Advertisement
come fa a dimostrarlo? ha registrato le telefonate? o secondo te gli hanno mandato una lettera scritta su carta intestata della federazione? altrimenti e' la sua parola contro quella del suo, eventuale, interlocutore e visto che comunque Arcobelli e la federazione non vanno d'accordo sarebbe facilissimo sostenere che si tratta di una manovra per screditare la federazione. Io non ho cercato nel blog ma se ti risulta difficile trovarlo forse lo ha eliminato appunto per paura di azioni legali Io, come te, penso che sia un cane di giornalista, ma un giornalista per quanto cane sa benissimo cosa può scrivere e non scrivere, legalmente parlando. Se lo ha scritto e poi tolto lo avrà fatto per motivi di opportunità diversi dal voler evitare un'azione legale. Gli argomenti di interesse pubblico nascono tutti in un ambiente dove amici e nemici si confondono e si frequentano assiduamente, dato che le cose riportate non sono certo marziane e fanno parte di una consunta quotidianeità, probabilmente arcobelli può produrre testimoni a valanga per molteplici episodi di proposte indecenti. Fermo restando che registrare chiamate e conversazioni private è ormai uno squallido standard per moltissime persone, anche non iscritti all'ordine dei "marchettari";)
come fa a dimostrarlo? ha registrato le telefonate? o secondo te gli hanno mandato una lettera scritta su carta intestata della federazione? altrimenti e' la sua parola contro quella del suo, eventuale, interlocutore e visto che comunque Arcobelli e la federazione non vanno d'accordo sarebbe facilissimo sostenere che si tratta di una manovra per screditare la federazione. Io non ho cercato nel blog ma se ti risulta difficile trovarlo forse lo ha eliminato appunto per paura di azioni legali Io, come te, penso che sia un cane di giornalista, ma un giornalista per quanto cane sa benissimo cosa può scrivere e non scrivere, legalmente parlando. Se lo ha scritto e poi tolto lo avrà fatto per motivi di opportunità diversi dal voler evitare un'azione legale. Gli argomenti di interesse pubblico nascono tutti in un ambiente dove amici e nemici si confondono e si frequentano assiduamente, dato che le cose riportate non sono certo marziane e fanno parte di una consunta quotidianeità, probabilmente arcobelli può produrre testimoni a valanga per molteplici episodi di proposte indecenti. Fermo restando che registrare chiamate e conversazioni private è ormai uno squallido standard per moltissime persone, anche non iscritti all'ordine dei "marchettari";)
modificato Dec 28 '11 a 12:19 pm
 
0
risposta
Io, come te, penso che sia un cane di giornalista, ma un giornalista per quanto cane sa benissimo cosa può scrivere e non scrivere, legalmente parlando. Se lo ha scritto e poi tolto lo avrà fatto per motivi di opportunità diversi dal voler evitare un'azione legale. Gli argomenti di interesse pubblico nascono tutti in un ambiente dove amici e nemici si confondono e si frequentano assiduamente, dato che le cose riportate non sono certo marziane e fanno parte di una consunta quotidianeità, probabilmente arcobelli può produrre testimoni a valanga per molteplici episodi di proposte indecenti. Fermo restando che registrare chiamate e conversazioni private è ormai uno squallido standard per moltissime persone, anche non iscritti all'ordine dei "marchettari";) certo se fossi un membro della federazione e stessi cercando di "ungere" Arocbelli mi guarderei bene di farlo di fronte a testimoni....non posso credere che siano cosi stupidi...
Io, come te, penso che sia un cane di giornalista, ma un giornalista per quanto cane sa benissimo cosa può scrivere e non scrivere, legalmente parlando. Se lo ha scritto e poi tolto lo avrà fatto per motivi di opportunità diversi dal voler evitare un'azione legale. Gli argomenti di interesse pubblico nascono tutti in un ambiente dove amici e nemici si confondono e si frequentano assiduamente, dato che le cose riportate non sono certo marziane e fanno parte di una consunta quotidianeità, probabilmente arcobelli può produrre testimoni a valanga per molteplici episodi di proposte indecenti. Fermo restando che registrare chiamate e conversazioni private è ormai uno squallido standard per moltissime persone, anche non iscritti all'ordine dei "marchettari";) certo se fossi un membro della federazione e stessi cercando di "ungere" Arocbelli mi guarderei bene di farlo di fronte a testimoni....non posso credere che siano cosi stupidi...
modificato Dec 28 '11 a 12:35 pm
 
0
risposta
come fa a dimostrarlo? ha registrato le telefonate? o secondo te gli hanno mandato una lettera scritta su carta intestata della federazione? altrimenti e' la sua parola contro quella del suo, eventuale, interlocutore e visto che comunque Arcobelli e la federazione non vanno d'accordo sarebbe facilissimo sostenere che si tratta di una manovra per screditare la federazione. Io non ho cercato nel blog ma se ti risulta difficile trovarlo forse lo ha eliminato appunto per paura di azioni legali Intanto concordo sul giudizio linguistico, ed anche sul ragionamento logico, le querele non arrivano se alle spalle hai una testata importante e se arrivano ci pensa lei a difenderti a patto che tu abbia fatto uno scoop ed abbia incrementato le vendite con la tua pseudo bomba. Ecco perchè tempo fa scrivevo che non sia importante se le notizie siano vere o presunte tali, Arcobelli provi a fare lo smargiasso scrivendo sul giornale della parrocchia, poi vedrà quante se ne becca di cause, non è tanto che si attenga, oppure no, alle leggi, piuttosto,è il solito gradasso che fa il furbo perchè ha l'amico potente che alla bisogna mena tutti, tutto lì. Poi anche nel concetto è ipocrita e fasullo: "non cerco primizie od esclusive" ed allora che razza di talento hai per il giornalismo, quali scopi ti poni? Non conosco nessun giornalista sportivo, sano di mente, che non cerchi scoop. Quindi la federazione sarebbe sotto scacco di sua santità Arcobelli, che incuterebbe così tanto terrore, da muovergli suppliche perchè non la scardini , ma lui in onore a principi salomonici ed all'etica professionale, direbbe no?!, Rifiutando con disprezzo questa corruzione?!, perchè stiamo parlando di corruzione! Secondo me ci sarebbe bisogno di un bel trattamento sanitario obbligatiorio, altro che querela! Io non credo che la federazione sia messa così male, se lo fosse al punto di dipendere dalla penna di Arcobelli, secondo me la puzza del marcio la sentiremmo immediatamente tutti, nuotatori compresi e ci sarebbe uno scandalo di proporzioni enormi, Così non è, ed allora ripropongo per Arcobelli un bel ricovero coatto!
come fa a dimostrarlo? ha registrato le telefonate? o secondo te gli hanno mandato una lettera scritta su carta intestata della federazione? altrimenti e' la sua parola contro quella del suo, eventuale, interlocutore e visto che comunque Arcobelli e la federazione non vanno d'accordo sarebbe facilissimo sostenere che si tratta di una manovra per screditare la federazione. Io non ho cercato nel blog ma se ti risulta difficile trovarlo forse lo ha eliminato appunto per paura di azioni legali Intanto concordo sul giudizio linguistico, ed anche sul ragionamento logico, le querele non arrivano se alle spalle hai una testata importante e se arrivano ci pensa lei a difenderti a patto che tu abbia fatto uno scoop ed abbia incrementato le vendite con la tua pseudo bomba. Ecco perchè tempo fa scrivevo che non sia importante se le notizie siano vere o presunte tali, Arcobelli provi a fare lo smargiasso scrivendo sul giornale della parrocchia, poi vedrà quante se ne becca di cause, non è tanto che si attenga, oppure no, alle leggi, piuttosto,è il solito gradasso che fa il furbo perchè ha l'amico potente che alla bisogna mena tutti, tutto lì. Poi anche nel concetto è ipocrita e fasullo: "non cerco primizie od esclusive" ed allora che razza di talento hai per il giornalismo, quali scopi ti poni? Non conosco nessun giornalista sportivo, sano di mente, che non cerchi scoop. Quindi la federazione sarebbe sotto scacco di sua santità Arcobelli, che incuterebbe così tanto terrore, da muovergli suppliche perchè non la scardini , ma lui in onore a principi salomonici ed all'etica professionale, direbbe no?!, Rifiutando con disprezzo questa corruzione?!, perchè stiamo parlando di corruzione! Secondo me ci sarebbe bisogno di un bel trattamento sanitario obbligatiorio, altro che querela! Io non credo che la federazione sia messa così male, se lo fosse al punto di dipendere dalla penna di Arcobelli, secondo me la puzza del marcio la sentiremmo immediatamente tutti, nuotatori compresi e ci sarebbe uno scandalo di proporzioni enormi, Così non è, ed allora ripropongo per Arcobelli un bel ricovero coatto!
modificato Dec 28 '11 a 12:39 pm
 
0
risposta
certo se fossi un membro della federazione e stessi cercando di "ungere" Arocbelli mi guarderei bene di farlo di fronte a testimoni....non posso credere che siano cosi stupidi... Quello che dici ti fa onore, vuol dire che sei una persona onesta e non sai come avvengono certi fatti, non si tratta di essere stupidi o meno, si tratta di cose e tipi di rapporti che rientrano nella normalità di chi vive un certo ambiente. Davanti a un caffè o a una fetta di crostata e in ogni situazione collettiva che il dio dei benemeriti manda sulla terra è tutto un gran mercato delle vacche, non esistono veri amici o veri nemici ma solo interessi e accordi possibili, certe banalità come quella di cui parliamo non devono nemmeno essere contrattate. L'anomalia vera è che arcobelli citi la questione. Al giorno d'oggi ogni criminale del mondo sa che il telefono cellulare lo porterà dritto dal giudice, la magistratura non fa altro che stare a sentire conversazioni di ogni tipo e i giornali fanno paginate di tabulati e conversazioni, eppure tutti continuano a parlare di reati di qualunque livello e gravità, altro che arcobelli e fin... dove sono gli stupidi? Comunque, se vogliamo, alcuni indizi non mancano: chi si è occupato dei mondiali abortiti di catania non è certo un genio, per non parlare di chi ha seguito per conto della federazione la costruzione delle strutture dei mondiali di roma. Vuoi che certi "precisoni" non siano in grado di commettere delle ingenuità verbali al cospetto dell'innocuo arcobelli e altri amichevoli testimoni?
certo se fossi un membro della federazione e stessi cercando di "ungere" Arocbelli mi guarderei bene di farlo di fronte a testimoni....non posso credere che siano cosi stupidi... Quello che dici ti fa onore, vuol dire che sei una persona onesta e non sai come avvengono certi fatti, non si tratta di essere stupidi o meno, si tratta di cose e tipi di rapporti che rientrano nella normalità di chi vive un certo ambiente. Davanti a un caffè o a una fetta di crostata e in ogni situazione collettiva che il dio dei benemeriti manda sulla terra è tutto un gran mercato delle vacche, non esistono veri amici o veri nemici ma solo interessi e accordi possibili, certe banalità come quella di cui parliamo non devono nemmeno essere contrattate. L'anomalia vera è che arcobelli citi la questione. Al giorno d'oggi ogni criminale del mondo sa che il telefono cellulare lo porterà dritto dal giudice, la magistratura non fa altro che stare a sentire conversazioni di ogni tipo e i giornali fanno paginate di tabulati e conversazioni, eppure tutti continuano a parlare di reati di qualunque livello e gravità, altro che arcobelli e fin... dove sono gli stupidi? Comunque, se vogliamo, alcuni indizi non mancano: chi si è occupato dei mondiali abortiti di catania non è certo un genio, per non parlare di chi ha seguito per conto della federazione la costruzione delle strutture dei mondiali di roma. Vuoi che certi "precisoni" non siano in grado di commettere delle ingenuità verbali al cospetto dell'innocuo arcobelli e altri amichevoli testimoni?
modificato Dec 28 '11 a 2:43 pm
 
0
risposta
Noto che pur di dare addosso alla Federazione un emerito ignorante come Arcobelli diventa una persona attendibile.
Noto che pur di dare addosso alla Federazione un emerito ignorante come Arcobelli diventa una persona attendibile.
modificato Dec 28 '11 a 3:03 pm
 
0
risposta
Noto che pur di dare addosso alla Federazione un emerito ignorante come Arcobelli diventa una persona attendibile. Questo lo hai detto tu. Io direi giusto plausibile su una singola dichiarazione che non ha nulla di sconvolgente. Non pretenderai che la federazione col suo budget multimilionario e mani in pasta un po' di qua e un po' di la non abbia nemmeno un amico giornalista?
Noto che pur di dare addosso alla Federazione un emerito ignorante come Arcobelli diventa una persona attendibile. Questo lo hai detto tu. Io direi giusto plausibile su una singola dichiarazione che non ha nulla di sconvolgente. Non pretenderai che la federazione col suo budget multimilionario e mani in pasta un po' di qua e un po' di la non abbia nemmeno un amico giornalista?
modificato Dec 28 '11 a 3:44 pm
 
0
risposta
Non attribuirei più importanza del necessario alle dichiarazioni di un giornalista sul suo blog. Mi sembra che tutto rientri nel normale svolgersi delle cose. Più che altro mi piacerebbe leggere di allenamenti, obbiettivi, risultati, esperienze, gare, confronti...insomma il normale svolgersi della pratica quotidiana.
Non attribuirei più importanza del necessario alle dichiarazioni di un giornalista sul suo blog. Mi sembra che tutto rientri nel normale svolgersi delle cose. Più che altro mi piacerebbe leggere di allenamenti, obbiettivi, risultati, esperienze, gare, confronti...insomma il normale svolgersi della pratica quotidiana.
modificato Dec 29 '11 a 9:22 am
 
0
risposta
leggo sul blog di Arcobelli: "Zhang Lin – oggi settimo in finale B 1’51″44 dopo aver nuotato 1’49″89 in batteria – è ancora senza qualificazione per Londra. Già iridato degli 800 sl a Roma 2009 (dove Colbertaldo fu quarto), il cinese attacca gli allenamenti americani al Trojan Swim Club dopo che il suo allenatore ha anche reso pubblico il problema di asma che sarebbe alla base di queste modeste e comunque insufficienti prestazioni." il suo allenatore è in realtà la sua allenatrice. Yinghong Chen è una donna.
leggo sul blog di Arcobelli: "Zhang Lin – oggi settimo in finale B 1’51″44 dopo aver nuotato 1’49″89 in batteria – è ancora senza qualificazione per Londra. Già iridato degli 800 sl a Roma 2009 (dove Colbertaldo fu quarto), il cinese attacca gli allenamenti americani al Trojan Swim Club dopo che il suo allenatore ha anche reso pubblico il problema di asma che sarebbe alla base di queste modeste e comunque insufficienti prestazioni." il suo allenatore è in realtà la sua allenatrice. Yinghong Chen è una donna.
modificato Apr 7 '12 a 1:41 am
 
0
risposta
Noto che pur di dare addosso alla Federazione un emerito ignorante come Arcobelli diventa una persona attendibile. Addirittura emerito ignorante? dai, ogni tanto magari commette degli errori o scrive strafalcioni..ma scrive anche cose sensate,a volte.. Bho, forse sono io che non leggendolo quotidianamente e non conoscendolo a fondo non lo trovo così esageratamente ignorante..
Noto che pur di dare addosso alla Federazione un emerito ignorante come Arcobelli diventa una persona attendibile. Addirittura emerito ignorante? dai, ogni tanto magari commette degli errori o scrive strafalcioni..ma scrive anche cose sensate,a volte.. Bho, forse sono io che non leggendolo quotidianamente e non conoscendolo a fondo non lo trovo così esageratamente ignorante..
modificato Apr 9 '12 a 5:55 pm
 
0
risposta
Addirittura emerito ignorante? dai, ogni tanto magari commette degli errori o scrive strafalcioni..ma scrive anche cose sensate,a volte.. Bho, forse sono io che non leggendolo quotidianamente e non conoscendolo a fondo non lo trovo così esageratamente ignorante.. penso' che usasse il termini ignorante nel senso originario colui che ignora ed ad Arcobelli capita spesso di non sapere svariate cose.... e quelle che sa ma non vanno verso il suo scopo le ignora a proposito e questo si chiama.....
Addirittura emerito ignorante? dai, ogni tanto magari commette degli errori o scrive strafalcioni..ma scrive anche cose sensate,a volte.. Bho, forse sono io che non leggendolo quotidianamente e non conoscendolo a fondo non lo trovo così esageratamente ignorante.. penso' che usasse il termini ignorante nel senso originario colui che ignora ed ad Arcobelli capita spesso di non sapere svariate cose.... e quelle che sa ma non vanno verso il suo scopo le ignora a proposito e questo si chiama.....
modificato Apr 9 '12 a 6:00 pm
 
0
risposta
Addirittura emerito ignorante? dai, ogni tanto magari commette degli errori o scrive strafalcioni..ma scrive anche cose sensate,a volte.. Bho, forse sono io che non leggendolo quotidianamente e non conoscendolo a fondo non lo trovo così esageratamente ignorante..Rino, ho conservate delle email di ringraziamento di Arcobelli per avergli corretto alcuni errori. In un caso addirittura ha riportato parola per parola la mia correzione, senza cambiarci una virgola.
Addirittura emerito ignorante? dai, ogni tanto magari commette degli errori o scrive strafalcioni..ma scrive anche cose sensate,a volte.. Bho, forse sono io che non leggendolo quotidianamente e non conoscendolo a fondo non lo trovo così esageratamente ignorante..Rino, ho conservate delle email di ringraziamento di Arcobelli per avergli corretto alcuni errori. In un caso addirittura ha riportato parola per parola la mia correzione, senza cambiarci una virgola.
modificato Apr 9 '12 a 6:12 pm
 
0
risposta
Rino, ho conservate delle email di ringraziamento di Arcobelli per avergli corretto alcuni errori. In un caso addirittura ha riportato parola per parola la mia correzione, senza cambiarci una virgola. bhe, dai, almeno ti ha ringraziato! a parte le battute, non conoscevo/conosco Arcobelli se non per qualche post sul suo blog (e gli articoli sulla Gazza) e da quello che leggo non lo reputo nemmeno il peggio che ci sia in circolazione. Parecchi giornalisti sportivi scrivono castronerie assurde quando escono dallo sport di loro competenza. certo, mi farai notare che Arcobelli scrive di nuoto da secoli..
Rino, ho conservate delle email di ringraziamento di Arcobelli per avergli corretto alcuni errori. In un caso addirittura ha riportato parola per parola la mia correzione, senza cambiarci una virgola. bhe, dai, almeno ti ha ringraziato! a parte le battute, non conoscevo/conosco Arcobelli se non per qualche post sul suo blog (e gli articoli sulla Gazza) e da quello che leggo non lo reputo nemmeno il peggio che ci sia in circolazione. Parecchi giornalisti sportivi scrivono castronerie assurde quando escono dallo sport di loro competenza. certo, mi farai notare che Arcobelli scrive di nuoto da secoli..
modificato Apr 12 '12 a 5:45 am
 
0
risposta
certo, mi farai notare che Arcobelli scrive di nuoto da secoli.. ...ma non potrà mai eguagliare il maestro indiscusso, Aronne Anghileri!
certo, mi farai notare che Arcobelli scrive di nuoto da secoli.. ...ma non potrà mai eguagliare il maestro indiscusso, Aronne Anghileri!
modificato Apr 12 '12 a 12:47 pm
 
0
risposta
Devo ammettere che ancora non mi riesce ancora di togliere la riserva su questo personaggio, e in fondo non riuscirei mai a fidarmi completamente di un giornalista, bisogna riconoscere però che il suo stile si è evoluto e che da quando ha aperto il blog è riuscito a mettere il dito in più di qualche piaga diffondendo notizie o aspetti che mai avrebbero visto la luce. E' passato dal copia e incolla di notizie qua è la con un certo ritardo ad averne anche di proprie e in anticipo. La grammatica è sempre quel che è. Quando ho aperto questa discussione l'ho fatto domandandomi a quale lotta di potere fosse asservito (sennò che giornalista sei?), perchè anche se si scaglia contro una dirigenza FIN che secondo me non non merita altro che pomodori e uova marce non mi piacerebbe che lo facesse per il comodo di un altro padrone. Dalla padella alla brace ci andiamo da soli anche senza il caro Arco:). Detto questo, che mi sembra dovuto soprattutto alla luce della criticità che su questo forum esprimiamo sull'unica voce non allineata, se non unica e basta, del nuoto italiano, vorrei segnalare un nuovo bell'esempio di buon giornalismo con botta e risposta delle parti in causa dal blog questione di stile: Siamo alla frutta? http://questionedistile.gazzetta.it/2012/09/14/cosa-ce-dietro-certi-no/
Devo ammettere che ancora non mi riesce ancora di togliere la riserva su questo personaggio, e in fondo non riuscirei mai a fidarmi completamente di un giornalista, bisogna riconoscere però che il suo stile si è evoluto e che da quando ha aperto il blog è riuscito a mettere il dito in più di qualche piaga diffondendo notizie o aspetti che mai avrebbero visto la luce. E' passato dal copia e incolla di notizie qua è la con un certo ritardo ad averne anche di proprie e in anticipo. La grammatica è sempre quel che è. Quando ho aperto questa discussione l'ho fatto domandandomi a quale lotta di potere fosse asservito (sennò che giornalista sei?), perchè anche se si scaglia contro una dirigenza FIN che secondo me non non merita altro che pomodori e uova marce non mi piacerebbe che lo facesse per il comodo di un altro padrone. Dalla padella alla brace ci andiamo da soli anche senza il caro Arco:). Detto questo, che mi sembra dovuto soprattutto alla luce della criticità che su questo forum esprimiamo sull'unica voce non allineata, se non unica e basta, del nuoto italiano, vorrei segnalare un nuovo bell'esempio di buon giornalismo con botta e risposta delle parti in causa dal blog questione di stile: Siamo alla frutta? http://questionedistile.gazzetta.it/2012/09/14/cosa-ce-dietro-certi-no/
modificato Sep 16 '12 a 7:40 am
 
0
risposta
La Gazzetta oggi scrive che la cinese Zhesi Li (oro ai CM 2009 di Roma nella mista) è stata squalificata per doping (2 anni, epo) ed era una notizia attesa. Sempre la Gazzetta scrive che pure il suo allenatore Feng Zhen è stato bandito. Anche Arcobelli -ieri- nel suo blog scrive la stessa cosa. La notizia però non viene dalla Gazzetta, ma dal sito di Swimnews, in via Solferino si sono limitati a fare copia/incolla senza verificare la veridicità della fonte. Secondo la Fina l'allenatore squalificato è invece Wang Jun. La Zhesi Li si allenava nella provincia di Liaoning, Feng Zhen era coach nell'Hunan, distante 2000 km. Sappiamo che gli allenatori cinesi hanno il dono di far camminare sull'acqua le loro allieve, ma non ancora quello dell'ubiquità, infatti la Zhesi Li era allenata da Yue Yuan, che però pare non c'entri. E' evidente che ad un determinato momento (quando non si sa) la cinese passa da Yuan a Wang Jun ed è quest'ultimo che si becca la squalifica. Allo stato attuale non si hanno notizie del povero Feng Zhen, colpevole anche lui oppure innocente e sputtanato a livello planetario? Uno potrebbe dire vabbè, sono cinesi, sono tutti uguali, ma provate ad immaginare un simile misunderstanding con un allenatore di grido del nuoto europeo o americano...
La Gazzetta oggi scrive che la cinese Zhesi Li (oro ai CM 2009 di Roma nella mista) è stata squalificata per doping (2 anni, epo) ed era una notizia attesa. Sempre la Gazzetta scrive che pure il suo allenatore Feng Zhen è stato bandito. Anche Arcobelli -ieri- nel suo blog scrive la stessa cosa. La notizia però non viene dalla Gazzetta, ma dal sito di Swimnews, in via Solferino si sono limitati a fare copia/incolla senza verificare la veridicità della fonte. Secondo la Fina l'allenatore squalificato è invece Wang Jun. La Zhesi Li si allenava nella provincia di Liaoning, Feng Zhen era coach nell'Hunan, distante 2000 km. Sappiamo che gli allenatori cinesi hanno il dono di far camminare sull'acqua le loro allieve, ma non ancora quello dell'ubiquità, infatti la Zhesi Li era allenata da Yue Yuan, che però pare non c'entri. E' evidente che ad un determinato momento (quando non si sa) la cinese passa da Yuan a Wang Jun ed è quest'ultimo che si becca la squalifica. Allo stato attuale non si hanno notizie del povero Feng Zhen, colpevole anche lui oppure innocente e sputtanato a livello planetario? Uno potrebbe dire vabbè, sono cinesi, sono tutti uguali, ma provate ad immaginare un simile misunderstanding con un allenatore di grido del nuoto europeo o americano...
modificato Jan 30 '13 a 9:01 pm
 
