto gli zebedei alla grande penso!, Questo è il risultato, si sente defraudato di anni di giovinezza e si sfoga. Aggiungo che: sfogati quanto vuoi, ma quando a 35 anni magari nella tua cameretta, dove le medaglie non contano poi tanto e guardi il tuo fisico sfatto in confronto alle foto di quando eri in formissima, beh lì secondo me proverai tanta amarezza che non so se donnine, alcool e poker riusciranno ad addolcire.
modificato Sep 6 '12 a 7:04 pm
 
0
risposta
Meglio fare invidia che compassione!:D A 27 anni, uno è bello, famoso e ricercato dovrebbe rinchiudersi in casa xchè non fa più l'atleta? Maq x carità, finiamola di rosicare e parliamo delle sue imprese, piuttosto!:cool:
Meglio fare invidia che compassione!:D A 27 anni, uno è bello, famoso e ricercato dovrebbe rinchiudersi in casa xchè non fa più l'atleta? Maq x carità, finiamola di rosicare e parliamo delle sue imprese, piuttosto!:cool:
modificato Sep 7 '12 a 9:44 am
 
0
risposta
Ma sarà che io ho un concetto di bella vita molto differente da quello propinato dai media,e non comprende notti insonni (bleah) e nemmeno alcool (bleah) nè donnine di plastica formato tv nè altre banalità a go go come nei vomitevoli cinepanettoni (o come nei film di gangsters). Esattamente la concezione di vita di federica Pellegrini e Filippo Magnini, no? Scusate ma non ho resistito.;)
Ma sarà che io ho un concetto di bella vita molto differente da quello propinato dai media,e non comprende notti insonni (bleah) e nemmeno alcool (bleah) nè donnine di plastica formato tv nè altre banalità a go go come nei vomitevoli cinepanettoni (o come nei film di gangsters). Esattamente la concezione di vita di federica Pellegrini e Filippo Magnini, no? Scusate ma non ho resistito.;)
modificato Sep 7 '12 a 1:29 pm
 
0
risposta
Esattamente la concezione di vita di federica Pellegrini e Filippo Magnini, no? Scusate ma non ho resistito.;) Può darsi. Io però non sono così sicuro che i media siano in grado di dirmi (o ne abbiano voglia) cosa passa per davvero nella loro testa e quali sono i loro gusti. Ricordiamoci che i media sono autocelebrativi e a dar retta a loro persino Gandhi la vedrebbe così.... Traduzione:non dategli retta,vendono fumo.
Esattamente la concezione di vita di federica Pellegrini e Filippo Magnini, no? Scusate ma non ho resistito.;) Può darsi. Io però non sono così sicuro che i media siano in grado di dirmi (o ne abbiano voglia) cosa passa per davvero nella loro testa e quali sono i loro gusti. Ricordiamoci che i media sono autocelebrativi e a dar retta a loro persino Gandhi la vedrebbe così.... Traduzione:non dategli retta,vendono fumo.
modificato Sep 7 '12 a 7:19 pm
 
0
risposta
Può darsi. Io però non sono così sicuro che i media siano in grado di dirmi (o ne abbiano voglia) cosa passa per davvero nella loro testa e quali sono i loro gusti. Ricordiamoci che i media sono autocelebrativi e a dar retta a loro persino Gandhi la vedrebbe così.... Traduzione:non dategli retta,vendono fumo. pero' le scelte delle persone restano e quelle sono li ed ognuno le puo' giudicare.
Può darsi. Io però non sono così sicuro che i media siano in grado di dirmi (o ne abbiano voglia) cosa passa per davvero nella loro testa e quali sono i loro gusti. Ricordiamoci che i media sono autocelebrativi e a dar retta a loro persino Gandhi la vedrebbe così.... Traduzione:non dategli retta,vendono fumo. pero' le scelte delle persone restano e quelle sono li ed ognuno le puo' giudicare.
modificato Sep 7 '12 a 7:56 pm
 
0
risposta
Meglio fare invidia che compassione!:D A 27 anni, uno è bello, famoso e ricercato dovrebbe rinchiudersi in casa xchè non fa più l'atleta? Maq x carità, finiamola di rosicare e parliamo delle sue imprese, piuttosto!:cool: Mah io ho ben poco da rosicare, talmente un altro pianeta rispetto a me che non posso sicuramente avere invidia per lui e comunque il mio maestro di chitarra diceva sempre: "quando provi invidia sei un perdente, sempre ammirazione, mai invidia!" penso che le cose stiano esattamente così. per il resto il successo, le medaglie i record pernso siano soddisfazioni che durino poco, dopo possono rimanere bei ricordi e da vecchio tema di conversazione. Come ti svegli al mattino invece è reale, il giorno che vivi è reale, il presente, il momento di sfogo ci sta, ma diversi campioni non hanno saputo/voluto fermarsi per la paura d'affrontare la propria vita, forse perchè sie rano resi conto di non sapere chi fossero e cosa volessero farne della propria vita, non hanno mai avuto tempo di pensarci e farlo di botto a 30/35 anni può essere uno shock, un muro invalicabile, speriamo di no. Phelps nuotatore non si discute, non c'è ma che tenga, ma visto che il nuotatore non c'è più l'uomo Phelps ha tante cose da dimostrare invece, quasi tutto!
Meglio fare invidia che compassione!:D A 27 anni, uno è bello, famoso e ricercato dovrebbe rinchiudersi in casa xchè non fa più l'atleta? Maq x carità, finiamola di rosicare e parliamo delle sue imprese, piuttosto!:cool: Mah io ho ben poco da rosicare, talmente un altro pianeta rispetto a me che non posso sicuramente avere invidia per lui e comunque il mio maestro di chitarra diceva sempre: "quando provi invidia sei un perdente, sempre ammirazione, mai invidia!" penso che le cose stiano esattamente così. per il resto il successo, le medaglie i record pernso siano soddisfazioni che durino poco, dopo possono rimanere bei ricordi e da vecchio tema di conversazione. Come ti svegli al mattino invece è reale, il giorno che vivi è reale, il presente, il momento di sfogo ci sta, ma diversi campioni non hanno saputo/voluto fermarsi per la paura d'affrontare la propria vita, forse perchè sie rano resi conto di non sapere chi fossero e cosa volessero farne della propria vita, non hanno mai avuto tempo di pensarci e farlo di botto a 30/35 anni può essere uno shock, un muro invalicabile, speriamo di no. Phelps nuotatore non si discute, non c'è ma che tenga, ma visto che il nuotatore non c'è più l'uomo Phelps ha tante cose da dimostrare invece, quasi tutto!
modificato Sep 7 '12 a 8:53 pm
 
0
risposta
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza