Advertisement
L’era delle grandi prestazioni sportive in grado di infrangere i precedenti primati e record è ormai al tramonto. L’annuncio, a pochi mesi dalle Olimpiadi di Pechino, arriva da due ricercatori, Alan Nevill dell’università di Wolverhampton e Greg Whyte dell’English Institute of Sport. In un saggio pubblicato sul Medicine & Science in Sport & Exercise gli scienziati hanno spiegato che il record del mondo dei 1500 metri piani femminili è un limite che non potrà essere infranto senza l’utilizzo di droghe. “Molti dei primati di corsa stabiliti da uomini e donne nella media e lunga distanza sono già quasi al limite massimo. Questo, almeno, se si dà per scontato il non utilizzo di ingegneria scientifica e droghe. Comunque – ha concluso il professor Neville – non si potrà vedere infranto l’attuale record femminile dei 1500 metri finché gli esseri umani non avranno modificato la loro struttura genetica”. Ma la teoria non convince tutti, soprattutto gli sportivi. Chris Broadbent, della Scottish Athletics, ha ricordato che “i record sono solo raramente superati e quando ciò avviene è sempre con un ridottissimo margine. Quello che conta è l’allenamento e la disciplina”. Liz McColgan, medaglia d’oro nei 10mila metri piani alle Olimpiadi di Seoul del 1988 ha spiegato: “Il professor Neville ha ragione per certi versi. Siamo vicini all’eccellenza ma penso che i record potranno ancora essere migliorati, anche se non spesso come oggi avviene. Con migliori tecniche di allenamento e di nutrizione e con atleti più forti e sani, si potranno ottenere dei nuovi primati”. A parer mio invece è proprio nelle lunghe distanze (soprattutto femminili) che il margine esiste ancora ed è abbastanza ampio, anche perchè con l'affacciarsi al mondo dello sport di nuove nazioni il serbatoio dal quale attingere è maggiore. Invece alcuni record (alcuni un po' strani 100 mt piani femminili e 400 mt piani femminili), soprattutto di velocità, saranno limati con maggiore difficoltà.
L’era delle grandi prestazioni sportive in grado di infrangere i precedenti primati e record è ormai al tramonto. L’annuncio, a pochi mesi dalle Olimpiadi di Pechino, arriva da due ricercatori, Alan Nevill dell’università di Wolverhampton e Greg Whyte dell’English Institute of Sport. In un saggio pubblicato sul Medicine & Science in Sport & Exercise gli scienziati hanno spiegato che il record del mondo dei 1500 metri piani femminili è un limite che non potrà essere infranto senza l’utilizzo di droghe. “Molti dei primati di corsa stabiliti da uomini e donne nella media e lunga distanza sono già quasi al limite massimo. Questo, almeno, se si dà per scontato il non utilizzo di ingegneria scientifica e droghe. Comunque – ha concluso il professor Neville – non si potrà vedere infranto l’attuale record femminile dei 1500 metri finché gli esseri umani non avranno modificato la loro struttura genetica”. Ma la teoria non convince tutti, soprattutto gli sportivi. Chris Broadbent, della Scottish Athletics, ha ricordato che “i record sono solo raramente superati e quando ciò avviene è sempre con un ridottissimo margine. Quello che conta è l’allenamento e la disciplina”. Liz McColgan, medaglia d’oro nei 10mila metri piani alle Olimpiadi di Seoul del 1988 ha spiegato: “Il professor Neville ha ragione per certi versi. Siamo vicini all’eccellenza ma penso che i record potranno ancora essere migliorati, anche se non spesso come oggi avviene. Con migliori tecniche di allenamento e di nutrizione e con atleti più forti e sani, si potranno ottenere dei nuovi primati”. A parer mio invece è proprio nelle lunghe distanze (soprattutto femminili) che il margine esiste ancora ed è abbastanza ampio, anche perchè con l'affacciarsi al mondo dello sport di nuove nazioni il serbatoio dal quale attingere è maggiore. Invece alcuni record (alcuni un po' strani 100 mt piani femminili e 400 mt piani femminili), soprattutto di velocità, saranno limati con maggiore difficoltà.
modificato Feb 5 '08 a 9:32 pm
 
0
risposta
Scusatemi... ho letto solo ora la discussione aperta da Mullo... Qui addirittura dicono non nel 2060... ma molto prima.
Scusatemi... ho letto solo ora la discussione aperta da Mullo... Qui addirittura dicono non nel 2060... ma molto prima.
modificato Feb 5 '08 a 10:00 pm
 
0
risposta
anteprima immediata
inserisci almeno 10 caratteri
ATTENZIONE: Hai menzionato %MENTIONS%, ma non possono vedere questo messaggio e non ne riceveranno notifica
Salvataggio...
Salvato
With selected deselect posts show selected posts
Tutti i messaggi di questo argomento saranno cancellato ?
Bozza in attesa ... Click per tornare alla modifica
Elimina la bozza