0
risposta
La Gazzetta oggi scrive che la cinese Zhesi Li (oro ai CM 2009 di Roma nella mista) è stata squalificata per doping (2 anni, epo) ed era una notizia attesa. Sempre la Gazzetta scrive che pure il suo allenatore Feng Zhen è stato bandito. Anche Arcobelli -ieri- nel suo blog scrive la stessa cosa. La notizia però non viene dalla Gazzetta, ma dal sito di Swimnews, in via Solferino si sono limitati a fare copia/incolla senza verificare la veridicità della fonte. Secondo la Fina l'allenatore squalificato è invece Wang Jun. La Zhesi Li si allenava nella provincia di Liaoning, Feng Zhen era coach nell'Hunan, distante 2000 km. Sappiamo che gli allenatori cinesi hanno il dono di far camminare sull'acqua le loro allieve, ma non ancora quello dell'ubiquità, infatti la Zhesi Li era allenata da Yue Yuan, che però pare non c'entri. E' evidente che ad un determinato momento (quando non si sa) la cinese passa da Yuan a Wang Jun ed è quest'ultimo che si becca la squalifica. Allo stato attuale non si hanno notizie del povero Feng Zhen, colpevole anche lui oppure innocente e sputtanato a livello planetario? Uno potrebbe dire vabbè, sono cinesi, sono tutti uguali, ma provate ad immaginare un simile misunderstanding con un allenatore di grido del nuoto europeo o americano... Nel giornalismo quando non sai fare proprio niente, puoi sempre scrivere di sport, tanto non conta a niente e raramente, a meno che non sia calcio pagherai le conseguenze di un lavoro mal fatto, finchè funziona così.....
La Gazzetta oggi scrive che la cinese Zhesi Li (oro ai CM 2009 di Roma nella mista) è stata squalificata per doping (2 anni, epo) ed era una notizia attesa. Sempre la Gazzetta scrive che pure il suo allenatore Feng Zhen è stato bandito. Anche Arcobelli -ieri- nel suo blog scrive la stessa cosa. La notizia però non viene dalla Gazzetta, ma dal sito di Swimnews, in via Solferino si sono limitati a fare copia/incolla senza verificare la veridicità della fonte. Secondo la Fina l'allenatore squalificato è invece Wang Jun. La Zhesi Li si allenava nella provincia di Liaoning, Feng Zhen era coach nell'Hunan, distante 2000 km. Sappiamo che gli allenatori cinesi hanno il dono di far camminare sull'acqua le loro allieve, ma non ancora quello dell'ubiquità, infatti la Zhesi Li era allenata da Yue Yuan, che però pare non c'entri. E' evidente che ad un determinato momento (quando non si sa) la cinese passa da Yuan a Wang Jun ed è quest'ultimo che si becca la squalifica. Allo stato attuale non si hanno notizie del povero Feng Zhen, colpevole anche lui oppure innocente e sputtanato a livello planetario? Uno potrebbe dire vabbè, sono cinesi, sono tutti uguali, ma provate ad immaginare un simile misunderstanding con un allenatore di grido del nuoto europeo o americano... Nel giornalismo quando non sai fare proprio niente, puoi sempre scrivere di sport, tanto non conta a niente e raramente, a meno che non sia calcio pagherai le conseguenze di un lavoro mal fatto, finchè funziona così.....
modificato Jan 30 '13 a 9:19 pm
 
0
risposta
Gaffe notevole sulla Gazzetta di oggi. Commemorando l'ex primatista del mondo sudafricana Karen Muir, scomparsa per un tumore, viene riportata una citazione del "giornalista/scrittore" inglese Pat Besford. Peccato che Pat non fosse un uomo ma una donna...Questa la genesi dell'errore: il pezzo viene ricopiato così com'è da Swimnews e ovviamente nella lingua inglese non c'è distinzione di genere ("writer" vale sia come scrittore che come scrittrice...). Curioso comunque che in Gazzetta non conoscano la Besford. Pat (che in effetti può essere diminutivo sia di Patrick che di Patricia) era moglie di John Besford, ex campione d'Europa dei 100 dorso: siamo nel 1934 e la manifestazione si svolge a Magdeburgo, prova generale per i sontuosi Giochi Olimpici di due anni dopo a Berlino. Hitler in persona si interessò all'evento. Il Cancelliere si informò su un nome sicuro (tedesco) su cui puntare. Gli venne risposto: il dorsista Ernst Küppers. Il Führer decise allora di mettere in palio una maestosa aquila di bronzo, premio destinato al vincitore di quella gara, confidando ovviamente nella superiorità del proprio uomo. Ed invece trionfò Besford, con Küppers (padre del futuro primatista del mondo Ernst-Joachim, sempre nei 100 dorso) solo piazzato. Venutolo a sapere Hitler montò su tutte le furie, diede in escandescenze (una di quelle arrabbiature che i suoi generali avrebbero imparato a conoscere durante la Guerra) e si rifiutò di consegnare l'aquila al vincitore, demandando il compito ad un ufficiale della Wehrmacht. Al termine della carriera Besford si diede alla professione di dentista e la famosa aquila fa ancora oggi bella mostra di sé nello studio del figlio, che ha seguito le orme del genitore, a Londra. Pat Besford che è stata una delle più famose giornaliste sportive britanniche è morta nel 1988 ed il suo (corposo) archivio personale è stato recentemente battuto all'asta per volontà degli eredi.
Gaffe notevole sulla Gazzetta di oggi. Commemorando l'ex primatista del mondo sudafricana Karen Muir, scomparsa per un tumore, viene riportata una citazione del "giornalista/scrittore" inglese Pat Besford. Peccato che Pat non fosse un uomo ma una donna...Questa la genesi dell'errore: il pezzo viene ricopiato così com'è da Swimnews e ovviamente nella lingua inglese non c'è distinzione di genere ("writer" vale sia come scrittore che come scrittrice...). Curioso comunque che in Gazzetta non conoscano la Besford. Pat (che in effetti può essere diminutivo sia di Patrick che di Patricia) era moglie di John Besford, ex campione d'Europa dei 100 dorso: siamo nel 1934 e la manifestazione si svolge a Magdeburgo, prova generale per i sontuosi Giochi Olimpici di due anni dopo a Berlino. Hitler in persona si interessò all'evento. Il Cancelliere si informò su un nome sicuro (tedesco) su cui puntare. Gli venne risposto: il dorsista Ernst Küppers. Il Führer decise allora di mettere in palio una maestosa aquila di bronzo, premio destinato al vincitore di quella gara, confidando ovviamente nella superiorità del proprio uomo. Ed invece trionfò Besford, con Küppers (padre del futuro primatista del mondo Ernst-Joachim, sempre nei 100 dorso) solo piazzato. Venutolo a sapere Hitler montò su tutte le furie, diede in escandescenze (una di quelle arrabbiature che i suoi generali avrebbero imparato a conoscere durante la Guerra) e si rifiutò di consegnare l'aquila al vincitore, demandando il compito ad un ufficiale della Wehrmacht. Al termine della carriera Besford si diede alla professione di dentista e la famosa aquila fa ancora oggi bella mostra di sé nello studio del figlio, che ha seguito le orme del genitore, a Londra. Pat Besford che è stata una delle più famose giornaliste sportive britanniche è morta nel 1988 ed il suo (corposo) archivio personale è stato recentemente battuto all'asta per volontà degli eredi.
modificato Apr 3 '13 a 11:16 pm
 
0
risposta
http://questionedistile.gazzetta.it/2015/04/06/cento-e-non-sentirli-anzi-da-record/ ...ma controllare prima di pubblicare? ...e poi, se uno se ne intende di nuoto almeno un pochettino (non certo come IL redattore specializzato del maggior quotidiano sportivo nazionale) si sarebbe reso conto immediatamente della castroneria. Chissà se all'Equipe l'avrebbero quanto meno messo in discussione...
http://questionedistile.gazzetta.it/2015/04/06/cento-e-non-sentirli-anzi-da-record/ ...ma controllare prima di pubblicare? ...e poi, se uno se ne intende di nuoto almeno un pochettino (non certo come IL redattore specializzato del maggior quotidiano sportivo nazionale) si sarebbe reso conto immediatamente della castroneria. Chissà se all'Equipe l'avrebbero quanto meno messo in discussione...
modificato Apr 6 '15 a 6:18 pm
 
0
risposta
123
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza