Advertisement
in un nuotatore velocista (50 e 100 stile libero) l'altezza è un fattore importante? perché vedendo i velocisti di alto livello (vedi oggi il mare nostrum (?)) sono tutti molto alti oltre che ad essere molto "grossi". io ho 18 anni appena compiuti e sono 1.79, spererei di crescere ancora ma non sono molto sicuro. esistono poi delle analisi (tipo del sangue) per avere un idea di quanto ancora si possa crescere, dei parametri? grazie e buon week end a tutti.
in un nuotatore velocista (50 e 100 stile libero) l'altezza è un fattore importante? perché vedendo i velocisti di alto livello (vedi oggi il mare nostrum (?)) sono tutti molto alti oltre che ad essere molto "grossi". io ho 18 anni appena compiuti e sono 1.79, spererei di crescere ancora ma non sono molto sicuro. esistono poi delle analisi (tipo del sangue) per avere un idea di quanto ancora si possa crescere, dei parametri? grazie e buon week end a tutti.
modificato Jun 5 '10 a 4:52 pm
 
0
risposta
in un nuotatore velocista (50 e 100 stile libero) l'altezza è un fattore importante? perché vedendo i velocisti di alto livello (vedi oggi il mare nostrum (?)) sono tutti molto alti oltre che ad essere molto "grossi". io ho 18 anni appena compiuti e sono 1.79, spererei di crescere ancora ma non sono molto sicuro. esistono poi delle analisi (tipo del sangue) per avere un idea di quanto ancora si possa crescere, dei parametri? grazie e buon week end a tutti. Nella velocità a stile libero l'altezza è fondamentale. Devi immaginare il mulinare delle braccia come l'azione di due leve, più lunghe sono maggiore è la potenza che sprigionano. Il nuotatore alto ha leve più lunghe. Inoltre è di notevole aiuto possedere mani e piedi grandi (che favoriscono la propulsione), più facili da riscontrare in soggetti molto alti. Mani come pagaie e piedi come pinne. Ecco l'altezza in cm dei primatisti mondiali dei 100 negli ultimi 35 anni: Coan 194 Montgomery196 Skinner 198 Gaines 185 Biondi 198 Popov 197 Klim 190 VdH 193 Bernard 196 Sullivan189 Cielo195 media193,73 moda196 & 198 (i dati ufficiali dei primi 5, tutti statunitensi tranne Skinner, sudafricano di stanza in America, sono espressi in piedi, li ho riconfigurati in centimetri in base alle mie conoscenze) La tabella è eloquente, spiccano le eccezioni di Gaines, un velocista resistente (una sorta di Magnini ante litteram) ed in parte di Sullivan, che si differenzia per altre qualità. Il primo sprinter italiano di livello mondiale è stato Paolo Pucci, Campione europeo a Budapest 1958, un nuotatore eccezionalmente alto per la sua epoca. ----------- In genere si cresce fino a 20-21 anni, tuttavia mentre fino ai 17-18 la crescita è lineare un po' per tutti, successivamente (diciamo dai 17 ai 20) consente di guadagnere a volte solo pochi millimetri. Oppure qualche centimetro, ma su un numero più limitato di casi.
in un nuotatore velocista (50 e 100 stile libero) l'altezza è un fattore importante? perché vedendo i velocisti di alto livello (vedi oggi il mare nostrum (?)) sono tutti molto alti oltre che ad essere molto "grossi". io ho 18 anni appena compiuti e sono 1.79, spererei di crescere ancora ma non sono molto sicuro. esistono poi delle analisi (tipo del sangue) per avere un idea di quanto ancora si possa crescere, dei parametri? grazie e buon week end a tutti. Nella velocità a stile libero l'altezza è fondamentale. Devi immaginare il mulinare delle braccia come l'azione di due leve, più lunghe sono maggiore è la potenza che sprigionano. Il nuotatore alto ha leve più lunghe. Inoltre è di notevole aiuto possedere mani e piedi grandi (che favoriscono la propulsione), più facili da riscontrare in soggetti molto alti. Mani come pagaie e piedi come pinne. Ecco l'altezza in cm dei primatisti mondiali dei 100 negli ultimi 35 anni: Coan 194 Montgomery196 Skinner 198 Gaines 185 Biondi 198 Popov 197 Klim 190 VdH 193 Bernard 196 Sullivan189 Cielo195 media193,73 moda196 & 198 (i dati ufficiali dei primi 5, tutti statunitensi tranne Skinner, sudafricano di stanza in America, sono espressi in piedi, li ho riconfigurati in centimetri in base alle mie conoscenze) La tabella è eloquente, spiccano le eccezioni di Gaines, un velocista resistente (una sorta di Magnini ante litteram) ed in parte di Sullivan, che si differenzia per altre qualità. Il primo sprinter italiano di livello mondiale è stato Paolo Pucci, Campione europeo a Budapest 1958, un nuotatore eccezionalmente alto per la sua epoca. ----------- In genere si cresce fino a 20-21 anni, tuttavia mentre fino ai 17-18 la crescita è lineare un po' per tutti, successivamente (diciamo dai 17 ai 20) consente di guadagnere a volte solo pochi millimetri. Oppure qualche centimetro, ma su un numero più limitato di casi.
modificato Jun 5 '10 a 11:57 pm
 
0
risposta
Nella velocità a stile libero l'altezza è fondamentale. Devi immaginare il mulinare delle braccia come l'azione di due leve, più lunghe sono maggiore è la potenza che sprigionano. Il nuotatore alto ha leve più lunghe. Inoltre è di notevole aiuto possedere mani e piedi grandi (che favoriscono la propulsione), più facili da riscontrare in soggetti molto alti. Mani come pagaie e piedi come pinne. Ecco l'altezza in cm dei primatisti mondiali dei 100 negli ultimi 35 anni: Coan 194 Montgomery196 Skinner 198 Gaines 185 Biondi 198 Popov 197 Klim 190 VdH 193 Bernard 196 Sullivan189 Cielo195 media193,73 moda196 & 198 (i dati ufficiali dei primi 5, tutti statunitensi tranne Skinner, sudafricano di stanza in America, sono espressi in piedi, li ho riconfigurati in centimetri in base alle mie conoscenze) La tabella è eloquente, spiccano le eccezioni di Gaines, un velocista resistente (una sorta di Magnini ante litteram) ed in parte di Sullivan, che si differenzia per altre qualità. Il primo sprinter italiano di livello mondiale è stato Paolo Pucci, Campione europeo a Budapest 1958, un nuotatore eccezionalmente alto per la sua epoca. ----------- In genere si cresce fino a 20-21 anni, tuttavia mentre fino ai 17-18 la crescita è lineare un po' per tutti, successivamente (diciamo dai 17 ai 20) consente di guadagnere a volte solo pochi millimetri. Oppure qualche centimetro, ma su un numero più limitato di casi. vero vero sono rari i casi di ragazzi che crescono (tanto) dopo i 15-16 anni in genere più alti si è più si tende a crescere anche con gli anni (oh, come il QI! ihihihi) ci sono casi straordinari di sviluppi "improvvisi" mi vengono in mente per certi versi MJ o lo stesso Rodman oh, nn ricordo cmq bene la storia di Pippen.. insomma, aggiungiamo pure Kukoc ('na bestia! che crebbe in una sola estate nn so quanti decimetri!) e possiamo comprendere come fossero "strambi" quei chicago bulls!
Nella velocità a stile libero l'altezza è fondamentale. Devi immaginare il mulinare delle braccia come l'azione di due leve, più lunghe sono maggiore è la potenza che sprigionano. Il nuotatore alto ha leve più lunghe. Inoltre è di notevole aiuto possedere mani e piedi grandi (che favoriscono la propulsione), più facili da riscontrare in soggetti molto alti. Mani come pagaie e piedi come pinne. Ecco l'altezza in cm dei primatisti mondiali dei 100 negli ultimi 35 anni: Coan 194 Montgomery196 Skinner 198 Gaines 185 Biondi 198 Popov 197 Klim 190 VdH 193 Bernard 196 Sullivan189 Cielo195 media193,73 moda196 & 198 (i dati ufficiali dei primi 5, tutti statunitensi tranne Skinner, sudafricano di stanza in America, sono espressi in piedi, li ho riconfigurati in centimetri in base alle mie conoscenze) La tabella è eloquente, spiccano le eccezioni di Gaines, un velocista resistente (una sorta di Magnini ante litteram) ed in parte di Sullivan, che si differenzia per altre qualità. Il primo sprinter italiano di livello mondiale è stato Paolo Pucci, Campione europeo a Budapest 1958, un nuotatore eccezionalmente alto per la sua epoca. ----------- In genere si cresce fino a 20-21 anni, tuttavia mentre fino ai 17-18 la crescita è lineare un po' per tutti, successivamente (diciamo dai 17 ai 20) consente di guadagnere a volte solo pochi millimetri. Oppure qualche centimetro, ma su un numero più limitato di casi. vero vero sono rari i casi di ragazzi che crescono (tanto) dopo i 15-16 anni in genere più alti si è più si tende a crescere anche con gli anni (oh, come il QI! ihihihi) ci sono casi straordinari di sviluppi "improvvisi" mi vengono in mente per certi versi MJ o lo stesso Rodman oh, nn ricordo cmq bene la storia di Pippen.. insomma, aggiungiamo pure Kukoc ('na bestia! che crebbe in una sola estate nn so quanti decimetri!) e possiamo comprendere come fossero "strambi" quei chicago bulls!
modificato Jun 6 '10 a 7:14 am
 
0
risposta
nn serve andare tanto fuori dall'italia, anche Gallinari è stato così :). Comunque tornando al nuoto credo che il discorso possa anche essere ampliato al di fuori dello stile libero. DI certo di nuotatori veramente bassi me ne ricordo proprio pochi. d'altra parte è anche una questione di "leve" nel vero e proprio senso della parola no?
nn serve andare tanto fuori dall'italia, anche Gallinari è stato così :). Comunque tornando al nuoto credo che il discorso possa anche essere ampliato al di fuori dello stile libero. DI certo di nuotatori veramente bassi me ne ricordo proprio pochi. d'altra parte è anche una questione di "leve" nel vero e proprio senso della parola no?
modificato Jun 6 '10 a 7:19 am
 
0
risposta
aspettiamo il parere di chi ha studiato un po' di biomeccanica nn so cmq se centra pure l'idrodinamica (tipo, i velocisti creano più onde e quindi come natanti più lunghi sono meglio è per loro) per le leve mi sfugge cmq come possano aiutare (diversamente che in sport "terrestri") insomma, più potenza? velocità della mano? insomma, tra idrodinamica e "portata" dell'acqua cosa altro può aiutare la lunghezza?
aspettiamo il parere di chi ha studiato un po' di biomeccanica nn so cmq se centra pure l'idrodinamica (tipo, i velocisti creano più onde e quindi come natanti più lunghi sono meglio è per loro) per le leve mi sfugge cmq come possano aiutare (diversamente che in sport "terrestri") insomma, più potenza? velocità della mano? insomma, tra idrodinamica e "portata" dell'acqua cosa altro può aiutare la lunghezza?
modificato Jun 6 '10 a 8:04 am
 
0
risposta
aspettiamo il parere di chi ha studiato un po' di biomeccanica nn so cmq se centra pure l'idrodinamica (tipo, i velocisti creano più onde e quindi come natanti più lunghi sono meglio è per loro) per le leve mi sfugge cmq come possano aiutare (diversamente che in sport "terrestri") insomma, più potenza? velocità della mano? insomma, tra idrodinamica e "portata" dell'acqua cosa altro può aiutare la lunghezza?Fidati, non e" un caso che i centisti siano tutti alti. E" un argomento di discussione affrontato piu" volte.
aspettiamo il parere di chi ha studiato un po' di biomeccanica nn so cmq se centra pure l'idrodinamica (tipo, i velocisti creano più onde e quindi come natanti più lunghi sono meglio è per loro) per le leve mi sfugge cmq come possano aiutare (diversamente che in sport "terrestri") insomma, più potenza? velocità della mano? insomma, tra idrodinamica e "portata" dell'acqua cosa altro può aiutare la lunghezza?Fidati, non e" un caso che i centisti siano tutti alti. E" un argomento di discussione affrontato piu" volte.
modificato Jun 6 '10 a 9:18 am
 
0
risposta
grazie delle risposte. in pratica mi devo rassegnare, so che non farò il record del mondo ma speravo di diventare bravo (il che significa 49 alto nei 100). comunque qualcuno sà se nelle analisi del sangue si possa mettere un valore per vedere "lo status" dell'ormone della crescita? volevo fare la analisi mettendo delle "analisi" (scusate la ripet.) per vedere eventuali deficit, tipo minerali e vitamine, gh... etc... grazie e buona domenica!
grazie delle risposte. in pratica mi devo rassegnare, so che non farò il record del mondo ma speravo di diventare bravo (il che significa 49 alto nei 100). comunque qualcuno sà se nelle analisi del sangue si possa mettere un valore per vedere "lo status" dell'ormone della crescita? volevo fare la analisi mettendo delle "analisi" (scusate la ripet.) per vedere eventuali deficit, tipo minerali e vitamine, gh... etc... grazie e buona domenica!
modificato Jun 6 '10 a 9:31 am
 
0
risposta
grazie delle risposte. in pratica mi devo rassegnare, so che non farò il record del mondo ma speravo di diventare bravo (il che significa 49 alto nei 100). comunque qualcuno sà se nelle analisi del sangue si possa mettere un valore per vedere "lo status" dell'ormone della crescita? volevo fare la analisi mettendo delle "analisi" (scusate la ripet.) per vedere eventuali deficit, tipo minerali e vitamine, gh... etc... grazie e buona domenica! Ci sono anche le eccezioni e poi non sei mica basso. Christian Galenda, giusto per citare un nome, e" alto 1,80.
grazie delle risposte. in pratica mi devo rassegnare, so che non farò il record del mondo ma speravo di diventare bravo (il che significa 49 alto nei 100). comunque qualcuno sà se nelle analisi del sangue si possa mettere un valore per vedere "lo status" dell'ormone della crescita? volevo fare la analisi mettendo delle "analisi" (scusate la ripet.) per vedere eventuali deficit, tipo minerali e vitamine, gh... etc... grazie e buona domenica! Ci sono anche le eccezioni e poi non sei mica basso. Christian Galenda, giusto per citare un nome, e" alto 1,80.
modificato Jun 6 '10 a 9:46 am
 
0
risposta
Fidati, non e" un caso che i centisti siano tutti alti. E" un argomento di discussione affrontato piu" volte. infatti lo so chiedevo altro.. ovvero se ci sono altri fattori
Fidati, non e" un caso che i centisti siano tutti alti. E" un argomento di discussione affrontato piu" volte. infatti lo so chiedevo altro.. ovvero se ci sono altri fattori
modificato Jun 6 '10 a 10:10 am
 
0
risposta
esistono poi delle analisi (tipo del sangue) per avere un idea di quanto ancora si possa crescere, dei parametri? grazie e buon week end a tutti. non credo che dalle analisi del sangue tu possa capire quanto ancora puoi crescere. la cosa fondamentale è capire se hai già avuto lo "scatto puberale", cioé quel momento di notevole balzo in alto della tua statura che si accompagna alle varie modificazioni che avvengono durante la pubertà: esaurito lo scatto, la tua statura non aumenterà che di poco negli anni seguenti. considerando che hai 18 anni, dovresti avere già esaurito il periodo dello "scatto", e al massimo poter guadagnare ancora un paio di cm entro i 25 anni. però, per informazioni più precise, chiedi al tuo medico. anche se per questo genere di questioni sono sicuramente più informati i pediatri.
esistono poi delle analisi (tipo del sangue) per avere un idea di quanto ancora si possa crescere, dei parametri? grazie e buon week end a tutti. non credo che dalle analisi del sangue tu possa capire quanto ancora puoi crescere. la cosa fondamentale è capire se hai già avuto lo "scatto puberale", cioé quel momento di notevole balzo in alto della tua statura che si accompagna alle varie modificazioni che avvengono durante la pubertà: esaurito lo scatto, la tua statura non aumenterà che di poco negli anni seguenti. considerando che hai 18 anni, dovresti avere già esaurito il periodo dello "scatto", e al massimo poter guadagnare ancora un paio di cm entro i 25 anni. però, per informazioni più precise, chiedi al tuo medico. anche se per questo genere di questioni sono sicuramente più informati i pediatri.
modificato Jun 6 '10 a 8:19 pm
 
0
risposta
la probabilità di crescere dopo i 18 anni (salvo i resti sotto forma di millimetri) è poca d'altro canto i test riguardano i raggi (se nn sbaglio ai polsi.. boh) per verificare se alcune ossa sono pienamente "saldate" nel mio paese, un mio futuro cugino (avrebbe sposato una mia cugina) era alto a 16 anni, sopra i 180 cm per poi crescere ancora sino ai suoi 196 cm ma a 16 anni e non 18 ma insomma per il resto che te frega se crescerai ancora? goditi la vita!
la probabilità di crescere dopo i 18 anni (salvo i resti sotto forma di millimetri) è poca d'altro canto i test riguardano i raggi (se nn sbaglio ai polsi.. boh) per verificare se alcune ossa sono pienamente "saldate" nel mio paese, un mio futuro cugino (avrebbe sposato una mia cugina) era alto a 16 anni, sopra i 180 cm per poi crescere ancora sino ai suoi 196 cm ma a 16 anni e non 18 ma insomma per il resto che te frega se crescerai ancora? goditi la vita!
modificato Jun 6 '10 a 9:11 pm
 
0
risposta
sono cresciuto abbastanza velocemente in un periodo ma, facendo un confronto coi miei compagni di classe, sono "indietro". nel senso che non ho la barba che hanno loro...
sono cresciuto abbastanza velocemente in un periodo ma, facendo un confronto coi miei compagni di classe, sono "indietro". nel senso che non ho la barba che hanno loro...
modificato Jun 7 '10 a 7:14 am
 
0
risposta
sono cresciuto abbastanza velocemente in un periodo ma, facendo un confronto coi miei compagni di classe, sono "indietro". nel senso che non ho la barba che hanno loro... la barba non c'entra niente secondo me, dovrebbe dipendere da cose diverse, (per esempio a me cresce ancora poco la devo tagliare solo ogni tre giorni o piu' ed avendo quasi 47 anni non penso sia imputabile al fatto che devo ancora crescere) ma magari corsia 8 ci puo' dire qualcosa con cognizioni di causa maggiori
sono cresciuto abbastanza velocemente in un periodo ma, facendo un confronto coi miei compagni di classe, sono "indietro". nel senso che non ho la barba che hanno loro... la barba non c'entra niente secondo me, dovrebbe dipendere da cose diverse, (per esempio a me cresce ancora poco la devo tagliare solo ogni tre giorni o piu' ed avendo quasi 47 anni non penso sia imputabile al fatto che devo ancora crescere) ma magari corsia 8 ci puo' dire qualcosa con cognizioni di causa maggiori
modificato Jun 8 '10 a 9:59 am
 
0
risposta
Ma ora che non ci sono più i costumoni che ci fanno "volare" sull'acqua, va ancora di moda il tipo "grosso" ? Inoltre visto che sono in argomento, è possibile stabilire quale sia l'indice di Massa grassa ideale per il nuotatore velocista? Grazie.
Ma ora che non ci sono più i costumoni che ci fanno "volare" sull'acqua, va ancora di moda il tipo "grosso" ? Inoltre visto che sono in argomento, è possibile stabilire quale sia l'indice di Massa grassa ideale per il nuotatore velocista? Grazie.
modificato Jun 8 '10 a 10:59 am
 
0
risposta
la barba non c'entra niente secondo me, dovrebbe dipendere da cose diverse, (per esempio a me cresce ancora poco la devo tagliare solo ogni tre giorni o piu' ed avendo quasi 47 anni non penso sia imputabile al fatto che devo ancora crescere) ma magari corsia 8 ci puo' dire qualcosa con cognizioni di causa maggiori no, corsia8 non sa più niente :D nel senso che ho qualche nozione su come si susseguono le varie tappe di sviluppo dei caratteri sessuali secondari nella pubertà della femmina (compresa la peluria, anche se si spera non la barba), ma non so quasi nulla nel maschio. però mi pare evidente, al di là di ogni studio, che la quantità di peli sia ben variabile da ragazzo a ragazzo, e da uomo a uomo, anche una volta raggiunta la maturità, cioé a sviluppo terminato: ci sono quelli che se non si radono tutti i giorni finiscono presto a toccare il piatto con la barba (bleah!) e quelli che se non si radono per una settimana non si accorge nemmeno il cuscino su cui si appoggiano tutte le sere! :nanna:
la barba non c'entra niente secondo me, dovrebbe dipendere da cose diverse, (per esempio a me cresce ancora poco la devo tagliare solo ogni tre giorni o piu' ed avendo quasi 47 anni non penso sia imputabile al fatto che devo ancora crescere) ma magari corsia 8 ci puo' dire qualcosa con cognizioni di causa maggiori no, corsia8 non sa più niente :D nel senso che ho qualche nozione su come si susseguono le varie tappe di sviluppo dei caratteri sessuali secondari nella pubertà della femmina (compresa la peluria, anche se si spera non la barba), ma non so quasi nulla nel maschio. però mi pare evidente, al di là di ogni studio, che la quantità di peli sia ben variabile da ragazzo a ragazzo, e da uomo a uomo, anche una volta raggiunta la maturità, cioé a sviluppo terminato: ci sono quelli che se non si radono tutti i giorni finiscono presto a toccare il piatto con la barba (bleah!) e quelli che se non si radono per una settimana non si accorge nemmeno il cuscino su cui si appoggiano tutte le sere! :nanna:
modificato Jun 9 '10 a 9:20 pm
 
0
risposta
Ma ora che non ci sono più i costumoni che ci fanno "volare" sull'acqua, va ancora di moda il tipo "grosso" ? Inoltre visto che sono in argomento, è possibile stabilire quale sia l'indice di Massa grassa ideale per il nuotatore velocista? Grazie. CERTO CHE ESISTE! mangia bene, allenati bene e quello che hai è la % di grasso ideale capisco che bisogna avere obiettivi ma insomma.. come base di partenza concettuale sia l'ottimale
Ma ora che non ci sono più i costumoni che ci fanno "volare" sull'acqua, va ancora di moda il tipo "grosso" ? Inoltre visto che sono in argomento, è possibile stabilire quale sia l'indice di Massa grassa ideale per il nuotatore velocista? Grazie. CERTO CHE ESISTE! mangia bene, allenati bene e quello che hai è la % di grasso ideale capisco che bisogna avere obiettivi ma insomma.. come base di partenza concettuale sia l'ottimale
modificato Jun 10 '10 a 8:40 am
 
0
risposta
Ma quindi più che l altezza totale é più importante avere delle braccia e gambe lunghe ( le leve quindi) per spingere di più in acqua. Quindi uno di 178 magari può averle lunghe come uno di 182. Larghezza braccia-spalle, gambe, tronco...
Ma quindi più che l altezza totale é più importante avere delle braccia e gambe lunghe ( le leve quindi) per spingere di più in acqua. Quindi uno di 178 magari può averle lunghe come uno di 182. Larghezza braccia-spalle, gambe, tronco...
modificato Jun 19 '10 a 12:45 pm
 
0
risposta
grazie delle risposte. in pratica mi devo rassegnare, so che non farò il record del mondo ma speravo di diventare bravo (il che significa 49 alto nei 100). comunque qualcuno sà se nelle analisi del sangue si possa mettere un valore per vedere "lo status" dell'ormone della crescita? volevo fare la analisi mettendo delle "analisi" (scusate la ripet.) per vedere eventuali deficit, tipo minerali e vitamine, gh... etc... grazie e buona domenica! Attraverso le analisi del sangue è possibile risalire al dosaggio del GH, ma non si può determinare a quanto ammonterà la statura definitiva di un individuo. Ci sono le tabelle auxologiche, nonché alcuni calcoli, che possono far presagire quanle sarà la statura massima, ma non sono dati certi. La statura massima auspicabile è un parametro geneticamente determinato, ma al tempo stesso multifattoriale: risente dell'attività fisica, dello stato di salute, dell'alimentazione. Mi spiego meglio: il patrimonio genetico che abbiamo ereditato ci fornisce e fornirà un dato fenotipo (caratteri manifesti, visibili). Ci sono poi casi eccezionali di ragazzi che hanno genitori di statura media, ma diventano alti 1.88 perché, come dicono dalle mie parti, "riprendono dal nonno". Ad ogni modo, visto che non sei più un bambino, ma prossimo al definitivo completamento della crescita, non mi affiderei a cure ormonali con GH: rischieresti di avere effetti collaterali quali insulino-resistenza ed ingrossamento di mandibola, ossa di mani e piedi...in modo simile a chi soffre di acromegalia. Prendiamo il calciatore Messi: le sue cure (sono costossime ovunque tu vada!) a base di GH, finanziate dal Barcelona Football Club, sono state effettuate quando lui aveva 15-16 anni, se non erro, non 18. Io non sono un'esperta, ma una studentessa, pertanto la cosa in assoluto migliore da fare è consultare un auxologo o un pediatra (i cui pazienti hanno fino a 18 anni d'età).
grazie delle risposte. in pratica mi devo rassegnare, so che non farò il record del mondo ma speravo di diventare bravo (il che significa 49 alto nei 100). comunque qualcuno sà se nelle analisi del sangue si possa mettere un valore per vedere "lo status" dell'ormone della crescita? volevo fare la analisi mettendo delle "analisi" (scusate la ripet.) per vedere eventuali deficit, tipo minerali e vitamine, gh... etc... grazie e buona domenica! Attraverso le analisi del sangue è possibile risalire al dosaggio del GH, ma non si può determinare a quanto ammonterà la statura definitiva di un individuo. Ci sono le tabelle auxologiche, nonché alcuni calcoli, che possono far presagire quanle sarà la statura massima, ma non sono dati certi. La statura massima auspicabile è un parametro geneticamente determinato, ma al tempo stesso multifattoriale: risente dell'attività fisica, dello stato di salute, dell'alimentazione. Mi spiego meglio: il patrimonio genetico che abbiamo ereditato ci fornisce e fornirà un dato fenotipo (caratteri manifesti, visibili). Ci sono poi casi eccezionali di ragazzi che hanno genitori di statura media, ma diventano alti 1.88 perché, come dicono dalle mie parti, "riprendono dal nonno". Ad ogni modo, visto che non sei più un bambino, ma prossimo al definitivo completamento della crescita, non mi affiderei a cure ormonali con GH: rischieresti di avere effetti collaterali quali insulino-resistenza ed ingrossamento di mandibola, ossa di mani e piedi...in modo simile a chi soffre di acromegalia. Prendiamo il calciatore Messi: le sue cure (sono costossime ovunque tu vada!) a base di GH, finanziate dal Barcelona Football Club, sono state effettuate quando lui aveva 15-16 anni, se non erro, non 18. Io non sono un'esperta, ma una studentessa, pertanto la cosa in assoluto migliore da fare è consultare un auxologo o un pediatra (i cui pazienti hanno fino a 18 anni d'età).
modificato Jun 19 '10 a 12:55 pm
 
0
risposta
Ad ogni modo, visto che non sei più un bambino, ma prossimo al definitivo completamento della crescita, non mi affiderei a cure ormonali con GH Anche perché sarebbe leggermente doping.. (oltre che pericoloso)
Ad ogni modo, visto che non sei più un bambino, ma prossimo al definitivo completamento della crescita, non mi affiderei a cure ormonali con GH Anche perché sarebbe leggermente doping.. (oltre che pericoloso)
modificato Jun 19 '10 a 3:05 pm
 
0
risposta
Anche perché sarebbe leggermente doping.. (oltre che pericoloso) Ciao, Corsia8!!! Da FM a C4, che salto! Il dettaglio "doping" mi era proprio passato di mente; tuttavia, credo ci siano dosaggi-limite, per esempio legati a problemi di salute e trattamenti teraputici. Il GH, se non vado errata, è considerato un ormone dopante in ogni sport agonistico. Se Messi non ha avuto problemi con la FIFA, si vede chi di dovere ha approvato l'impiego dell'ormone esogeno per regalare qualche centimentro al calciatore argentino. Nel caso di Messi, però, si parla di un oggetivo deficit auxologico, cosa che, per fortuna!, non riguarda il nostro collega! Dovrei cercare, nell'elenco delle sostanze dopanti, se ci sono dosaggi limite, ammessi per atleti che devono fare uso di farmaci "proibiti" dalle loro Federazioni. Ora non mi va...hihihi, ne riscriveremo!
Anche perché sarebbe leggermente doping.. (oltre che pericoloso) Ciao, Corsia8!!! Da FM a C4, che salto! Il dettaglio "doping" mi era proprio passato di mente; tuttavia, credo ci siano dosaggi-limite, per esempio legati a problemi di salute e trattamenti teraputici. Il GH, se non vado errata, è considerato un ormone dopante in ogni sport agonistico. Se Messi non ha avuto problemi con la FIFA, si vede chi di dovere ha approvato l'impiego dell'ormone esogeno per regalare qualche centimentro al calciatore argentino. Nel caso di Messi, però, si parla di un oggetivo deficit auxologico, cosa che, per fortuna!, non riguarda il nostro collega! Dovrei cercare, nell'elenco delle sostanze dopanti, se ci sono dosaggi limite, ammessi per atleti che devono fare uso di farmaci "proibiti" dalle loro Federazioni. Ora non mi va...hihihi, ne riscriveremo!
modificato Jun 20 '10 a 12:41 am
 
0
risposta
12
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza